Categoria: I libri che ricevo Page 1 of 4

Dalla Fiera di Bologna ai libri per l’estate

Questa “puntata” del sito esce a più di due mesi dalla conclusione della Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi n. 61 e a me questo ritardo, peraltro non scelto ma obbligato da ragioni personali, non pare poi un gran male perché mi consente di sfuggire all’urgenza della segnalazione della novità e mi permette di guardare con maggiore attenzione i molti volumi che sono arrivati fermandomi su quelli che potrebbero magari costituire anche un bel momento di svago sotto l’ombrellone o all’ombra di qualche albero di montagna; d’altra parte a me spaventa non poco questa iperproduzione di libri per bambini e ragazzi perché alla fine anche il buon prodotto rischia di perdersi in mezzo a testi destinati a rapido oblio. In apertura alcuni altri elementi: ho ripristinato la distinzione fra Albi, cartonati, testi per i più piccoli dove i limiti d’età di fruizione alla fascia prescolare (e poco oltre) sono ben delineati  e Albi il cui spazio di lettura può allargarsi anche all’età adulta. Ho leggermente cambiato le altre fasce d’età dei possibili lettori, ma ribadisco che si tratta di indicazioni di massima visto che le competenze di lettura rispecchiano – come è noto – situazioni personali e non età anagrafiche. Altra notizia: sempre indicando la fascia d’età dei lettori inserisco in Libri ricevuti  testi di cui non sono riuscito ad occuparmi o che non mi hanno del tutto convinto perché “figli” di autori dalla produzione “fluviale”, serialità “consumate” dall’uso (penso anche al fantasy), temi sempre “attuali” (ecologia, bullismo ecc.), progetti editoriali e romanzi maturati in agenzia con sovrabbondanza di paratassi e dialoghi (e “povertà” di descrizioni)… e questo allarga la riflessione a quei corsi anche di livello universitario dedicati alla comunicazione per l’infanzia e per l’adolescenza in cui l’educazione alla scrittura riguarda indifferentemente il campo della creazione di storie e quello del marketing… Sarebbe importante che chi studia l’evoluzione della produzione per l’infanzia tenesse conto del fenomeno e vi dedicasse qualche spazio partendo magari da temi usurati per arrivare alla lingua e allo “stile”…

***Albi, cartonati, testi per i più piccoli

Ancora
• Vincent Guigue – Geneviève Després, La principessa, il cavaliere e il (ragnetto), € 15,00
Albo scanzonato e divertente dove personaggi “giocano” con il lettore e chiedono il suo aiuto per cacciare via un ragnetto che compare fra le pagine e impedisce alla storia di continuare… mi sono divertito…

Caissa Italia
• Lucio Notarnicola, L’asino scomparso, € 14,90
• Maria Vakhrusheva (trad. Tatiana Pepe), Otto e Biscotto, € 14,90
• Sandra Siemens – Rocío Araya (ill. Amanda Mijangos, trad. Yuri Garrett), La mia mamma, € 14,90
Tre piccoli albi (il primo senza parole) godibili anche dai più piccoli. L’asino scomparso, nonostante l’intelligenza compositiva dell’autore, è quello che mi convince meno; simpatica e divertente anche per illustrazioni movimentatissime e colorate l’avventura dei due cani Otto e Biscotto; tenero e delicato il ritratto della mamma nel terzo albo.

cameloZampa
• Joaquin Camp (trad. Sara Saorin), Su e giù, € 16,90
• Tonka Uzu, Peggy fa giardinaggio, € 15,00
Su e giù dell’argentino Joaquin Camp è una divertente sarabanda di personaggi e situazioni imprevedibili, Peggy fa giardinaggio di Tonka Uzu è un albo elementare e delicato ma non entusiasmante.

il castoro
• Jon Agee (trad. Alessandro Zontini), Papà è un albero, € 15,00
• Kathrin Schärer, Oggi come stai?, € 16,00
• Christie Naumann-Villemin – illustrazione di Marianne Barcilon, Non si morde, Tato!, € 14,50
• Jane Yolen e Mark Teague (trad. Pico Floridi), Cosa fanno i dinosauri quando hanno litigato?, € 14,50
• Suzanne Lang (ill. Max Lang), Gastone musone sono troppo felice!, € 14,00
• Einat Tsarfati, Il castello di sabbia, € 14,00
• Jack Noel, Prova a prendermi, €13,50
Situazioni paradossali e divertenti, papà un po’ strampalati, emozioni infantili… Una bella mescolanza per una serie di albi che non pretendono di emergere per profondità di pensiero e soluzioni grafiche ma si accontentano (e questo è un merito rispetto a testi inutilmente pretenziosi) di far sorridere i piccoli che seguono la storia (e i grandi che leggono per loro). Particolari e suggestivi comunque i due ultimi arrivi perché Il castello di sabbia colpisce per originalità tematica e ricchezza di colore mentre Prova a prendermi gioca su una simpaticissima bimba troppo “movimentata”.

Edizionicorsare
• Antonio Ferrara – Alessandra Lazzarin, Angeli, € 18,00
• Fabian Negrin – Mariachiara Di Giorgio, Al Canto del Gallo, € 19,00
Molto brava ed efficace Alessandra Lazzarin ad allargare, attraverso le immagini, il campo della comprensione dei ventisei versi della poesia di Ferrara dedicata all’infanzia. Più articolato il racconto di Fabian Negrin che, giocato fra fiaba e ironia, si affida al fascino delle figure di Mariachiara Di Giorgio.

Edizioni Ecogeses
• Carlotta Frigerio, La fiaba triste (ill. Mastrobaldo), € 14,00
È importante – anche senza il bisogno di citare Rodari – sapere che ogni storia ha al suo interno la possibilità di essere sviluppata al contrario diventando magari essa stessa protagonista di racconto. La fiaba triste è da questo punto esemplare perché la narrazione finisce subito con la morte in modo poco eroico del protagonista… ma le risorse della fiaba stessa sono infinite quindi proprio un piccolo lettore meno fortunato di altri riesce a risolvere la situazione e a portare la fiaba sulla retta via del lieto fine… Stimolante davvero questo gioco di mescolanze, questo rendere complici i lettori dell’azzardo narrativo, dei giochi della fantasia. Meno convincenti le illustrazioni.

Edizioni EL – Racconti del Bosco dei Conigli
• Giuditta Campello (ill. Arianna Cicciò), Bentornata Primavera!, € 13,90
Questo albo mi colpisce per il sapore retrò sia del testo che delle illustrazioni: la primavera tema “storico”, i coniglietti protagonisti, le rime baciate, i colori delicati e soffusi… eppure l’insieme non disturba perché un po’ di nostalgia del passato rispetto a tentativi di innovazione spesso velleitari non guasta.
Edizioni EL
• Max Velthuijs, Il bambino e il pesce, € 14,50
Un’amicizia fra un bambino e il pesce che ha catturato: poca la parte narrativa ma essenziale e ben costruita.
Emme Edizioni
• Bianca Pozzi (trad. Giuditta Campello), Le Stagioni del mio Cuore, € 13,90
Sabina Colloredo (ill. Serena Mabilia),Ciao maestra…, € 13,90
Monica Gabbarrini (ill. Elena Temporin), La mia mamma fa la camionista, € 13,90
• J
ulia Donaldson – Catherine Rayner (trad. Laura Pelaschiar),L’uccellino e il fiore, € 14,90
Luca Tortolini – Marco Somà, Chi sa che cosa sia la Felicità, lo dica, € 14,90
Julia Donaldson – Axel Scheffler,il Gruffalò, € 14,90
Alessandro Montagnana, Dov’è la mia pelliccia?, € 13,90
Chris Saunders, Speciale, € 14,90
Otto albi ben costruiti sia dal punto di vista delle storie che da quello delle illustrazioni: le mie preferenze vanno a Ciao maestra…, delicatissimo racconto di affetto e memoria, e a Le Stagioni del mio Cuore una breve, delicata storia di crescita e di amicizia fra una bimba e un cagnolino raccontata con segno semplice e leggero capace di dare movimento alla pagina. Due “menzioni speciali” al fascino delle immagini del sublime e filosofico albo di Tortolini e Somà e al ritorno dell’indimenticabile Gruffalò.

Giralangolo
• Jean-François Sénéchal – Chiaki Okada (trad. Anselmo Roveda), Vorrei dirti, € 15,00
Il racconto di un addio alla nonna costruito attraverso le emozioni e i ricordi di un’umanissima piccola volpe: più che il brevissimo testo sono le bellissime illustrazioni a tutta pagina di Chiaki Okada a darci il senso della tenera malinconia del distacco.

Gribaudo – amico lupo
• Orianne Lallemand – Éléonore Thuillier, LUPETTO ama il suo peluche, € 7,90
• Orianne Lallemand – Éléonore Thuillier, LUPETTO vuol diventare grande, € 7,90
Ormai “amico lupo” è personaggio di casa per i miei nipoti e quando a Bologna ho assistito all’incontro con le autrici e con l’editore francese ho avuto conferma dell’ottima scelta fatta da Gribaudo che sul simpatico lupetto ha scommesso moltissimo: Orianne Lallemand ed Éléonore Thuillier alla modestia delle artigiane (dote che apprezzo soprattutto in questo periodo di autorappresentazioni di genialità da parte di tanti autori) uniscono intelligenza critica, chiarezza degli scopi, piacere della creatività.
Gribaudo
Christie Matheson, Il seme magico, € 14,90
Avrei potuto inserire in “Divulgazione” questo albo adatto anche a bambini in età prescolare ma preferisco darne comunicazione all’interno di albi che favoriscono creatività e piacere della lettura perché Il seme magico non insegna solo a far crescere un fiore ma ci trasmette emozioni e poesia.
Maria Loretta Giraldo – Nicoletta Bertelle, Uguali ma diversi, € 12,90
• Maria Gianola, Tic Toc Pum! Fermati ad ascoltare, € 12,90
Due cartonati per i più piccoli che pur nella semplicità delle immagini e nella leggera parte narrativa lanciano segnali profondi sull’inclusione e sull’importanza dell’ascolto.

I nuovi colori del mondo
• Sebastiano Ruiz Mignone – David Pintor, Cappuccetto grosso, € 15,90
Albo di “stravolgimenti”: non un “sequel” della nota fiaba ma un “prequel” esilarante e imprevedibile; bravo Ruiz Mignone e altrettanto bravo Pintor a “giocare” con figure e colori.

Kalandraka
• Núria Figueras – Anna Font (trad. Francesco Ferrucci), La visita, € 16,00
• Marcello Simonetti – Maria Girón, I migranti, € 16,00
• Maite Mutuberria, Una giornata da rospo, € 15,00
I primi due albi sono costruiti sui temi dell’integrazione e dell’amicizia: colpiscono positivamente la delicatezza del racconto e delle immagini e il fatto di averli costruiti partendo dal punto di vista dell’età infantile curiosa e trepida. Il terzo francamente mi ha convinto meno perché trasmettere serenamente ai più piccoli il senso dell’imprevisto e del pericolo (un rospo si “pappa” altri animaletti troppo curiosi) mi pare impresa un po’ difficile e forse in questo caso non riuscita.

Lapis
• Attilio, Buonanotte orsetto!, € 12,50
• Attilio, Mau e Bau, € 12,50
Per i più piccoli continuano i “doni” figurativi del centenario Attilio, scomparso da pochissimo, uno dei maestri indiscussi che ha saputo interessare e divertire con le sue figure generazioni di bambini.
Lapis
• Aurora Cacciapuoti, CIP l’uccellino dormiglione, € 14,50
• Marica Rocca – Arianna Alessi, Mi manchi una balena, € 14,50
• Jarvis (trad. Alessandra Valtieri), Grazie per la notte, per il giorno e le bolle di sapone, € 16,00
Le prime due sono storie divertenti e leggere che piaceranno soprattutto ai primissimi lettori per l’efficacia delle illustrazioni. Più “pensoso” il terzo albo che non punta tanto sulla parte figurativa comunque ben riuscita quanto sul contenuto di quella parola “grazie” che dovremmo tutti, piccoli e grandi, imparare nuovamente a pronunciare.

MIMebù
• Imogen Foxell – Anna Cunha (trad. Giulia Vallacqua), Ce la puoi fare, € 13,50
• Anna Cascioli – Morgana Lucarelli, La fiera dei papà, € 14,00
• Eva Serena Pavan, L’arte di svegliare i bambini, € 14,00
Il primo albo con pochissime parole e immagini quasi evanescenti ci racconta quanto anche un piccolo gesto (in questo caso un seme piantato da una bimba nel letto di un arido fiume) possa contribuire a cambiare il mondo… Negli altri due albi ho apprezzato l’idea della molteplicità che li caratterizza: raccontare ai piccoli lettori con ironia e levità che ci sono tanti “tipi” di papà ed esistono bimbi diversi anche nel modo di svegliarsi è un modo divertente per valorizzare le diversità.

Officina Babùk i libri in simbolo
• Michel Gay (trad. Federica Rocca), ZEB e la scorta di baci, € 12,50
• Michaël Escoffier – Matthieu Maudet (trad. Federica Rocca), Un mammut nel frigorifero, € 12,00
Due albi in simboli che trovo azzeccati anche sul piano della costruzione letteraria e figurativa; la qualità è un elemento che non deve mai mancare e Officina Babùk ha molto da insegnarci.

Sabir – Lollero
• Claudia Fachinetti – Greta Vettori, Un bosco nuovo, € 15,50
• Alfredo Paniconi – Emanuele Benetti, Sempre la stessa storia, € 15,50
• Roberta Angeletti – Beniamino Sidoti, Capitomboli, € 17,00
L’originalità di Un bosco nuovo, storia giocata fra natura e animali, di originale offre le illustrazioni ricavate dalle fotografie dei personaggi e delle ambientazioni tridimensionali che Greta Vettori realizza su carta. Ironico, provocatorio, divertente (piacerà ai più grandicelli abituati a “giocare” con le storie) Sempre la stessa storia. Ancora diverso (e a parer mio il migliore dei tre) l’albo Capitomboli originale e “filosofico” nel “gioco” dei possibili modi delle cadute: “cadere è naturale”… l’importante è rialzarsi perché anche questo è “gesto d’amore” che implica “il coraggio di cambiare, rimanendo se stessi”.

Saremo Alberi Editore
• Rebecca Rossi – Manuela Simoncelli, Maestro Albero, € 15,00
Sarà un mio errore di prospettiva ma mi pare di notare che all’interno degli albi si stia allargando uno spazio di pensiero capace di partire da una solida base concettuale per aprirsi senza forzature allo spazio creativo destinato ai più piccoli; è così per Maestro Albero dove l’autrice riesce a fondere benissimo elementi diversi: l’ecologia, lo spazio affettivo (il ricordo di un amico direttore d’orchestra prematuramente scomparso), l’intelligenza delle piante integrata dalla disponibilità infantile al dialogo… Insomma in questo albo la leggerezza delle parole porta lontano…

Storiedichi Edizioni
• Xóchil A. Schütz (ill. Nele Palmtas), Antonio va in campagna, € 15,90
• Alberto Benevelli – Loretta Serofilli, Il frutto squisito, € 16,20
• Eva Rasano, Compiti per le vacanze, € 15,90
Antonio va in campagna è un albo uscito in Germania dieci anni fa e opportunamente recuperato e tradotto: la storia è semplice e delicata, le immagini sono coloratissime e vivaci. Il frutto squisito ci racconta con originali illustrazioni le avventure di una simpatica scimmietta. Sicuramente più interessante da tutti i punti di vista è però l’albo senza parole di Eva Rasano che, al di là della tecnica utilizzata nelle efficacissime illustrazioni (collage nati dall’assemblaggio di elementi diversi, colori non “invadenti” che lasciano ampi “spazi bianchi” all’immaginazione), ci trasmette il piacere di un’avventura giocata fra realtà e fantasia.

uovonero
• Enza Crivelli – Roberta Angeletti, Il gatto con gli stivali, € 18,00
Un bel cartonato che racconta la nota fiaba utilizzando i simboli PCS; molto chiare le illustrazioni, ottima l’idea di aiutare anche a sfogliare le pagine attraverso sapienti “ritagli” nelle stesse.

***Albi

Il Barbagianni
• Tassi (Francesco Tassinari), La traccia, € 19,00
Non tutte le storie che leggiamo ci restano dentro e suscitano emozioni al solo nuovo incontro con la copertina: mi è successo con questo albo che ho con me da quando, freschissimo di stampa, è arrivato sulla mia scrivania. La storia è apparentemente semplice perché le vicende del cane Arturo, che vive una quotidianità “borghese” fatta di passeggiate con la padrona, di incontri e di “annusamenti” con altri cani, non dovrebbero stupire i lettori che sanno quanto le favole abbiano il potere di trasferire negli animali sentimenti e discorsi “umani”… Ma qui scatta la genialità del creatore-illustratore Tassi (Francesco Tassinari) che “assume” l’identità del suo protagonista, ne condivide i punti di vista, “parla” con la sua voce, “vive” le sue sensazioni e anche – perché no? – la probabile noia per quel “tran tran” che, secondo Rodari, “può uccidere il pensiero”. Ecco allora che l’inquietudine esistenziale si trasforma in desiderio di conoscenza e scoperta: i viaggi di Arturo seguono “tracce” e altre ne lasciano (con delicatezza estrema non le fa vedere perché basta la sua posizione a farci capire che lui è passato di lì), la Terra intera ma anche il cielo e lo spazio trovano in lui un esploratore curioso, propenso ad emozionarsi e a raccontare… ma alla fine, come per ogni antico navigatore, anche per lui scatta il desiderio del ritorno e del contatto con altre “tracce” più vicine e condivise… nell’albo Tassinari ci parla dunque di un processo formativo fatto di scoperte e di crescita interiore, ma lo fa con garbata ironia, leggerezza, “pulizia” di tratto… Complimenti a un piccolo editore come “il Barbagianni” che dimostra – non solo in questo caso – di saper scegliere autori, temi, spazi culturali…

cameloZampa
• Carolina Zanier, Come me, come te, € 20,00
• Angelo Mozzillo – Silvia Gariglio, Ho scritto un libro per te (ma non è questo), € 17,90
• Helen Oxenbury (trad. Sara Saorin), Tom e Pippo e il cane, € 15,90
• Anthony Browne (trad. Sara Saorin), Willy Sogna, € 18,00
• Packer (trad. Sara Saorin), La parabola del panificio indipendente, € 18,00
• Sven Nordqvist (trad. Samanta K. Milton Knowles), Starnazzi nell’orto, € 16,00
• Emma AdBåge (trad. Samantha K. Milton Knowles), La ferita, € 16,90
• Eva Lindström (trad. Laura Cangemi), Niente è impossibile per noi, € 16,90
• Alice Keller – Veronica Truttero, Di notte, € 17,90
Una sorta di gioco della memoria mi ha riportato ai primi anni della mia esperienza di lettore-recensore di testi per bambini e ragazzi e alla curiosità con cui guardavo nuove, piccole e coraggiose, case editrici capaci di smuovere le acque rispetto a temi e a figure tradizionali. Potrei citare tanti nomi, alcuni dei quali poco o nulla direbbero agli studiosi contemporanei, ma mi fermo all’osservazione che oggi i tempi sono cambiati perché chi è capace di portare innovazione e qualità non è più guardato come “eversore” ma è anzi apprezzato e incoraggiato a continuare; inutile quindi che ogni volta prenda uno ad uno gli albi di CameloZampa e ne elogi l’originalità delle scelte e l’ottima qualità, preferisco muovermi con un criterio molto “mio” osservando, ad esempio, che i titoli di autori-illustratori italiani sono solo due e neppure fra i più significativi visto che, a fronte della “poesia fotografica” e delle emozioni profonde che ci regala Come me, come te, l’altro albo, Ho scritto un libro per te (ma non è questo), mi pare – a livello testuale – troppo “costruito” e compiaciuto. Sempre muovendomi liberamente fra gli albi noto come Sara Saorin, una delle “anime” della casa editrice, continui nel suo impegno di traduttrice sia sul piano dell’opportuno e felicissimo recupero di albi ormai classici come Tom e Pippo e il cane di Helen Oxenbury e Willy Sogna di Anthony Browne, sia su quello delle novità, come La parabola del panificio indipendente di Neil Packer che non ho paura a definire uno dei migliori risultati editoriali di questo 2024: favola “morale” senza inutili appesantimenti, illustrazioni capaci di aprire spazi alla nostra immaginazione, “confezione” editoriale di rara eleganza… Proseguo in questa carrellata segnalando il recupero dello spassoso Starnazzi nell’orto di Sven Nordqvist e due belle novità: La ferita di Emma AdBåge e Niente è impossibile per noi di Eva Lindström. Ultimo arrivo di giugno un suggestivo racconto di Keller con tante reminiscenze letterarie (i voli di Peter Pan o di Pinocchio, i sogni e i “segni” della “realtà” degli stessi…) ma anche con uno spazio di leggerezza poetica originale grazie a illustrazioni che, giocate sull’allusività, ci fanno spesso cambiare punto di vista.

Lapis
• Gek Tessaro – Massimiliano Tappari, Teresa, € 16,00
Una coppia vincente quella Tessaro-Tappari che in questo albo a me fa venire in mente La strada che non andava in nessun posto di Rodari perché la piccola protagonista decide di andare a fare la spesa al posto della mamma ma, fra accompagnatori da fiaba (gatto e gallina) e mezzi di viaggio utilizzati, non la farà… Insomma viaggiare con la fantasia non porta all’esito realistico ipotizzato (“sospira il babbo/io ho il sospetto/che senza cena/me ne andrò a letto”) ma solo al piacere molto più appagante e “produttivo” dell’avventura: i personaggi bidimensionali e i paesaggi immaginari di Tappari ci portano “da nessuna parte, che è il posto più bello in cui perdersi e ritrovarsi” nel segno della provocazione e dell’autentica crescita che – per fortuna – ancora è libera dalle tante ipoteche scolastiche e norme comportamentali che continuano ad assillare l’infanzia.

orecchio acerbo
• Serena Ballista – Sonia Maria Luce Possentini, Per mille camicette al giorno, € 17,00
• Golden Cosmos – Noemi Schneider, Ludwig e il rinoceronte, € 18,00
• Alice Rohrwacher – Mara Cerri, Gianni Barba, € 16,50
• Sara Lundberg, Passeggiata confusa, € 17,90
• Jo Weawer, Mia sorella Celeste, € 16,00
• Letizia Muratori – Marta Lonardi, Nata due volte, € 16,50
• Anete Melece, Il sonno rubato, € 16,00
• Max Kaplan – Lev Kaplan, Bianca. L’incredibile avventura di una topolina coraggiosa, € 16,00
• Dylan Hewitt, Questa non è una carota, € 16,00
• Nadia Terranova – Mara Cerri, Zia Nina, € 1650

È sempre difficile mettere in fila le novità che arrivano da orecchio acerbo e soprattutto dar conto per ognuna degli elementi tematici e (soprattutto), grafici ed editoriali che le caratterizzano. Se, ad esempio, è facile riconoscere lo stile straordinario di Sonia Maria Luce Possentini nel rappresentare temi e drammi sociali con donne protagoniste (in Per mille camicette al giorno la tragedia delle 129 operaie, fra cui molte italiane, morte a New York nell’incendio della camiceria dove lavoravano) non lo è altrettanto in albi “di pensiero” come Ludwig e il rinoceronte dove il contenuto di una dichiarazione filosofica di Ludwig Wittgenstein (“È assolutamente impossibile dimostrare che nella stanza NON c’è un rinoceronte”) diventa percorso a ritroso nella sua infanzia ed è rappresentato da poche parole (e domande) cui fanno da “contraltare” illustrazioni “forti” che combinano disegni analogici su carta e digitali al computer e grafica stampata… insomma una “prova” difficile anche se intrigante e riuscita. Originali sono anche Gianni Barba, Passeggiata confusa e Mia sorella Celeste che mettono al centro delle storie animali (un barbagianni, una gatta, due giovani elefanti) molto “umani” o comunque capaci di rapportarsi con altri protagonisti bambini: ognuno dei tre albi ha caratteristiche particolari: il primo porta anche nelle illustrazioni il segno di quel malinconico senso di distacco che caratterizza molti passaggio della vita infantile; il secondo è provocatorio e ironico anche nello scambio di ruoli fra gatta e bambina; nel terzo le efficaci illustrazioni fanno giocare anche i lettori con i due piccoli elefanti. Con Nata due volte abbiamo un cambio di registro narrativo sia perché la protagonista, una “signora sedia [che] aveva un cuore”, appartiene alla razza degli oggetti d’uso quotidiano che andersianamente prendono vita sia perché la vita di una sedia che attraversa il secolo breve e “vive” le tragedie che l’hanno caratterizzato, è storia nostra che non dobbiamo dimenticare; efficacissime le illustrazioni. Fra tutti gli albi quello che mi ha convinto meno perché mi pare un po’ “caricato” è Il sonno rubato dell’illustratrice lettone Anete Melece. Aggiungo come ultimissimi arrivi di giugno tre albi diversi ma ugualmente all’altezza della produzione della casa editrice romana: Bianca, topolina coraggiosa, che salva una nave da un naufragio è storia semplice ma il fascino delle illustrazioni, il loro quasi cinematografico cambio di punti di vista, i dettagli e i colori la rendono unica e affascinante. Mi sono divertito poi a leggere Questa non è una carota, albo provocatorio e surreale, quasi pirandelliano. Dietro la storia di Nina, la diversità del colore degli occhi di sua zia e alcuni elementi di crisi infantile sta, infine, la profondità dell’albo di Terranova e Cerri che fa riflettere sulle differenze, sui pregiudizi e sull’importanza del dialogo.

uovonero
• Thomas Harding – Britta Teckentrup, La vecchia casa sul canale, € 20,00
Un grande albo per vecchie e nuove generazioni che racconta la storia di Anna Frank dal punto di vista della casa che, costruita nella prima metà del Seicento, fu l’ultima dimora della ragazza destinata con il suo Diario a diventare testimone di una barbarie che molti oggi vorrebbero farci dimenticare. Un albo educativo e non didattico, un albo che non nascondendoci nulla della storia è capace, grazie anche alle straordinarie illustrazioni di Britta Teckentrup, a riportarci indietro nel tempo, a incrociare storie e vite di personaggi lontani, a dirci insomma che anche i muri possono parlare e raccontarci che la storia è maestra di molto che riguarda anche la nostra contemporaneità troppo spesso priva di memoria.

*** Da 5 a 8 anni
Noto con piacere che diversi editori puntano con buoni prodotti sui primi lettori, un settore spesso trascurato; spero che queste tentativi abbiano successo anche presso le insegnanti che troppo spesso fanno leggere ai loro alunni solo gli insulsi raccontini dei libri di testo.

Emme Edizioni – Le mie prime letture a colori
• Matilda Woods (ill. Penny Neville-Lee, trad. Giuditta Campello), Un magico viaggio a bordo del Treno dei Sogni, € 9,90
• Yari Selvetella – Ilaria Urbinati, Grande festa al semaforo, € 9,90
Piccola collana con testi efficaci (di sapore rodariano) e adeguate illustrazioni.

Emme Edizioni
• Gianni Rodari da Fiabe lunghe un sorriso illustrate da Fabiano Fiorin
Al prezzo di 4,90 cadauno brevi storie di Gianni Rodari dove si indica anche il tempo medio previsto per “sorridere”.
Lo scultore Riccardo, da 7 minuti
La casa del signor Venceslao, da 3 minuti
Il signor Boemondo, da 5 minuti
L’omino della pioggia, da 1 minuto

Feltrinelli kids – i bruchi primi lettori
• Michela Guidi – Francesca Carabelli, Giù le zampe da mia sorella!, € 7,90
• François Hanozet – Grégoire Mabire, Sblocca questo libro!, € 7,90
• Sandra Le Guen – Stéphan Nicolet, Il mio cane è una principessa, € 7,90
• Andrea Tullio Canobbio – Luisa Torchio, L’amico immaginario, € 7,90
• Sarah Savioli – Jessica Antonini, Che botta!, € 7,90
Brevi, semplici storie accompagnate da una pagina di fondo dedicata alle “parole nuove” contenute al loro interno: testi di livello qualitativo diverso (dal divertente e provocatorio Sblocca questo libro! ai luoghi comuni fra “amico immaginario” e “puzza” del testo di Canobbio) e illustrazioni capaci di colpire l’occhio e la fantasia del piccolo lettore.

Giunti
• Massino Sardi, L’Arcobalena, € 9,50
• Massino Sardi, L’Arcobalena in un mare di guai, € 9,50
• Massino Sardi, Il ritorno dell’Arcobalena, € 9,50
Anche se con ritardo di qualche anno segnalo questi testi di Sardi perché il personaggio di Iride, una balena multicolore, è simpaticissimo e sicuramente piace ai piccoli lettori: dagli incontri con personaggi straordinari a temi come quelli dell’inquinamento marino avvertiamo la mano leggera di Sardi ma anche il suo impegno a lasciare messaggi positivi.

il castoro – mini romanzi
• Chiara Carminati – Miriam Serafini, 54 secondi di ritardo, € 6,90
• Chiara Lorenzoni – Martina Brancato, Il fantasma della miniera, € 9,90
Piccoli romanzi, ben scritti e divertenti che giocano in modo leggero sull’autonomia, sulla curiosità e sulle scoperte infantili.
il castoro
• Reeve e McIntyre, I Fantatopi. Allarme lontra! € 12,00
• Tanguy Gréban e Quentin Gréban (trad. Pico Floridi), Ciclamina, € 14,00
Avventure di un simpatico topo che vorrebbe diventare un eroe; decisamente azzeccate le illustrazioni che contribuiscono a rendere ben “movimentato” il testo narrativo. Altrettanto divertenti le magiche storie di Gréban delicatamente illustrate.

le rane interlinea
• Anna Vivarelli (ill. Enrico Macchiavello), Animali bruttissimi, € 10,00
Simpaticissima storia “controcorrente” cui Enrico Macchiavello presta la sua straordinaria fantasia figurativa.

*** Da 8 a 9 anni
Edizioni EL
• Luca Tebaldi (ill. Franco Rizzato), Detective game. Gioco di squadra, segui il tuo istinto, € 12,90
Edizioni EL – librogame
• Luca Tebaldi (ill. Alberto Orso), Basket. Tutti a canestro!, € 12,90
Il librogame è marchio registrato da EL fin dalla metà degli anni Ottanta del secolo scorso quando molti testi narrativi offrivano al lettore la possibilità di entrare nella storia facendo compiere scelte ai protagonisti e favorendo un finale piuttosto che un altro: vi furono dibattiti accesi perché molti sostenevano che quello era il destino (positivo) della narrativa per ragazzi e altri invocavano il ripristino di una tradizione realistica e pedagogicamente sicura (io stesso partecipai come “avvocato difensore” a un “processo al librogame” organizzato da un comune del Ponente genovese)… non accadde nulla né in un senso né in un altro, la moda del librogame si affievolì fino quasi a sparire e riprendere con minore intensità una decina d’anni fa… I due testi di Tebaldi, in modo diverso, rappresentano una tradizione e lo fanno con abilità di costruzione e agilità di scrittura.

Giunti
• Andrea Valente, Non sono un gatto! (illustrazioni di Martina Motzo), € 12,00
Sabir – Lollero
• Fabrizio Silei – Sergio Olivotti, Gli omini delle parole, € 16,00
Ho messo insieme due autori e due testi che pur con strutture e stili diversi mettono in luce la bravura di autori che inventano nuove trame e implicitamente rispondono a chi crede che le fortune della produzione per bambini e ragazzi siano da consegnare solo a racconti “prefabbricati” in qualche agenzia: Valente ama i paradossi e qui lo fa con il tono un po’ sornione di un giovane gatto che, in contrasto con le aspettative famigliari, rifiuta di essere tale… Forse l’ispirazione è venuta dal “giovane gambero” rodariano ma – come sempre – Valente sa condurre la narrazione in modo brillante con “scarti” felicissimi e imprevedibili. Silei “gioca” invece con le parole non alla maniera combinatoria tradizionale ma assegnando alle stesse una vita da “omini delle parole” capaci di adattarsi alle diverse personalità (e di conseguenza lingue e linguaggi settoriali) degli abitanti di un condominio di cui il papà del piccolo protagonista fa l’amministratore: qualcuno leggendo il racconto potrà pensare a un’improbabile Babele di parole ed invece – a ben pensarci – l’abilissimo gioco narrativo di Silei ci fa riflettere su quanta retorica falsità si nasconda dietro le nostre abitudini linguistiche e quanto forse anche gli “omini delle parole” sarebbero lieti di semplificare il loro parlare in “sì sì, no, no”…

Il castoro
• Sabine Lemire – Signe Kjær (trad. Elena Valvo), Fantastica Molly. La nuova scuola, €12.00
Il mondo della piccola Molly è fatto di famiglia, di amici e di cambiamenti… come in questo caso quando cambiare scuola può diventare un problema…

L’orto della cultura
• Teresa Capezzuto (ill. Samantha Spadoni), Il misterioso medaglione d’Oriente, € 14,00
Un piccolo romanzo che ha al tempo stesso il sapore di fiaba, il colore dell’avventura, il suono di parole forti come “curiosità”, “scoperta”, “amicizia”.

MIMebù@ – BIbooks
• Franz Vanseveren – Julie van Hove, Can I have a Tiger? – Mi compri una tigre?, € 9,90
Breve storia bilingue ben costruita e illustrata; anche il sintetico apparato di fondo è leggero e non banalmente didattico.

TS Edizioni
• Luciana Breggia (ill. Paola Formica), I vermetti e il peremoto, € 15,90
Mi è piaciuta questa storia che per parlare di migrazioni rende protagonista una comunità di vermetti abitanti di pere destinate a finire in marmellata… ai vermetti non resterà che la fuga, la migrazione in cerca di un rifugio più sicuro e accogliente… ostacoli, incontri e peripezie accompagnano il loro viaggio che davvero diventa percorso della speranza. Lo sviluppo narrativo è sorridente e leggero ma dal fondo emergono temi che vanno dal cambiamento climatico ai flussi migratori, dal rispetto per la natura all’accoglienza.

*** Da 10 a 11 anni
Einaudi Ragazzi
• Angelo Petrosino (ill. Sara Not), Zeno e Grigio, € 14,50
Un simpatico protagonista di sei anni, una permanenza estiva inattesa in casa della nonna in campagna, tanti vivacissimi animali tutti legati dallo stile leggero e profondo che caratterizza da anni i lavori di Petrosino.

Ecogeses
• Carla Barbara Coppi (ill. Sabrina Arcangeli), Bin Romiao , € 14,50
“Confezione” editoriale elegante per un universo felino che mette al centro un gatto nato nel deserto del Dubai: situazioni diverse, buoni sentimenti, dall’amicizia alla solidarietà, ben “giocati” a livello narrativo; quasi una fiaba, dunque, capace di far emergere la dimensione morale senza però debordare nel moralismo.

Gribaudo
• Luisa Mattia (ill. Elisa Bellotti), Le più belle storie di Re Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda , € 12,90
• Lorenzo Cingoli (ill. Elisa Bellotti), Le più belle storie di Vichinghi e dei miti nordici, € 12,90
Storie ben raccontate, con piglio moderno e vivacità; più tradizionali – nonostante gli ammiccamenti al fumetto – le illustrazioni.

MIMebù@
• Vuokko Hurme (ill. Retta Niemensivu, tard. Delfina Sessa), I variopinti. Il segreto di Rubina, € 14,50
Un lavoro originale e divertente di una scrittrice finlandese: ogni membro della famiglia Variopinti ha il magico e segreto potere di controllare un colore, è così anche per piccola Rubina che “controlla” il rosso accorgendosi però che la “diversità” del suo potere diventa un limite alle amicizie…

uovonero
• Henry Winkler – Lin Oliver (ill. Giulia Orecchia, trad. Sante Bandirali), Hanz Zipzer, Chi ha ordinato quel bambino?, € 12,00
In mezzo a tanta “seriosità” di temi ecco finalmente un volume che, partendo dall’arrivo di un indesiderato fratellino in casa del simpatico Hank, gioca su situazioni paradossali, ironiche e divertenti… Far sorridere è difficile e i creatori di Hank ci riescono con “agilità” di stile e di segno (della nostra bravissima Giulia Orecchia).

*** Da 11 a 13 anni

Einaudi Ragazzi
• Luca Cognolato – Silvia Del Francia, Non puoi fermare l’onda, € 12,00
Nonostante mare e spiagge dello Sri Lanka siano ideali per praticare surf e altri simili sport, alle ragazze locali fino a non molti anni fa era vietato salire sulla tavola; il romanzo di Cagnolato e Del Francia ci racconta la storia della giovane Sahanya che, ribellandosi al divieto, ha creato le condizioni perché altre ragazze possano esercitarlo (è del 2018 la nascita in Sri Lanka del primo surf club femminile ufficiale).
• Giusi Parisi, Bullo, per sempre?, € 11,00
Già sei anni fa in questa stessa rubrica avevo espresso qualche perplessità su Io, bullo (Einaudi Ragazzi) perché mi pareva che sul libero fluire del racconto vincessero il tema “attuale” e la preoccupazione pedagogica; l’anno dopo con Bullismo. Una storia per capire (Einaudi Ragazzi) Parisi, insegnante di liceo, tornava sull’argomento con un impianto narrativo costruito su una dimensione autentica di riflessione con i giovani. Oggi con Bullo, per sempre? siamo nuovamente all’interno di un romanzo dove l’estremizzare le situazioni (Alessandro in terza media ha un padre arrestato, un fratello delinquente ed è rabbioso con il mondo perché vorrebbe essere riconosciuto dagli altri per quello che è e non per le colpe della sua famiglia) favorisce la conclusione totalmente (e forse un po’ esageratamente) ottimistica.

emons!raga – libro + audiolibro
• Myase Sertbarut (ill Zϋlal Öztϋrk, trad. Maria Chiara Cantelmo), La cabina telefonica di Yuan Huan, € 14,00
• Nizrana Farook (trad. Rachele Salerno), Il ragazzo che salvò un’orsa, € 14,90
• Luīze Pastore (ill. Reinis Pētersons), Jēkabs e i cani di Riga , € 14,00
• Simona Baldelli, Il ciambellano e il lupo, € 13,50
Apprezzo questo “giro del mondo” compiuto dalla casa editrice romana attraverso quattro autori di nazionalità diverse (Sertbarut turca, Farook nata in Sri Lanka, Baldelli italiana, Pastore lettone) che hanno  il pregio comune di non toccare i soliti temi relativi alle criticità dell’infanzia e di privilegiare piuttosto la dimensione magica della fiaba e della lettura: il piccolo Yuan Huan, lettore svogliato, trova una cabina telefonica che racconta storie; parte da una biblioteca e da una chiave misteriosa nascosta in un libro la storia di Nuwan che diventerà amico di un orso; una leggenda su Riga dà il via alla storia di Jēkabs che sulla sua strada incontrerà un branco di cani randagi e diventerà loro alleato per contrastare la speculazione edilizia nel quartiere. Infine, pur con una base realistica, anche il percorso di crescita del quattordicenne Giorgio evidenzia paure (lupi, mare) che hanno il sapore del fiabesco…Insomma un plauso anche a un editore fortunatamente poco attento alle mode e coerente in scelte tutte di ottima qualità.

Feltrinelli
• Dave Eggers (ill. Shawn Harris, trad. Maurizio Bartocci), Gli Occhi e l’Impossibile, € 17,00
Parto dalle tavole di questa elegante edizione per dire quanto queste ci portino nell’atmosfera sospesa dello spazio boschivo di un parco naturale dove si sviluppa tutta la storia del cane Johannes che racconta in prima persona ciò che vede, quello che fa, come interagisce con gli altri animali. Raccontato così il romanzo potrebbe apparire quasi banale ed invece trovo nella narrazione una capacità di alternare rapidità e riflessione che cattura e fa pensare; sembra quasi che tempo e spazio si dilatino o restringano a seconda dello sguardo di Johannes che è autonomo rispetto a quanto noi “umani” potremmo aspettarci… Sono certo che i giovani lettori sapranno cogliere più di noi “grandi” la poesia di questo romanzo.

Giunti
• Ele Fountain (trad. Elisabetta Gnecchi Ruscone), Dove finisce la Terra, € 14,00
Un bel romanzo fortunatamente (per noi lettori) ambientato in una realtà, quella di un piccolo villaggio dell’Artico, ben diversa dalla consueta città alienante: il ragazzo Yutu vive lì con la nonna e un giorno resta bloccato nella tundra. Il “controcanto” viene fornita da Bea ragazza a disagio per l’ennesimo cambio di scuola e un padre diventato improvvisamente diverso… Ci sono elementi sufficienti per far incontrare Yutu e Bea in uno sforzo comune di sopravvivenza… Sarà per l’ambientazione iversa o per una scrittura coinvolgente ma Dove finisce la Terra mi è davvero piaciuto.

il castoro
• Marlies Slegers (trad. Valentina Freschi), 16 lettere per Lucas, € 15,50
La perdita del padre lascia un vuoto doloroso nel dodicenne Lucas… riuscirà a dare un senso alla sua vita seguendo le istruzioni contenute in lettere che suo padre prima di morire ha lasciato in una scatola… quasi una sfida formativa che Lucas affronterà con la curiosità e il coraggio della sua età.
• Cecile Eken (trad. Eva Valvo), Occhi d’argento, € 13,50
Un romanzo che ha più di vent’anni e mantiene intatta la sua freschezza: la scrittrice danese Cecile Eken riesce a mescolare con sapienza moltissimi temi centrali della letteratura per l’infanzia: la figura del protagonista spinto come ogni bambino (ha dodici anni e ha appena cambiato casa) ad esplorare un luogo misterioso (un giardino… ricordo lontano di Il giardino segreto), gli incontri imprevedibili come in ogni percorso fiabesco, la magia della natura che sta per essere travolta dal “male”, la “lotta dell’eroe” per salvarla… una narrazione rapida e profonda, un romanzo non fluviale (per fortuna) ma capace di lasciare segno nel lettore.

Raffaello – FuturoPresente
• Loredana Frescura – Marco Tomatis, Senza voce, € 9,50
• Emanuela da Ros, Non l’ho fatto apposta, € 9,50
Raffaello – Alpha
• Marco Dazzani, La Scuola delle Etichette, € 9,50
Senza dubbio la Raffaello Libri è molto cresciuta negli anni non solo a livello di produzione ma anche come scelta dei testi e parziale abbandono di quel carattere un po’ scolastico che talvolta li caratterizzava. Di tutto questo sono testimonianza le due nuove collane che all’insegna di autori di indubbia professionalità offrono tre romanzi di qualità: Senza voce mi ha colpito perché mi ha ricordato uno dei primo libri che nel 1969, studente universitario, recensii sul quotidiano genovese “Il Secolo XIX”, si trattava di Nudi col passaporto di Fiorenza Venturini (Pan) che raccontava le vicissitudini dell’emigrazione italiana in Svizzera di quegli anni… Frescura e Tomatis vanno oltre e raccontano in un romanzo la situazione dei bambini italiani figli di migranti costretti a star nascosti in casa e non dar segno di vita visto che la legislazione svizzera vietava i ricongiungimenti famigliari… Emanuela Da Ros gioca invece sulla contemporaneità e costruisce la sua storia intorno a una ragazza che, arrivata primo anno delle superiori, crede di poter vivere attraverso le App… Imparerà che uno sguardo, una parola, un gesto di persone amiche valgono più dell’impersonale vita delle App… La scuola delle etichette colpisce poi per originalità della situazione visto che nella particolare scuola che frequenta il protagonista è obbligatorio avere un’etichetta, qualcosa, cioè, che caratterizzi la tua unicità e non è importante se questa sia assurda o strampalata… Il giovane Emil che sta per iniziare un nuovo ciclo scolastico non sa che etichetta assegnarsi perché si sente ragazzo normale… Bella storia che offre spunto a molte riflessioni sulla ricerca di identità degli adolescenti…

***Da 13 in su
Colpisce nella produzione editoriale di questo ultimo segmento dell’età evolutiva sia la presenza di autori stranieri sia l’assoluta predominanza di temi legati alla realtà contemporanea, alle criticità dell’età di passaggio, alla finzione (per fortuna non sempre) della “prima persona” per favorire processi di identificazione… provocatoriamente (ma non troppo) potrei sostenere che i libri di questa fascia andrebbero sostituiti con l’altra letteratura, quella che non ha bisogno di classificazioni relative all’età… Per questa ragione  mi limiterò in molti casi a indicare in sintesi temi e poco altro senza addentrarmi in indicazioni relative alla struttura e allo stile della narrazione.

Ancora wow
• Laura Bonalumi, Anna, la meno 40 , € 13,90
Protagonista sedicenne, anoressia, pericolo di vita, raccontata in prima persona…

camelozampa
• Holly Bourne (trad. Sara Saorin), Saresti così bella, € 18,90
Ragazze fra conformismo o ribellione… corposo romanzo “femminista” (?) di oltre 400 pagine…

chiareedizioni
• Ferdinando Albertazzi (ill. Valeria Troncarelli), L’amore per davvero, € 13,90
Fra romanzi che utilizzano tematiche “pesanti” ritenute consone all’età adolescenziale emerge per costruzione questo romanzo di Albertazzi autore che ha alle spalle una lunga, importante storia nelle letteratura contemporanea per l’infanzia perché ha saputo rivolgersi alle diverse fasce d’età mai debordando da quelli che sono i confini dell’equilibrio tematico e formale. In L’amore per davvero Albertazzi non esclude dal romanzo riferimenti alla ludopatia e alla sessualità, non rinuncia a un linguaggio “forte” ma lo fa all’interno di una “pulita” storia d’amore fra due adolescenti, Diego e Sabine, e di una trama che ha quasi i caratteri del “giallo”… una bella, intrigante “mescolanza”…

Einaudi Ragazzi
• Pascaline Nolot (trad.Simona Brogli), Il colore dei nostri giorni, € 12,90
Breve, “duro” romanzo sulla violenza domestica che porta all’uxoricidio…
• Linda Traversi, Il riparatore di sogni, € 14,90
Quattordicenne incompresa e “diversa”, fuga nel sogno, impatto con la realtà di un compagno di classe fragile come lei…

Giralangolo dinamo
• Benedetta Bonfiglioli, Incorporea, € 14,00
• Marine Carteron e Coline Pierré (trad. Federica Merati), Romy e Giulio, € 15,00
• Paul Acampora (trad. Aurelia Martelli), L’arte di andare in pezzi, € 14,00
Tre temi “forti” in altrettanti romanzi: anoressia, amori adolescenziali apparentemente impossibili, fragilità giovanili, solidarietà e amicizia.

Giunti
• Azzurra D’Agostino – Jacopo Casiraghi, Ghost Light. Insieme fuor dal buio, € 14,00
Storie di fragilità adolescenziali proiettate sul palcoscenico…
• Salvatore Vitellino, La canzone dei cuori felici, € 16,00
Ragazza tredicenne alle prese con il divorzio dei genitori, l’amicizia con un anziano, saggio professore, la scoperta della sessualità e delle diversità…
• Chiara Lico, Il ring, € 14,00
Faccio eccezione e scrivo qualcosa di più su questo romanzo che mi ha convinto perché parte dalla storia vera della tunisina Sirine Charaabi che, arrivata da piccola in Italia, è diventata campionessa di boxe femminile, ha ottenuto la cittadinanza italiana per meriti sportivi e ora è azzurra delle Fiamme Oro Gruppo Sportivo della Polizia di Stato. Lico, giornalista radiotelevisiva, ha saputo ben raccontare una vicenda particolare, sulla biografia, insomma, ha saputo far vincere la dimensione del racconto dimostrando anche una notevole capacità di analisi del personaggio.

il castoro
• Susin Nielsen (trad. Claudia Valentini), La mia vita e altre cose sensazionali, € 15,50
Innamoramento di un ragazzo un po’ “sfigato”, valore dell’amicizia…

Lapis
• Nikola Huppertz (ill. Barbara Jung, trad. Claudia Valentini), Bella come un otto, € 12,90
Sconvolgimenti di un “genietto” matematico in una famiglia allargata, conoscenza con una ragazza, disagi trasformati in aperture sul futuro…

*** Divulgazione

Caissa Italia
• Ekaterina Stepanenko – Polja Plavinskaja (trad. Tatiana Pepe), Tutta la verità sui pirati, € 25,00
Grande albo ben illustrato che risponde alle possibili, tante curiosità che, al di là delle storie, riguardano la vita dei pirati.

Einaudi Ragazzi
• Daniele Aristarco – Glenda Sburelin, Chiare, fresche e dolci acque. Petrarca racconta il canzoniere, € 16,00
• Daniele Aristarco, La Divina Commedia. In poche parole, € 10,00
• Stefano Motta, Cercando Laura, € 12,90
Solo la bravura di Aristarco accompagnata in questo caso dalle efficacissime illustrazioni di Glenda Sburelin poteva darci un grande albo che, a 650 anni dalla scomparsa di Petrarca, risulta capace di coinvolgere lettori giovani e adulti nel racconto di quel Canzoniere che di solito a livello scolastico viene “schiacciato” fra la Commedia di Dante e il Decameron di Boccaccio ben più coinvolgenti. Aristarco non commenta i versi petrarcheschi che accompagnano ogni pagina ma gioca sulla finzione autobiografica per farli emergere dall’interiorità del poeta: un’operazione riuscita anche perché la narrazione si appoggia su un linguaggio moderno ma classico nella precisione, evocativo di una lontananza temporale ma incisivo per attualità esistenziale… Ho sempre pensato ad Aristarco come ad un autore (e critico) giovane ma capace di far tesoro della classicità e questo Chiare, fresche e dolci acque (anche grazie alla “sontuosità” dell’edizione) lo conferma tale e fa quasi sparire l’altrettanto importante contributo che offre “raccontando” ai giovani lettori la Divina Commedia.
Inserisco qui il romanzo di Stefano Motta: la giovane protagonista per dare esecuzione alle ultime volontà del padre Francesco, scrittore famosissimo da lei non particolarmente amato, parte con l’amico Paolo alla ricerca di Laura donna misteriosa amata padre… troverà un Canzoniere inedito e bellissimo… Una storia “petrarchesca” ben strutturata e piacevolmente condotta sul piano narrativo che magari invoglierà qualche ragazzo a leggere il vero Canzoniere.

Feltrinelli
• Umberto Galimberti – Luca Mori, Le grandi domande, filosofia per giovani menti, € 22,00
Dal tema delle emozioni alla figura di Cristo, alle odierne “domande” filosofiche continua il viaggio delle idee che Feltrinelli fa compiere a Umberto Galimberti… come sempre siamo davanti ad una innegabile qualità tematica e capacità di “discorso”…

Giunti
• Tommaso Maiorelli – Carla Manea, L’atlante dei colori, € 24,00 € 7,9
Stupendo scoprire quanto lo spazio sia abitato dai colori e quanto questi abbiano un potere affabulatorio e siano in grado di raccontarci storie che intrecciano curiosità, scienza ed esperienza, fantasia e realtà. Un grande albo prezioso che è anche percorso pedagogico perché implicitamente ci inviata a “saper vedere”.

Gribaudo
• Valentina Camerini (ill. Veronica Carratello), Le più belle storie di donne coraggiose. I am stronger than fear, € 9,90
• Lorenza Cingoli – Martina Forti (ill. Elisa Bellotti), Storie di eroine antiche e moderne, € 18,90
Due libri di carattere divulgativo diversi nella “confezione” editoriale: entrambi riguardano personalità femminili che hanno attraversato i secoli ma mentre il primo racconta le storie di più di una ventina di figure rilevanti in diversi campi e momenti (da Cleopatra a Lady Diana Spencer, da Artemisia Gentileschi a Rowling “madre” di Harry Potter), il secondo di grande formato e ampio “respiro” della pagina gioca più sul piacere del racconto e mette in evidenza anche figure di valenza mitologica e leggendaria, da Pentasilea regina della Amazzoni a Bilqis “la regina di Saba”: un buon esempio di “ritrattistica” capace di trasmettere il senso della scoperta e dell’avventura. Le illustrazioni tentano con buoni esiti di essere “moderne” pur mantenendosi nei solchi tradizionali dell’illustrazione divulgativa.

Il castoro
• Libby Walden (ill. Ekaterina Trukhan), Come divento grande, € 16,50
Quasi un albo coloratissimo, divertente e “istruttivo” per bambini in età prescolare, davvero una piccola enciclopedia su “Tutte le cosa da sapere prima dei 6 anni”…

Piemme Il battello a vapore
• Massimo Temporelli, Come sarà il mondo quando sarò grande, Invenzioni e rivoluzioni da oggi al 2080!, € 16,50
Un libro per certi versi utopico dove Massimo Temporelli, ottimo divulgatore scientifico, fa previsioni sul nostro futuro fino al 2080: i nostri nipoti potrebbero vivere in un mondo capace di offrire nuove risorse e opportunità… sarà davvero così o ancora una volta la dissennatezza umana farà prevalere altre strade?

Storiedichi
• Cathy Eliot (trad. Sara Marconi), Biofilia, € 20,00
Ho inserito in “Divulgazione” questo albo anche se la sua ricchezza potrebbe consentirgli di occupare molti altri spazi, da quello ovvio degli “Albi” a quello meno ovvio dei “Versi”, non tanto perché le descrizioni siano tali quanto perché i suoni delle parole che gli uomini hanno trovato nei contatti ravvicinati con la Natura appartengono al territorio delle emozioni e sono intraducibili in lingue diverse da quella che le ha elaborate. Cathy Eliot in Biofilia interpreta dunque al meglio l’idea di amore per la vita e la tecnica dell’acquerello-pastello con cui sono realizzate le illustrazioni offre ulteriori spazi a noi lettori perché ci consente di riflettere su quella ricchezza delle lingue che troppo spesso la nostra pigrizia ci impedisce di sfruttare.

***Fumetti e graphic novel
Giunti
• Giulio Gualtieri – Miriam Serafin, La luce e l’ombra Caravaggio, € 18,00 + 11
Intrigante storia a fumetti di episodi della vita di Caravaggio: percorso narrativo e grafico semplice ma efficace.

il castoro
• Kat Leyh (trad. Laura Bartoluzzi), Amaranta, € 15,50
• Shannon Hale e Leuyen Pham (trad. Laura Tenorini), Amiche per sempre, € 16,50
• Lily Williams – Karen Schnemann, È tutto una scintilla, € 16,00
• Lucy Knisley, Cose che detesto amo della campagna, € 15,50
Non sono un grande appassionato del genere: spesso le illustrazioni mi appaiono troppo standardizzate e prive di spessore; si salvano in generale le trame che comunque toccano aspetti del mondo giovanile (insicurezze, amicizie, orientamenti sessuali…) e lo fanno senza compiacimenti e senza banalità pedagogiche.
il castoro
• Micol Arianna Beltramini – Agnese Innocente, Heartbreak Hotel, € 18,00
• Francesca Torre – Sara Malucelli, L’età verde, € 18,00
Due volumi a fumetti editorialmente molto curati a capaci di affrontare temi “forti” dell’adolescenza come la ricerca di un’identità, i rapporti con gli altri, le delusioni e le speranze. Mi pare un modo intelligente di fare educazione sentimentale attraverso un “mezzo” efficacissimo e ottimamente condotto dal punto di vista grafico-narrativo.

*** Guerra, Shoah e Antifascismo
Mi pare “cosa buona e giusta” l’impegno politico e civile di alcuni editori che, ricordando la tragedia del nazifascismo, invitano i lettori piccoli e grandi a non farsi “addomesticare” dai troppi trasformismi di oggi. Un dato, però, non deve mai essere trascurato: anche la più genuina volontà di testimonianza non dovrebbe mai essere disgiunta dalla qualità della scrittura, voglio dire che anche il tema più civilmente impegnato suona falso se il racconto appare “meccanico”.

Einaudi Ragazzi
• Caterina Manfrini, Cugini, € 12,00
Trovo abbastanza forzata la storia di questi due cugini diversi per carattere e comportamenti (uno positivo, l’altro già segnato dalle continue “disobbedienze” alle regole) nel Trentino occupato dai nazisti dopo l’Armistizio del 1943. Esiti prevedibili nonostante una indubbia capacità di racconto della giovane autrice.

UP – Feltrinelli
• Phil Earle, Quando il cielo cadrà, € 16,00
Un romanzo di guerra ambientato nella Londra del 1941 bombardata dai tedeschi: il giovane Joseph per tristi vicende personali si ritrova ospite e collaboratore della signora F. che gestisce uno zoo ed è solo preoccupata della salute dei suoi animali; Joseph conosce così il gorilla Adone che in caso di bombardamento dell’area ed eventuale fuga dovrà essere abbattuto proprio da lui. I fatti andranno diversamente, Adone sarà protagonista della salvezza di Joseph dopo un bombardamento ma questo non gli basterà a salvarsi dalle pallottole dei soldati… Per il ragazzo ci sarà comunque l’affetto della signora F. e un futuro migliore.

Giralangolo
• Dominique Bertail – illustrazioni, Jean David Morvan e Madeleine Riffaud – testi, Éloïse De la maison – archivi, Simona Mambrini – traduzione, La resistenza di Madeleine, La rosa innescata, € 20,00 + 12
Un graphic novel grande non solo nel formato ma anche nella storia: l’inizio del percorso che portò la giovanissima Madeleine Riffaud a diventare partigiana viene raccontato come un percorso di crescita e se le tonalità azzurro-blu delle stupende illustrazioni di Bertail sembrano segnare una giusta distanza temporale, le parole della storia non lasciano dubbi sull’attualità di un impegno che deve mettere al centro, contro ogni sopraffazione, la libertà dell’uomo.

Giunti
• Loredana Frescura – Marco Tomatis, Judith, € 14,00 + 12
Una storia personale, protagonista Judith quattordicenne ebrea polacca, che diventa storia corale delle persecuzione degli ebrei in un’Europa immersa nella follia nazifascista del secondo conflitto mondiale: un testo che, pur molto preciso nei riferimenti storici, non rinuncia ad essere narrazione, a colpirci per capacità degli autori di fondere dialoghi, stati d’animo e descrizioni.
• Jamila Gavin, Non vi scorderò mai, € 16,00 +12
Amicizia, multiculturalità, tragedia della guerra e barbarie del nazismo: quattro ragazze amiche di collegio finiscono in zone di guerra diverse, per ognuna si profila una missione e un destino… Bravissima l’autrice a tener insieme i fili del racconto e a consegnarci un lungo romanzo di storia e formazione senza eccessi o sbavature.

Lapis
• Luisa Mattia, Tempesta Matteotti, € 13,50 + 12
• Matteo Corradini, Eravamo il suono, € 12,90 + 11
Solo Luisa Mattia con un consolidata esperienza di scrittrice “civile” poteva ricordare in un romanzo il centenario dell’omicidio del deputato Giacomo Matteotti, segretario del Partito Socialista Unitario rapito e assassinato nel giugno 2024 da sicari fascisti “coperti” da Mussolini. Mattia racconta gli ultimi mesi della vita di Matteotti, e lo fa mescolando elementi storici precisi con altri (soprattutto personaggi) di pura invenzione: anche qui come per Judith dialoghi, descrizioni, sentimenti, emozioni si intrecciano in un affresco che a me ricorda romanzi come Metello (mia antica passione) di Vasco Pratolini… Tempesta Matteotti, infine, è un inno alla libertà e alla democrazia contro i fascismi di ieri e di oggi… L’ebraista e scrittore Matteo Corradini in Eravamo il suono ci porta all’interno dell’universo concentrazionario di Auschwitz e, attraverso la storia di otto ragazze sopravvissute al lager, ci parla di una di quelle orchestrine di detenuti che all’interno del campo i nazisti utilizzavano per accompagnare i deportati verso le camere a gas: rituali d’orrore che nel caso del racconto consentirono alle ragazze musiciste di formare una piccola comunità e di trovare insieme la forza per sopravvivere… Corradini racconta sapientemente le storie e la sua narrazione sa trasformare l’essere suono di allora in preziosa testimonianza e messaggio di speranza in un momento come quello odierno in cui gli orrori della guerra sono tragicamente presenti.
Una parola di plauso anche per l’editore Lapis che non ha bisogno di intermediari per pubblicare libri importanti e coraggiosi destinati ai ragazzi nell’ottica di coinvolgerli in una riflessione profonda sull’attualità della memoria e sul rifiuto della violenza.

Piemme – Il battello a vapore
• Laura Pezzino, Il giorno in cui cambiò ogni cosa, € 16,00
Storia che intreccia la vita di una ragazzina di oggi che attraverso i diari della nonna che vive in un paese ricostruisce una storia partigiana destinata ad incidere sull’attualità. Un buon romanzo anche se manca un po’ di vivacità narrativa.

uovonero
• Thomas Harding – Britta Teckentrup (trad. Sante Bandirali), La vecchia CASA sul CANALE [Anne Frank haus], € 20,00
Un grande albo per vecchie e nuove generazioni che racconta la storia di Anna Frank dal punto di vista della casa che, costruita nella prima metà del Seicento, fu l’ultima dimora della ragazza destinata con il suo Diario a diventare testimone di una barbarie che molti oggi vorrebbero farci dimenticare. Un albo educativo e non didattico, un albo che non nascondendoci nulla della storia è capace, grazie anche alle straordinarie illustrazioni di Britta Teckentrup, di riportarci indietro nel tempo, a incrociare storie e vite di personaggi lontani, a dirci insomma che anche i muri possono parlare e che la storia è maestra di molto che riguarda anche la nostra contemporaneità troppo spesso priva di memoria.

Edizioni EL
• Gianni Rodari (ill. Serena Mabilia), Tutti i colori della PACE, € 14,90
Dopo tante storie di violenza e sterminio mi pare giusto segnalare questa piccola antologia dedicata alla pace uno dei temi fondamentali della poetica rodariana la cui attualità è ancora oggi, purtroppo, sotto gli occhi di tutti.

*** Versi
Kalandraka
• Gloria Fuertes – Miguel Angel Pacheco, Le poesie dell’oca loca, € 16,00
Importante voce poetica della Spagna del Novecento Gloria Fuentes (1917–1998) ha scritto moltissimo per l’infanzia e ora una raccolta di sue rime per bambini approda in Italia grazie a Kalandraka che pubblica un albo editorialmente pregiato, impreziosito dalle illustrazioni di Miguel Ángel Pacheco (2016): Fuertes usa l’ironia, ama i giochi linguistici, le situazioni paradossali ma non si nega a riflessioni conclusive mai forzate… pare quasi una sintesi rodariana e anche se i due autori probabilmente non si conoscevano è interessante pensare che davvero quella parte del Novecento che li vide attivi attende ancora un’esplorazione a livello europeo…

Lapis
• Nicola Cinquetti – Alessandro Sanna, Quando la sera la luna ci parla, € 15,00
Accoppiata vincente quella di Cinquetti – Sanna dove la “pulizia” ritmica nelle parole si fonde con quella dei segni e del colore; Cinquetti, al di là di rime che suonano facili, coglie l’essenza dell’infanzia che è capacità di rendere vivi anche quei particolari che a un “orecchio maturo” suonerebbero sconosciuti e Sanna lo accompagna in un viaggio che è insieme leggero e profondo.

*** Per gli educatori

Ancora
Paola Fontana, Tu insegni, io imparo e viceversa!, € 14,00
Un piccolo percorso ben costruito per favorire la riflessione dei piccoli (ma anche dei loro educatori) su temi fondamentali per una civile convivenza (dal rispetto per gli altri a quello per l’ambiente…); speriamo lo utilizzino molti.

Anicia
• Tania Convertini, L’ABC di Alberto Manzi maestro degli italiani, € 23,00
Forse il centenario della nascita di Alberto Manzi avrebbe meritato maggiore attenzione da parte delle istituzioni nazionali ma non vale la pena recriminare anche perché supplisce a questo vuoto, almeno per la parte scientifica, il saggio di Tania Covertini che attraverso una precisa ricostruzione biobibliografica e l’utilizzo di molte testimonianze, ci porta nella prima parte del libro a conoscere meglio l’autore e a valutare la solidità dei suoi interessi per poi passare nella seconda parte a un “alfabetiere” (strumento perfetto per un maestro) dove vengono messe in fila dalla A alla Z molte parole-chiave presenti nella pratica educativa di Manzi.

Editoriale scientifica
Giocattoli animati. Infanzia e letteratura – Living Toys. Children and Children’s Literature, a cura di Elena Paruolo e Claudia Camicia, € 14,00
I saggi del volume bilingue toccano un argomento centrale nella produzione per l’infanzia: i giocattoli animati dei libri, infatti, diventano spesso specchio di realtà storiche e di situazioni psicologiche di disagio o di confronto.

Giulio Perrone Editore Nuove onde
• Romana Andò, Bravi ragazzi. Così vicini, così lontani. I maschi adolescenti oggi, € 20,00
Non sono un sociologo esperto di processi culturali ma da curioso cultore di tutto ciò che può riguardare lo spazio dei giovani trovo fondamentale un testo come Bravi ragazzi che non vuole essere un saggio organico sulla condizione giovanile ma una raccolta di frammenti di parole, di suoni, di immagini capaci di comporsi in un ritratto non definitivo delle giovani generazioni… Bravi ragazzi insomma invita a leggere i “segnali” e magari a capire (e qui torno nel campo mio della produzione editoriale) che scrivere romanzi sull’adolescenza “caricando” temi di moda e usando falsi linguaggi “giovanili” non è la soluzione giusta…

Solferino
• Cristina Petit, Scritto per te. La grande storia dei bambini che ispirarono i più famosi personaggi di ogni tempo, € 22,50
In Fiera Bologna ero fra il pubblico alla presentazione di questo importante e originale lavoro e tornando a casa mi ero ripromesso di farne a caldo una recensione raccontando anche il piacere di aver assistito a una presentazione affollata e resa più viva da domande e interventi del pubblico; poi il tempo è passato e io mi ritrovo qui a fine giugno a render conto velocemente di tutti gli arretrati e quindi anche di Scritto per te, frutto delle ricerche dell’autrice (non mi risulta che altri studiosi si siano dedicati con altrettanta intelligenza ad investigare sul “per chi” era stato scritto un romanzo) ma anche di un’idea di fare letteratura parlando di letteratura perché lo stile di Petit cattura come un romanzo e le foto d’epoca al centro del volume non fanno che contribuire a rendere attuale il passato…

Pinocchio. Il burattino senza età. Raoul Verdini – Gianni Rodari – Vinicio Berti. 100 tavole d’autore
Si tratta del catalogo autoprodotto della mostra organizzata da varie associazioni (capofila il Comitato Ricerche Associazione Pionieri) che presenta due versioni di Pinocchio illustrate da due dei nomi che furono vicini a Gianni Rodari e al “Pioniere”: Raul Verdini che nel 1954 disegnò le vignette del Pinocchio messo in rima dallo stesso Rodari e Vinicio Berti che nel 1981 “omaggiò” da par suo il centenario collodiano.

*** Libri ricevuti

Ancora
Jamie Sumner, A ruota libera. La gara di torte, € 15,00 + 10

Camelozampa
Gideon Samson, Giorni sull’isola, € 12,90 + 12

Edizioni EL + 12
• Kekla Magoon, La biblioteca segreta, € 15,90
• P.A. Staff (trad. Laura Pelaschiar), Un ragazzo senza memoria, un mondo in cerca di un eroe – Casander Darkbloom e i fili del potere, € 15,90
Einaudi Ragazzi di oggi
• Antonio Ferrara, Il mare ci aspettava, € 11,00 + 12
• Igor De Amicis – Paola Luciani, Skate Mystery, € 11 + 12
Einaudi Ragazzi + 13
• Lidia Traversi, Il riparatore di sogni, € 14,90
• Daniele Nicastro, Cinque giorni per non dirti addio, € 14,90
• Silvia Casini – Raffaella Fenoglio – Francesco Pasqua (ill. Giulia Tomai), La ragazza che amava Miyazaki, € 15,50
Einaudi Ragazzi Book Tok – 50 storie della durata di un reel + 13
Brevi testi a imitazione dei reel presenti su Tik Tok
• Black  AAVV, € 6,00
• Blue  AAVV, € 6,00
• Orange  AAVV, € 6,00
• Pink  AAVV, € 6,00
• Silver  AAVV, € 6,00
• Yellow AAVV, € 6,00
Einaudi Ragazzi
• SF Said (ill. Dave McKean, trad. Lucia Feoli), Tygre, € 14,90 + 11
Più che un fantasy un romanzo giocato sul fantastico.

Giralangolo
• Kevin Brooks, Bad Castro, € 15,00 + 13

Giunti Colibrì
• Christian Antonini (ill. Silvia Brunetti), Il mio amico LANCILLOTTO, € 7,90 + 7
• Patrizia Fortunati (ill. Arianna Bellucci), Noi siamo la Belinda!, € 9,90 + 9
Giunti
• Ginny Myers Sain, Dark and Shallow Lies, € 18,00 + 13
• Paola Peretti, La distanza tra me e il ciliegio, € 16,00 + 12
• Deborah Epifani, il FARO straordinario, € 14,00 + 12
• Sara Marconi–Beniamino Sidoti, La folle famiglia F. Caccia agli UFO, € 12,00 + 9
• Sonia Elisabetta Corvaglia, Moster BKE group, Panico totale!, € 12,00 + 9

Gribaudo fantasy + 12
• Jay McGuiness, Blood Flowers, € 18,90
• Silke Schellhammer (trad. Claudia Valentini), School of talents #3 terza ora: mostri in vista!, € 16,90
• L.R. LAM (trad. Alessandra e Gianna Guidoni), Dragonfall, € 19,90
• Eva Millet (ill. María Dresden, trad. Maria Bastanzetti), La sirena dei ghiacci, € 12,90
• Jaclyn Moriarty (trad. Rubina Ronci), Il principe rapito di Cielonero, € 18,90

Il battello a vapore PIEMME DARK + 12
• Lia Celi, London killing, un macabro mistero nella Londra di Dickens, € 11,90
• Paolo Roversi, Il sangue di Raven, € 11,90

il castoro – Hot spot + 13
• Azzurra D’Agostino, La notte in cui ho ucciso Kurt Cobain, € 16,50
• Francesca Zoppeti, La notte che ci gira intorno, € 16,00

Uovonero
• Guido Quarzo – Anna Vivarelli, L’isola dimenticata, € 16,00 + 13
• Elle McNicoll, Come un incantesimo (trad. Sante Bandirali), € 16,00 + 12

INSERIMENTO COMPLETATO IL 27 GIUGNO 2024 – I VOLUMI CHE ARRIVERANNO DOPO QUESTA DATA ENTRERANNO NELLA RASSEGNA IN AUTUNNO

Ultimi arrivi dicembre 2023

Mancano pochi giorni al Natale 2023: aggiungo le schede degli ultimi libri pervenuti; informo che quanto arriverà dopo il 20 dicembre sarà preso in considerazione nei primi mesi del 2024.

***Albi      

Caissa Italia editore

  • Anna Walker (trad. Elena Montemaggi), Il viaggio in città di una gallina avventurosa Peggy, € 16,50
  • Emma Allen – Freya Blackwood (trad. Elena Montemaggi), Ma che brutta valigia!, € 17,50

Mi sono piaciuti questi due albi perché senza avere pretese di originalità riescono ad essere efficaci sia per i contenuti (mi ha divertito l’avventurosa gallina a spasso per la città e mi ha colpito Ma che brutta valigia! che con leggerezza mette al centro fantasia e gioco infantile) che per le illustrazioni sicuramente coinvolgenti.

Orecchio acerbo

  • Jordan Scott – Sydney Smith, Il Giardino di Babushka, € 16,50
  • Anne Brouillard, Viaggio d’inverno, € 23,50

L’albo mette in evidenza con delicatezza l’intenso rapporto affettivo fra nonna polacca emigrata in Canada, nipote e natura (in questo caso un piccolo orto): Il Giardino di Babushka comunica più di quanto scriva. Viaggio d’inverno  è un leporello lungo quattro metri dove Anne Brouillard racconta il percorso di un treno attraverso paesaggi differenti ma sempre suggestivi… Sicuramente piacerà agli adulti attenti all’originalità dei prodotti che escono da Orecchio acerbo, sarà, invece, una bella sfida metterlo in mano ai bambini…

Uovonero

  • Matthew Gray Gubler, Rumple Buttercup. Una storia di banane, appartenenza ed essere sé stessi, € 17,50

Con disegni quasi provocatori e un testo ironico e paradossale facciamo la conoscenza di un simpatico  “diverso” dalla pelle squamosa e ci divertiamo leggendo le sue azioni… Ritengo che Rumple Buttercup possa piacere anche agli adolescenti.

***Albi, cartonati, testi per i più piccoli

Giunti

  • Giuditta Campello – Beatrice Costamagna, Tre storie disgustose (raccontate da principi e principesse), € 12,90
  • Patrizia Rinaldi – Francesca Assirelli – Luca trapanese (a cura di), Alba. L’amore fa così, € 12,00
  • Fabian Negrin, Con le mani – Un libro di parole e musica, € 14,00
  • Azzura D’Agostino – Barbara Vagnozzi, Ciao, nido!, € 12,00

Le Tre storie disgustose sono decisamente simpatiche e il tipo di “disgusto” che presentano piacerà ai piccoli lettori; meno mi hanno convinto le illustrazioni. Alba. L’amore fa così mi ha particolarmente colpito per la leggerezza narrativa e la semplicità figurativa con cui tratta, dal punto di vista dell’affettività, il tema della disabilità.
Albo intrigante quello illustrato con la consueta bravura da Fabian Negrin perché in realtà affronta un vero percorso di educazione al ritmo e alla musica dove parole e immagini non costituiscono che la parte evidente del prodotto (collegandosi attraverso il QR code, infatti, sarà possibile sperimentare  in due modi diversi l’approccio musicale al testo).
Ciao, nido! è un robusto cartonato per i più piccoli: poco testo, grandi immagini vivaci e coloratissime.

Orecchio acerbo

  • Marianne Dubuc, tocca a te!, € 16,00

Un po’ fuori dalla tradizione sperimentale di Orecchio acerbo questo piccolo albo a fumetti colpisce per semplicità di racconto e simpatia delle immagini.

Paoline

  • Lorenza Farina – Lucia Ricciardi, La piccola luna gialla, € 12,00

Un bimbo che ha paura del buio e si fa tenere compagnia da una luna gialla che ha disegnato… anche la luna, però, ha paura del buio… storia breve dove alla leggerezza della scrittura corrisponde la delicatezza delle illustrazioni.

*** Da 8 a 9 anni

Ancora

  • Elena Soprano (ill. Anton Gionata Ferrari), Bimbo geco. Un racconto per lettori rock, € 13,00

Una piccola, affettuosa storia di accoglienza di un “diverso”; il lettore non si preoccupi: il racconto non è né moralistico né pesante, divertirà, anzi, i lettori.

*** Da 10 a 11 anni

Caissa Italia editore

  • Haider Bucar, Aldrovandi e la penna della Fenice, € 15,90

Negli anni Settanta del secolo scorso, per me giovane studioso di letteratura italiana, piazza Aldrovandi a Bologna era solo il titolo di una poesia di Umberto Saba (La ritirata in Piazza Aldrovandi a Bologna), da anni, ovviamente, non è più così e la figura di botanico e naturalista di Ulisse Aldrovandi (1522-1605) occupa nel mio immaginario uno  spazio accanto a un’altra bolognese, la fisica Laura Bassi (1711-1778), prima donna ad ottenere una cattedra universitaria. In sintesi: ottima l’iniziativa dell’editore di far conoscere ai giovani lettori la figura di Aldrovandi ma di farlo attraverso una dimensione narrativa coinvolgente, molto affidata ai dialoghi e non aliena dal valorizzare la componente fantastica presente nella scienza del Cinquecento.

*** Da 11 a 13 anni

Giunti

  • Mark-Uwe Kling (ill. Astrid Henn), Quel giorno in cui papà doveva fare un discorso imbarazzante, € 14,00
  • Luca Casetta, Le stelle di Sparta, € 16,00

Due libri molto diversi fra loro: per quanto riguarda il primo la “confezione” editoriale, la brevità del testo e le stesse elementari e sorridenti illustrazioni  l’avrebbero fatto collocare in una fascia di lettori fra i 10 e gli 11 anni ma qualcuno avrebbe gridato allo scandalo visto che in termini espliciti si parla di apparati genitali e sessualità, ho optato quindi per una fascia superiore convinto che anche così ci sarà chi troverà da ridire… Pazienza perché il piccolo libro affronta con naturalezza, sorriso, ironia un tema stupidamente considerato scabroso. Per quanto riguarda Le stelle di Sparta l’autore non si è fatto spaventare dal carattere storico della narrazione (oggi una certa pigrizia spinge altri autori a muovere verso il fantasy dove ogni “licenza” è possibile) ma ha saputo declinarlo benissimo dal punto di vista narrativo e psicologico (convincente la caratterizzazione dei due gemelli protagonisti); l’antica Sparta mi ha ricordato, fra l’altro, che il romanzo di ambientazione storica aveva avuto una certa fortuna anni addietro con  autrici come Teresa Bongiorno poi era un po’ caduto nel dimenticatoio… bene quindi offrire ai lettori romanzi come Le stelle di Sparta. 

Sinnos

  • Peter Svetina – Damijan Stepančič (trad. Martina Clerici) , Il portoghese BLU, € 13,00

Dalla Slovenia  arriva Il portoghese blu,  esempio inusuale di narrativa illustrata, spiazzante e affascinante a partire dalle immagini di Damijan Stepančič  che brillano di luce propria, sono liricamente evocative ma anche fisicamente grottesche… Un mix presente nella scrittura di Peter Svetina che fa cadere verso il basso, in un nuovo mondo fantastico, la giovane Anna Clara e Giacinto il Topo suo fedelissimo accompagnatore: incontreranno personaggi bizzarri, situazioni assurde, supereranno prove, affronteranno giochi di parole in un percorso che è sfida e crescita ad un tempo…La conclusione è degna di tutta la trama e resta sospesa fra risveglio nella realtà e convinzione che il viaggio non sia stato proprio irreale. Ovviamente il richiamo immediato è all’Alice di Carroll: un’Alice non copiata ma rivisitata alla luce di una modernissima sensibilità, di una rinnovata voglia di gioco; solo apparentemente più lontano, il clima è anche quello di Il meraviglioso mago di Oz.  Non escludo, infine, il Rodari “giocoliere delle parole” che aveva saputo mettere senza moralismi all’interno della sua opera temi civili e sociali, a partire proprio da quella lotta al potere e all’ingiustizia che non a caso permea anche in nostro bellissimo Il portoghese blu.

***Da 13 in su

Giunti

  • Brigit Young, Bright – a volte serve prendere la strada sbagliata… per arrivare al traguardo giusto, € 14,00

Bel romanzo di formazione di una scrittrice americana che sa scavare a fondo nel personaggio dell’adolescente Marianne in lotta con se stessa: finalmente un romanzo in terza persona e non in prima con tutte le falsità del narratore adulto che vorrebbe interpretare l’animo del protagonista.

*** Per gli educatori

Unicopli – Storia sociale dell’educazione

  • Lorenzo Luatti, I libri per le scuole italiane all’estero (1890-1943). Storia e figure, € 22,00

Concludendo qualche anno fa la mia “nota introduttiva” a Storia sommersa delle migrazioni italiane. Letteratura per l’infanzia ed emigrazione dall’Ottocento ad oggi osservavo che con l’analisi di quegli abbondanti materiali presenti nel libro Luatti sembrava aver concluso le “indagini” in tema di emigrazione… osservavo però che ogni “avviso” di conclusione delle indagini ammetteva la possibilità di un supplemento delle stesse e quindi non mi sarei stupito di una nuova indagine dello studioso… ed è quanto è avvenuto con questa dettagliati ricostruzione storica e bibliografica dei libri per le scuole italiane all’estero dal 1890 al 1943: vi si parla di autori e di editori ma non si trascurano gli illustratori  e la grafica (ottimo l’apparato iconografico delle copertine)… insomma ancora una volta Luatti ha colpito nel segno e dobbiamo essergli grati per tutto il materiale che nei decenni ha reperito, studiato e sottratto all’oblio.

***Fumetti e graphic novel

Giunti

  • Giulio Gualtieri – Miriam Serafin, La luce e l’ombra. CARAVAGGIO, € 18,00

Dal punto di vista narrativo questo graphic novel è ben costruito, dà informazioni sul grande pittore ma fa vincere la dimensione del racconto; ho trovato un po’ troppo elementari i disegni ma sicuramente faranno presa su un pubblico giovane.

 ***Operativi

Antìpodes

  • Dalle Molle – Daniela Dose – A. Venerus, Matilda e la canoa. Storia di una bambina tenace,

Edizioni Astragalo

  • Daniela Dose, In biblioteca, illustrazioni di Caterina Santambrogio

Normalmente non mi occupo di testi “operativi” nati cioè da un impegno squisitamente educativo e didattico e patrocinati da qualche Ente. Faccio oggi un’eccezione visto che l’autrice mi ha inviato i pdf di questi due piccoli testi (non di quest’anno); il primo, pubblicati da un editore palermitano per conto del Comune di Pordenone e di altri Enti friulani, racconta in poche pagine l’avventura di due fratelli, Carlo e Matilda, impegnati a dimostrare ai loro genitori l’importanza di seguire le loro aspirazioni diversamente dai “ruoli” socialmente assegnati: a Carlo piace cucire e a Matilda gareggiare in canoa. Fra spazio reale della biblioteca e magia del racconto, si snoda invece la storia di un’altra piccola Matilda che ama le ciambelle e nella parte finale invita  a “giocare” con lei.

***Poesia

Giunti

  • VV. (Sabrina Giarratana – Roberto Piumini – Giuseppe Pontremoli – Silvia Roncaglia 1997), testo critico di Grazia Gotti, Le parole a fare un giro. Poesie per bambini liberi, € 22,00

Ottima idea quella di ripescare dal catalogo delle Nuove Edizioni Romane in parte acquisito da Giunti, alcune delle voci più significative della poesia per bambini a cavallo fra Novecento e nuovo secolo: i testi sono tratti da Quieto patato (1983) e Sole, scherzavo (1994) di Roberto Piumini;  Filastrane (1997) di Silvia Roncaglia; Ballata per tutto l’anno e altri canti (2004) di Giuseppe Pontremoli e Filascuola di Sabrina Giarratana (2015). La scelta è ampia e la lettura dei testi fa rimpiangere un po’ quegli anni in cui la poesia per bambini era nelle corde di autori importanti che ne capivano il valore formativo. La veloce, entusiastica prefazione di Gotti mi pare non chiarisca il perché, nonostante in copertina sia mantenuto l’ordine alfabetico, all’interno si trovi una disposizione diversa degli autori (Pontremoli, Roncaglia, Giarratana, Piumini) che non risponde neppure all’ordine con cui questi vengono citati da Gotti nella prefazione (Piumini, Pontremoli, Roncaglia, Giarratana)… un piccolo rebus editoriale  che nulla toglie al piacere della lettura.

 *** Natale

Ancora

  • Jen Maubille, Babbo Natale puzzone, € 15,00 + 3
  • Caroline Crowe – Jess Puwels, La nuova slitta di Babbo Natale, € 15,00 + 5
  • Laura Bonalumi, Destinazione Natale, € 14,00 + 10
  • AAVV, Il calendario dei bambini Piccoli Giorni, € 14,90

Gribaudo – amico lupo

  • Orianne Lallemand Éléonore Thuillier, LUPETTO cerca e trova – Viva il Natale!, € 14,90 + 3
  • Orianne Lallemand Éléonore Thuillier, Il meraviglioso Natale di LUPETTO, € 15,90 + 3
  • Orianne Lallemand Éléonore Thuillier, Le 7 storie di Natale di LUPETTO!, € 16,90 + 1
  • Orianne Lallemand Éléonore Thuillier, Divertiti con gli adesivi – Natale e altre feste con LUPO, € 10,90  + 3

Non poteva mancare il Natale nell’offerta editoriale di questo periodo: la casa editrice Ancora è uscita con due albi divertenti che descrivono un Babbo Natale un po’ diverso dal solito (che si lavasse poco l’abbiamo imparato da uno dei due albi…) e con il romanzo Destinazione Natale storia ben condotta di un viaggio magico… Aggiungo per buon peso un bel calendario 2024 piacevolmente illustrato e ricco di notizie. Il fantastico personaggio di Lupetto mantiene l’appuntamento natalizio e Gribaudi offre ben quattro testi, tre cartonati variamente assortiti con informazioni e scoperte e un albo di adesivi relativi ai vari abiti del simpatico lupo,

*** Libri ricevuti

Giunti

  • Sergio Badino, Il taccuino immaginario di Stan Lee, € 10,00 +11
  • Christian Antonini, Arvis delle nubi. I confini del cielo, € 16,00 + 12
  • Jenna Ortega, It’s all love – riflessioni per il cuore e l’anima, € 16,00 + 13

Autunno 2023 – Tante novità

Sono come al solito in ritardo e comincio ad occuparmi  solo ora delle novità di fine estate e autunno: i testi pervenuti sono decine e non è stato facile prenderli in esame perché la concomitanza di altri impegni (le presidenze delle Giurie dei Premi Campiello Junior e Rodari) e la stessa varietà dei volumi non mi hanno consentito quella tranquilla “valutazione da poltrona” che sarebbe stata necessaria;  cercherò di ovviare alle schede sintetiche o alle mancate segnalazioni con qualche discorso generale che comprenda più testi. Nello schema di questa “puntata” ho mantenuto la distinzione fra Albi e Albi, cartonati, testi per i più piccoli: nella prima sezione segnalo albi in cui l’attenzione alla qualità artistica sembra superare i confini dell’età di fruizione, nella seconda presento albi (sempre di buon livello) destinati specificatamente all’infanzia. Per quanto poi riguarda la fascia d’età dei possibili lettori che ho leggermente cambiato ribadisco che si tratta di indicazioni di massima visto che le competenze di lettura rispecchiano – come è noto – situazioni personali e non età anagrafiche. Altra notizia: sempre indicando la fascia d’età dei  lettori ho inserito senza commento in Libri ricevuti  anche i testi che hanno partecipato ai Premi che mi vedevano in Giuria, non ritengo, infatti, opportuno tornare a formulare giudizi già espressi in altra sede. Ultima avvertenza: fra Libri ricevuti, insieme a testi che non ho avuto tempo di esaminare con calma, inserirò anche volumi che risultano frutto di serialità “consumate”, di temi di moda (ecologia, bullismo ecc.), di progetti editoriali maturati in agenzia… troppo semplice infatti costruire un romanzo mescolando “ingredienti” come le trame “attuali”, il linguaggio “giovanile”, l’esibizione di strumenti e modi “nuovi” di comunicazione (cellulari, WhatsApp), l’abbondanza di dialoghi, la “povertà” delle descrizioni… Un romanzo è anche stile… sembra un’osservazione ovvia ma non lo è e sarebbe l’ora che chi si occupa della critica militante, davanti alle mille novità editoriali che arrivano sulle nostre scrivanie, non si limitasse a giudizi superficiali o di convenienza… Per aiutare il lettore ecco l’indice di questa “puntata”:

***Albi      
***Albi, cartonati, testi per i più piccoli
*** Da 5 a 7 anni
*** Da 8 a 9 anni
*** Da 10 a 11 anni
*** Da 11 a 13 anni
***Da 13 in su
***Classici
*** Divulgazione
***Editori
***Fantasy e altre magie + 12
***Fumetti e graphic novel
***Poesia
*** Serialità
*** Temi
          *** Attilio 100
          *** Natale
         *** Rodariana
*** Libri ricevuti

***Albi      

cameloZampa

  • Nicola Cinquetti – Maria Girón, Il viaggio di Kiran, € 17,00
  • Jef Aerts & Marit Törnqvist (trad. Olga Amagliani), Più grande di un sogno, € 17,00
  • Jimmy Liao (trad. Silvia Torchio), In un angolo di mondo, € 23,00
  • Elena Rossini – Irene Penazzi, È permesso?, € 18,00
  • Sven Nordqvist (trad. Samanta K. Milton Knowles), Il Natale di Pettson, € 16,00
  • Allan Ahlberg & André Amstutz (trad. Chiara Carminati), Notte di botte, € 16,90
  • Jacob & Wilhelm Grimm – Lisbeth Zwrger (trad. Bruno Berni), Cappuccetto rosso, € 18,00

Mettere in fila una serie di albi di qualità e ragionare su ognuno non è impresa facile quindi ho deciso di operare una sintesi segnalando le peculiarità che mi hanno colpito: comincio dalla consueta delicatezza di stile di Nicola Cinquetti che senza mai nominare la parola adozione racconta del viaggio in aereo di un bambino e dei  suoi sogni verso una nuova casa (altrettanto efficaci le immagini di Maria Girón). Proseguo notando come la bravura dell’editore scelga spesso testi dove la figura del protagonista bambino emerge dalle sue emozioni, dai suoi traumi e dai suoi sogni: in Più grande di un sogno il bambino guarda la foto della sorella maggiore scomparsa prematuramente e inizia in sogno un bellissimo viaggio con lei; In un angolo di mondo il tema forte corredato da un originalissimo impianto figurativo è quello dei bisogni e delle domande esistenziali che sembrano partire sempre da un viaggio verso “l’angolo del mondo”; in È permesso?, infine, sono i temi della socialità e della condivisione a prevalere e la capanna improvvisata fatta di lenzuola e cuscini diventa il luogo di un’avventura che unisce piccoli e grandi. Altro filone che ho individuato è quello della ricerca e nuova edizione di albi classici dei decenni passati: sorrido davanti  all’umanissima, bella storia (e belle illustrazioni) di Il Natale di Pettson (1988) ma soprattutto rido di gusto con i miei tre piccoli nipoti alle strampalate avventure dei buffi scheletri di Ossaspasso. Notte di botte (1993). Molto efficace, infine, l’albo Cappuccetto Rosso che riprende il testo originale dei Grimm illustrato stupendamente da Lisbeth Zwrger.

Emme

  • Barbara Ciletti – Maria Cristina Pritelli, Sashiko, € 15,50
  • Sara O’Leary & Briony May Smith (tard. Laura Pelaschiar), I piccoli libri dei piccoli Brontë, € 14,90
  • Michael Rosen – Sonja Danowski (trad. Laura Pelaschiar), I fiori senza tempo, € 14,90
  • Michael Foreman (trad. Giuditta Campello), Il pupazzo di neve e il pettirosso, € 14,90
  • Pierre-Emmanuel Lyet (trad. Giuditta Campello), Quel giorno, € 15,50

Non avevo mai sentito parlare della tecnica di ricamo giapponese “sashiko”  che è in grado di creare abiti resistenti alle intemperie e mai avrei immaginato che questa si trasformasse in racconto leggero e profondo di un amore famigliare: suggestive e delicate come il testo le illustrazioni che richiamano il fascino di un oriente favoloso… L’albo di Sara O’Leary & Briony May Smith possiede, ad un tempo, un sapore antico nella costruzione degli ambienti e una leggerezza moderna in quella delle  figure, d’altra parte non potrebbe essere che così visto che si parla di quei piccoli Brontë che non perderanno, crescendo, il “gusto per le storie e le avventure”. Anche le illustrazioni di I fiori senza tempo hanno il dono di catturarci consentendo a noi di dare vita a un racconto autonomo (nonostante il testo sia già efficace e poetico) fatto di “esplorazione” ed emozioni.  Il pupazzo di neve e il pettirosso è una piccola storia  di scoperta e amicizia con protagonista un pupazzo di neve: racconto delicato e leggero anche nelle illustrazioni (certo  Il pupazzo di neve  di Raymond Briggs è un capolavoro ineguagliabile). In Quel giorno la nonna non c’è più e il nipotino esce a cercarla… una storia dove la parola morte non viene mai fuori e tutto è affidato al meccanismo finissimo e leggero dei ricordi del bambino: devo dire che il breve testo regge benissimo il tema impegnativo, non così, forse, le illustrazioni che almeno nella raffigurazione delle persone mi sembrano piuttosto semplicistiche e banali.

Giralangolo

  • Anselmo Roveda (a cura di) – Marco Paci (illustratore), Atlante dei mostri e degli spaventi, paure, brividi e creature del terrore nelle grandi storie, € 20,00

Ho sempre sognato – per parafrasare un antico saggio di Carlo Dionisotti dedicato alla letteratura italiana – di costruire una Geografia e storia della letteratura per l’infanzia: un grande atlante almeno europeo che contenesse luoghi e avvenimenti storici messi in rapporto con autori, illustratori, editori… Il sogno non si è realizzato nello schema da me immaginato ma, forse, per fortuna, risparmiando ai miei “venticinque lettori” la fatica di perdersi in accademiche dissertazioni, ha avuto una versione felicissima e più editorialmente indovinata della mia nella serie di “atlanti” che la fantasiosa bravura di Anselmo Roveda e l’altrettanto straordinaria capacità figurativa di Marco Paci  sono riusciti a produrre in un breve periodo di anni: Atlante delle avventure e dei viaggi per terra e per mare, 2019; Atlante dei luoghi immaginati, 2020; Atlante dei viaggi straordinari e degli inconsueti mezzi di trasporto per compierli, 2021; Atlante delle dimore inconsuete e fantastiche, 2022. Non so se questo  Atlante dei mostri e degli spaventi, paure, brividi e creature del terrore nelle grandi storie (testi, fra gli altri, di Stevenson, Grimm, Shelley, Calvino, Poe, Collodi…) chiuda il cerchio della loro bella impresa, posso dire però che ho viaggiato fra testi e immagini con il gusto del neofito per inusuali scoperte e con il piacere del vecchio nel ritrovare tanti antichi amici delle “avventure di carta” che hanno segnato sia gli anni della mia formazione sia quelli della mia esperienza professionale.

Lapis

  • Chiara Carminati – Pia Valentinis, Maripura e il dono dell’acqua, € 16,00
  • Chiara Carminati – Massimiliano Tappari, Cerca cerchi, € 12,50

La duttilità di un autore non è sinonimo di supina accettazione delle mode ma capacità di adeguarsi alle diverse situazioni pur mantenendosi coerente. Carminati ci dà esempio in questi due lavori di come dovrebbe essere un autore vero: il grande albo Maripura e il dono dell’acqua racconta una fiaba che sembra mettere insieme il re Mida della leggenda e quello rodariano della “favola al telefono” e lo fa con originalità di contenuto e leggerezza di stile valorizzata dalle illustrazioni della bravissima Pia Valentinis. E sempre a proposito di duttilità e stile Cosa cerchi vede Carminati costruire sapienti, divertenti e sfidanti rime a commento delle forme circolari proposte da Massimiliano Tappari: “gioco” intelligente che aguzza vista e ingegnoso…

  • Mario Bellini e Marianna Coppo, Il bambino e la montagna, € 14,00
  • Barroux, La vita fa così, € 14,90
  • Cat Min, Timida Marta, € 16,00
  • Cao Wenxuan – Alessandro Sanna (trad. Paolo Magagnin), Come vorrei…, € 16,90
  • Chiara Lorenzoni – Francesca Dafne Vignaga, Passi pistacchi, € 14,90

Cinque albi, cinque stili di illustrazione diversi per raccontare storie  che accompagnano il bambino alla scoperta del mondo. Mi hanno convinto molto sia il percorso figurativo che Alessandro Sanna costruisce intorno alla bella e profonda storia del cinese Cao Wenxuan sia i versi di Passi pistacchi che con efficace semplicità ci portano dentro le stagioni.

  • Guia Risari – Elena Baboni, Viaggio di un bacio, € 15,00

A Guia Risari dedico sempre qualche riga in più perché ogni suo testo riesce felicemente a sorprendermi per profondità di pensiero e levità di stile: qui Risari prende come protagonista un bacio e lo fa viaggiare in contesti diversi sempre portando intesa e costruendo legami; il fatto poi che i soggetti beneficiati dall’arrivo possano essere persone, animali, oggetti, note musicali arricchisce il senso filosofico di tutto il testo, che non crea gerarchie fra la totalità delle cose del mondo e questo è un autentico messaggio educativo di speranza.

orecchio acerbo

  • Anne Brouillard (trad. Paolo Cesari), Nino, € 15,00
  • Maki Saito, Ho il sedere più bello del mondo!, € 16,00
  • Ylla (fotografie) – Jaques Prévert (testo) – Francesca Lazzarato (traduzione) – Laurence Perrigault (postfazione), Il piccolo leone, € 16,50
  • Luca Tortolini – Maja Celija, Il giardino incantato, € 17,50
  • Andrė Marois – Gėrard DuBois, Facciamo finta che, € 21,00
  • Armin Greder, Notiziario, € 16,50
  • Katerina Gorelik, Detective Samson, € 17,50
  • Blexlolex (trad. Ilaria Conni e Ilaria Tontardini), Incantesimi, € 33,00

Non è mai facile parlare delle novità di Orecchio acerbo perché ognuna contiene particolarità che,  soprattutto a livello di illustrazione, meriterebbero una scheda specifica quindi mi limiterò a un discorso più sintetico e generale: gli animali che arricchiscono la nostra tradizione fiabesca qui compaiono in tre albi: Nino il più legato alla fiaba con un orsacchiotto perso da un bambino e protetto dagli animali del bosco.  Ho il sedere più bello del mondo! gradevolissimo e ironico nella “mostra” del didietro degli animali. Il piccolo leone è il repêchage di un testo del 1947 del poeta Prévert che accompagnava le foto di un piccolo leone scattate dalla fotografa ungherese Ylla (Camilla Koffler); il senso complessivo dell’albo è ben evidenziato nella postfazione lo studioso Laurence Perrigault: “celebrare il rapporto madre/figlio fondato sull’amore, che caratterizza il mondo animale” da ampio resoconto”.

Per quanto riguarda paesaggio e natura Il giardino incantato  è un viaggio coloratissimo e delicato alla scoperta delle stagioni: una fiaba sulla vita che si rinnova. Il gioco infantile è il tema di Facciamo finta che, un albo dal sapore antico delle illustrazioni (ma il gusto “retrò delle immagini non deve ingannare) che è un inno alla creatività ludica dei bambini. La dimensione politica e civile emerge da Notiziario che deve il titolo al fatto che l’autore non scrive un testo ma si affida a notizie riportate dalla stampa e dalle agenzie internazionali e su queste costruisce un albo che sulla pagina a sinistra racconta la parte del mondo forte, ricca e opulenta, su quella di destra dà il controcanto mostrando quella debole, povera e malnutrita: il segno di Greder espressionistico e grottesco dà al racconto una drammaticità che fa riflettere. L’umorismo è la caratteristica della ampie, coloratissime e fitte pagine  dedicate alle indagini su “casi” del mondo animale di Samson simpatico cane detective.  Una sfida editoriale è Incantesimi del fumettista francese Blexlolex: costruito a 4 colori pantone con un carattere tipografico originale e molteplici riferimenti al mondo dei videogiochi e della fantascienza,  il grande volume (oltre 180 pagine) è un percorso di fantasia e intelligenza di tre piccoli maghi verso la reinvenzione del mondo.

Storiedichi Edizioni

  • Bimba Landmann, Piccoli pensieri blu, € 18,00

Se in un test dovessi rispondere alla domanda “cosa ti ricorda il blu” io, banalmente, non vedrei il colore ma risentirei il ritornello di una canzone di consumo di fine anni Sessanta (L’amore è blu), con un salto temporale poi andrei al blu degli Azulejo di Siviglia…scherzi della memoria, banalità, talvolta, dei ricordi personali… In questo piccolo, prezioso albo di Bimba Landmann il blu è invece il colore dei trentadue pensieri, accompagnati da altrettanti evocativi disegni, che costituiscono la sintesi di come un’artista abbia saputo reagire a un momento di blocco fisico: parole profonde nella loro essenzialità (“osservo le mie guarigioni mute crescono con il silenzio di un fiore”) che ci trasmettono la speranza e la voglia di “guardare oltre” nello spazio di quella creatività che non è solo dono nativo ma che va coltivata con la riflessione.

 

***Albi, cartonati, testi per i più piccoli

 Caissa Italia

    • Lena RepeŁur (trad. Tatiana Pepe), Lo squalo gentile, € 14,90
    • Dniela Römer – Susanne Wechdorn (trad. Elena Montemaggi), Il piccolo cavaliere, € 16,50

Un piccolo squalo che non vuole essere aggressivo, un piccolo cavaliere che teme i cavalli: due protagonisti infantili che sorridendo rifiutano i ruoli loro assegnati: storielle con morale? Sicuramente sì ma per fortuna le sorridenti, ironiche illustrazioni non appesantiscono i testi.

cameloZampa

  • Tana Hoban, È rosso? È giallo? È blu? Un’avventura nel colore, € 18,90

Efficacissime e originali fotografie in questo albo senza parole che favorisce nel bambino la scoperta del colore ma anche quella  più profonda delle relazioni fra le cose.

Città Nuova – i nuovi colori del mondo

  • Ferdinando Albertazzi (ill. Cristiana Cerretti), Tu, € 14,90

Un piccolo albo delicato nella scrittura e nell’illustrazione: Albertazzi trasforma in viaggio sorridente l’esperienza infantile della scoperta del mondo e della natura.

EL

  • Giuditta Campello (ill. Arianna Cicciò), Racconti del Bosco dei Conigli. Il Profumo Dolce dell’Autunno, € 13,90

Un albo un po’ tradizionale nell’illustrazione, comunque piacevole.

Emme

  • Julia Rawlinson (ill. Tiphanie Beeke, trad. Laura Pelaschiar), Piccola Volpe e le foglie d’Autunno, € 13,90
  • Fiona Barker – Christine Pym (trad. Giuditta Campello), Volpe che ama l’autunno, € 14,50

Due storie diverse che hanno per protagoniste due piccole volpi alle prese con un cambio di stagione: la prima più delicata e tenue anche nei colori acquerellati, la seconda forse meno incisiva ma più sorridente nella costruzione dei personaggi. Piaceranno comunque ai bambini.

Feltrinelli

  • Landis Blair (trad. Gilda Bova), La coperta di stelle, € 15,00

Il sogno di un bambino, creature strane che non spaventano, un viaggio per scoprire le stelle….

Giralangolo

  • Benji Davies, La grande balena della tempesta, € 15,00

Una storia nella storia (l’albo appartiene alla fortunata serie di Benji Davies) raccontata da una nonna al nipote fra suoni magici e balene che rispondono con il loro canto. Semplicità di testo e di illustrazione piaceranno ai lettori.

Giunti

  • Francesca Borgarello (ill. Mirella Mariani; con il canto della fascia da ascoltare tramite QR-code), il lungo abbraccio, € 16,00

Un semplice cartonato, ben confezionato: il racconto d’amore di una mamma al suo bambino.

Gribaudo

  • Anna Llenas (trad. Claudia Presotto), il mostro dei colori DOTTORE delle emozioni e la valigetta delle regolazioni emotive, € 14,90

Il simpatico mostro dei colori della fortunata serie di Anna Llenas ora diventa medico delle emozioni  della sua piccola paziente: una divertente, colorata avventura che vuole essere un percorso quasi didattico (ma il lettore si diverte) per aiutare i bambini a non aver paura delle emozioni ma soprattutto ad essere sinceri verso se stessi e verso gli altri.

Il Barbagianni

  • David Ezra Stein (trad. Laura Bernaschi), La gallinella strapazzastorie, € 17,50
  • Daniela Pareschi, Un anno bellissimo – calendario 2024,

Insieme al calendario 2024 dedicato agli straordinari Animali bellissimi di Daniela Pareschi (€ 20) ecco  La gallinella strapazzastorie albo sapiente nella costruzione e divertente nell’ampia parte figurativa giocata su momenti diversi;  il tema è uno di quelli che più mi piacciono: il bisogno di fiabe (la gallinella rossa vuole che il babbo   per farla addormentare racconti), le interruzioni e le conclusioni inattese sono qui estensibili anche ai due protagonisti visto che la gallinella finisce per raccontare lei e far così addormentare papà gallo.

il castoro

  • Suzanne Lang (ill. Max Lang), Gastone musone e il pigiama party, € 14,00
  • Kevin Henkes (trad. Alessandro Zontini), Il girotondo degli elefanti, € 14,00
  • Francesca Ortona – Lorenzo Sangiò, Pango e Dillo, € 14,50
  • Loredana Baldinucci – Melinda Berti, Una tana tutta per me, € 14,50
  • Jory John – Benji Davies (trad. Loredana Baldinucci), Torna a Casa Orso!, € 13,50
  • Quang & Lien (illustrato da) – Joanna McInerney (scritto da) – Giusy Scarfone (tradotto da), Il cerbiatto che inseguiva il sole, € 18,00
  • Christine Schneider – Hervé Pinel (trad. Rosa Vanina Pavone), Una giornata al museo, € 16,50

Per quanto riguarda gli albi mi convince la linea editoriale scelta dal Castoro: non la ricerca dell’originalità stilistica, la creazione del “libro d’arte”  vicino anche ai gusti degli adulti (scelta legittima che caratterizza altri editori) ma un’attenzione specifica alla gradevolezza di temi e illustrazioni capaci di colpire soprattutto l’infanzia. In quest’ottica non stupisce che tutti i testi sopra presentati abbiano come protagonisti gli animali e consentano un ottimo processo di identificazione (e di sorriso) ai piccoli lettori: la nuova puntata delle avventure dello scimpanzé Gastone (mio nipote di tre anni le adora) è gustosissima. I cinque simpatici elefanti di  Kevin Henkes si muovono sempre dentro le pagine e, divertendo, trasmettono elementi importanti al bambino, dalla padronanza delle direzioni alla scoperta di nuove parole. Un pangolino e un armadillo, animali poco “usati” nelle fiabe, costruiscono sempre con il sorriso un percorso di affiatamento. La ricerca di una tana tutta per sé del topolino Argento è un viaggio carico di incontri alla ricerca dell’autonomia. Il buffo, imbranatissimo Orso di Torna a Casa Orso! trasmette il piacere dell’amicizia. Sempre in viaggio il protagonista di Il cerbiatto che inseguiva il sole la  cui poesia sta soprattutto nelle immagini coloratissime e affascinanti. Originalissima e realmente istruttiva dal punto di vista del “saper vedere” la visita al museo immaginario (ma molte riproduzioni richiamano quadri del Louvre) della piccola Iris in compagnia dell’amico elefante…Si badi: nonostante tutti questi significati educativi nessun albo diventa fonte di trasmissione didattica ma solo veicolo di piacere per una nuova avventura.

kalandraka

  • Rafa Ordóῆez – Christian Inaraija (trad. Letizia Ricci Maccarini), Sette mostri e un gatto, € 15,00
  • David Pintor (trad. Emma Vaccaro), Tartaruga vs Lepre, la rivincita, € 14,00

Sette mostri divertenti che non fanno paura e ad uno ad uno spariscono, un gatto coraggioso che resta da solo e trova  piacevole dedicarsi al “libro interessante” che parla di “sette mostri e un gatto”. Simpatica ripresa delle tiritere popolari che non finiscono mai. Intelligente come anche nella leggerezza l’albo di Pintor che riprende l’antico tema della gara fra lepre e tartaruga.

MIMebù

  • Martina Folena – Antonella Orsi, Almanacco delle stagioni, € 18,00
  • Sebastiano Ruiz Mignone, Nonno viaggia (ill. Michele Bosco), € 14,50

Simpatica e riuscita l’idea di fiabe desunte dalla tradizione europea mescolate a notizie sulle stagioni e sulla natura, meno riuscite le illustrazioni. Molto intenso e ben illustrato il breve racconto di Sebastiano Ruiz Mignone: i viaggi dentro casa del nonno che era comandante sulle navi da carico sono legati ad oggetti che mettono in moto i ricordi e coinvolgono la nipotina; è  un fiume di emozioni, di sensazioni, di complicità fra vecchio e bambina. Quando il nonno non ci sarà più alla nipote resterà nella memoria che ci sono “viaggi che non finiscono mai”…

Notes

  • Sonia Maria Luce Possentini – Lorenza Farina, Sogni bambini, € 15,00

Quante “tipologie” di sogni esistono? Lorenza Farina risponde alla domanda con parole leggere di poesia accompagnate dal consueto fascino delle illustrazioni di Sonia Maria Luce Possentini.

uovonero

  • Britta Teckentrup (trad. Maria Carla Dallavalle), Di corvi e cornacchie, € 22,00
  • Britta Teckentrup (trad. Sante Bandirali), L’altalena, € 20,00

Ritengo che Uovonero valorizzando i lavori della tedesca Britta Teckentrup faccia opera meritoria perché siamo davanti a un’illustratrice che alla straordinarietà di certe immagini sa unire la genialità creativa di chi costruisce situazioni narrative nuove. Originalissima la storia di “corvi e cornacchie” che volutamente ho sottratto allo spazio della divulgazione perché mi pare esemplare di come, anche fornendo indicazioni storiche e nozioni precise, si  possa far vincere la qualità. L’altalena, poi, è  un autentico poema visivo perché, anche se sono le parole (poche) a scandire la storia di un’altalena su una collina di fronte al mare (ha visto incrociarsi molti destini), è la “declinazione” delle immagini (molte) a colpire e sembra quasi che le figure umane e il paesaggio ricco di sfumature e spesso evanescente partecipino a quella sinfonia della vita che scorre e che lascia spesso – per fortuna –  una traccia nella dolcezza dei ricordi.

*** Da 5 a 7 anni

Anicia – la locomotiva

  • Watty Piper (ill. George & Doris Hauman, trad. Patrizia Garista ed Elena Zizioli), La piccola locomotiva che pensava di potercela fare, € 11,50

Anicia – i gradini

  • Alessandro Marcigliano (ill. Alessandra Cimatoribus), Ercole e Carolina, € 13,50

Non inserisco fra gli albi questi due piccoli testi della casa editrice romana perché mi pare opportuno legarli a un impegno pedagogico volto, attraverso il racconto, a parlare di diversità, inclusione, amicizia, resilienza: nulla di didascalico, naturalmente, ma una buona capacità creativa e il gusto del “ripescaggio” perché La piccola locomotiva è librino del 1930 che mantiene intatte, dopo quasi un secolo, sia la felicità figurativa sia la potenzialità pedagogica.

Emme – Le mie prime letture a colori

  • Valentina Pericci (ill. Giuseppe Ferrario), Amici per un… pelo!, € 9,90
  • Nadia Terranova (ill. Serena Mabilia), Il mare dappertutto, € 9,90

Editorialmente siamo davanti a una serie ben riuscita: copertine cartonate robuste, salda legatura a prova di… primi lettori, immagini semplici e sorridenti come divertenti e imprevedibili sono le storie giocate fra realtà e fantasie infantili.

Feltrinelli kids – i bruchi – primi lettori

  • Nadine Brun-Cosme – Christine Davenier (trad. Ilaria Stoppa), Non ho PAURA!, € 7,90
  • Anna Cerasoli – Ilaria Perversi, Le avventure del signor 1, € 7,90

Storie leggere, vivacissime nel disegno, ideali per nuovissimi lettori.

Giunti – Mordi la storia

  • Mariapaola Pesce (ill. Irma Ruggiero), Povero vampiro, € 7,90
  • Isabella Salmoirago e Marco Rosso (ill. Chiara Galletti), La dentiera di Barbanera, € 7,90

Con illustrazioni non felicissime due simpatiche storie ricche di imprevisti.

Giunti

  • Patrizia Rinaldi – Francesca Assirelli (a cura di Luca Trapanese), Le parole e i silenzi, € 12,00

In tema di disabilità una storia breve ma intensa, costruita senza ridondanze, perciò accessibile ai più piccoli e capace di farli riflettere.

il castoro

  • Andrea Kuhrmann – Nadine Reitz, Tommi Codino. Buona giornata, coniglietto! (Storie illustrate per i più piccoli), € 14,00

Una famiglia di simpatici conigli con al centro le avventure quotidiane del piccolo Tommi Chiodino: le semplici illustrazioni non toccano solo le vicende del personaggio ma descrivono gli oggetti dell’ambiente che lo circonda: c’è molto impegno “educativo” anche nelle pagine di invito al gioco…

*** Da 8 a 9 anni

Anicia – la locomotiva

  • Katya Balen (ill. Richard Johnson, trad. Claudia Camicia), Il canto dei merli, € 14,50

Se non fosse per il contenuto un po’ drammatico (una bambina dopo un incidente non riesce più a suonare il flauto e ad occuparsi della musica sua grande passione) Il canto dei merli sarebbe una fiaba  ben costruita anche su luoghi e funzioni (la città grigia, il giardino come ambientazione, il canto degli uccelli,  il viaggio di maturazione che prevede prove da superare…), purtroppo però la prima persona utilizzata nel racconto (una sorta di diario della bambina) carica con un po’ di ridondanza tutto il percorso narrativo.

cameloZampa – i Pelucchi

  • Mara Dompè – Andrea Antinori, Ultimo regalo, € 15,90

Con le vivacissime illustrazioni di Antinori una divertente sarabanda che vede protagoniste zia e nipotina alle prese con doni inattesi e ingombranti.

Einaudi Ragazzi

  • Stefano e Gualtiero Bordiglioni, È tutta un’altra storia, € 12,00

Belle e simpatiche le trovate dei fratelli Bordiglioni: in  questo romanzo, ad esempio,  mi piace l’idea della sedia magica che racconta fatti del passato legati alla quotidianità e alla loro  “prima volta”; al di là, poi, delle simpatiche situazioni che la fantasia degli scrittori partorisce, resta – non “pedagogicamente” dichiarata, per fortuna –  l’idea che la storia degli uomini sia costruita anche su fatti minimi, ordinari e non necessariamente sui fatti “epocali” cui la cronologia scolastica ci ha purtroppo abituato.

Giunti

  • Andrea Valente (ill. Martina Motzo), Non sono un gatto!, € 12,00

Andrea Valente non ha bisogno di presentazioni perché nella sua ormai lunga carriera ha sempre dimostrato di essere uno dei più intelligenti “giocolieri” di parole: il gusto che contraddistingue i suoi lavori è un invito a non accontentarsi del senso immediato delle parole e ad andare oltre magari creando nuove trame narrative all’insegna della dimensione surreale: il recente Non sono un gatto!  è esempio di come una semplice frase pronunciata da un micio appena nato  possa ribaltare una situazione consolidata e scompaginare l’ordine costituito (non solo quello linguistico)… C’è una morale nel romanzo? Certamente sì perché dalle pagine emerge sempre, anche attraverso il “bisticcio” di parole, l’idea del rispetto dell’identità di ognuno ma è una morale che nasce – com’è giusto – dal contesto del racconto, dal piacere dell’intreccio e dal gusto per la parola.

 

  • Chiara Ingrao, Bellerotelle (ill. Elena Triolo), € 9,90

Un romanzo senza pretese di originalità ma che a me colpisce proprio per “pulizia” di trama e stile con la protagonista Luna che vuole scoprire il mistero che si cela all’interno di una villa ed entra così in un’avventura dallo svolgimento imprevedibile e scoppiettante… Fra animali parlanti, oggetti quasi magici dalle mille funzioni arriviamo al fondo di un romanzo che ha il sapore di una fiaba moderna…

il castoro

  • Phoebe Wahl, Streghetta Nocciola. Un anno nella foresta, € 19,90

Un grande libro che, prima ancora che nel testo, invita il lettore a perdersi nelle colorate e ricche illustrazioni a tutta pagina: anche le quattro storie (una per stagione), però, sono da leggere perché alle classiche funzioni della fiaba l’autrice-illustratrice americana sa unire una creatività nuova e una encomiabile leggerezza di scrittura. Un vero possibile regalo di Natale per chi ama il fiabesco.

il ciliegio

  • Eleonora Bellini (ill. Giuseppe Guida), Rachel Carson, € 11,00

La storia che Eleonora Bellini racconta è quella della scienziata statunitense Rachel Carson (1907 – 1964) che con molte pubblicazioni fra cui Silent Spring (Primavera silenziosa) mise in guardia dall’uso sistematico dei pesticidi e divenne in qualche modo antesignana del movimento ambientalista; avrei potuto inserire questo lavoro nella Divulgazione ma non l’ho fatto perché Bellini privilegia soprattutto il piacere del racconto e non indulge sulla dimensione didattico-conoscitiva che pure è presente: un buon esempio di come si possano raccontare vite e fatti storici non dimenticando il gusto per la narrativa.

MIMebù

  • Stefano Di Loreto (ill. Giulia Cregut), I racconti di Bosco Alato, € 15,50

Un libro-albo di ampio formato che è insieme progetto ambientale (realizzato insieme a “Piantando” società Benefit che sostiene progetti ad impatto sociale) e premessa verso “scoperte” di un mondo animale tanto ricco quanto vario (i racconti sono ben costruiti). Come completamento non poteva mancare  un Qr Code che ci fa vedere la vita del giardino e dei suoi abitanti raccontata nel testo.

Sinnos

  • Anna Lavatelli (disegni di Gloria Di Bella), operazione vanessa, € 13,00

Ho letto con piacere questa bella storia che trasforma un ragazzino svogliato e scolasticamente pigro in un appassionato studioso della natura e delle sue molteplici manifestazioni: Giacomo, il protagonista, è costretto, dopo una brutta broncopolmonite, a passare un periodo di convalescenza in montagna presso una zia e teme la noia, l’assenza dei compagni e dei giochi… invece non passa molto tempo e, complice una coetanea, scopre che dentro e dietro ogni pianta, ogni fiore ci sono vite che pulsano, si riproducono, muoiono: la farfalla vanessa è una di queste e Giacomo insieme all’amica la consacreranno, con le loro attenzioni, vera protagonista della storia. Non racconto il finale (lieto) ma sono contento di aver avuto nella parte conclusiva della stesura un piccolissimo merito perché quando Anna mi parlò del romanzo cui stava lavorando citandomi la vanessa io le ricordai i versi di Gozzano che lei, scrittrice colta e sensibile, ha ripreso inserendoli adeguatamente nel contesto… Grazie, Anna, non solo per la citazione gozzaniana ma soprattutto per averci dato senza ostentazioni pedagogiche un bel romanzo di formazione.

Telos

  • Luigi Ballerini – Giulia Orecchia (a cura di Teresa Porcella), Dama Nera, Giobia, animali magici e altri esseri fantastici della Lombardia, € 14,00

Gustoso e divertente viaggio regionale fra tradizione fiabesca e invenzione moderna dove la seconda vince perché mette alla prova l’originalità di bravi autori e illustratori; la parte finale del libro è un invito a continuare le storie e soprattutto ad inventarne di nuove.

*** Da 10 a 11 anni

Einaudi Ragazzi

  • Erika Casali, Lanterne verdi, € 12,00

Il  romanzo di Erika Casali ha caratteristiche che provo ad enumerare:

lascia più indeterminata la geografia anche se il riferimento alla Foresta Nera “che si trova da un’altra parte, oltre il confine” e il nome della foresta dove i profughi trovano rifugio (“un nome diverso che non so pronunciare, qualcosa che inizia per B e ha un sacco di consonanti dal suono strano”) può far pensare alla foresta di Białowieża dove la Polonia ha costruito un muro antimigranti;

  • rende l’ambiente ghiacciato ad un tempo pericoloso e fiabesco;
  • gioca con la finzione autobiografica (è la giovane Nur in fuga con madre, padre e fratellino a raccontare in prima persona) quindi punta – come succede in molti romanzi per ragazzi – sul processo di identificazione del lettore
  • rispetta le funzioni della fiaba con allontanamento /fuga dal pericolo, divieto di andare oltre, danneggiamento (il fratellino sparisce), partenza (Nur sentendosi responsabile della scomparsa si addentra nella foresta per ritrovarlo), lotta contro le avversità, vittoria (ritrova il fratellino), ritorno (volontà di Nur di tornare nella foresta per aiutare i genitori).
  • ha uno stile scorrevole, non indulge al moralismo anche se fa emergere i valori della solidarietà, dell’integrazione, della pace.

Ottimo romanzo quindi…

Giunti

  • Guia Risari (ill. Francesca Gambatesta), I giorni di Alban, € 18,00

Nel mio sito – ormai è cosa nota – il nome di Guia Risari compare molto spesso e i miei interventi cercano sempre di evidenziare la sua coerenza di intellettuale attiva nella produzione per l’infanzia e I giorni di Alban confermano quanto ho appena scritto: il piccolo Milo soffre per la crisi dei genitori e teme una loro separazione, si rifugia quindi nel mondo fantastico dei suoi giochi fino al lieto fine… Ho volutamente semplificato la trama per rilevare come su questa altri autori potrebbero imbastire un racconto scontato e moralistico, Guia invece riesce a trasformare i viaggi immaginari di Milo in un percorso autentico quasi a ribadire il valore salvifico della fantasia che è elemento comune a molta della sua produzione. Il bambino sceglie (o è scelto da) un orsetto Alban “pescato” in “una piramide di orsetti” e da quel momento i due saranno inseparabili compagni di viaggio: conosceranno e frequenteranno la vecchia Gilda da tutti ritenuta una strega, che, pur rifiutando la definizione e comportandosi con loro come una  adorabile nonna, riesce (quasi a imitazione del Disney migliore)  a far sistemare sul tavolino da tè un’allegra compagnia di  “tazzine, piattini, chicchere, cucchiaini…” volanti. I viaggi dalla cameretta di Milo e Alban li portano a calzare stivali capaci di autonomi movimenti, ad esplorare l’oceano facendosi risucchiare dalle tubature della vasca da bagno, ad evitare una guerra fra soldatini rossi e soldatini blu rendendoli tutti degli stessi colori (un po’ di ironia sulla stupidità militare non guasta), ad incontrare i personaggi di romanzi famosi… il tutto mentre nelle altre stanze della casa il conflitto fra i genitori continua… non racconterò la soluzione magica e felice che Milo, Alban e Guia inventeranno per riportare la pace in famiglia, aggiungerò solo che Guia crede nel potere delle fiabe, sa far convivere intelligenza critica e libertà creativa, dà vita e voce a creature ed oggetti cui di norma queste sono negate, mette al centro il gioco come spazio di crescita del bambino… tutto questo in un romanzo (e complessivamente in una produzione) che brilla per essenzialità e stile.

Lapis

  • Nicola Cinquetti – Desideria Guicciardini, Romeo e Giulietta, € 14,90

Con la bravura che gli è consueta Nicola Cinquetti trasferisce in narrativa il testo scespiriano, mantiene i personaggi, racconta con precisione atti e scene e attraverso capitoli che cominciano con quel “dove” che ha il sapore delle narrazioni “antiche” ci fa rivivere la magia e la tragedia di un amore.

*** Da 11 a 13 anni

Einaudi Ragazzi

  • Katya Balen (ill. Angela Harding, trad. Lucia Feoli), Ottobre, ottobre, € 14,90

Ottobre ha 11 anni, vive con il padre in una foresta, i due conducono una vita “selvaggia”, immersi nella natura e lontani dalle moderne comodità ma ad entrambi va bene così anche perché Ottobre che racconta in prima persona riesce a dar vita agli oggetti che trova e che conserva come tesori, a raccontare storie a cavallo fra realtà e fervida immaginazione; nel suo orizzonte conoscitivo non mancano gli animali e cura amorevolmente una piccola barbagianni da lei salvata. L’idillio si spezza quando il padre cade dall’albero dove Ottobre si era rifugiata per non incontrare la madre che, rifiutato quel tipo di vita, viveva a Londra: con il padre ricoverato in gravi condizioni la bambina è costretta a seguire la madre e l’immersione nella natura viene bruscamente sostituita dal grigiore e dai veleni della grande città. Il percorso del romanzo è tutto giocato sulle scoperte e sulla lenta trasformazione di Ottobre che, pur accettando nuove relazioni, non rinuncia alle proprie scoperte e al suo ricco immaginario.  Non racconterò il “lieto fine”, osservo solo, al di là dell’originalità della trama e dell’efficace lirismo di molte pagine, mi sembra troppo caricata la contrapposizione fra “natura” e “civiltà” quasi il “tema” vincesse sullo “stile” e dal fondo del racconto emergesse la volontà di lasciare a tutti i costi un messaggio “educativo”. In ogni caso il romanzo è gradevole ed esce comunque vincitore dal confronto con tanti altri romanzi che non sanno staccarsi da temi convenzionali e da “stili” standardizzati.

emons!raga

  • Kotryna Zylė (trad. Adriano Cerri), Storie quasi di paura, € 13,50

Non conosco la letteratura lituana né ho notizie particolari su quella dedicata all’infanzia e all’adolescenza, trovo positivo, però, che un editore si sia impegnato a tradurre un testo di uno dei tanti paesi che di solito sfuggono all’attenzione degli editori. Le dieci storie (anche da ascoltare in audiolibro inquadrando il QR Code in apertura di volume) a me hanno colpito perché nascono da quella comune cultura popolare che non era necessariamente fatta di “lieti fini” ma anzi affondava le sue radici nello spazio della paura e del brivido (“una donna che cuciva le trapunte – ricorda Rodari a proposito della sua infanzia – raccontava storie di paura e noi ci andavano proprio per quelle”) ed erano ascoltate come antidoto alla paure reali.

Feltrinelli kids

  • Giuseppe Zanetto (ill. Camilla Pintonato), L’Iliade. La guerra di Troia raccontata da vinti e vincitori, € 14,00

Riuscitissima finzione narrativa (è l’adolescente Molosso,  nato dall’unione del figlio di Achille e di Andromaca, vedova di Ettore, portata schiava in Grecia, a raccontare dopo oltre dieci anni dalla fine della guerra di Troia ciò che ha sentito a sua volta narrare da testimoni) che sicuramente colpirà la fantasia dei giovani lettori: passato (tragico e avvincente) e presente (curiosità giovanile) si uniscono in un testo che sarebbe utile far leggere nella scuola secondaria di primo grado al posto di tanti inutili testi antologici.

Giralangolo

  • Sylvie Deshors, Passi nella valle (trad. Anselmo Roveda), € 13,00

Dopo una breve corrispondenza fra due sorelle che non hanno una particolare intesa, la minore, che vive in un paesino di montagna fra la Francia e l’Italia, accetta di ospitare la nipote Jeanne, diciassettenne delusa dalla prima storia d’amore. A sorpresa la ragazza, prima chiusa nei suoi piccoli egoismi, scoprirà che la zia ed altre persone fanno parte di un gruppo che aiuta i migranti sbarcati sulla costa ad attraversare la vallata, impegno rischioso anche dal punto delle possibili sanzioni di legge; ovviamente Jeanne tornerà a casa “convertita” all’altruismo e all’impegno non prima, però, di aver dichiarato che il suo rifiuto di continuare la relazione col primo ragazzo aveva generato in lui una delle reazioni che si leggono sui quotidiani: “Ha girato a tutti una mia foto… a seno nudo…”. Insomma dramma delle migrazioni, pregiudizi sociali, revenge porn… temi intrisi di buona volontà pedagogica ma forse troppi per far di Passi nella valle un romanzo riuscito.

Giunti

  • Hilary McKay (trad. Elisabetta Gnecchi-Ruscone), Il volo delle rondini, € 16,00

Anche se diversi personaggi appartengono al precedente romanzo La guerra della farfalle non voglio leggere Il volo delle  rondini  come seguito ma intendo piuttosto valorizzarne l’autonomia narrativa perché in questo romanzo gli adulti sono testimoni di una guerra mondiale (la prima) che non vorrebbero si ripetesse ed invece si trovano a proteggere le nuove generazioni nate negli anni del primo dopoguerra  da un secondo conflitto più atroce del primo. Romanzo polifonico di vite intrecciate, di incontri e ritrovamenti che il lettore non si attenderebbe. Al fondo la speranza di un futuro migliore.

MIMebù

  • Silvia Pillin, Un miglio al giorno, la prima maratoneta, € 14,50

Storia vera, raccontata con bravura, dall’americana Kathrine Switzer (1947) che nella seconda metà degli anni Sessanta, si impose come maratoneta e divenne testimone d’eccezione per aprire anche alle donne una disciplina atletica fino allora considerata appannaggio degli uomini.

***Da 13 in su

cameloZampa – le spore

  • Jean-Claude Van Rijckeghem (trad. Olga Amagliani), Testa di ferro, € 18,90

Sarò “antiquato” ma per me la bravura di uno scrittore  sta anche nella sua capacità di non temere impianti e temi tradizionali ma anzi di affrontarli magari piantandovi un seme di novità. Risponde a questa mia idea il lungo romanzo di Jean-Claude Van Rijckeghem (440 pagine) che mette al centro la dimensione dell’avventura calata in un contesto storico lontano: qui siamo a Gand in piena epoca napoleonica e la giovanissima Stans, carattere anticonformista, data in sposa a un vecchio per salvare la famiglia dalla rovina, decide di vestirsi da uomo e arruolarsi nell’esercito napoleonico; il romanzo si sviluppa raccontando le vicende belliche ma anche la ricerca di Stans da parte del fratello Pier, quindicenne, che a differenza di lei è un tradizionalista ed è critico nei confronti della sorella che non rispetta il suo “ruolo” di donna. Non racconterò delle battaglie e del finale, dirò solo che legati al “seme” di novità che rende totalmente apprezzabile il romanzo ci sono almeno tre elementi:

  • il fatto che in Testa di ferro i punti di vista siano due, quello di Stans e quello di suo fratello, non in totale contrapposizione ma comunque capaci di trasmettere messaggi diversi, “plurali” rispetto ad una visione unica e ripetitiva.
  • Il tema della donna travestita da uomo presente in fiabe come la nostra Fantaghirò ma anche in La dodicesima notte di Shakespeare viene qui calato in una realtà bellica “moderna” e sviluppato con ampiezza e bravura.
  • Il fatto che a un certo punto il “soldato” Stans si innamori di una ballerina potrebbe essere un espediente per colpire il lettore ma qui è preparato con gradualità e trattato con delicatezza.

Einaudi Ragazzi

  • Anne Frank (trad. Anna Patrucco Becchi), Cara Kitty – romanzo epistolare, € 12,50

Il progetto di vita della quindicenne Anna Frank si infranse come sappiamo nell’agosto 1944 con la deportazione e la morte; il suo Diario, notissimo, diventato un bestseller mondiale e tradotto in più di settanta lingue, sembrava aver concluso la sua storia anche dal punto di vista editoriale ed invece Anna, che voleva diventare scrittrice, aveva cominciato un lavoro di rielaborazione a fini letterari del diario stesso (aveva pensato anche a un possibile titolo, La casa sul retro) che avrebbe voluto pubblicare alla fine della sua drammatica esperienza… L’idea purtroppo non si sviluppò e il manoscritto restò incompiuto e utilizzato solo come base per nuove edizioni del diario; nel 2019 è stato recuperato e pubblicato nella sua interezza in Germania, Austria e Svizzera: oggi, meritoriamente, Einaudi Ragazzi  ne offre un’edizione italiana arricchita dalla “nota editoriale” di Frediano Sessi, dall’introduzione di Ronald Leopold, direttore della Casa di Anne Frank ad Amsterdam, e da una densa e commovente postfazione di Laureen Nussbaum, studiosa e scrittrice americana di origine tedesca, amica d’infanzia di Anne Frank. Un testo importante, dunque, che ci auguriamo entri nelle scuole.

Giralangolo

  • Simone Saccucci, L’ultima ferita, 13,00

Non ho inserito nel fantasy questo riuscito romanzo di Saccucci perché, nonostante il testo proietti in un tempo passato la protagonista Maya (una ragazza parigina trasferita dai nonni in un villaggio della Normandia), trovo che dalle pagine emerga qualcosa di più e di diverso: il nonno che accompagna la nipote da una strana guaritrice, le forbici che prendono vita e “segnano” la ragazza catapultandola, ad ogni piccola ferita, indietro nel tempo, fino alla seconda metà del Seicento e in particolare alla vita non priva di avventura della baronessa Marie-Catherine d’Aulnoy (1651-1705)… La domanda inevitabile è perché proprio lei? Perché oltre che conterranea (Marie-Catherine d’Aulnoy apparteneva alla nobiltà normanna) la baronessa fu la prima donna a scrivere e pubblicare fiabe in modo sistematico. E qui mi assumo la responsabilità di dire (ma probabilmente non è il caso perché per i lettori del romanzo è elemento palese) che il fantasy poco c’entra perché il romanzo è una poetica esaltazione della leggerezza della fantasia capace di sollevarci dalla pesantezza della realtà, è un inno al potere dell’affabulazione che attraversa i secoli e non a caso Maya diventerà cantastorie e come tale, da vecchia, seduta sulla sua poltrona, potrà constatare la fine della storia raccontata nel libro aggiungendo un’avvertenza al lettore “che non è un finale perfetto. Ma è quello giusto per me”… Un implicito invito a continuare  a immaginare e a tessere storie…

Giunti

  • Luisa Mattia, Il cattivo fratello, € 14,00

Ho ammesso in più occasioni la mia insofferenza verso i romanzi per adolescenti le cui trame mettono in evidenza solo famiglie in crisi, ragazzi  incompresi o ribelli e via a seguire magari fino al “lieto fine” per far contenti gli “educatori” adulti che mai tollererebbero che dopo tante vicissitudini ai loro pargoli un po’ cresciuti arrivasse un “triste fine”. Confesso quindi di essermi avvicinato con un po’ di diffidenza a questo nuovo romanzo di Luisa Mattia di cui peraltro conosco da anni la bravura e la mia diffidenza si è subito dissolta perché la trama di Il cattivo fratello appare subito originale: non le tante finte autobiografie di adulti che si fanno ragazzi ma la linearità di un racconto in terza persona che abbraccia l’arco dell’infanzia e dell’adolescenza di due fratelli inseriti in un normale contesto famigliare: il primo si chiama Cesare, il secondo, nato 36 mesi dopo (a p. 8 e chissà perché nel risvolto di copertina si parla di un anno e mezzo), ha un nome, Canio che – dico io – già anagrammato in Caino non promette nulla di buono e infatti crescendo approfitta della sua condizione di fratello minore e rende Cesare sempre più geloso e ostile verso l’intera famiglia. Non racconterò la storia che a un certo punto avrà una svolta drammatica per tutti i componenti del nucleo, dirò solo (per tranquillizzare i lettori) che il finale si apre a un futuro di riconciliazione tutto da costruire. Luisa Mattia è stata bravissima a delineare le psicologie dei diversi personaggi facendole emergere dal contesto narrativo più che dai dialoghi e anche qui ho tirato un sospiro di sollievo perché fra le tante criticità del romanzo italiano per adolescenti trovo insopportabile la lunghezza dei dialoghi che sono ad un tempo testimonianza di due fatti negativi: l’incapacità di molti autori di costruire un “vero” romanzo e l’indifferenza davanti al fatto che un romanzo “povero di racconto” è sostanzialmente inutile dal punto di vista educativo, non aiuta, cioè, ad amare la lettura… Grazie, dunque, a Luisa Mattia che non ha bisogno di agenzie letterarie per essere scrittrice autentica.

Giunti Link

  • Mario Sala, Shinkena, prima la musica poi il successo, € 14,00

Da un autorevole dirigente del settore discografico non potevamo attenderci che un romanzo costruito su una sedicenne, Anna, in arte Shinkena, che sogna di entrare  nel mondo della musica: speranze, affermazione, delusioni, ma soprattutto volontà e amicizia. Il romanzo scorre via e piacerà ai lettori anche perché a renderlo più vivo sono le canzoni di Shinkena ascoltabili tramite QR Code.

il castoro

  • Luigi Ballerini, Blocco 5, ti toglieranno i sensi a uno a uno, € 15,50

Realtà virtuale e realtà: il sedicenne Mathias vuole ribellarsi al mondo tecnologico e spersonalizzante che lo circonda e che usa metodi di punizione “avanzatissimi” al punto di riuscire ad inibire con una semplice App i sensi dei soggetti puniti. Il romanzo distopico è la storia della ribellione di Mathias, di un’amica e di altri a questo universo coercitivo in nome di una libertà tutta da conquistare.

Siké

  • Alfredo Stoppa, Ballata dell’innocenza perduta, € 18,00

Negli anni credo di aver dedicato diverso spazio ai lavori di Alfredo Stoppa guardando sempre all’intelligenza delle sue combinazioni narrative, alle storie intrecciate, alle sorprendenti polifonie  linguistiche; ero colpito anche dalla sua capacità di mescolare storia personale e storia dei personaggi quasi ribadendo con forza che in ogni suo protagonista c’era sempre lui con la penetrazione del suo sguardo e la sua vocazione lirica ed evocativa e che ogni atto narrato poteva contenere all’interno il suo contrario. Il lungo risvolto di copertina dell’ultima fatica di Stoppa sembra già ribadire questo “clima” narrativo: libro “intricato e intrigante”, amicizia “tenera e feroce”, “luogo così vero da sembrare inventato e così inventato da sembrare vero”… insomma il lettore non si attenda una trama lineare che racconti la storia dell’amicizia fra due ragazzi nati subito dopo la seconda guerra mondiale né si attenda una scansione cronologica degli avvenimenti o ancor più una sistematica ricerca del “tempo perduto” perché Stoppa si affida a un flusso di memoria continuo capace di rievocare i personaggi a fumetti o i momenti di qualche romanzo d’avventura per poi avventurarsi in dialoghi fitti riemersi dal profondo… Il tempo sembra dunque scomparire: un pomeriggio estivo? Una stagione dell’adolescenza? Una vita? Forse nulla di tutto questo o forse… tutto perché davanti all’arrestarsi della storia lo scrittore ci dice che “una speranza resta” magari affidata al “profumo di pesca”.

Sinnos

  • Giuliana Facchini, No Borders, € 16,00

Per No Borders posso ripetere la formula con cui era stato motivato a Borders il Premio Rodari e dire, cioè, che intelligenza nella costruzione delle trame e stile personalissimo contribuiscono ad esaltare l’impegno civile che ha caratterizzato il primo romanzo; l’intelligente novità è che qui i quattro personaggi, che nel primo romanzo avevano concluso il loro peregrinare da fuggitivi dalla prigione della megalopoli Magnolia, decidono di tornare indietro per portare anche ad altri quella libertà che per loro è stata conquista e sofferenza… Il viaggio di ritorno  non sarà facile ma la conclusione si apre alla speranza: “Esisteranno sempre ragazzi rivoluzionari e ragazze rivoluzionarie perché loro sanno mostrarci il domani migliore”…

uovonero

  • Gunnar Helgason (trad. AAVV), Una mamma svitata, € 15,00

Da un attore e autore islandese un romanzo imprevedibile e divertente scritto “dalla parte dei figli” (in questo caso la quasi tredicenne protagonista) che “correggono” madri esuberanti: poiché nei romanzi per adolescenti abbondano famiglie disgregate, incidenti vari, figli incompresi non posso che congratularmi per un romanzo che usa ironia e leggerezza anche per descrivere qualche situazione di crisi.

***Classici

cameloZampa – i peli di gatto

  • Dodie Smith (ill. Giulia Sgramola, trad. Sara Saorin), 101 dalmata, € 16,90

Il famoso romanzo di Dodie Smith (1896–1990) uscì nel 1956: ora questa nuova traduzione di Sara Saorin lo riporta all’attenzione del pubblico giovane e meno giovane e ne ripristina l’esatto titolo; il pubblico ricorda certamente il film di animazione di Disney La carica dei 101 (1961) che ebbe un enorme successo e che un po’ nascose il testo che l’aveva ispirato e che a una lettura odierna si conferma più ricco di situazioni, delicato e ironico ad un tempo, capace di far sorridere i lettori.

Giunti

  • Felix Salten, Una vita nel bosco, ill. Fabian Negrin, € 29,90

Il cerbiatto Bambi incantato dalle meraviglie del bosco dove vive è obbligato, dopo la morte della madre, a crescere in fretta e, dopo varie vicende, a sostituire il vecchio padre e ad assumere il ruolo di sovrano. La mia  sintesi non rende giustizia di questo capolavoro uscito nel 1923 e frutto della fantasia di  Felix Salten, in realtà l’ungherese Siegmund Salzmann (1869-1947), esponente del gruppo d’avanguardia “Giovane Vienna” e noto critico teatrale. Disney nel 1942 produsse il celebre cartone animato  totalmente immerso nella natura e coinvolgente dal punto di vista spettacolare; si può dire, dunque, che la notorietà del film abbia oscurato il romanzo che qui ci viene restituito in elegante veste editoriale arricchita dalle illustrazioni del grande Fabian Negrin che sa immergerci nel respiro della natura e degli animali che la abitano.

*** Divulgazione
cameloZampa

  • Rossana Bossù, Il soffio della balena, € 24,90 + 11

Questo grande albo è certamente un validissimo strumento di conoscenza della balena, animale che sempre ha colpito l’immaginazione degli uomini, ma è anche narrazione perché l’autrice ha curato molto il progetto grafico e ha dato, attraverso figure e impaginazione, ritmo al racconto. Testo straordinario che dimostra quanto anche la dimensione scientifica possa appassionare dal punto di vista narrativo.

  • Florence Thinard – Eleonora Antonioni (trad. Sara Saorin), Immagina un mondo, € 16,90 + 12

Inserisco questo albo nella “divulgazione” perché lo ritengo una lezione di educazione civica costruita all’insegna dell’immaginare un mondo un po’ diverso dall’attuale dove il “ben vivere” di alcuni nasconde la fame degli altri, dove l’ambiente è costretto a sopportare le violenze della speculazione… insomma dove i 17 obiettivi per lo sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 (è questo il tema del libro ben sviluppato come racconto) non siano solo utopia…

Einaudi Ragazzi

  • Carlotta Cubeddu, Social mente – per un uso consapevole della rete, € 12,90 + 12
  • Liliana Segre (con un pensiero di Gian Antonio Stella), Il discorso al Senato della Repubblica del 13 ottobre 2022, € 10,00 + 11

EL – Grandissimi

  • Federico Gregotti, Primo Levi, una voce per non dimenticare, € 8,90 + 10

Tre testi diversi per argomento ma ugualmente utili a ribadire l’impegno civile che da sempre caratterizza il gruppo editoriale di Trieste: non è casuale l’attenzione su due figure, Primo Levi e Liliana Segre, sopravvissute alla  shoah, che hanno in modo diverso reso testimonianza dell’orrore e guardato avanti nel nome della libertà, della tolleranza, della pace. Diverso l’impegno (ma non meno incisivo sul piano pedagogico) di Carlotta Cubeddu  nel piccolo manuale Social mente che non si limita ad evidenziare i molteplici temi connessi alla rete ma ne approfondisce tutti gli aspetti, dalla costruzione alla fruizione… Sarebbe bello che qualche insegnante leggesse Social mente in classe…

Giralangolo

  • Linda Elovitz Marshall – Anna e Elena Balbusso, Sorelle scienziate. Marie Curie e Bronia Dłuska: un legame indissolubile, € 14,00
  • Hanna Harms, Il mondo senza api, € 18,00

Il primo è un albo che racconta vita e opere delle due sorelle scienziate: essenziale nella narrazione, ben riuscito nelle illustrazioni. Il secondo è una sorta di originale graphic novel che, pur documentando con cura scientifica l’importanza  dell’impollinazione per il ciclo alimentare (e quindi il ruolo fondamentale di insetti come api, farfalle, calabroni), non rinuncia alla poesia delle immagini.

Gribaudo

  • Gabriella Greison – greisonanatomy.com (ill. Luca Bertelli), GUT! Fisica quantistica per ragazzi, € 17,90 +12
  • Il milione di Marco Polo, raccontato Lorenza Cingoli e Martina Forti(ill.  Silvia Forzani), € 18,90 + 10

Due  grandi volumi “robusti” anche nella sostanza: GUT! grazie anche alla chiarezza dell’impostazione grafica riesce a raccontare esemplarmente una materia difficile mentre Il milione  può vantare un apparato figurativo molto semplice e coloratissimo, capace di dar corpo alla già efficace narrazione di Cingoli e Forti.

il castoro + 11

  • Timothée de Fombelle (ill. Benjamin Chaud, trad. Federica Angelini), 101 posizioni per leggere appassionatamente, € 18,00 + 11
  • Nick Sharratt – Pippa Goodhart (trad. Alessandro Zontini), L’inventa storie. Scegli tu e vivi mille avventure diverse, € 16,00 + 9

Due libri diversi nella struttura ma egualmente impegnati sul piano dell’educazione alla lettura: il lettore non si aspetti trattati o noiosità pedagogiche perché 101 posizioni per leggere appassionatamente è un libro divertente, illustrato con figure sostanzialmente infantili e adolescenziali cariche di ironia… un “kamasutra della lettura” che metterei insieme ai Nove modi per insegnare ai bambini a odiare la lettura di Rodari e ai 10 diritti del lettore di Pennac. Il titolo dell’altro testo (un grande albo) potrebbe far pensare a qualcosa di noioso e manualistico ma per fortuna non è così e le coloratissime figure che offrono luoghi e personaggi per tante possibili storie sono divertenti e ammiccanti a un  lettore che può trasformarsi in narratore.

Lapis

  • Chiara Valentina Segré e Marco Annoni (ill. Giovanni Gastaldi), Tutto il bene che puoi fare, € 12,90 + 12
  • Paolo Marabotto, Michelangelo, la lunga attesa del gigante, € 16,00 + 14

Sicuramente nel tranquillo fluire delle tredici storie di Tutto il bene che puoi fare troviamo elementi di riflessione perché il racconto dell’impegno verso gli altri di personaggi magari poco noti non può lasciare indifferenti i lettori. La mia attenzione, però, si è concentrata su  Michelangelo vero esempio di come si dovrebbe unire la didattica dell’arte con una parte operativa accessibile a tutti: Paolo Marabotto non costruisce solo un racconto esemplare per chiarezza e profondità su sette capolavori di Michelangelo ma offre un’attività laboratoriale di rara intelligenza ed efficacia. Un libro – spero – destinato a durare e a servire.

***Editori
Officina Babùk. I libri in simboli

  • Claude Boujon, La sedia blu, € 12,50
  • Sylviane Donnio – Dorotheé de Monfreid, Mangerei volentieri un bambino, € 12,50
  • Émile Jadoul (trad. Federica Rocca), Papà-isola, € 12,50

Quando un nuovo editore si affaccia alla produzione per l’infanzia la riflessione più comune riguarda il fatto che il mercato dei libri per bambini e ragazzi sia quello più ricettivo ed economicamente vantaggioso… considerazioni vere solo in parte perché la specificità dei libri per l’infanzia richiede competenza e non improvvisazione, progettualità e non routine ed è proprio sui valori di competenza e progettualità di due case editrici specializzate in testi per l’infanzia, Babalibri e uovonero, che è nata  Officina Babùk il cui catalogo sarà interamente dedicato agli albi illustrati in simboli, secondo le tecniche della comunicazione aumentativa alternativa (CAA): in pratica il testo che mantiene il formato originale viene arricchito dei simboli WLS (Widgit Literacy Symbols) utilizzati in molti paesi per facilitare la comprensione del testo specialmente da parte di chi fra i giovani lettori ha difficoltà di lettura. I testi usciti finora vengono dal bel catalogo di Babalibri e rientrano in quel filone di attenzione all’editoria specializzata francese (nello specifico la storica “l’école des loisirs” creata nel 1965) che è uno dei tanti elementi positivi della casa editrice milanese: La sedia blu è albo del 1996 ha quindi più di un quarto di secolo ma mantiene intatta nel racconto  quella ingenua semplicità che rende importante e magico il gioco infantile; sorridente la storia del coccodrillino un po’ viziato che rifiuta i manicaretti dei genitori e vorrebbe mangiare “volentieri un bambino”; la delicatezza della paternità emerge, infine, da Papà-isola. Ovviamente – come si è detto – l’aver aggiunto i simboli della Comunicazione Aumentativa Alternativa non solo non ha alterato la freschezza degli albi ma ne ha anzi allargato la possibile fruizione: un’operazione di democrazia.

Sabir

  • Serena Guardone – Irene Menchini, Kiss, € 15,00
  • Alfredo Paniconi – Davide Bisi-Imbrattacarta, Non c’è spazio!, € 15,00
  • Mariagrazia Fiore – Serena Balbo, Bibù ha perso un occhio, € 15,00
  • Valentina Maselli – Marianna Balducci, Il re saggio, € 16,00
  • Federica Ortolan – Marco Leoni, Il filiambulante, € 16,00
  • Federica Ortolan – Deianira D’Antoni, La finestra itinerante, € 17,00
  • Przemek Wechterowicz (ill. Bartosz Minkiewicz, trad. Giorgio Arcari), Un cane di nome Cane, € 15,00

Credo di non essermi mai troppo occupato della produzione di questa casa editrice già curiosa e interessante nel nome (“Sabir – scrivono – significa sapere in una lingua che è molte lingue”) e nelle scelte editoriali: gli albi che ho qui sulla scrivania  giocano sapientemente su quelle differenze di temi e contenuti che sono la vera risposta all’omologazione e faccio qualche esempio:  in  Kiss l’originale storia di un bacio (in questa mia puntata ho parlato anche di quello di Guia Risari) e del suo accidentato viaggio dalla stanza di un bambino cui la mamma l’ha mandato al suo ritrovamento da parte dello stesso bambino diventato adulto viene illustrata dalla giovane (credo esordiente) Irene Menchini bravissima nel trovare soluzioni grafiche e figurative; la storia divertente di un drago che vorrebbe stare in pace durante il letargo e invece viene “invaso” da ospiti indesiderati è illustrata con ironica vivacità da Davide Bisi che ha al suo attivo pochi lavori per l’infanzia; anche Serena Balbo più nota come decoratrice, ceramista, pittrice non ha all’attivo (almeno mi pare) albi per l’infanzia  ma  questo non è certo un limite visto che la storia dell’orso Bibù che cerca l’occhio perduto è illustrata con divertita sapienza e le pagine colorate scorrono via veloci. Molto rodariana la storia di Il re saggio la cui sapienza diminuisce col crescere del corpo e il cambiamento d’età: una valorizzazione del potere delle storie fatta senza pedanteria ed è significativo il fatto che le illustrazioni (“figurine” umane geometriche e divertenti ben collocate negli spazi) siano della bravissima Marianna Balducci che a Rodari ha dedicato un bellissimo albo da lei scritto e illustrato (L’ammiraglio si è preso il cielo, Edizioni Clichy, 2022). All’interno di storie che hanno il sapore antico della fiaba e quello moderno dell’inquietudine colloco i magnifici due albi di Federica Ortolan, Il filiambulante e La finestra itinerante che prima che ai temi sembrano affidarsi alla magia delle parole e al loro potere evocativo: le due storie hanno in comune personaggi da spettacolo circense (funamboli, equilibristi) costretti a vivere una vita da nomadi e forse per questo propensi – nella sapiente finzione narrativa – a guardarsi intorno e a riflettere; c’è molta “filosofia” nei due racconti e a me ha particolarmente colpito in  La finestra itinerante l’idea di immaginare vite dietro le finestre quasi che le ragioni profonde di tante esistenze diverse si potessero cogliere solo rendendosi disponibili alla fantasia; aggiungo che i due albi derivano il loro potere di suggestione anche grazie a raffinate illustrazioni.  Non mi è dispiaciuto, infine, neppure l’unico albo di autori stranieri, allegro e intelligente grazie al gioco dei nomi e delle identità (“il cane di nome Gatto, il gatto di nome Cane…”).

***Fantasy e altre magie + 12

El

  • Amelia Mellor (trad. Federica Merati), Libri magici e altre meraviglie, €14,50
  • Pari Thomson (ill. Elisa Paganelli, trad. Lucia Feoli), Greenwild il mondo oltre la porta, € 15,90

 Gribaudo fantasy

  • Nicola Lucchi, Daniel Ghost e il segreto delle miniere, € 13,90
  • Chuck Wendig (trad. Gioia Sartori), Dust & Grim – le porte di Falenia, € 16,90
  • Eva Hierteis, I cavalli della tempesta. Una storia di amicizia, di vento e magia, € 14,90

 il castoro

  • Andy Sagar (trad. Maria Laura Capobianco), Magie all’ora del tè, € 16,50

Come ho scritto in altre occasioni il fantasy non rientra fra i generi che preferisco quindi mi limito a segnalare come gli editori si muovano sul versante straniero alla ricerca di testi che possano interessare per originalità il numeroso pubblico (giovanile e non) degli appassionati. Qui  abbiamo un’autrice australiana (Mellor) che con Libri magici e altre meraviglie ci dà il prodotto forse meno convenzionale fra quelli proposti; un americano, due inglesi e un solo italiano (Lucchi) il cui romanzo ambientato in Val Camonica nasce all’interno delle leggende camune e ha il pregio di non essere torrenziale ma misurato sia nel numero di pagine che nella costruzione narrativa.

***Fumetti e graphic novel
Caissa Italia

  • Ksenija Novochatko (testo) – Evgenija Rojzman, Ol’gaechova, Polja Plavinskaja (ill.) – Tatiana Pepe (trad.), Andrej Sacharov, l’uomo che non aveva paura, € 23,00 + 13

Dovendo inserire in una parte del sito questo testo di grande formato avrei avuto altre due scelte: visto il formato collocarlo fra gli Albi o, trattandosi di una biografia, inserirlo in Divulgazione, invece rispetto l’indicazione dell’editore e definisco Graphic novel questo articolatissimo percorso nella storia del fisico sovietico Andrej Sacharov (1921-1989) che, dopo aver contribuito alla preparazione della bomba all’idrogeno, divenne attivista dei diritti civili in Unione Sovietica, subì persecuzioni e isolamento al punto di non poter ritirare nel 1975 il Premio Nobel per la Pace (fu tardivamente “riabilitato” da Gorbaciov). Il testo costruito su memorie, interviste, lettere e articoli di Sacharov è  ricco e articolato ed è, oggi più che mai, un invito a non dimenticare che la libertà si conquista giorno per giorno.

il castoro

  • Susanna Mattiangeli – Rita Petruccioli, Case rosse, € 14,50 + 9
  • Joana Estrela (trad. Serena Tardioli), Pardalita, storia di un incontro, € 16,50 + 14
  • Varian Johnson – Shannon Wright (trad. Laura Tenorini), Gemelle, € 16,00 + 11
  • Andrea Canobbio – Pierdomenico Baccalario – Susanna Mariani, Stop!, € 15,00 + 11

Sabir – i Portolani 

  • Roberta Finotti, Non è uno strumento per femmine, € 15,00 + 14

Sabir – contaminazioni

  • Pier Giuseppe Giunta, Esploratori di metallo, € 15,00 + 11
  • Daniela Ballone, Odditorium storie di vite straordinarie, € 15,00 + 15

Non voglio fingermi appassionato di un genere, quello del graphic novel, che, al più, può stupirmi per originalità ed efficacia della storia: non entrerò, pertanto, nello specifico di tutti i testi e segnalerò solo quelli che mi hanno colpito a partire da Case rosse dove Susanna Mattiangeli sa entrare nella psicologia dei suoi personaggi e trasmette, senza retorica, valori importanti. Di Pardalita un po’ resto interdetto dal bianco e nero “calcato” delle illustrazioni ma mi convince la finezza con cui viene raccontata la storia dello sbocciare del primo amore fra due ragazze. Molto interessante anche dal punto di vista figurativo (il limite di molte figure del graphic novel è la staticità e qui non c’è) la storia di Lys ragazza cresciuta con la passione della batteria che dovrà superare molti ostacoli prima di salire su un palcoscenico. Ben impostata, poi, anche dal punto di vista della leggerezza narrativa la storia delle sette più note sonde spaziali; spiazzante, infine, Odditorium, galleria di quei freak che furono spesso utilizzati nei baracconi come attrazione: al di là del tema “conturbante” mi pare che l’impostazione del testo (figure, impaginazione, caratteri) sia ridondante e compiaciuta per la probabile “sorpresa” dei lettori.

***Poesia
Storiedichi edizioni

  • Gerardo Attanasio – Bianca De Magistris, Filastrocche selvatiche, € 14,90

Occorre una buona dose di ottimismo e felice senso della natura per non scadere nel didascalico raccontando ai più piccoli il mondo della campagna spesso lontanissimo da loro. Attanasio e De Magistris, forse perché la loro vita comune è in una vecchia casa colonica nel Chianti, riescono benissimo nell’impresa: De Magistris “immerge” gli animali in spazi colorati mai ridondanti e invece sempre rispondenti alla molteplicità dei colori della campagna nelle diverse stagioni. Attanasio non teme la semplicità della rima baciata e per questo le sue sestine senza pretesa di diventare poesia aiutano, divertendo, a godere delle immagini.

Telos  + 14

  • Teresa Porcella – Andrea Calisi, Per un verso o per l’altro, € 17,00

Teresa Porcella ha una lunga storia di progetti capaci di unire la dimensione editoriale a quella operativa, la “fissità” di scrittura e immagine al dinamismo dell’oralità. Anche nel caso del centenario della nascita di Italo Calvino, Porcella propone qualcosa di originale e, insieme ad un laboratorio sulla scrittura poetica, presenta un volume piuttosto interessante: 12 sue poesie raccontano 12 opere di Calvino e il ritmo dei versi viene interpretato benissimo dalle illustrazioni di Calisi. Operazione azzardata? Forse sì perché “raccontare” Calvino è sicuramente difficile, ma opera coraggiosa perché mette al centro la parola poetica e ci dice quanto questa possa diventare anche veicolo di interpretazione letteraria.

*** Serialità

Giunti + 8

  • Sara Marconi – Beniamino Sidoti (ill. Fabrizio Di Baldo), La folle famiglia F. missione drone, € 12,00

Una famiglia un po’ stramba con uno dei componenti  sempre alla ricerca delle cose perdute, una misteriosa sparizione… Il giovane lettore probabilmente si divertirà, a me – poco appassionato di  “programmazioni” seriali – il tutto (a partire dalle illustrazioni) non ha convinto molto.

il castoro + 9

  • Brian Freschi – Elena Triolo, I misteri di Lady Bertha. I cappellini fatti a pezzi, € 14,00

Primo volume di una serie: il personaggio (una giovane aristocratica  investigatrice  nella Londra di fine Ottocento), i “casi” da risolvere un po’ strampalati e divertenti, le illustrazioni fumettistiche garantiranno probabilmente il successo ma nel complesso – come nel caso precedente – l’operazione (testo e promozione) non mi pare significativa.

TEMI

*** Attilio 100

Lapis

  • Attilio, Pinocchio, € 24,00
  • Attilio, Una giornata per immagini: il mare – la campagna – la montagna – la città (cofanetto), € 18,50

L’editore Lapis ci ha restituito negli ultimi anni le semplici, limpide e avvincenti figure dell’ultracentenario Attilio Cassinelli (1923), autentico narratore che affida alle immagini un messaggio di attenzione e rispetto per il mondo animale e vegetale che ci circonda. Il suo Pinocchio colpisce per la semplicità delle rime ma soprattutto per il sorriso che anima sempre le figure. Il cofanetto di Una giornata per immagini è un piccolo capolavoro che educatori attenti alla crescita armoniosa dei piccoli dovrebbero avere sempre a disposizione.

 *** Natale

El – grandissimi

  • Giuditta Campello (ill. Arianna Ciccò), Natale nel bosco, € 13,90

Feltrinelli kids – i bruchi – primi lettori

  • Michela Nodari – Cecilia Fallongo, Un Natale da elfo, € 7,90

Lapis

  • Silvia Vecchini – Lucia de Marco, 24 passi a Natale, € 17,00

Gribaudo

  • Alex Smith, Il Grumpus e il suo perfido, tremendo piano di Natale, € 16,90

Natale per tutti i gusti e le età: dall’albo in rima Natale nel bosco da leggere con i più piccoli guardando le belle illustrazioni a  Un Natale da elfo delizioso raccontino per primi lettori. Per i più grandi   24 passi a Natale dove Vecchini nella forma tradizionale del “c’era una volta” ci racconta fiabe: l’ambientazione è quella tradizionale del bosco, della montagna, di un villaggio ma il clima è quello di una moderna spiritualità fatta di valori profondi, che dovrebbero essere comuni all’umanità (amicizia, gentilezza, condivisione, accettazione degli altri…); un libro straordinario che mi auguro duri ben oltre il Natale.  Con Il Grumpus e il suo perfido, tremendo piano di Natale siamo all’interno di una divertente e simpaticamente illustrata avventura di un personaggio straordinario che piacerà a lettori dai 10 anni, appassionati di storie magiche, misteriose, paradossali.

*** Rodariana
Einaudi Ragazzi

  • Gianni Rodari (ill. Elena Beretta, a cura di Arianna e David Tolin), Viaggio in Italia, € 13,90
  • Gianni Rodari – i classici (ill. Emanuele Luzzati, quarta di copertina di Pino Boero), Fiabe lunghe un sorriso, € 14,50

Emme

  • Gianni Rodari (ill. Andrea Antinori), A dormire, a svegliarsi, € 12,00
  • Gianni Rodari (ill. Beatrice Alemagna), Uno e sette, € 14,90

Oltre alla ristampa di Viaggio in Italia, scelta di filastrocche  e testi rodariani dedicati alle nostre città, continua la tradizione dei grandi albi che illustrano una sola fiaba: ovviamente il successo dell’iniziativa dipende anche dalla bravura degli illustratori che nel caso dei due albi non è in discussione perché i nomi di Antinori e Alemagna sono garanzia di una qualità capace di valorizzare al meglio la creatività rodariana. Su Fiabe lunghe un sorriso ho poco da dire se non comunicare il piacere di ritrovare ben ristampata la “vecchia” edizione del 1987 con le illustrazioni di Emanuele Luzzati: Einaudi Ragazzi sa dare intelligentemente nuova vita ai testi di Rodari senza perdere però di vista la loro, spesso egregia, storia editoriale.

*** Libri ricevuti

Einaudi Ragazzi + 11

  • Carola Benedetto – Luciana Ciliento, I ragazzi del fridays for future, € 12,00
  • Otto Gabos, Forza, Romeo!, € 13,90

Feltrinelli + 10

  • Giuseppe Morici (prefazione Oscar Farinetti), Non solo soldi! Parole e storie per capire l’economia, € 18,00

Giunti + 9

  • Angela Nanetti, Igor e la medusa, € 10,00
  • Cristò (ill. Susy Zanella), L’estate in cui sparirono i cani, € 12,00

Giunti + 11

  • Chiara Cacco, La casa delle bambole di legno, € 9,90

Giunti i cactus + 12

  • Valentina Sagnibene, Team Zero2, € 10,00

Giunti + 12

  • Luca Giachi, Alba, Senza disturbare nessuno, € 14,00

Giunti Waves + 13

  • Marie-Aude Murail (trad. Federica Angelini), Zombi Saveur & figlio 4, € 14,00

Il  battello a vapore

  • Angelo Mozzillo, il piccolo Gatsby, € 16,00

il castoro + 5

  • Briony Ma Smith (trad. Loredana Baldinucci), Una sirena per amica, € 15,50

il castoro + 13

  • Carlotta Cubeddu – Caterina Guagni, Le notti chiare, € 15,50
  • Francesco Gungui, Alieni., € 14,50

Le rane interlinea +10

  • Tom Watson (trad. Marina Vaggi), Il diario di Stick Dog: Stick Dog dolcetto o scherzetto?, € 12,00

Estate 2023 – Libri ricevuti – prima e seconda puntata

Arrivo sempre con grande ritardo a dar conto delle novità editoriali: è dalla Fiera di Bologna che praticamente non mi occupo più del sito né delle decine di volumi che nel frattempo mi sono arrivati; lo faccio ora a luglio sempre convinto che un buon libro possa durare più dei quindici giorni di esposizione in vetrina: in ogni caso questa è solo la prima “puntata” di “libri ricevuti” e riguarda gli Albi  dove ho mantenuto la distinzione fra questa sezione dove l’attenzione alla qualità artistica del prodotto mi sembra superare i confini dell’età di fruizione e guardare con più attenzione alla ricerca figurativa e  l’altra, Albi, cartonati, testi per i più piccoli, che lega il prodotto (sempre di buon livello) a un’idea di consumo vincolato all’età.

***Albi

antiga edizioni
Alfredo Stoppa (ill. Alessandra Cimatoribus), Tango, € 20,00
Ho ben presente il fatto che ogni testo di Alfredo Stoppa, dal più breve al più lungo, costituisca una specie di lirico flusso di coscienza e prenda, nell’emersione dal profondo, un ritmo che è, ad un tempo, ritmo del cuore e dell’intelligenza: poco importa raccontare la trama dicendo che protagonista è una donna che abita sola perché in realtà i protagonisti sono molti e diversi: una città, una casa, una musica, i fiori… Alessandra Cimatoribus interpreta con leggerezza tutto questo e dimostra ancora una volta quanto la bravura di un’artista possa fare per contribuire alla riuscita di una storia.

cameloZampa
Martina Tonello, L’invasione dei criceti, € 16,90
Joaquin Camp, Il tuffo, € 16,90
Jacques & Lise (trad. Olga Amagliani), Viktor, € 20,00
Sara Stefanini, Piccolo manuale di navigazione, € 18,00
Tana Hoban, Look book, € 22,00
Crockett Johnson (trad. Sara Saorin), Un quadro per la stanza di Harold, € 15,90
Che dire delle proposte di CameloZampa che occupano sempre uno spazio speciale nella mia libreria? Non voglio perdermi nei consueti apprezzamenti che periodicamente dedico alla casa editrice e quindi andrò alla sostanza di una ricerca editoriale che mescola sapientemente “ripescaggi”  e coraggiose novità come i primi quattro albi, diversi nel contenuto (dalla più leggera e divertente “invasione dei criceti” al più amaramente ironico Viktor, passando per l’infantile e sorridente “tuffo” e il più riflessivo Piccolo manuale di navigazione) ma uniti da un’attenzione costante all’originalità figurativa con illustrazioni che stemperano nella vivacità dei colori anche i momenti di “pensiero”. Per quanto riguarda i “ripescaggi” stupendo quello dell’albo fotografico Look book  (1997) di Tana Hoban educativo e divertente al tempo stesso: piccoli fori su pagine nere invitano il “lettore” a concentrare lo sguardo su un particolare misterioso che, girate le pagine, si rivela in tutta la sua normalità: verdure, fiori, animali in foto forse tradizionali ma sicuramente sorprendenti proprio per il modo in cui si sono rivelate; ha ben ragione Mara Pace a scrivere su “Andersen” che “il foro nella carta […] agita la curiosità e al tempo stesso impone allo sguardo di fermarsi” e ci aiuta a cambiare “il nostro modo di posare gli occhi sul mondo”. E ovviamente non posso che essere compiaciuto (in altre “puntate” ne ho parlato ampiamente) dall’uscita del sesto albo delle avventure di Harold che datano anni Sessanta ma mantengono intatte freschezza, leggerezza e genuina tenerezza infantile.

CARTHUSIA
Ale Puro, Il ninja innamorato, € 20,90
Federica Ortolani, Elena Ceccato, Per tutte le piogge!, € 17,90
Il primo è un grande albo, tenerissimo nella trama (il piccolo ninja protagonista cerca di catturare lo spicchio di luna di cui è innamorato), felicissimo nelle tavole, vincitore della decima edizione del “Silent Book Contest – Gianni De Conno Award 2023”. Il secondo è un albo, rodariano nell’idea iniziale (le piogge straordinarie di Rodari, dai confetti ai cappelli, sono famose), simpatico nella trama ed efficace nelle figure.

Edizionicorsare
Fabrizio Silei – Serena Viola, La Principessa Lucciola, € 19,00
Un’estate sta per finire e una bambina che ha perso la mamma, ha il papà sempre in viaggio e vive in campagna con la nonna, corre nel bosco a salutare gli animali che  le hanno tenuto compagnia; come in ogni fiaba che si rispetti la bambini capisce e parla il linguaggio degli animali ma al fondo di questo suo magico potere c’è una domanda profonda che nello specifico riguarda  il possibile ritorno degli animali la stagione successiva ma in generale tocca il tema del fluire della vita: nulla sarà come prima perché stagioni e vita hanno regole che talvolta sembrano ingiuste… Non proseguo oltre nel racconto né anticipo la conclusione di Silei che è racchiusa in una sola parola, dico solo che siamo davanti a un “racconto filosofico” di altissimo livello retto  da una robusta vocazione narrativa che transita dalle molteplici voci alle tante, intrecciate, identità diverse. Le illustrazioni di Serena Viola non si sovrappongono al racconto ma lo accompagnano con tenuità e leggerezza quasi costruendo una storia parallela altrettanto ricca di suggestioni.

Lapis – i Lapislazzuli
Guia Risari – Alice Coppini, Lupo di farina, € 14,50
Gek Tessaro, Remigio, € 15,00
L’autentico scrittore riesce sempre a trovare trame originali, capaci di spostare l’attenzione del lettore dall’ovvietà ad esiti imprevedibili: così è per il simpatico “lupo di farina” di Guia Risari che non riesce ad essere “lupo” come vorrebbe la “tradizione di famiglia” ed invece riempie “la foresta di dolcezza” e “converte” gli altri animali all’amicizia. Rodari diceva di non pensare prima alla “morale” dei racconti perché questa – se c’è – vien fuori da sola dal contesto narrativo… Guia Risari nei suoi ormai numerosi lavori ha ben presente questa lezione… anzi non l’ha presente perché il suo essere scrittrice autentica l’ha sempre preservata dalle lezioncine moralistiche che sembrano essere il fine ultimo di tanti altri suoi colleghi. Anche Gek Tessaro non cade mai in morali semplificate e i suoi lavori, con le rime magari molto “parlate” e teatrali, accompagnate da un segno altrettanto fantasioso, ci portano sempre lontano a far apprezzare – come nel caso di questo strano personaggio di Remigio – il valore della diversità… “Io non sono brutto/Io sono diverso”…

orecchio acerbo
Spider, It’s OK to cry. Piangere va bene, € 17,50
Marianne Dubuc (trad. Paolo Cesari), Nina e Milo. Una giornata di pesca, € 14,50
Emma Virke – Joanna Hellgren, Mia mamma è più veloce della tua!, € 16,00
Inga Moore, Il talento di Mr. Alce, € 18,00
Sara Lundberg (trad. Maria Valeria D’Avino), Un giorno sbadato, € 17,50
Roberto Piumini – Irene Volpiano, TOPO TIPO & TOPO TAPO, € 17,00
Ji Hyeon Lee, L’ultima isola, € 16,90
Victor Hugo – Olivier Desvaux (trad. Paolo Cesari), Cosetta, € 18,50
Cinzia Ghigliano, Lui Mike Disfarmer, € 16,00
È sempre difficile affrontare in un’unica tornata gli albi prodotti dalla casa editrice romana: ognuno di loro meriterebbe per qualità uno spazio particolare ma qui – nel mio sito – l’essenzialità è d’obbligo quindi per dar conto del gradimento proverò a salire una scala immaginaria partendo dal gradino più facile, It’s OK to cry. Piangere va bene è un grande albo irridente e provocatorio nella conclusione ma francamente lo stile grafico così “gridato” non rientra nella mia scala valoriale.  Nina e Milo, albo leggero e “croccante” come i biscotti della nonna che concludono l’avventura dei due simpatici protagonisti. La sfida di due bambine, che in  Mia mamma è più veloce della tua! giocano a quale mamma arriverà per prima a prenderle a scuola, è un viaggio nell’immaginario infantile che si… allunga come le pagine doppie e ripiegate dell’albo sicuramente suggestivo (le “figure” non mi convincono del tutto). Il grande albo Il talento di Mr. Alce esalta il potere della narrazione attraverso la simpatia dei tanti animali che si radunano per sentire i racconti del Signor Alce, straordinario bibliotecario deambulante. Ho apprezzato poi per originalità Un giorno sbadato soprattutto perché la tenera storia di mamma e figlio non si chiude con il loro tranquillo riposo notturno ma continua con un registro grafico quasi fumettistico a raccontarci un’altra storia, quella dell’oggetto, un piccolo diadema giocattolo, che i due protagonisti avevano dimenticato sull’autobus.   Con gli altri albi saliamo ad un livello superiore: l’essenziale riscrittura di Roberto Piumini della esopiana Il topo di campagna e il topo di città non sarebbe così efficace se non fosse accompagnata dalle grandi illustrazioni in bianco e nero di Irene Volpiano: punti di vista diversi, dilatazione e cura dei particolari…una conferma di bravura per la giovane illustratrice di cui avevo già apprezzato l’albo d’esordio Mio zio Guido fa il muratore. Anche il silent L’ultima isola della coreana Ji Hyeon Lee è un piccolo capolavoro di impegno (le mutazioni del clima, le migrazioni) e delicatezza perché la tenuità dei colori riesce ad evidenziare ancor meglio delle tinte forti l’idea di cambiamento e trasformazione. In cima alla mia metaforica scala stanno i due ultimi albi: in Cosetta sono riuniti con la bella traduzione di Paolo Cesari i principali capitoli di I Miserabili che raccontano l’infanzia del personaggio; ovviamente a colpire  sono le immagini a tutta pagina del grande albo perché Olivier Desvaux, “impressionista contemporaneo”, è uno straordinario pittore capace sia di ricreare le atmosfere di un interno e renderle specchio di sofferenze e inquietudini sia di cogliere le figure umane nella loro intimità psicologica: un grande albo d’artista! Sempre di altissimo livello artistico è Lui Mike Disfarmer di Cinzia Ghigliano che come illustratrice-autrice non ha bisogno di presentazioni e io stesso su questo sito mi trovo in imbarazzo a trovare aggettivi che definiscano la serietà, l’intelligenza e la creatività che l’hanno portata nel corso della vita a muoversi fra fumetto, pittura, illustrazione, scrittura; su Cinzia non aggiungo altro se non che l’albo odierno conferma il suo amore per la fotografia e per chi l’ha praticata con spirito generoso e pionieristico, dall’albo (sempre di Orecchio acerbo) dedicato alla vita dell’americana Vivian Maier (1926 – 2009), bambinaia per necessità (soprattutto a Chicago) e straordinaria fotografa di strada per passione, all’odierno costruito intorno all’originale figura di Mike Disfarmer (1884-1959) fotografo ritrattista della parte rurale e più profonda degli Stati Uniti: Cinzia racconta con parole essenziali la vita solitaria del personaggio ma soprattutto, attraverso tratti fisionomici e colori mai eccessivi (tante sfumature di grigi), ci restituisce l’essenza di un’esperienza fotografica unica capace di scavare nella fissità degli sguardi, nell’intreccio delle mani, nelle stesse identiche posture delle foto d’occasione: la scheda editoriale allegata all’albo di solito sempre precisissima non ci comunica neppure le date di Mike Disfarmer né queste – mi pare – siano presenti nel testo… forse è meglio così perché la mancanza di riferimenti biobibliografici ci consente di godere a pieno del racconto di Cinzia che come ogni opera d’arte non conosce barriere temporali.

uovonero
Thibaut Rassat (trad. ante Bandirali), L’architetto e l’albero, € 16,00
Geniale e controcorrente la figura dell’architetto protagonista di questo originalissimo albo: per salvare un albero che, senza sradicarsi, si è parzialmente rovesciato su un suo palazzo in costruzione, l’architetto riprogetta l’edificio con occhi nuovi, ne nasce una casa strana e contorta che segue e accompagna la vita dell’albero… c’è leggerezza nel pensiero e nei disegni che scandiscono la storia… un buon esempio di come contenuti seri (il rispetto della natura e non il suo asservimento all’urbanizzazione) possano essere veicolati a un giovane lettore.

*** Tre albi per parlare di nascita e relazione madre-figlio
De Agostini
Alberto Pellai – Ilaria Zanellato, Io gomitolo, tu filo, € 14,90
il castoro
Alexis Deacon – Viviane Schwarz, Ergo, € 15,00
Lapis – i Lapislazzuli
Esperanza Ortega – Ana Suárez (adattamento Silvia Vecchioni), Nove mesi, € 14,90
Il primo è un albo delicato nella trama e nell’illustrazione: il metaforico Gomitolo-Madre e Filo-Figlio viene sviluppato come efficace racconto dal noto psicoterapeuta infantile Alberto Pellai.  Gli altri due sono albi “filosofici” cioè capaci di dare risposte ai più piccoli su grandi temi come quello della nascita e della creduta “unicità”…  Non banali le illustrazioni.

***Albi, cartonati, testi per i più piccoli
caissa Italia
Mira Lobe (trad. Elena Montemaggi) – Susi Weigel, Il piccolo io sono io, € 16,50
Nick Bland (trad. Elena Montemaggi), Orso che musica!, € 15,90
Sandra Siemens – Amanda Mijangos (trad. Yuri Garrett), Mio papà dipinge parole, € 16,50
Giuseppe Adduci – Paola Mastalli, Il mondo in un chicco, € 11,90
Esemplare la discrezione con cui alcuni editori propongono al pubblico e alla critica i loro prodotti: non dichiarazioni di “poetica”, ostentazioni di modernità, non azzardate sperimentazioni ma solo una tranquilla routine di testi di buona qualità che certo possono stare alla pari con altri più legati all’innovazione. La “discrezione” di Caissa Italia è fatta nel nostro caso di albi di buona qualità e di sicura “presa” sul bambino: si va dal recupero del sorridente Il piccolo io sono io (1972) di Mira Lobe al simpaticissimo orso musicista di Orso che musica!, al più impegnato  Mio papà dipinge parole che racconta l’infanzia di un bimbo azteco (nei suoi incubi c’è l’arrivo  in nave di guerrieri “color della luna”) destinato ad imparare il mestiere paterno di scriba (tlacuilo), cioè di “pittore di parole”: all’albo forse manca una noticina esplicativa in più ma ne ho apprezzato la costruzione e lo stile figurativo.
Anche Il mondo in un chicco, usando una versificazione non precisissima ma capace di dare ritmo alla narrazione, è albo fine e riuscito e le immagini a tutta pagina incuriosiscono, stupiscono e coinvolgono in una storia semplice di curiosità, scoperte, crescita e amore.

Emme Edizioni
Antoine Dole – Bruno Salamone (trad. Costanza Piccoli), Il mostro dell’armadio esiste e posso dimostrarvelo!, € 13,90
Catherine Rayner (trad. Giuditta Campello), Molly, Oliva & Dexter, € 14,90
Simona Ciraolo, Buon viaggio, Mino, € 14,90
Tre albi di buona fattura: il primo scanzonato e divertente anche nella costruzione figurativa, il secondo più tradizionale nelle immagini, il terzo (a mio parere il meglio riuscito) delicatissimo nei sentimenti e nella leggerezza delle illustrazioni.

Giralangolo
Sean Taylor – Emily Hughes, Orsi coraggiosi, € 13,50
Una bella giornata di esplorazioni e scoperte trascorsa  da papà Orso e dal suo piccolo; un albo semplice e delicato.

HarperCollins
Corey R. Tabor (trad. Alessandra Roccato), Il volo, € 15,00
Un piccolo martin pescatore deve imparare a volare e a catturare i pesci… l’albo è interessante soprattutto dal punto di vista della costruzione perché si apre come un calendario e nell’orientamento segue discesa e risalita dell’uccellino.

il castoro
Davina Bell – Jenny Løvlie, Rombo di motori: amo! Trattori, € 14,00
Immagini semplici e colorate per raccontare felicemente la passione per i trattori del piccolo protagonista.

Lapis
Aurora Cacciapuoti, Piovono caccole, € 14,00
Chloé Alméras, Caterina, € 12,50
Albi simpatici nelle figure e ovviamente nelle semplici trame…nel primo una “pioggia” un po’ particolare farà sicuramente ridere di più…

MIMebù
Elisa Vincenzi (ill. Michele Bosco), Yoga che emozione!, € 14,90
MIMebù / primi passi
Valentina Zinzula – Andrea Alemanno, L’officina delle nuove opportunità, € 14,00
Caterina Pavan – Giulia Cregut, Una spinta per volare, € 14,50
Mi pare che questi albi siano caratterizzati da due elementi comuni: illustrazioni semplici, senza pretese d’arte ma di facile “lettura” per i più piccoli; contenuti mai fine a se stessi ma attenti a trasmettere senza forzature valori come l’amicizia e la condivisione.

2a puntata
Dopo la 1 a puntata dedicata agli Albi proseguo senza concludere (quindi aspettatevi una terza puntata con i libri che sono rimasti fuori perché non sono riuscito a leggerli) la rassegna estiva delle novità degli ultimi mesi: questa volta, pur dando conto di tutti gli arrivi, ho fatto una scelta più precisa degli albi e dei testi cui dedicare qualche spazio e qui – come più volte dichiarato – mi sono riservato la possibilità di sbagliare inserendo nella parte finale (“Libri ricevuti”) testi di autori giudicati importanti ma – a parer mio – troppo legati alle “catene di montaggio” di quelle agenzie che, magari, “vendono” temi agli editori e “costruiscono” opere con autori disponibili a rinunciare a un po’ delle loro idee e della loro libertà. Si badi: non faccio un discorso moralistico, sono ben consapevole, infatti, che è dalla nascita ottocentesca  dell’industria editoriale che gli autori devono confrontarsi non con mecenati ma con imprenditori della carta stampata, tuttavia i meccanismi odierni di “intermediari” tuttofare sono un fenomeno nuovo che posso solo addebitare alla “convenienza” di editori che preferiscono affidare ad altri scelte e lettura dei testi… insomma sarò vittima di pregiudizi ma quando  avverto nelle trame e degli stili qualcosa di “prefabbricato” scelgo, grazie a “Libri ricevuti”, la “comodità” della sospensione del giudizio… E veniamo alle novità che hanno caratterizzato questi ultimi mesi segnalando, fra l’altro, che la pandemia ha certo ritardato la produzione ma non ha danneggiato la qualità dei prodotti che in generale resta alta. Nella parte terminale dedicata a temi svariati ho inserito la voce Editori e ogni volta la dedicherò un po’ di spazio a qualche iniziativa editoriale che mi ha particolarmente colpito.

 *** Da 5 a 6 anni

 albero delle matite
Claudia Souza – Caterina Betti, le vacanze del BABAU, € 17,00
Claudia Souza – Caterina Betti, il compleanno del BABAU, € 17,00

Avrei potuto inserire tranquillamento questi due testi nella categoria “Albi” ma preferisco  segnalarli all’interno della fascia 5-6 anni perché le brevi avventure in stampatello dei simpatici Babau mi sembrano adatte a divertire e a trasmettere il gusto del racconto agli “apprendisti lettori”.

il castoro
Suzanne Lang – Max Lang (trad. Giusy Scarfone), Gastone musone. Pronti, partenza… banana!, € 11,00
Suzanne Lang – Max Lang (trad. Giusy Scarfone), Gastone musone. Mai più arrabbiato, € 11,00
Per “apprendisti lettori” due semplici avventure del simpatico scimpanzè Gastone: poche, elementari frasi in stampatello maiuscolo, divertenti illustrazioni a colori.
Andrea Visibelli – Davide Panizza, Capitan Bitorzolo e la Mela dei Mari, € 12,00
Anche questa è un’avventura divertente fin dal titolo: è la prima di una nuova serie molto attenta alla semplicità della lettura e a coloratissime, ironiche illustrazioni.

il Ciliegio
Teresa Capezzuto (ill. Albertina Neri), La cucina superstramagica, € 14,00
L’orto della cultura – Fruts
Teresa Capezzuto (ill. Valentina Vanasia), Natale e poi, € 13,00
Due semplici testi dove buone invenzioni narrative si incrociano con la dimensione educativa (dal riciclo alla conoscenza del Natale). Le illustrazioni non sono del tutto convincenti.

*** Da 7 a 8 anni

Emme – Le mie prime letture e colori
Giuditta Campello – Stefano Tambellini, Il piano geniale di Oliver lo Scheletro, € 9,90
Silvia Roncaglia – Fabiano Fiorin, Chi ha visto il Coniglio?, € 9,90
Sylvia Bishop – Paddy Donnelly (trad. Giuditta Campello), Un Mare di Storie, € 9,90
Polly Ho-Yen – Binny Talib (trad. Giuditta Campello), Amica e amica, € 9,90
Mi piace la nuova impostazione di una storica collana della casa editrice triestina: copertina in robusto cartonato, storie originali, ad un tempo delicate e divertenti, illustrazioni semplici e gradevoli… una tradizione di serietà editoriale e di rispetto per il lettore che continua…

Feltrinelli kids – i bruchi
Johanna Lumme (trad. Irene Sorrentino), La banda della giungla. Tutti al mare!, € 7,90
Benedetta Sala, Cosa cerchi Palmiro?, € 7,90
Rosemary Wells (trad. Veronica Fonte), Che pasticcio, Nora!, € 7,90
Maria Luisa Di Gravio, Arturo cerca casa, € 7,90
VV, Le più belle storie per diventare amici, € 13,00
Mi convince anche questa collana per i nuovi lettori perché vi ritrovo ciò che è giusto richiedere a un editore che voglia incentivare nei più piccoli il piacere della lettura: diversificazione dei temi sempre gradevoli e sorridenti, varietà nelle illustrazioni, coraggio di offrire anche testi inusuali come la piccola antologia “tematica” Le più belle storie per diventare amici che mette insieme storie (alcune già edite ma efficaci) di Maria Luisa Di Gravio, Susanna Mattiangeli, Daniele Movarelli, John Dickson.

interlinea – le rane
Fulvia Degl’Innocenti (ill. Andrea Astuto), Quattro zampe in più, € 12,00
Ambrogio Borsani (ill. Enrico Macchiavello), Le incredibili storie del regno di Re Galo, € 12,00
Ormai “le rane” di Interlinea “saltano” da molti anni e sempre offrono testi e illustrazioni di qualità toccando diversi registri tematici come accade nelle due novità: la storia di Fulvia Degl’Innocenti è “seria” e articolata, scritta all’insegna di un vero e proprio piccolo romanzo capace di tenere insieme la storia di un bambino che adotta un cane, un’avventura poliziesca e un messaggio di amore e rispetto verso gli animali. Già dai nomi dei protagonisti  ci rendiamo conto che Le incredibili storie del regno di Re Galo sono costruite su situazioni bizzarre, trovate divertenti e incredibili: una situazione ideale per far sbizzarrire la vena creativa e surreale del bravissimo illustratore genovese Enrico Macchiavello.

 

Lapis
Pascal Brissy – Mehdi Doigts (trad. Laura Tenorini), Dardo il cane di Leonardo, La collana di Monna Lisa, € 10,00
Storia a episodi, molto movimentata e divertente, non mi fanno impazzire le illustrazioni.

uovonero
Giovanni Colaneri, Dove sei, piccolo Giulio?, € 18,00
Avrei potuto inserire fra gli albi questo libro con copertina cartonata perché sia l’essenzialità delle poche parole con cui è raccontata la storia sia l’evanescenza e la disposizione delle figure ne confermerebbero l’appartenenza, in questo caso, però, ho voluto considerare “libro” la delicatissima storia di una mamma che cerca il figlio autistico che si è allontanato: ovviamente il testo non usa la parola autismo ma accenna alle caratteristiche del bambino, non evidenzia disperazione ma solo affetto che trasuda da pagine leggere nel colore ma sempre in movimento… Siamo insomma davanti a un piccolo gioiello…

*** Da 9 a 12 anni
Una fascia d’età non proprio frequentatissima offre in questa occasione buone sorprese
Ecogeses  – “Storie proprio così”
Cecilia Daverio (ill. Mastrobaldo), Fai un salto e grida, € 11,00
Questo libro parla di guerra, di campi profughi, di bambini-soldato e lo fa con una narrazione giocata sulla “finzione” autobiografica, asciutta e  priva di retorica ma proprio per questo ancora più drammatica e capace di far riflettere.

Emons!raga
Nizrana Farook (trad. Rachele Salerno), Il ragazzo che incontrò una balena, € 14,00
Una scrittrice nata nello Sri Lanka ma attiva in Gran Bretagna racconta una storia ambientata nel suo paese di origine; non è un caso, dunque, che un paesaggio naturale terrestre e marino faccia da sfondo all’avventura di Razi e di sua sorella Shifa impegnati a salvare un piccolo naufrago cui i “cattivi” danno la caccia; avvincenti all’interno della storia  le storie che il piccolo racconta e straordinaria è la comparsa della balena quasi animale magico portatore di altre storie. Insomma un romanzo pienamente godibile.

EL
Fred Dupouy (trad. Simona Brogli), Marilyn!!! Una tipa così tosta non l’avete mai vista!, € 12,90
Kristina Sigunsdotter – Jenny Jordahl (trad. Ilaria Baldini e Francesca Sophie Giona), Il mondo di Bim in prima media!, € 13,90
È sempre difficile trovare testi di buona capacità capaci di far sorridere senza ricorrere a facili espedienti ma puntando sulla stessa trama del racconto: con le avventure di Marlilyn piccolo orfana sbalzata da una famiglia affidataria ad un’altra mi sono divertito perché c’è leggerezza di racconto con al fondo una giusta valorizzazione dell’infanzia e del senso di giustizia che i bambini hanno e che troppo spesso gli adulti dimenticano. Sempre affidato all’ingegnosità e all’intraprendenza dei giovani protagonisti Il mondo di Bim in prima media! risulta più “mosso” nelle trovate umoristiche ma forse meno incisivo nel messaggio finale che caratterizza il primo romanzo.

il castoro
Juli Zeh (ill. Flix , trad Claudia Valentini), Socrate e Sofia, la lingua segreta dei cavalli, € 14,50
Con una lunga appendice (una cinquantina di pagine che si potevano risparmiare) su Tutto quel che c’è da sapere sul mondo dei cavalli, il romanzo racconta la storia di un pony riottoso, considerato irrecuperabile, e della dodicenne Sofia che, decisa a salvarlo, impara la lingua dei cavalli: l’antico tema fiabesco dell’uomo che capisce il linguaggio degli animali è qui declinato in modo originale, leggero e divertente… piacerà ai giovani lettori.

Raffaello – Il mulino a vento – Alpha, € 9,50
La sempre bravissima Anna Lavatelli ci dà un’altra prova del suo talento: Mara, la protagonista del romanzo, frequenta la terza media, ha la passione del giornalismo e prima che l’anno si concluda ha deciso di  descrivere uno ad uno i suoi compagni in modo da conservarne un ricordo; il romanzo potrebbe alla lunga risultare noioso ma la capacità di penetrazione di Anna Lavatelli gioca il ruolo più importante: Siamo qui diventa narrazione di “tipi” tutti diversi, ricco di sfumature psicologiche, di ironia, di leggerezza e profondità.

***Da 13 in su
Qualche novità in questa categoria: ho abolito le distinzioni (“da 12 a 15 anni”, “da 15 anni in su”); ho inserito in un unico spazio i testi per gli adolescenti; per ognuno ho segnalato (ma si sa quanto labili siano i confini di questa indicazione) l’età dei possibili lettori; ho diviso i testi di autori italiani da quelli di autori stranieri non certo per spirito nazionalistico ma per dare maggiore visibilità a scrittori nostrani lontani da mode ed agenzie.
Stranieri
cameloZampa
Enne Koens (ill. Maartje Kuiper, trad. Olga Amagliani), Da qui si vede il mondo intero, € 16,90
Guus Kuijer (trad. Valentina Freschi), Le pietre nere, € 17,90
Ho dedicato sempre molto spazio a CameloZampa: scelte intelligenti e  qualità sono elementi comuni all’ormai vasto catalogo e costituiscono anche – soprattutto per quanto concerne gli albi – un esempio di autonomia e lungimiranza gestionale. La casa editrice non manca di essere originale anche nelle scelte di romanzi dedicati a una fascia d’età superiore perché – come in questo caso – guarda con attenzione alla produzione straniera non mettendo solo al centro quella delle grandi, editorialmente importanti, nazioni. Nel caso odierno incontriamo due firme olandesi vincitrici di numerosissimi premi e riconoscimenti internazionali,  Enne Koens e Guus Kuijer, che si confermano all’altezza della loro fama: Da qui si vede il mondo intero è un’intrigante storia di amicizia e di indagini che mi ha convinto più del precedente Sono Vincent e non ho paura dove i temi mi parevano troppo affastellati. Le pietre nere è romanzo “severo” perché dietro lo spazio del fantastico (una torre che deve salire sempre più in alto fino a raggiungere il cielo), stanno le vite dei protagonisti divisi per mansioni e categorie sociali mai destinate ad incontrarsi; i due giovani protagonisti metteranno in crisi il perfetto “sistema” e renderanno evidenti violenze e ingiustizie. Il romanzo è “denso” anche a livello di psicologia dei personaggi ma riesce ad essere scorrevole anche perché molto affidato ai dialoghi.

Einaudi Ragazzi
Finbar Hawkins (trad. Laura Pelaschiar), Strega, € 15,50
Il drammatico tema della caccia alle streghe è stato affrontato a livello di scrittura in molti modi, spesso opposti e diversi: qui entra di forza in un romanzo originale che declina insieme storia e fantasy, psicologie individuali e spazi sociali. Pur non amando il genere devo riconoscere a Strega originalità di tema e scioltezza di stile.

Emons!raga – High rise mystery 2
Sharna Jackson (trad. Federico Taibi), Nik e Norva, il caso della pop star, € 14,50
Secondo volume di una fortunata serie: simpatiche le due giovani protagoniste investigatrici, ben costruita la storia, lettura scorrevole e piacevole.

Feltrinelli kids
Kate Gilby Smith (trad. Maurizio Bartocci), La strabiliante avventura della ragazza che inseguiva il tempo, € 15,00
Strana (“strabiliante”, appunto) storia di un’undicenne da sempre sicuramente più “dotata” dei coetanei e “diversa”: il fantasy qui incontra le domande, le curiosità, gli ostacoli di un’adolescente… Francamente mi ha convinto poco.

Giralangolo
Jean-François Sénéchal (trad. Claudine Turla), Semplici coincidenze, € 15,00
In “Libri ricevuti” avevo dedicato, a suo tempo, un po’ di spazio ai primi due volumi, Semplice la felicità (2020) e Semplicemente due (2022), di questa saga dedicata al personaggio di Chris, un “diverso” (“ragazzo in ritardo” si autodefinisce)  che a diciott’anni, lasciato dalla madre, è stato costretto ad organizzare in autonomia la propria vita all’interno dello stabile in cui vive ed ha trovato trovare l’amore in Chloé, anche lei disabile e presto incinta; in questo terzo ed ultimo volume  Chris e Chloé vivono con il loro bambino, Joseph, una vita che vorrebbe essere regolare ma spesso, proprio per le loro individuali difficoltà, diventa difficile e complicatissima e sembra non esaudire mai i desideri e i bisogni come quello di Chris che vorrebbe rivedere la madre per raccontarle la sua vita… Non aggiungo altro sulla trama sempre costruita con intelligenza e finezza psicologica, dico solo che questa trilogia, capace anche di alleggerire il quadro complessivo con ironia, è per me una  delle storie più intense lette negli ultimi anni.

il castoro HOT SPOT
Nina LaCour (trad. Simona Brogli), Stiamo bene così, € 16,50
Delphine Pessin (trad. Rosa Vanina Pavone), Far fiorire le ferite, € 16,50
Il primo è un romanzo giocato sostanzialmente su tre persone, la diciottenne Marin, suo nonno che l’ha accudita fin da bambina, la sua amica Mabel con cui ha avuto un complesso, amoroso rapporto; fanno da sfondo San Francisco da cui Marin è fuggita  e il campus di New York dove, con la giustificazione dello studio, si è rifugiata. Il lettore non si aspetti intricati casi da risolvere perché la trama è tutta giocata sulla psicologia di Marin, sui suoi ricordi, sui dubbi, sulle incertezze. Nina LaCour è molto brava a reggere il filo di una “trama interiore”, a far sì che spesso il “non detto” e l’allusione valgano più di ciò che è esplicitato. Nonostante gli elogi della critica e l’indubbia bravura della scrittrice ho trovato Stiamo bene così troppo “alto” e pretenzioso rispetto a un possibile pubblico di lettori adolescenti. Far fiorire le ferite è romanzo originale nel tema, sentito e commovente nella scrittura: sono un po’ stanco, infatti, dei consueti adolescenti in crisi che trovano l’amore, dei “tossici” che si salvano, dei bulli che si redimono, delle famiglie in pezzi ecc.; qui la diciasettenne Capucine non è diversa da quelli della sua generazione alla ricerca di un’identità ma il percorso di crescita è differente e avviene all’interno di una casa di riposo attraverso il rapporto dialogico e affettivo con Violette, anziana ospite. Non racconto “come andrà a finire” ma mi sento di affermare che la scrittrice francese ha saputo far germogliare e ha descritto sentimenti profondi con stile e delicatezza, caratteristiche abbastanza rare nella narrativi destinata alla stessa fascia d’età.

uovonero – i geodi
Victoria Grondin (trad. Sante Bandirali), Divergente, € 15,00
Moni Nilsson (trad. Samanta K. Milton Knowles), Tanto amore non può morire, € 16,00
Immaginiamo un mondo capovolto dove – come nella favolistica popolare – la stupidità sia considerata normalità e l’intelligenza una “diversità” da emarginare e caliamo tutto in un universo ipertecnologico  dove ogni atto è programmato; la divergenza qui è data dal protagonista, il giovane Guillaume, la cui “normalità” risulta agli occhi di tutti “diversità” da emarginare.  La canadese Victoria Grondin costruisce su base antica un romanzo modernissimo, avvincente e senza raccontare “come andrà a finire” val la pena segnalare che la “morale” contro le convenzioni, l’acquiescenza, il perbenismo vien fuori da sola, da un contesto narrativo essenziale e avvincente. Per quanto riguarda Tanto amore non può morire della svedese Moni Nilsson il discorso è diverso e vado subito alla domanda che mi sono posto dopo averne concluso la lettura: è giusto dare in mano all’adolescenza un romanzo tanto doloroso da farci assistere pagina dopo pagina al travaglio psicologico di Lea, dieci anni, che vive, insieme al padre e al fratello, momento per momento, la lunga agonia della madre colpita da tumore? Dopo un’iniziale perplessità ho risposto di sì non solo perché la scrittrice anche nei momenti più crudeli della definitiva separazione della madre dalla famiglia sa mantenere un equilibrio di scrittura, ma anche perché tutto il romanzo insieme al dolore apre alla speranza, alla solidarietà, all’amicizia, al ricordo… Quello di Lea è un duro percorso di crescita e di conquistata autonomia che non significa separazione dagli altri ma legame più forte nel nome di un amore famigliare che non c’è più….  Le pagine sempre essenziali di Nilsson sono riuscite a commuovermi e davvero a farmi ricordare – con Rodari – che non bisogna mai “lasciarsi spaventare dalla parola FINE”

Italiani

Feltrinelli UP – Cattivi
Francesco Carofiglio, Lady M, € 17,00
Lapis
Luisa Mattia, Due volte L’AMORE, € 12,90 
Raffaello – Il mulino a vento – Alpha
Roberto Morgese, Non la sfiorare!, € 9,50
Giralangolo
Giuliana Facchini, Bar Einstein, € 15,00
Metto insieme quattro romanzi di autori italiani soprattutto per rilevarne in positivo quella diversità di impostazione che costituisce la vera ricchezza di ogni offerta editoriale: il libro di Carofiglio, ad esempio, si stacca dagli altri perché mette in scena per la seconda volta il personaggio di Leonardo Palamides, psichiatra e investigatore dell’incubo; non ha quindi al centro crisi dell’adolescenza o altro di simile ma una trama costruita sugli elementi di una serialità piuttosto “alta”, e sugli “effetti” di una scrittura funzionale al genere “incubi e misteri”. Molto legati invece ai “travagli” dell’adolescenza sono i personaggi  di Luisa Mattia (la quattordicenne Anita) e di Roberto Morgese (il sedicenne Giorgio), cui – non a caso – gli autori hanno riservato la “finzione autobiografica”; Anita e Giorgio raccontano in presa diretta i loro pensieri e le loro azioni nel contesto sociale:  Anita per integrarsi cerca di costruirsi una nuova, non genuina personalità; Giorgio, forse per carenza affettiva (è cresciuto senza la madre e nel corso del romanzo capiremo perché), si sente fisicamente molto dotato e anche negli approcci mostra poco rispetto per le ragazze… I due romanzi sono ben “organizzati”, le pagine scorrono veloci  (il “mestiere” di Mattia e Morgese è sicuro) e veicolano valori positivi (soprattutto quello di Morgese che manda un chiaro messaggio contro la violenza di genere), ma è proprio questa ultima caratteristica che un po’ mi lascia perplesso perché il “messaggio” rischia di prevalere sul “racconto”… mi pare, insomma, che Due volte L’AMORE non raggiunga gli esiti di altri lavori della scrittrice (penso, ad esempio, agli straordinari racconti di  Tu non sai di me) né che Non la sfiorare! possa paritariamente confrontarsi con l’originalità della stupenda Estate di sale… d’altra parte agli scrittori che si apprezzano vorremmo chiedere sempre dei capolavori…

Le note editoriali non rendono infine giustizia al romanzo di Giuliana Facchini (fra i quattro è quello che maggiormente mi ha convinto) perché puntano sul forte legame affettivo fra i due protagonisti adolescenti Edo e Sasha e invece dovrebbero puntare sui “luoghi” dove la narrazione “respira”: il Bar Einstein nel quartiere malfamato della città ma anche la “comune” (retaggio degli anni Sessanta/Settanta del secolo scorso?) nella casa colonica dove convivono le famiglie di Edo e dei suoi amici… sono luoghi della contemporaneità, dell’azione e del ricordo senza i quali il risvolto psicologico e noir del romanzo (quello che gli conferisce originalità) non funzionerebbe… Il libro di Facchini mi è piaciuto perché mi ha spiazzato, è partito dall’incontro e dalla vita di due adolescenti  per dipanare una storia “altra”, tragica e avvincente…

*** Divulgazione
caissa Italia
Olga Fadeeva (trad. Tatiana Pepe), acqua!, € 19,50 + 7
Per segnalare questo albo partirò dalla nota finale dell’autrice: “Per disegnare questo libro l’autrice ha usato l’acqua per spruzzare, gocciolare e diluire i colori acrilici. In totale ce ne sono voluti circa dieci litri”. La segnalazione sintetizza bene lo spirito di questo lavoro dove l’impegno divulgativo silenziosamente ci sommerge e noi lo lasciamo fare perché sappiamo che, pagina dopo pagina, accrescerà, senza pesarci, le nostre conoscenze e soprattutto ci farà riflettere sull’acqua al di fuori dei fervorini comuni a tanta letteratura scolastica.

CARTHUSIA
Emanuela Nava, Gionata Alfieri, Fiammetta Dogi ed Erika Luppi, Cara Terra, € 20,90 + 7
Riproposta in nuova veste editoriale di uno dei titoli storici di Carthusia in fatto di educazione ambientale.

Einaudi Ragazzi
Mario Tozzi, Perché il clima sta cambiando?, € 12,90
Volto noto anche della divulgazione televisiva di alto livello, Tozzi introduce i lettori più giovani al tema del cambiamento climatico: i dati e le misurazioni che propone non danneggiano la struttura generale del testo costruito su un modello narrativo “affabile” e coinvolgente.

Feltrinelli
Umberto Galimberti -Ludwig Monti, Le parole di Gesù, € 20,00
Feltrinelli kids – saggistica narrata
Paola Caridi (ill. Marcella Onzo), Pace e guerra. Proteggere i diritti e costruire la democrazia, € 13,00
Apprezzo gli “azzardi” di Feltrinelli nell’affrontare con lettori adolescenti temi oggettivamente “difficili” capovolgendo i punti di vista dell’ovvietà: così la figura di Cristo viene letta in chiave esistenziale come elemento divergente da cui far nascere nuove e più ampie prospettive di vita e di pensiero. Anche  Pace e guerra della giornalista Paola Caridi non ha nulla di convenzionale perché la riflessione su un tema di tragica attualità assume un carattere narrativo che la rende accessibile anche ai lettori meno disponibili alla saggistica.

Gribaudo
Tiziano Fratus (ill. Martina Andonova), Manuale per giovani inventori di alberi e foreste, € 16,90 + 9
Testo ben costruito, didatticamente molto chiaro: un bell’esempio di divulgazione non noiosa, capace di arrivare al cuore del tema.

Kalandraka
Santiago Ginnobili – Guido Ferro, In continua EVOLUZIONE, € 17,00
Kalandraka – cuccioli di animali è zone polari
Tándem Seceda – Ester García (trad. Elena Rolla), Chi sono?, € 15,00
Kalandraka – cuccioli di animali è Asia
Tándem Seceda – Ester García (trad. Elena Rolla), Chi sono?, € 15,00
Ho inserito nella Divulgazione questi albi fruibili (soprattutto nella serie “Cuccioli di animali”) da bambini in età prescolare: le immagini sono chiare e stimolanti, le didascalie brevi e molto chiare. Ai più grandi è destinato In continua EVOLUZIONE che trovo altrettanto chiaro e soprattutto coinvolgente per immagini sostenute da un’opportuna vena di ironia.

***Editori
Gribaudo
In questi ultimi anni “Gribaudo – IF – Idee editoriali Feltrinelli Srl” ha acquisito autonomia e varietà di scelte badando alla qualità del prodotto ma anche ad una sua più larga fruibilità: senza pretese di innovazione continuo a trovare simpatici i testi costruiti all’insegna del personaggio di Lupetto inventato da Lallemand e Thuillier così segnalo con piacere Il gioco del lupo. Quante emozioni, Lupo! (1 storia + 1 gioco, € 9,90, dai 4 anni). Aggiungo l’originale albo Capovolgi le tue paure con questo libro! di Andy Hardiman (€ 12,90, dai 4 anni) che dimostra al piccolo lettore quanto le paure sia spesso “capovolgibili” (ogni “paura” ha nel libro il suo opposto nella pagina da capovolgere); infine mi ha divertito Il grande Toni 2 tonnellate di Adam O. (€ 18,00, dai 7 anni),  coloratissima storia di Toni troll gigantesco (non a caso “ospite” di un volume di grande formato) che compie molte imprevedibili imprese. Infine, pur ribadendo la mia “incompetenza” in fatto di genere “fantasy” non mancherò di segnalare Gribaudo fantasy, collana che, visto il numero dei volumi prodotti ed anche l’ampia fascia di possibili lettori (i tre primi titoli  sono godibili anche negli ultimi anni della scuola primaria), ha avuto sicuramente successo fra i cultori del genere:
Isabella Salmoirago (ill. Ilaria Urbinati), Il Re del Bosco, € 13,90
Eva Millet (ill. Romy Berntsen), L’ultima sirena. Le sirene esistono davvero?, € 12,90
Silke Schellhammer (ill. Simona M. Ceccarelli, Claudia Valentini),  School of talents #2 Seconda ora: Black-out!, € 14,90
Akram El-Bahay (trad. Claudia Valentini), Il portale dei tredici regni, € 16,90

***Fumetti e graphic novel
Einaudi Ragazzi comics
Tommie Smith – Derrick Barnes – Dawud Anyabwile, Lottare! Il mio pugno alzato per la giustizia, € 17,90
Il 16 ottobre 1968, nello stadio Olimpico di Città del Messico i velocisti statunitensi Tommie Smith e John Carlos arrivarono primo e terzo nella finale dei 200 metri piani alle Olimpiadi. Smith aveva stabilito il nuovo record del mondo, con 19,83 secondi, nonostante avesse un tendine infortunato e nonostante avesse corso gli ultimi 10 metri alzando le braccia. Carlos, con i suoi 20,10 secondi, era arrivato dietro all’australiano Peter Norman. Dopo essere saliti sul podio per la premiazione Smith e Carlos ricevettero le medaglie, si girarono verso l’enorme bandiera statunitense appesa sopra gli spalti e aspettarono l’inizio dell’inno. Quando le note di The Star-Spangled Banner risuonarono nello stadio, Smith e Carlos abbassarono la testa e alzarono un pugno chiuso, indossando dei guanti neri. A decine di metri di distanza, il fotografo John Dominis scattò loro una foto che sarebbe diventata una delle più famose del Novecento, simbolo di un decennio di proteste per i diritti civili dei neri.

il castoro
Gilliam Goerz (trad. Giovanna Falletti), I casi di AGATA e JAMILA, Il geco scomparso, € 15,00
Storia di un’amicizia  (e di un’indagine)  fra due ragazzine di dieci anni molto diverse ma determinate e simpatiche; il graphic novel è ben condotto a livello narrativo e pieno di “buoni” valori, meno originali dal punto di vista stilistico le “figure” (ma questo forse è un mio limite di gusto).

TEMI
*** Ritorno dei classici – anniversari
EL
Gianni Rodari – Cinquantenario di Grammatica della fantasia
Gianni Rodari (riscrive le fiabe classiche) – ill. Angelo Ruta, Le Favole e rovescio, € 14,90
Un’edizione che piacerà ai più piccoli grazie alle vivaci e grandi illustrazioni di Angelo Ruta; ai “grandi” confermerà – se ancora fosse il caso – l’intelligenza e la bravura di Rodari nel “giocare” con il “materiale” fiabesco.

Einaudi Ragazzi
Alessandro Manzoni – Centocinquantesimo della morte
Annalisa Strada – Gianna Re, I Promessi Sposi raccontati da Lucia, 12,90
Italo CalvinoCentenario della nascita
Stefano Tofani, In foga col barone. Nel mondo di Calvino, € 12,90
Fra gli anniversari non potevano mancare quelli dedicati a Manzoni e a Calvino in due operazioni editoriali ben costruite: più indovinata la riscrittura del capolavoro manzoniano dal punto di vista di Lucia: non siamo certo davanti a Era calendimaggio (2004) dove  Angela Nanetti, dando voce a Gemma Donati, moglie di Dante, dava una lettura diversa dell’esilio del poeta e raggiungeva  esiti di grande  finezza psicologica e letteraria, ma l’elementarità della scrittura può costituire un buon incentivo a passare alla storia originale di Renzo e Lucia. Capisco meno l’omaggio  a Italo Calvino dove Stefano Tofani fa incontrare la dodicenne Giulia con Calvino nell’estate in cui a Castiglione della Pescaia lo scrittore prepara le sue Lezioni americane: di intreccio in intreccio, troviamo Giulia conflittuale col padre aspirante scrittore, Calvino che prende la parola, i capitoli con i titoli delle celebri lezioni, la fuga di Giulia sugli alberi, la conoscenza fantastica con il “barone rampante”, riferimenti alle “città invisibili”… un po’ troppo, forse, per imparare ad amare l’opera di Calvino attraverso questo romanzo…

il castoro
Antoine De Saint-Exupéry – Ottantesimo della prima edizione di Il Piccolo Principe 
Antoine De Saint-Exupéry (ill. Chris Riddell, trad. Chiara Carminati), Il Piccolo Principe, € 27,00
Abituati all’essenzialità infantile (e profonda) dei disegni creati da Saint-Exupéry a integrazione/commento del suo capolavoro, si resta spiazzati davanti a questa elegantissima e preziosa edizione dell’Ottantesimo compleanno del “piccolo principe” e ci sarebbe quasi da gridare alla blasfemia se non si riscontrasse nella lettura figurativa di Riddell uno straordinario amore per il testo, un’immersione nella magia delle parole tale da rendere veritiero, apprezzabile e utile a fini interpretativi quanto dischiarato da Riddell stesso: “Invece di rimpiazzare Saint-Exupéry come illustratore, ho cercato di diventare una terza persona nella storia, qualcuno che osserva il pilota e il piccolo principe. Questa scelta mi ha reso libero, come illustratore, di immaginare il mondo del Piccolo Principe in ogni dettaglio”. Perdiamoci dunque senza timori in illustrazioni capaci di aprire nuovi, emozionanti spazi.

*** Per gli educatori
Pompeo Vagliani e la Fondazione Tancredi di Barolo
Lo Specchio delle Meraviglie. Le immagini di Alice nel suo secondo viaggio, a cura di Pompeo Vagliani, Fondazione Tancredi di Barolo, 2023, s.i.p.
La Marchesa per la scuola e nella scuola. Giulia di Barolo e le sue attività educative (1821-1863). Guida alla Mostra (25 marzo – 25 giugno 2023), a c. di Pompeo Vagliani e Luciana Pasino, Torino, Fondazione Tancredi di Barolo, 2023, s.i.p.
Non mi fa velo l’oltre quarantennale amicizia se affermo che il premio che a dicembre 2023 al Congresso SIPSE (Società Italiana per la Studio del Patrimonio Storico-Educativo)  sarà conferito a Pompeo Vagliani viene a onorare una vita fatta di studio, competenza, modestia e disponibilità. Pompeo ha dato vita presso la Fondazione Tancredi di Barolo al Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia che rappresenta una delle realtà più vive anche nel campo della storia del libro destinato all’età evolutiva; da quando lo conosco Pompeo ha infatti coltivato l’amore per i libri e i periodici per l’infanzia, li ha collezionati e messi a disposizione degli altri, ha studiato la straordinaria stagione del Liberty e anche in questo caso ci ha consegnato e messo a disposizione testi e oggetti fondamentali con la capacità critica degna – lo affermo senza ombra di dubbio – di una cattedra universitaria. I suoi interventi, soprattutto legati a mostre e ad avvenimenti pubblici (qui la dimostrazione di una vera democrazia), sono sempre stati precisissimi sia come rara documentazione esibita sia come capacità interpretativa. Non aggiungo altro  se non che gli ultimi due cataloghi confermano quanto sia importante coltivare la memoria a livello di documenti e non di semplice rimpianto del tempo che fu. Grazie, Pompeo, per tutto quello che hai fatto e che farai.

PREMIO  Carla Poesio – Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna – Edizioni ETS Bagheera
Ilaria Martino, Il romanzo distopico alla scuola primaria, € 25,00 – saggio vincitore edizione 2019
Sara Mugerli, La televisione italiana rappresentata sulle riviste per ragazzi, € 30,00 – saggio vincitore edizione 2020
Alice Galletti, Tracce di materia e luce nella letteratura per l’infanzia: la preziosità dell’oro tra il qui e l’Altrove, € 16,00 – saggio vincitore edizione 2021
Noemi Fiorito, Trovando sulle nuvole la chiave di casa. Significati, usi e procedimenti metalinguistici e metanarrativi nelle opere di Gianni Rodari, € 14 – saggio vincitore edizione 2022
Una saggistica di alto livello nel nome di una studiosa, Carla Poesio (1926 – 2017), che ha fatto crescere la cultura del libro per l’infanzia nel nostro paese e l’ha portata nel mondo.

Hamelin
Hamelin 52. Storie Figure Pedagogia, € 14,00
Un numero di “Hamelin” davvero importante perché la domanda del titolo è alla base di ogni lavoro sulla produzione per bambini e ragazzi e sulla sua storia. Nel cercare qualche risposta “Hamelin” non sceglie la strada delle definizioni che tanto piacciono a chi resta all’esterno dei temi, ma gioca sul confronto di esperienze diverse svolte all’interno della scuola ma anche nelle biblioteche e nella vita quotidiana (basti pensare all’influenza dei social media), ne esce un quadro capace di consentire anche al lettore “esterno” di farsi quantomeno un’idea sulla complessità (e centralità nella vita sociale) dell’argomento.

Settenove
Dieci anni di Settenove. Voci, percorsi e libri per l’equità di genere, 2023, s.i.p.
Nel 2023 la casa editrice marchigiana festeggia i dieci anni di attività e lo fa con un ricco, elegante e documentatissimo volume costruito sia sulle parole degli autori che negli anni hanno arricchito il catalogo sia sui libri e sulle illustrazioni che hanno segnato le tappe fondamentali di un percorso che non ha mai abbandonato l’iniziale impegno di contribuire alla lotta contro la discriminazione di genere. Auguri “Settenove”!

Fiabe
Leonardo Acone – Susanna Barsotti – William Grandi, Da genti e paesi lontani. La fiaba nel tempo tra canone, metamorfosi e risonanze, Venezia, Marcianum Press, € 23,00
Una riflessione ad ampio raggio sulla fiaba, dalla definizione alla cultura popolare, alla fiaba d’autore; ricca e utilissima la bibliografia.

*** Libri ricevuti

Einaudi Ragazzi di oggi +12
Antonio Ferrara, Bastardi dentro, € 11,00
Antonio Ferrara, Solo come un cane, € 11,00

Einaudi Ragazzi +12
Federico Gregotti, Una spia a regola d’arte, € 12,00

Feltrinelli Kids + 9
Isabel Alliende (ill. Mariachiara Di Giorgio, trad. Elena Liverani), La ninfa di porcellana, € 15,00 (nuova bella edizione di un testo già in catalogo Feltrinelli).

Giralangolo – Sottosopra + 5
Davide Calì – Miguel Tanco, Mister Tiger, € 13,50

HarperCollins + 5
Paola Mastrocola (ill. Christoph Brehme), La luna va al cinema, € 15,00 

il castoro +12
Pierdomenico Baccalario, Il grande manca, € 15,50

Novità dalla Fiera di Bologna

La sessantesima edizione della Bologna Children’s Book Fair si è conclusa da una quindicina di giorni e arrivo come al solito in ritardo a parlare delle novità presenti in Fiera… ma non è un problema visto che i libri belli dovrebbero durare nel tempo e non sparire dagli scaffali delle librerie nel giro di un mese. Questa “puntata” di “Libri che ricevo” ha diverse novità: è venuta a cadere la distinzione troppo arbitraria fra Albi destinati esclusivamente all’infanzia e Albi  che potevano attirare anche lo sguardo dell’adulto, la distinzione verrà dalla separazione fra Albi per i piccolissimi  e Albi (in questa ultima sezione sarò io ad indicarne eventualmente il tipo di fruibilità); inauguro poi una sezione Temi che di volta in volta mi consentirà di evidenziare libri dedicati ad argomenti significativi. Infine all’interno delle sezioni inserirò parti ritenute degne di evidenza (in questo caso Romanzi di autori italiani che mi hanno particolarmente convinto e Due italiani “di ritorno”).

***Albi per i piccolissimi (3 – 4 anni)
Camelozampa
Helen Oxenbury (trad. Sara Saorin), Tom e Pippo leggono una storia, € 15,00
La serie degli albi di “Tom e Pippo” di Helen Oxenbury, uscita alla fine degli anni Ottanta, mancava da tempo dai cataloghi italiani e ora, grazie a cameloZampa, può tornare a divertire con le “imprese” domestiche del piccolo Tom, della sua scimmietta di pezza e del papà complice, “vittima” o spettatore; come ho già notato in una precedente “puntata”  gli albi di Tom e Pippo “sono piccoli capolavori di ingenuità e leggerezza che suscitano affetto e sorriso”.

Ruth Krauss – Crockett Johnson, L’uovo felice, €16,00
Creatività e leggerezza di tocco caratterizzano questo  albo che, in poche parole e in efficaci disegni, condensa per i piccolissimi  il senso della nascita e della vita. Camelozampa anche quando “pesca” nel passato, remoto o prossimo (l’albo è del 2005), riesce a darci prodotti importanti capaci di guardare al futuro.

Gribaudo
Andy Lee (ill. Heath McKenzie), Non aprire questo libro o peggio per te!, € 10,90
Un libro interattivo paradossale (e per questo divertente) che sicuramente farà ridere anche i “grandi” che lo leggeranno ai “piccolissimi”.

il castoro
Kevin Henkes (trad. Alessandro Zontini), Una casa, € 13,50
Quando la semplicità pesca nel profondo: in questo piccolo albo, poche parole e un disegno semplice ed essenziale raccontano le fondamenta della casa che non sono solo strutture materiali ma sono anche convivenza, affetto, calore…
Alexis Deacon (ill. Viviane Schwarz), Ergo, €15,00
Un pulcino (anzi una pulcina) nell’uovo non vede al di là del proprio guscio e pensa che il mondo sia quello piccolo (e tutto  suo) che la circonda… Un rumore… la rottura del guscio sanzionerà la fine della sua convinzione e le aprirà le porte della socialità. Dietro un albo semplice e divertente si nasconde uno sguardo “filosofico” importante.

 

 

Lapis 
Attilio, pio pio bau bau, € 12,50
Attilio, Meglio insieme, € 12,50
Gli albi di Attilio non finiscono mai di stupire per leggibilità, freschezza, capacità di penetrare nel mondo dei piccolissimi.

***Albi
Aracne
Carla Barbara Coppi – Nancy Rossit, Un mondo diverso, € 14,00
Un breve albo che con semplicità ed efficacia anche visiva risponde alla domanda “cos’è la normalità?” e traccia una rotta che i bambini potranno seguire nel nome del rispetto dell’altro e della valorizzazione delle differenze.

Camelozampa
Jacob & Wilhelm Grimm – Nancy Ekholm Burkert (trad. Bruno Berni, a cura di Silvia Blezza Picherle e Luca Ganzerla), Biancaneve, € 18,00
Questa Biancaneve illustrata nel 1972 dalla oggi novantenne Nancy Ekholm Burkert conferma la bravura di Camelozampa nel riproporre albi spariti dai cataloghi italiani: qui siamo davanti a un capolavoro perché le raffinate tavole dell’illustratrice sono quasi rinascimentali nella cura degli ambienti e dei particolari; il sapiente uso del colore, poi, è  “dosato” in base alle emozioni che il testo suscita. Biancaneve è nella terna dei finalisti del “Premio Andersen” nella fascia “Miglior libro mai premiato”.
Corinne Zanette, orsi in salita, € 16,00
Ericavale Morello (progetto grafico di Massimo Pastore), Vendesi casa d’artista, € 24,90
Una buona dose di genialità da parte degli autori-illustratori fa da madrina a questi due albi: il primo, tutto in salita fin dal formato (34 x 16,5),  è un gustosissimo silent book che parte da due simpatici orsi che inseguendo un aeroplanino di carta si inerpicano  su  una città verticale che si sta svegliando, decine di personaggi si affannano in molteplici attività e ogni particolare costituisce una sorpresa… Mi sono divertito moltissimo… Vendesi casa d’artista è un progetto e una sfida che l’illustratrice, architetto e storica dell’arte, ha portato avanti con rara coerenza figurativa: le venticinque case, reali o solo immaginate, che siamo invitati a “comprare” dopo un’accurata, coloratissima e dettagliata “visita” sono diverse per età e collocazione e di ognuna insieme alla descrizione viene fornito una sorta di ammiccante “inserto” pubblicitario. La sfida al lettore sta nell’indovinare a quale artista siano appartenute, ma non perdiamoci d’animo perché in fondo all’albo troviamo l’elenco dei “proprietari”, da Giotto ad Andy Warhol, transitando per Botticelli, Caravaggio, Picasso… Un albo colto e raffinato, dunque, che però contemporaneamente colpisce per l’immediatezza e la semplicità con cui si fa percepire. Mi piacerebbe che anche a scuola la povera storia dell’arte transitasse attraverso simili canali…
Arianna Papini, Prima di tagliare un albero, € 17,00
Ultimo arrivo questo grande albo dove l’impegno ecologico di Arianna Papini emerge in tutta la sua consistenza tematica e formale: brevi versi evocativi a corona di immagini grandi, efficacissime e utili a farci riflettere sul fatto che la vita di un albero è la nostra…

 Carthusia
Beatrice Zerbini – Sonia Maria Luce Possentini, Padre nostro, € 21,50
Irene Frigo, Cercasi gamba!, € 20,90
Yao Jian, Il signor scaccialacrime, € 20,90
Antonio Ferrara – Andrea Calisi, Come te lo spiego un bambino?, € 21,50
Visto che a Bologna sono stato fra i relatori che hanno presentato le novità di Carthusia non voglio apparire eccessivo nelle lodi della casa editrice milanese che ogni volta sorprende per l’originalità delle sue novità; qui i suoi grandi albi quadrati (cm. 29 x 29)  non deludono per profondità di significato: l’intensa, essenziale preghiera di Beatrice Zerbini trova in Sonia Maria Luce Possentini l’interprete ideale nell’evanescenza di forme e colori che, senza contraddizioni, evocano le profondità del pensiero. I cambiamenti di stato avvengono spesso in modo imprevisto: il tema trova una simpaticissima applicazione in Cercasi gamba! storia senza parole di una sedia priva di una gamba che viene mantenuta in equilibrio dall’aiuto improvvisato di tanti strampalati personaggi (oggetti o animali). Anche Il signor scaccialacrime è albo senza parole che tocca il tema della solitudine di chi si dedica agli altri; i personaggi, quasi macchie, trovano la loro umanizzazione nei gesti e nei sorrisi. Capire l’infanzia, mantenere – come avrebbe detto Rodari – un “orecchio acerbo” anche da adulti “maturi” è, infine,  il tema, declinato con originalità, di Come te lo spiego un bambino?
Emanuela Nava – Marco Brancato, L’età di mezzo, € 17,90
Nell’ambito dei progetti dedicati alla crescita Carthusia e la Fondazione “Bet She Can”, che si occupa di problematiche della preadolescenza, pubblicano la storia di quattro amiche (le loro sembianze animali favoriscono il processo di identificazione), che affrontano insieme la sfida di “diventare grandi”.

Emme Edizioni
Henriette Bichonnier – PEF (trad Giulio Lughi), Il mostro peloso 40 anni, € 14,90
Plauso all’editore per aver ristampato, a quarant’anni dalla prima edizione francese (e a trentasette dalla comparsa in Italia), questo classico provocatorio e divertente: oggi più che mai abbiamo bisogno di “recuperi” intelligenti che, al di là della portata storica, possano essere di stimolo a giovani illustratori e a nuove soluzioni tematiche e grafiche.
Alice Hemming – Nicola Slater (trad. Giuditta Campello), Quel fiore è mio!, € 14,50
Azam Mahdavi (ill. Maryam Tahmasebi, trad. Giuditta Campello), Io e il mio amico vuoto, € 13,50
Alle simpatiche immagini che raccontano la storia di  Quel fiore è mio! faccio seguire la tristezza che coglie leggendo e guardando le figure di Io e il mio amico vuoto, storia “semplice” di una bambina da poco orfana di madre che sente il Vuoto (rappresentato da una sorta di massa quasi incorporea) alle sue spalle; anche se non si può parlare di lieto fine la storia evolverà verso l’accettazione della perdita e la condivisione del futuro  con il padre. Un albo commovente e delicato che anche i più piccoli potranno leggere.

 Giralangolo
Daniele Movarelli – Andrea Antinori, Gambe all’aria, € 15,00
Breve favola giocata su quei capovolgimenti di cui era maestro Rodari; efficaci e divertenti le illustrazioni di Andrea Antinori.

Il Barbagianni
Daniela Pareschi, Animali bellissimi, € 20,00
Lunedì 6 marzo il quotidiano genovese “Il Secolo XIX” ha dedicato due pagine alla Fiera del libro di Bologna, il pezzo “generalista” era il mio e fra gli altri titoli citavo l’albo Animali bellissimi  definendolo “un capolavoro di genialità creativa”, l’altro articolo di Roberto Onofrio era tutto dedicato al libro di Daniela Pareschi: perché tanto interesse? Non certo per la genovesità dell’autrice (la nostra città del “maniman” è piuttosto cieca davanti ai “meritevoli” che la abitano), piuttosto per l’originalità dell’albo, quasi un gioco infantile, che sceglie le strade difficili rispetto a quelle ordinarie: Pareschi non costruisce una sua zoologia, gli animali presentati sono veri e autentiche sono le caratteristiche che li contraddistinguono, diverso è solo il criterio dell’associazione non per specie ma per elementi comuni, quasi “parentele” che abbiamo sotto gli occhi ma che non vediamo perché troppo presi dagli incasellamenti manualistici. Insomma il punto di vista diverso dell’illustratrice (e scenografa cinematografica) fa  vedere la realtà con altri occhi e non dispiacciono leggerezza e ironia quasi una richiesta di complicità con i lettori…

 il castoro
Chris Grabenstein (ill. Leo Espinosa, trad. Giusi Scarfone), Il riposino NO!, € 14,50
Albo divertente con grandi illustrazioni e buffi personaggi tutti prigionieri del “riposino” che la piccola protagonista proprio non vuole fare.

Kalandraka – Libri per sognare
Fabiola Anchorena (trad. Marta Rota Núñez), Aspettando l’alba, € 16,00
Essenziale e profondo questo albo che racconta dal punto di vista degli animali l’incendio di una foresta: poche parole e tavole dove lo sfondo cambia e ben rappresenta una dimensione psicologica di paura e speranza che dagli animali protagonisti si trasferisce ai lettori.

Lapis
Guia Risari – Daniela Tieni, Non temere, € 15,00
Chloé Alméras (trad. Silvia Vecchini), Caterina, € 12,50
ed vere, L’artista, € 15,90
Nicola Cinquetti – Lucia Scudieri, Mamma ti leggo una storia, € 14,00
Anika Aldamuy Denise – Lucy Ruth Cummins (trad. Claudia Valentini), Una lettera piena d’amore, € 15,90
Coralie Saudo – Mélanie Grandgirard (trad. Chiara Carminati), L’albero, € 14,90
La serie di albi pubblicati da Lapis dimostra che l’invenzione, la progettazione e la realizzazione  di nuove storie, spesso con stili diversi, non conoscono confini; i sei albi di Lapis colpiscono, dunque, per le loro singole, positive caratteristiche: efficacissime illustrazioni “leggono” la bella e profonda poesia di Guia Risari, ne evidenziano bene il carattere esistenziale e l’invito, dopo un volo attraverso vari elementi dell’universo, a “prendere il futuro per mano”. Le “avventure” della giraffa Caterina e della draghetta artista fanno sorridere; sorridente e fantasiosa (non poteva essere diversamente visti i nomi di autore e illustratrice) anche Mamma ti leggo una storia  dove il capovolgimento dei ruoli ben si integra con la “circolarità” (comincia e finisce allo stesso modo) tipica di tante filastrocche popolari. Gli altri due albi toccano con leggerezza di trame e figure temi come l’amicizia e l’ambiente… insomma fra gli albi di Lapis sarà difficile non trovare quello adeguato all’età e ai gusti dei nostri bambini.

l’ippocampo
Luciano Lozano, Tancho, € 15,00
Meritato finalista al “Premio Andersen 2023” nella fascia 0/6 anni Tancho racconta la storia di un piccolo giapponese che cresce e diventa vecchio nutrendo le gru della Manciuria arrivate per svernare nella sua isola. La storia è bella ed emozionante, il segno di Lozano, ammiratore della cultura giapponese, è efficacissimo con un velo di malinconia che non guasta.

orecchio acerbo
Margaret Wise Brown – Ylla (postfazione Pryor Dodge e Leonard S. Marcus), Tutti lo hanno visto, € 16,50
Bor Holmberg – Eva Eriksson (trad. Maria Valeria D’Avino), Un giorno con Johnny, € 15,00
Due albi di qualità: il primo fotografico gioca sull’attesa e sulla sorpresa e non delude nel finale; il secondo è la bella storia di una giornata trascorsa da un bambino con il papà che vive in un’altra città: tratto sfumato, sentimenti leggeri e profondi, un albo che un po’ commuove e un po’ apre alla speranza di affetti duraturi.

sinnos
Stefan Boonen & Federico Appel, E se fossi una tigre?, € 14,00
Bravissimo Federico Appel a costruire i personaggi grotteschi e divertenti di questa storia solo apparentemente strampalata ma in realtà ben calata nell’immaginario dell’infanzia dove intraprendenza e paura si fondono e riescono a far cambiare prospettiva alle cose.

 uovonero
Arianna Papini, Nessuno sa, € 16,00
La bravura di Arianna Papini è confermata – se ancora fosse il caso – da questo originalissimo albo che presenta diversi animali e ne evidenzia due caratteristiche, una nota e l’altra assolutamente inattesa: il piacere della scoperta di ciò che è inconsueto non nasconde l’intelligente “morale”: guardare sempre oltre le apparenze, aver consapevolezza dei propri limiti…
Sante Bandirali – Gloria Tundo, Per mano, € 16,50
Sante Bandirali proviene da una formazione musicale (diploma di chitarra classica al conservatorio, laurea in musicologia, passata attività di concertista), è naturale quindi che anche nel raffinato catalogo di uovonero entrino albi dedicati alla vita di musicisti ed è altrettanto naturale che le storie dei musicisti scelti abbiano tratti di “diversità” rispetto alle tradizionali biografie e soprattutto consentano di declinare la “diversità” biografica in “diversità” di racconto: la storia del grande chitarrista  Django Reinhardt (1910–1953) è raccontata in La chitarra di Django (autore Fabrizio Silei) dal punto di vista della sua chitarra; la vita dell’eccentrico Erik Satie (1866-1925), uno dei protagonisti dell’avanguardia musicale del Novecento, è affrontata in Il signor Erik attraverso l’esposizione degli oggetti cui era legato. Nella biografia odierna, Per mano, la storia del grande pianista Paul Wittgenstein  (1887-1961) è raccontata dalla sua mano sinistra, l’unica rimasta dopo che l’arto destro gli era stato amputato a causa di una ferita durante la prima guerra mondiale; Per mano è una storia di intelligenza, tenacia, amore per la musica perché Wittgenstein, come d’altra parte il chitarrista Django privo di due dita della mano sinistra, non si perse d’animo e arrivò a suonare con una mano sola musiche composte da altri per lui. Ho dedicato un po’ di spazio in più a questa piccola collezione di albi perché dietro c’è una bella storia d’amore e di competenza, quella di Sante Bandirali per la musica e per l’editoria che, aggiunta alla valorizzazione di illustratori usciti da Ars in Fabula, Master in illustrazione per l’editoria creato da  Mauro Evangelista, ci dà misura anche della generosa attenzione verso giovani, promettenti illustratori.

*** Da 5 a 6 anni
Feltrinelli
Marco Balzano (ill. Riccardo Guasco), Ti ricordi, papà?, € 13,00
Definirei questo piccolo libro “testo dell’affetto” perché  coglie il centro del legame profondo fra padre e figlio e lo fa con poche, indovinate situazioni e belle illustrazioni che richiamano a movimenti e autori del Novecento, dal futurismo a Depero. Insomma un libro leggero e profondo.

il castoro
Pittau e Gervais (trad. Silvia Pareti), Le puzze dell’elefante, € 12,00
Pittau e Gervais (trad. Silvia Pareti), Le cacche del coniglio, € 12,00
I lettori “grandi” non arriccino il naso perché i piccoli si divertiranno moltissimo: testi essenziali, illustrazioni simpatiche…

*** Da 7 a 8 anni
il Ciliegio
Eleonora Bellini – Viola Virdis, Il ritorno di Sara – Sara’s return (bilingue), € 14,00
Inserisco l’albo bilingue Il ritorno di Sara in questa sezione perché mi pare che il racconto, giocato sulla memoria, meriti un’attenta lettura: Sara vecchia signora, già incontrata, bambina, in una precedente storia, torna a  noi sul filo della sua memoria: la deportazione, il campo di concentramento, la morte dei fratellini,  la fuga, la salvezza, la crescita e l’età adulta trascorsa in un altro paese… L’essenzialità e l’intensità che caratterizzano la scrittura di Eleonora Bellini trovano buon sviluppo nelle illustrazioni di Viola Virdis.

Feltrinelli kids – i bruchi – Primi lettori
Eleonora Traverso – Michele Bosco, Storia di un fiocco, € 7,90
Alessandra Gumiero – Marco Bonatti, Mia nonna è un pirata, € 7,90
Feltrinelli kids – i bruchi – Lettori + esperti
Silvia Roncaglia – Roberto Luciani, Lumpi Lumpi il mio amico drago, € 7,90
Cristina Bellemo – Daniela Costa, Il ragno, € 7,90
Una nuova serie di storie di facile lettura con semplici e simpatiche illustrazioni; la pagina finale delle “parole nuove” utilizzate nei testi non guasta.

Giunti
Fabrizio Biggio, L’incredibile storia della bambina nata come un fiore, € 14,00
A me piace quando un autore si mette in gioco e “sfida”, ad esempio, la tradizione della fiaba innestandovi sopra la sua moderna sensibilità; di bambine o ragazze nate da piante, erbe o frutti è piena la fiaba popolare e qui Fabrizio Biggio riprende il tema: la coppia di genitori che, dopo otto maschi vorrebbe una figlia femmina, viene accontentata dallo spuntare dal terreno di una piantina-bambina che ha i capelli come radici… Non racconto lo sviluppo della trama, dico solo che  Biggio ci dà una soluzione degna dell’infanzia di ieri e di oggi fatta di voglia di conoscenza, di curiosità, di disponibilità verso gli altri. Un bel romanzo breve cui i lettori piccoli (e “grandi”) potranno dare il giusto significato.
Giunti – Colibrì
Chiara Ingrao (ill. Elena Triolo), Bellerotelle, € 9,90
Francesco D’Adamo (ill. Judi Abbot), Le stanze di Mamud, € 7,90
Due bei romanzi apparentemente giocati su magia e sogni ma in realtà radicati  nella realtà dell’infanzia che è costruita su quello sguardo utopico che l’occhio adulto non sa più usare. D’altra parte da Francesco D’Adamo, autore sempre impegnato e “padrone” di uno stile, non ci si poteva aspettare altro che un sogno che ci trasportasse nella Stanza della Pace.

Lapis
Grégoire Solotareff (ill. Soledad Bravi, trad. Laura Tenorini), La mia preistoria d’amore, € 12,00
Un breve sorridente viaggio nella preistoria con mamma Mammut e papà Paput innamorati… nascerà la piccola Mut che a vent’anni incontrerà “un giovane Mammut… di nome Put…” E la storia continuerà…

le rane interlinea
Anselmo Roveda (ill. Mariachiara Di Giorgio), Il furto di Natale, € 10,00
Orso vende dolciumi e il suo negozio è noto in tutto il quartiere, qualcosa però non “funziona” e col passare del tempo Orso di “nome” diventa “orso” di fatto e alla compagnia degli altri preferisce la solitudine… Continuerà così o il giorno di Natale succederà qualcosa che cambierà anche la sua vita? Racconto breve, delicato, efficace ben illustrato da Mariachiara Di Giorgio.

Telos
Teresa Porcella – Ignazio Fulghesu, Janas, cogas, Mommotti e altri esseri fantastici della SARDEGNA, € 14,00
Bella raccolta di storie ambientate in Sardegna: personaggi fantastici, luoghi magici secondo le più autentiche e antiche tradizioni popolari. Il testo è corredato da un impianto descrittivo-didattico.

*** Da 9 a 11 anni

Einaudi Ragazzi
Angelo Petrosino (ill. Sara Not), Le avventure di Fiammetta, € 14,50
Uno degli aspetti più significativi della tradizione fiabesca è quello di dar vita e parola ad animali, vegetali e oggetti; sembra quasi che la fiaba allarghi il fronte della democrazia facendo interloquire con gli uomini ciò che normalmente è privo di parola… Tutto questo per dire che solo la fantasia di uno scrittore intelligente e sensibile come Petrosino poteva animare una fiamma e renderla compagna di avventura del bambino solitario e timido protagonista del romanzo.  Le avventure di Fiammetta sono dunque romanzo a due voci perché anche la piccola fiamma ha una personalità e le sue “imprese” piacciono e coinvolgono il lettore. Ancora una volta: bravissimo Petrosino!

Giunti – Taccuini immaginari
Alex Corlazzoli (ill. Candia Castellani), Le ali per volare – Il taccuino immaginario di Frida Kahlo), € 10,00
Lo scorso anno Alex Corlazzoli, maestro, giornalista, scrittore sempre attento a “leggere” con lucidità la realtà moderna e contemporanea, ci ha dato il “taccuino di viaggio” di Paolo Borsellino, progetto editoriale originale in cui Corlazzoli “costruisce” la storia del suo personaggio come fosse un taccuino di appunti scritto di suo pugno. Evidentemente il progetto ha avuto successo e oggi lo scrittore arriva a noi con questo “taccuino immaginario” di Frida Kahlo, una ricostruzione “autobiografica” che tocca i punti più significativi della vita e dell’opera della pittrice. Corlazzoli ha una scrittura rapida ed incisiva e il  taccuino si legge con facilità e piacere.

il castoro
Francesco D’Adamo (ill. Lorenzo Sangiò), Awa libera tutti, €  13,50
I romanzi di Francesco D’Adamo sono soprattutto indirizzati alla fascia dell’adolescenza, Awa libera tutti, destinato ad un pubblico più “giovane”, costituisce una felice eccezione che conferma però la caratteristica che più apprezzo dello scrittore, quella di mantenere sempre intatti “sguardo sociale” e impegno civile senza scadere però in una narrativa prêt-à-porter. Il romanzo di oggi è coerente con questa impostazione: l’undicenne Awa è a capo di una banda di ragazzi che vive nel Villaggio delle Libere Menti costruito fra gli alberi e che ha per “ragione sociale” quella di aiutare altri bambini in difficoltà; la storia assume il tono dell’avventura ma dallo sfondo emerge il tema drammatico del lavoro minorile (in questo caso bambini costretti a scendere in una miniera di cobalto)…

MIMebù
Eva Serena Pavan (ill. Sara Not), Scambio scuola, € 14,50
Non ho mai incontrato la scrittrice quindi l’apprezzamento per il suo lavoro non è “mediato” dalla conoscenza: Scambio scuola mi ha divertito moltissimo per originalità e simpatia. I due protagonisti di undici anni, diversissimi per condizione sociale, per un equivoco sui loro nomi si trovano iscritti in prima media a scuole cui non erano destinati: il primo, destinato a prestigioso istituto privato, finisce nella scuola media “normale” mentre il secondo prende il suo posto. Al di là del primo equivoco è interessante l’ingegnosità con cui l’autrice tiene viva la sua “commedia” degli equivoci, il suo sguardo è spesso ironico verso adulti “distratti” e compiaciuto verso i suoi due protagonisti che rimedieranno  anche con l’amicizia ai pasticci dei “grandi”.

uovonero
Inés Garland, Lilo (ill. Maite Mutuberria, trad. Francesco Ferrucci), € 16,00
Riprendo quanto osservavo per il romanzo di Petrosino: è positivo trovare autori, che, memori della tradizione della fiaba, danno voce a chi voce non ha; Lilo, protagonista “autobiografico” di questo delicato e riuscito romanzo, è un cane non di razza pura, sembra un pastore tedesco ma le sue cortissime zampe lo tradiscono, quindi proprio come gli esseri umani rifiuta i contatti con altri cani del parco… il disagio di Lilo non è l’unico perché anche la sua padroncina a un certo punto non esce più di casa… Non racconterò il seguito del romanzo, dirò solo che l’ho trovato originale, non ridondante e molto scorrevole.

***Da 12 a 15 anni
Trovo sempre difficile lavorare sui libri per questa fascia d’età anche perché molti raccontano la stessa situazione: adolescenti in crisi, rapporti difficili in famiglia, quartieri degradati, incontri inattesi magari salvifici… In alcuni casi c’è l’aggiunta della prima persona, una sorta di mimesi di un “parlato” o “pensato” che dovrebbe favorire l’adesione del lettore e spesso, invece, risulta, solo espediente retorico. Per questa ragione  pur non volendo ricorrere a classificazioni e “voti” non entrerò nello specifico di molti romanzi che considero “intercambiabili”: a qualcuno, che colpisce  per originalità, dedicherò  più spazio, in particolare cercherò di evidenziare almeno lo sforzo di alcuni autori italiani “indipendenti” (inseriti in fondo a questa sezione), meno attenti – per fortuna – alle esigenze delle agenzie creative, degli editori, dell’onnipotente “mercato”. Ai lettori ogni altra valutazione…

Àncora wow
Annalisa Ponti, Polvere di Vipera. Romanzo medievale, € 15,00
Quando si leggono romanzi la prima domanda che dovremmo farci riguarda la capacità dell’autore di costruire una storia; sembra un’ovvietà ma non è così perché spesso l’editoria – quella per ragazzi in particolare – preferisce muoversi sull’usato sicuro, mettere al centro protagonisti contemporanei che con le loro problematiche attuali dovrebbero favorire processi di identificazione. Nulla di più sbagliato perché – come nel caso di questo romanzo – si può parlare del passato e favorire lo stesso – anzi meglio – l’adesione del lettore. Il romanzo Polvere di Vipera è ambientato nel Medioevo eppure gli “ingredienti” dell’attualità ci sono tutti: la giovane Maria che fugge di casa, lontano da un padre violento, ha coraggio, voglia di libertà, desiderio di conoscenza, senso dell’avventura… quale giovane di ieri e di oggi non è spinto da questi sentimenti? Aggiungo che il romanzo fornisce altri “ingredienti” appassionanti: Maria conosce, appresi dalla madre, i segreti delle piante e delle erbe… quale giovane di ieri e di oggi non vorrebbe mettere a frutto qualche sua specifica conoscenza?  Non voglio raccontare la trama del romanzo né le figure di altri personaggi, dall’adolescente Pasquale a Bianca, dico solo che tutti contribuiscono a dare un senso a un’avventura che è, ad un tempo, piacere della scoperta e processo di crescita. Un’ultima notazione: Polvere di vipera è romanzo “femminile” nel senso che valorizza nei fatti narrati e senza dichiarazioni ideologiche l’intelligenza e l’intraprendenza della donna.

Camelozampa
Oliver Adam, Prendimi per mano, € 15,90
Una bella storia d’amore: un romanzo costruito sullo spazio della notte che i due giovani protagonisti, Chloé e Antoine, passano da soli nella stanza dell’ospedale dove sono ricoverati… sono ore fondamentali a livello di ricordo ma anche di progettazione del futuro. Le voci dei due giovani si alternano nei capitoli del romanzo e questo contribuisce a rendere più forte l’emersione delle loro diverse psicologie.

Effatà editrice – Connessi
Marino Muratore, La ragazza metà bianca e metà nera, € 13,00
Un romanzo originale che capovolge la tradizionale visione dell’integrazione: Marino Muratore ci racconta, infatti, la storia della tredicenne Floriana che va con i genitori in Costa d’Avorio a trovare un missionario amico, rimane coinvolta in un drammatico incidente automobilistico e, provvisoriamente sola, è accolta come una figlia da una famiglia ivoriana; la sua integrazione nella nuova realtà diventa occasione di confronto fra due mondi e alla fine Floriana sente di appartenere ad entrambi perché entrambi sono portatori di valori a partire da quello della comune appartenenza all’umanità. La ragazza metà bianca e metà nera è libro di fede perché l’autore vi ha riversato tutta la sua esperienza formativa e la sua vicinanza a un mondo missionario che non va in Africa a convertire alla nostra “civiltà” ma a condividere la vita di chi ha meno…

Einaudi Ragazzi di oggi
Daniela Cologgi, Uno contro tutti, € 11,00
Marina Mander, Eccomi è la parola più bella del mondo, € 11,00
Romanzi sulle comuni difficoltà dell’adolescenza: protagonista del primo un tredicenne un po’ bullo, del secondo una tredicenne alle prese con i cambiamenti tipici dell’età. La collana offre romanzi strutturalmente ineccepibili, di facile identificazione con i protagonisti e di altrettanto facile lettura… Io ricordo con nostalgia l’originalità delle trame e l’educativa “complessità” formale di due storiche collane di Einaudi Ragazzi destinate all’adolescenza: “Ex libris” (1989) e “Frontiere” (1994)…

Einaudi Ragazzi
Rosario Esposito La Rossa, Gino Strada Medico in prima linea, € 12,90
La Rossa rende omaggio all’eccezionale personalità di Gino Strada fondatore di Emergency attraverso un sapiente gioco letterario: immagina e scrive cartoline inviate a Strada da chi l’ha conosciuto e l’ha avuto vicino; ogni testo contribuisce a rendere testimonianza di un impegno che non fu solo quello di “curare” ma diventò un “prendersi cura” delle persone senza rinunciare alla critica, alla denuncia, all’impegno sociale.
Ariela Rizzi – Fabrizio Silei (ill. Elisabetta Stoinich), HIKIKOMORI, € 15,50
Sposterei in avanti rispetto ai 12 anni consigliati la lettura di questo romanzo che mi pare fin troppo preciso nella “costruzione”, quasi si fosse creata a tavolino la storia perfetta di un amore adolescenziale di oggi, dell’incontro e della crescita nella solitudine dell’online di un desiderio di più intima conoscenza fra Luca, un diciassettenne italiano, e Yukiko, una ragazza giapponese (sogno, peraltro, destinato ad infrangersi in un viaggio dall’Italia al Giappone che per il protagonista sarà comunque formativo). Anche graficamente il romanzo è diviso in due parti: la storia di Luca da un lato e, capovolto, da destra a sinistra anche nella numerazione delle pagine, il diario della ragazza… anche questo espediente narrativo a me pare un po’ difficile e ridondante, devo convenire, però, che l’azzardo compositivo potrebbe piacere ai giovani lettori abituati in rete a ben altre “acrobazie”.

Feltrinelli kids
Sarah Savioli, Delitto alla Tesla Academy, € 15,00
Lena Frölander-Ulf (trad. Giusi Barbiani), Nelson zampaditigre, € 15,00
Due romanzi che potranno piacere ai giovani lettori anche se il primo con i cinque ragazzi geniali che frequentano un’Accademia per giovani talenti e sbrogliano un caso di omicidio, mi pare un po’ “meccanico” e prevedibile. Più divertenti le avventure del bambino Nelson che in compagnia di una tigre un po’ strana (sa parlare e suona l’armonica) rimette a posto le cose in una città dominata dai Fautori dell’Ordine nemici di ogni diversità.

Giralangolo
Antonella Botti, Sciamadda, €  12,00
Su questo bel romanzo di una professoressa genovese esercito la “virtù” della pigrizia e rinvio sia alla recensione di Anselmo Roveda (“Andersen”, n. 400, marzo 2023, p. 85)  sia alla puntata di mia figlia Sara dedicata su Youtube a Le migliori scoperte alla Bologna Children’s Book Fair.

 

Giunti
Cory Anderson, Tutta la bellezza del mondo, € 14,00
Romanzo teso e drammatico: diciassettenne con padre detenuto e fratellino in procinto di essere affidato ai servizi sociali, una refurtiva da recuperare, la rapacità degli adulti e la solidarietà fra giovani… potrebbe essere uno dei soliti romanzi costruiti sui luoghi comuni e invece mi ha colpito la capacità dell’autrice di far emergere bene la psicologia dei personaggi.

il castoro – I tascabili
Anna Sarfatti, Il nido del tempo, € 16,00
L’adolescente Margherita in crisi psicologica per la separazione dei genitori incontra Lisa vecchia signora ebrea costretta durante la sua giovinezza a fuggire dall’Italia in seguito alle leggi razziali. Rispetto alla tematica consueta dell’adolescente in crisi qui per “buon peso” si aggiunge il tema drammatico della discriminazione razziale. Ho trovato anche questo romanzo un po’ “meccanico”…

Piemme
Lorenzo Molino (ill. Alice Guidi), Sei semplici favori, € 17,00
Daniela Palumbo, La notte più bella, € 16,50
Due libri più “genuini” di altri perché gli autori hanno sviluppato temi originali:  Molino costringe il suo protagonista, il tredicenne Giulio, a superare prove difficili (come nelle fiabe) per uscire con la ragazza più carina della scuola che gli ha posto come condizione quella di trovare la rarissima figurina Panini (stagione 1963-64) del calciatore Pizzaballa. Palumbo circoscrive uno spazio cronologico preciso (il blackout che colpì New York il 9 novembre 1965) entro il quale fa muovere i personaggi dei suoi otto racconti. Aggiungo che Molino e Palumbo hanno costruito intorno ai loro temi trame non prevedibili, non banali neppure nel linguaggio e nelle scelte stilistiche.

PIEMME – il battello a vapore LUNA
Giulia Blasi, Scintilla nel Buio, € 16,00
Chiara Blau, Selvaggia, € 16,00
Due adolescenti, la prima vittima di un grave incidente in cui ha perso i genitori, deve iniziare una seconda vita con uno zio; l’altra vive un’amicizia intensa e deludente con una ragazza più grande… Romanzi con “ingredienti” precisamente dosati…

Uovonero
Catherine Fradier, Dacca toxic. Cronache lunari di un ragazzo bizzarro (trad. Ilaria Piperno – Sante Bandirali , € 15,00
Secondo titolo di una serie che ha segnato l’esordio della giallista francese nella letteratura per ragazzi; romanzo significativo che sa unire la denuncia dello sfruttamento dell’infanzia nel Bangladesh alla dimensione romanzesca; fughe, percorsi pericolosi, rischi, amicizie tenaci segnano un percorso che in un contesto sociale drammatico sa assumere anche i contorni dell’avventura e i connotati di un viaggio  che è ad un tempo liberazione e crescita.

*** Romanzi di autori italiani che mi hanno particolarmente convinto

Giunti
Marco Marmeggi, Il respiro del dinosauro, € 16,00
il castoro Hot Spot
Sara Allegrini, Come inchiostro nell’acqua, € 15,50
Davide Musso, Di cosa abbiamo paura, € 14,00
Silvia Vecchini, Mille briciole di luce, € 15,00
Quattro romanzi di autori italiani diversi per esperienze (Marmeggi e Allegrini hanno alle spalle l’insegnamento, Davide Musso vanta diverse attività nel campo della scrittura ma è al suo primo romanzo per ragazzi, Silvia Vecchini è autrice molto nota) ma uniti – a me pare – dalla sostanziale indipendenza di modi e stili: Michele, il giovane protagonista di Marmeggi, ha dieci anni e abita a Lipari; l’anno è il 1929 e nell’isola sono mandati al confino diversi antifascisti… il romanzo, costruito su solida base storica (la fuga di Emilio Lussu), è denso, avvincente come un’avventura che mescola quotidianità e impegno, curiosità e conoscenza. Originalissima la trama del romanzo di Allegrini dove l’oscurità che circonda la ragazza protagonista è il buio di una mente che non riesce a ricordare neppure il suo nome e cerca, attraverso frammenti di memoria, di ritrovare consapevolezza di sé; intorno a lei presenze importanti ma, nel corso del romanzo, non risolutive e capaci di lasciare molte porte aperte alle attese dei lettori che non saranno delusi dal finale. Davide Musso si affida alle voci narranti di due giovani protagonisti, Michi e Pablo, figli di una periferia degradata che non dà orizzonti diversi dalla prevaricazione, dalla violenza, dall’emarginazione anche razziale; Di cosa abbiamo paura è una storia d’amore, di crescita, di fuga e di scoperta, ben condotta e aperta a un futuro di speranza. Originale per tema e sapientemente costruita la storia di Vecchini: Danni è un ragazzo, orfano di una madre ginnasta, che coltiva una segreta passione per quella ginnastica ritmica che tradizionalmente è riservata alle ragazze; si allena di nascosto e altrettanto clandestinamente indossa quella tutina che sicuramente farebbe discutere la gente. Al di là della stessa tematica che mette a nudo pregiudizi e luoghi comuni e valorizza la tenacia di scelte al tempo stesso intime e sociali, mi ha colpito il ritmo che Vecchini imprime alla narrazione attraverso l’inserimento nella storia di elementi lirici di notevole forza evocativa, dal coro delle ginnaste alla voce degli attrezzi che sembrano accompagnare i movimenti del ragazzo… Insomma per fare buone storie non servono né “agenti-suggeritori” né promoter editoriali ma solo individuale onestà di ispirazione e autonoma capacità di scrittura.

***Due italiani “di ritorno”

 Piemme – Il battello a vapore – I libri di Susanna Tamaro
Cuore di ciccia (ill. Tony Ross), € 13,00
Tobia e l’angelo (ill. Lida Ziruffo), € 12,00
Tutti abbiamo una stella (ill. Lida Ziruffo), € 16,50 (+ 10 anni)


HarperCollins – Andrea Molesini
Storia del pirata col mal di denti e del drago senza fuoco (ill. Arianna Bellucci), € 16,50 (+ 8 anni)


Due ritorni molto diversi ma ugualmente importanti: accanto alle riedizioni di due romanzi “storici” (Cuore di ciccia del 1992 è per me un classico) Susanna Tamaro torna alla narrativa per ragazzi con  Tutti abbiamo una stella che racconta la storia di Sam, bambino inserito in un contesto famigliare non certo formativo (ha una madre incapace di affetto, un patrigno e due fratellastri che lo prendono di mira proprio per la sua fragilità); l’ultima disavventura del suo abbandono in un autogrill da parte dei genitori distratti si trasforma in un viaggio fiabesco con “aiutanti” magici e prove da superare fino a un finale sorprendente, imprevisto, aperto a nuove avventure del protagonista.
Per quanto riguarda Andrea Molesini siamo davanti a un felice ritorno alla narrativa per ragazzi abbandonata di fatto da più di vent’anni dopo un decennio di successi, da Quando ai veneziani crebbe la coda (1988) agli intensi romanzi  Tutto il tempo del mondo (1998) e Polvere innamorata (1998), passando per Aznif e la strega maldestra (1991),  Il matto e l’Ippopota (1992) e Nonna Vudù e la congiura delle zie (1994). Nel simpaticissimo romanzo di oggi che ha per protagonisti, Panciagialla, Copecoperso, due vecchi pirati in pensione, Genoveffa, tartaruga mascotte, una puzzola patita del baseball e un drago senza più fuoco in bocca, ridotto a fare il dentista, troviamo il Molesini di un tempo: situazioni bizzarre, percorsi imprevedibili, ironie non velate verso gli uomini “normali”, goffi “bipedi saputi”… una salutare continuità, dunque, con quella linea  italiana che da Collodi porta a Rodari passando per Rubino e Tofano (l’orco vegetariano è  quasi un omaggio a uno dei personaggi di Il romanzo delle mie delusioni)…

 *** Divulgazione

emons!raga – amnesty international
Cai Schmitz-Weicht – ill. Ka Schmitz (trad. Federico Castelli Gattinara, audiolibro letto da Pierpaolo Spollon), La Dichiarazione universale dei diritti umani per le ragazze e i ragazzi, € 12,50
L’albo spiega  con parole semplici ed altrettanto chiare illustrazioni i diritti umani: un bell’esempio di divulgazione per preparare a una cittadinanza matura e consapevole.

il castoro
Cecilia Botta, Il nostro viaggio sulla Terra, € 16,00
Ho inserito forse impropriamente questo albo in “divulgazione” ma l’ho fatto con la consapevolezza  che anche con poche parole e molte, grandi e accattivanti illustrazioni si può far compiere un viaggio di conoscenza in un mondo che ci dà molto e che dobbiamo custodire e proteggere.

il castoro
Silke Rose West e Joseph Sarosy (ill. Rebecca Green), Come raccontare le storie ai bambini, € 16,00
Un bel manuale che alla  seria riflessione sul ruolo fondamentale della narrazione nella storia dell’umanità unisce suggerimenti, consigli pratici, indicazioni operative. Utilissimo per insegnanti, bibliotecari, animatori della lettura.

orecchio acerbo
Nicolas Jolivot (trad. Francesca Lazzarato), Viaggi nel mio giardino, € 33,00
Ho inserito questo grande libro nel settore della divulgazione anche se in realtà siamo davanti ad un prodotto molto particolare perché Nicolas Jolivot, finissimo illustratore-autore, mescola tanti elementi diversi: gioca sulla minuta osservazione del giardino dei nonni, ne racconta la storia con immagini efficaci e misurate parole, ma non trascura la dimensione famigliare e autobiografica. Il risultato, pur nella concretezza del dettaglio, è un viaggio filosofico in un luogo magico dove memoria, presente e futuro si fondono sotto il segno della natura.

 ***Fumetti e graphic novel

Einaudi Ragazzi Comics
Théa Rojzman – Sandrine Revel (trad. Silvia Mercurio), Grande silenzio, € 21,00
Un graphic novel per adulti di raro spessore: un tema, quello degli abusi sessuali sull’infanzia, affrontato attraverso l’efficacia di un racconto quasi fantascientifico su una fabbrica che inghiotte le grida dei bambini e le rende mute… Anche nel settore dei Comics Einaudi Ragazzi si dimostra editore capace di fare buona letteratura non dimenticando l’impegno civile.

il castoro
Katy Farina (trad. Giovanna Falletti), La sorellina della baby-sitter. Karen e la strega (basato sul romanzo di Ann M. Martin), € 14,00
Divertenti avventure di un personaggio che piacerà anche ai più piccoli; francamente, però, a me il tipo di illustrazione non appassiona…
Victoria Jamieson e Omar Mohamed (trad. Laura Tenorini), Come stelle nel cielo, € 16,50
Coautore di Come stelle nel cielo è Omar Mohamed uno dei due fratelli protagonisti di questo bel graphic novel che racconta, appunto, la storia di due fratelli che, dopo aver trascorso quindici anni in un campo profughi in Kenia, sono approdati negli Stati Uniti e hanno avuto modo di inserirsi in un contesto sociale diverso. La storia di Omar e di suo fratello è, in realtà, una storia di alfabetizzazione e di studio perché il primo fin dal campo profughi ha la possibilità di andare a scuola convincendosi che il riscatto sociale può avvenire solo attraverso la conoscenza (negli Stati Uniti si è laureato in Sviluppo Internazionale). Il graphic novel, contenutisticamente intenso, è molto chiaro, quasi elementare, nella parte figurativa e questo gli consentirà di allargare sicuramente la fascia dei possibili lettori.

TEMI
*** Anniversari

Einaudi Ragazzi
Gianni Rodari, Grammatica della fantasia, ill. Lucio Schiavon, €  15,90
Einaudi Ragazzi, editore di riferimento dei testi rodariani, non si è fatto sfuggire il 50° anniversario dell’uscita di Grammatica della fantasia, un’introduzione all’arte di inventare storie destinata a fare il giro del mondo…  pubblica quindi la prima edizione illustrata del testo ed è una bella sorpresa trovare nelle figure di Lucio Schiavon una moderna “lettura” figurativa (molto munariana) di un “classico”…

 

Lapis
Sara Marconi – Desideria Guicciardini (ill.), I promessi sposi, € 14,90
Il 150° anniversario della morte di Alessandro Manzoni viene ricordato con questa bella edizione: Sara Marconi è bravissima a raccontare ai ragazzi il capolavoro manzoniano, a ricrearne le atmosfere e a non perdere nulla della psicologia dei singoli personaggi; eleganti, efficaci e coinvolgenti le illustrazioni di Desideria Guicciardini.

*** Bande

Camelozampa
Florence Thinard (ill. GaӫlHenry, trad. Sara Saorin), La banda dei vecchi bacucchi, € 15,90
Einaudi Ragazzi – 30 anni di storie e rime
Stefano Bordiglioni (ill. Stefano Tambellini), La ciurma di capitan Quinto. Diario di bordo di una classe quinta, € 12,00
emons!raga
Rieke Patwardhan (ill. Regina Kehn, trad. Valentina Freschi), La banda della zuppa di piselli. Il segreto di Lina, € 14,00
Per la fascia d’età fra i nove e gli undici anni ecco testi che, non a caso, per meglio coinvolgere i lettori, si legano alla dimensione collettiva della “banda” o della “ciurma”: protagonisti delle simpatiche imprese sono bambini e anziani uniti nel piacere della sfida. Nessuno dei tre romanzi mi ha particolarmente appassionato ma sono divertenti e obbligano lo studioso a fare una riflessione sulla trasformazione del tema delle “bande” nella storia della letteratura per l’infanzia (molti anni fa mi ero occupato dell’argomento in  La fine della banda in Molti, uno solo. Tipologie della letteratura giovanile, Firenze, La Nuova Italia 1994 poi in La banda (in)finita in Reti e storie per innovare in educazione. Approcci di ricerca e complessità a cura di Andrea Traverso, ETS 2014, pp.135-143).

***Guerra e pace
La guerra è entrata in Fiera attraverso la mostra sull’illustrazione ucraina e diversi volumi:

il castoro
Katerina Tykhozora – Oleksandr Prodan, La mia casa, € 14,50 (+ 7 anni)
il castoro – I tascabili
Steve Sheinkin (trad. Nello Giugliano), L’atomica. La corsa per costruire (e rubare) l’arma più pericolosa del mondo, € 9,90 (+ 12 anni)
 Piemme
Lia Levi, La bambina da oltre il confine, € 15,20 (+ 11 anni)
L’albo La mia casa ha come sfondo la guerra (il riferimento all’Ucraina è dato da molti “segnali” compresa la bandiera nell’illustrazione finale) e la storia è quella di una famiglia (madre, padre, bambina) costretta ad abbandonare la propria casa, a veder partire il papà soldato e a desiderare intensamente il ritorno fra le mura domestiche; le illustrazioni, nonostante il tema drammatico, sono “serene” e vivaci e questo è un elemento positivo perché allontana ogni facile retorica valorizzando semmai l’aspetto psicologico di una ferita interiore.
L’atomica è insieme saggio sulle scoperte scientifiche che portarono alla costruzione della bomba atomica e racconto di scoperte, di spionaggio, di intrighi… un buon mix che piacerà agli adolescenti.
Anche Lia Levi parla di guerra e mette al centro il dramma dell’abbandono della propria casa e della necessità dei genitori di mettere in salvo i figli: nel romanzo Iryna di dieci anni viene mandata dai genitori in Italia e proprio qui da noi comincia l’avventura del rientro aiutata da un coetaneo italiano. Sono grande estimatore della produzione di Lia Levi ma in questo caso devo dire che la mia valutazione è incerta perché i meccanismi narrativi mi paiono fin troppo oliati: guerra, fuga, desiderio di rientro, viaggio, “aiutante”… pare quasi che il “mestiere” vinca sull’originalità ed è – se esiste – un peccato comune a molta narrativa troppo spesso legata, oggi, a intermediazioni che “danno la linea” su temi, contenuti, “stili”.
Piemme
Stefania Battistini, Una guerra ingiusta. Racconti e immagini dall’Ucraina sotto le bombe, € 14,00 (+ 12 anni)
Stefania Battistini, giornalista del Tg1, è stata una delle prime testimoni dirette degli orrori della guerra in Ucraina e qui racconta esemplarmente la sua esperienza.

*** Shoah, ebraismo

Einaudi Ragazzi
Nicoletta Bortolotti, Exodus, € 12,00
Il romanzo, ben costruito e capace di sviluppare avventura anche in un contesto drammatico,  racconta il difficile viaggio verso la Terra Promessa di due orfani sopravvissuti allo sterminio.

Giunti
Anne Frank (con uno scritto di Anna Sarfatti, trad. Dafne Paris), Diario, € 18,00
La nuova traduzione dall’olandese del Diario di Anna Frank ci restituisce un ritratto completo anche dal punto di vista psicologico dell’adolescente Anna. Il volume molto curato (esemplare la postfazione di Franco Paris che spiega il Perché di una nuova traduzione) non dovrebbe mancare nelle biblioteche delle scuole italiane.

il castoro
Salva Rubio – Loreto Aroca (trad. Francesco Ferrucci), La bibliotecaria di Auschwitz (basato sul romanzo di Antonio Iturbe), € 15,50
Nell’efficace graphic novel La bibliotecaria di Auschwitz Salva Rubio e Loreto Aroca prendono spunto dalla storia vera della quattordicenne Dita Kraus che trovò aiuto nella lettura e nella condivisione con altri prigionieri dei pochi libri “clandestini” salvati dalle perquisizioni.

 

*** Marino Cassini

Erga
Marino Cassini (trad. Lucy Vaughan), All’ombra della Torre dei Doria \ In the shadow of the Doria tower – Il borgo medievale di Isolabona. Storia, folklore e turismo \ The medieval village of Isolabona. History, folklore and tourism, € 13,90
Marino Cassini, Le parole della nostra infanzia. Il dialetto di Isolabona (Imperia) nelle espressioni popolari e in testi contemporanei, € 14,90
Erga – Vesepia (libro polisensoriale)
Casimiro Sanni (Gli Harvey tascabili di – illustrazioni e video tutorial di Lucrezia Giarratana), Italo Calvino – 52 settimane di Fiabe italiane tutte da giocare (Agenda /Notes Creativa), € 9,90
Marino Cassini (copertina Lucrezia Giarratana), Misteri di una notte di Capodanno – storie al limite del reale, € 12,00
Superati i novant’anni Marino Cassini continua a stupire per capacità creativa e lucidità: i due testi dedicati alla sua Isolabona in Val Nervia (Imperia) costituiscono una miniera di informazioni che transita dal ricordo affettuoso alla riflessione sulle tradizioni popolari, dall’attenzione al dialetto alla valorizzazione turistica; sono due belle prove anche narrative corredate di una App che consente di guardare video e aggiungere documentazione al materiale già ricco dei libri. Nella sua lunga attività di scrittore Cassini non ha poi ignorato le “contaminazioni” mescolando sapienza narrativa e passione per l’enigmistica e il mistero: ecco così offerta a lettori piccoli e grandi l’opportunità di risolvere giochi enigmistici costruiti intorno alle fiabe di Calvino e di decifrare i segreti delle misteriose storie di “una notte di capodanno”.

*** Per gli educatori

Erickson
Elisabetta Garilli, La classe è un’orchestra. Percorsi interdisciplinari di educazione musicale per la scuola primaria, € 23,00
Ho più volte segnalato la bravura di Elisabetta Garilli: le straordinarie esperienze nella didattica musicale, la direzione di un eccezionale gruppo cameristico moderno, la cura presso Carthusia di originalissimi albi per l’infanzia dove parole, musica, illustrazioni diventano percorsi di divertimento e cultura (il suo Tinotino Tinotina Tinotintintin ha vinto nel 2018 il Premio Rodari)… Oggi questo grande libro costituisce non solo la “summa” delle sue proposte didattiche ma è anche un canto d’amore per la musica come serbatoio di energie positive.

*** Libri ricevuti
Questo spazio dedicato ai “Libri ricevuti” si allarga e davanti alle decine di volumi che ricevo e che finiscono per non essere segnalati, ingloberà, d’ora in poi, libri che per ragioni di tempo non riesco a segnalare più diffusamente nelle altre parti della rassegna; testi legati alla serialità (che non amo) o a “generi” (come il fantasy) che “frequento” poco e che mi obbligherebbero a giudizi generici; ristampe. Non si tratta solo, quindi, di giudizi di valore quanto della mia impossibilità ad arrivare a dar conto di tutto. Manterrò comunque anche per questa sezione l’indicazione della fascia d’età cui i testi sono destinati.

Armando editore (+ 10)
Idalberto Fei (ill. Laura De Luca, prefazione Grazia Gotti), Tutta la vita in tasca, una grande avventura per raccontare ai ragazzi che esiste qualcosa che vale, € 14,00.

Edizioni EL (+ 8)
Luca Tebaldi (ill. Francesca Rizzati), Mistery game – indagine ad altavetta. Mettiti alla prova!, €12,50

Giunti (+ 12)
Andrew Simonet, Questa notte è nostra, € 14,00

Gribaudo fantasy (+ 9 anni)
Andy Shepherd (ill. Sara Ogilvie, trad. Manuela Salvi), Il ragazzo che coltivava i draghi, € 12,90
Andy Shepherd (ill. Sara Ogilvie, trad. Manuela Salvi), Il ragazzo che allevava i draghi, € 12,90
Luca Azzolini, L’inventa mondi con uno schiocco delle dita, € 14,90
Moony Witcher, Diven O’Neal e le tre monete d’oro, € 14,90
Cecilia Randall, Kitsune. L’ombra della volpe , € 16,90
Jaclyn Moriarty, Le sconsiderate avventure di Bronte Mettlestone (trad. Rubina Rochi), € 16,90

PIEMME – il battello a vapore (+ 9)
Angelo Mozzillo (ill. Davide Panizza), Detective Linus. I nemici lo odiano, gli amici lo sopportano, € 16,00
Piemme (adatti ad ogni età)
Geronimo Stilton, Falco in picchiata… fifa assicurata!, € 14,5
Geronimo Stilton, Le avventure del giovane GERO – mai saltare la scuola, € 14,50
Geronimo Stilton, Il mio amico PRINCIPE – Una storia ispirata al Il piccolo principe, € 14,50
Piemme – Tea Sisters
Tea Stilton, L’indagine in corso: l’attore scomparso, € 15,80

Sinnos (+ 11)
Anna Vivarelli (disegni Amedeo Macaluso), Naufraghi e naufragi, € 14,00

Autunno 2022… quasi Natale

***Avvertenza iniziale

Da quando ho iniziato l’avventura di questo sito sono migliaia le novità editoriali pervenute al mio indirizzo e di tutte (o quasi) ho cercato di dar conto almeno con un cenno. Oggi, davanti alle centinaia di libri accumulati da agosto e nonostante il “domicilio coatto” causa Covid, mi rendo conto che questo non è più possibile almeno nei termini della lettura completa di ogni testo. Da ora, dunque, aumenterà la spazio di “Libri ricevuti” che non riguarderà più solo romanzi seriali (o altro prodotto da me poco considerato) ma inserirà anche i testi che materialmente non sono riuscito a prendere in considerazione (di tutti comunque fornirò indicazione sull’età dei possibili lettori). Un’ultima novità riguarda lo spazio che continuerò a dare ad argomenti e generi specifici (in questa “puntata” Ambiente e difesa della natura, Divulgazione, Fantasy horror magia, Graphic novel e fumetti, Poesia, Rodariana, Fuori “categoria”), non di un vezzo si tratta ma del riconoscimento dell’importanza di temi e generi all’interno della nostra produzione editoriale. Buona lettura.

***Albi

cameloZampa

  • Astrid Lindgren – Marit Törnqvist (trad. Samanta K. Milton Knowles), Quando Johan trovò una vitellina, € 17.00
  • David Almond (ill. Laura Carlin, trad. Sara Saorin), La donna che trasformava i bambini in uccelli, € 17.00

Due grandi nomi per due storie diverse ma ugualmente figlie di un’ispirazione non contaminata da mode o convenienze editoriali: la favola di Astrid Lindgren, pubblicata in antologia nel 1951 e illustrata nel 1989 da Marit Törnqvist, la maggior interprete figurativa della scrittrice (della coppia Lindgren – Törnqvist Camelozampa ha già in catalogo Tutto dormirà),  ci porta in una provincia agricola del sud della Svezia dove una famiglia contadina ha perso l’unica mucca; il piccolo Johan, figlio dei contadini, vive anche dal punto di vista affettivo la disgrazia e il paesaggio innevato è specchio del dolore che lo avvolge; accade l’inimmaginabile (non un miracolo ma una serie di combinazioni fortunate) e la vicenda si concluderà positivamente. Più legata al fantastico e recentissima anche la storia della donna che grazie ai magici poteri del titolo regala ai bambini (ma anche agli scettici adulti) il piacere della metamorfosi e di uno sguardo diverso; una stupenda valorizzazione del potere della fantasia ma anche un invito a guardare le cose da una prospettiva nuova. I due albi toccano con leggerezza temi importanti offerti attraverso storie limpide ed essenziali… quanto di meglio si possa chiedere agli albi destinati all’infanzia (e non solo).

  • Helen Oxenbury (trad. Sara Saorin), Tom e Pippo combinano un guaio, € 15.00
  • Sven Nordqvist (trad. Samanta K. Milton Knowles), Caccia alla volpe, € 16.00
  • Maria Loretta Giraldo – Nicoletta Bertelle, Volta la pagina, € 16.00

Tre albi diversi per “età”, temi e resa stilistica: i primi due della seconda metà degli anni Ottanta del secolo scorso fanno parte di quell’importante lavoro di recupero che l’editore fa di albi del passato che ancora oggi hanno qualcosa da dire: le “imprese” domestiche del piccolo Tom, che incolpa sempre dei suoi pasticci Pippo, la scimmietta di pezza compagna di giochi, sono piccoli capolavori di ingenuità e leggerezza che suscitano affetto e sorriso e non stupisce che Tom e Pippo siano stati protagonisti di molte altre avventure. Anche il contadino Pettson e il suo gatto Findus appartengono a una fortunata serie di divertenti imprese (camelozampa opportunamente la sta ristampando tutta): sagacia, bonomia, umorismo caratterizzano le storie che in questo caso appoggiano su illustrazioni dettagliate e coloratissime. Il terzo, grande, albo parte dalla nota Volta la carta di Fabrizio De André  e fra rime originali ci conduce in un percorso figurativo pieno di colori e di sorprese; dalle rime e soprattutto dalle illustrazioni emerge una sorta di felicità di fondo, un ottimistico invito a continuare a voltare le pagine perché le belle storie non finiscono mai…

CARTHUSIA
Ero pronto a pubblicare questa sostanziosa rassegna di novità e a chiudere così (almeno provvisoriamente) le pagine natalizie quando è arrivato il pacco di Carthusia… pacco “robusto” non solo per il peso visto che di solito la produzione di Carthusia riesce sempre a stupirmi per originalità e qualità delle proposte; provo dunque a dare un ordine e a costruire un discorso intorno a quanto ho ricevuto e comincio da chi si è preso l’impegno di andare alle radici e di “spiegarci” il bambino

• Antonio Ferrara – Andrea Calisi, Come te lo spiego un bambino?, € 21.50.

Poche parole liricamente intense per arrivare all’essenza dell’infanzia; più delle frasi, però, a me pare che in questo grande albo contino le illustrazioni tutte a doppia pagina che non si limitano a dar figura e forte colore alle parole ma aprono strade in molte, stimolanti direzioni interpretative. Proseguo con due albi di formato minore che toccano temi fondamentali per l’infanzia, si tratta di

  • Beatrice Masini – Lucia Scuderi, Prendi una lacrima, € 17.90
  • Angelo Ruta, La nuvola, € 16.90

Il primo, nato dalla collaborazione con l’Associazione Anto Paninabella OdV che si occupa del benessere psicologico dell’infanzia, affida a due nomi importanti della scrittura e dell’illustrazione per l’infanzia il compito di aiutare bambini e ragazzi a superare il senso di inadeguatezza e la paura a mostrare le proprie debolezze e lo fa attraverso un racconto originale (protagonista è una lacrima) stupendamente illustrato… Nel silent book La nuvola Ruta si occupa invece di resilienza e lo fa attraverso il racconto per immagini di una nuvola che comincia ad invadere tutti gli spazi di un bambino che dovrà affrontarla e liberarsene da solo… I due albi ci dicono ancora una volta come invenzione letteraria e creatività figurativa possano diventare senza forzature veicolo di trasmissione di messaggi importanti. Altre novità:

  • Francesco Niccolini – Sonia Maria Luce Possentini, PAURAAAAA!, € 17.90.

L’albo che “gioca” con ambienti e personaggi della paura (un fantasmino, un orchetto)… un modo per esorcizzarla sorridendo. Una Possentini a colori un po’ diversa dal consueto (io continuo a preferire la sua linea “classica”).

  • Emanuela Nava – Annapaola Del Nevo, Rossella Faleni ed Erika Luppi, Caro mare, € 20.90.

Si tratta della riproposta in nuova veste editoriale di un albo di educazione ambientale di quasi vent’anni fa: le grandi ricchissime tavole di allora continuano a portarci in profondità con immutato fascino.

  • Daniela Iride Murgia – Riccardo Guasco, Se ti sbrighi, trovi ancora il mondo, € 21.50.

Un albo che vuole essere un invito ai lettori (piccoli e grandi) a dare un calcio alle abitudini, all’acquiescenza, all’immobilità e a muovere verso la scoperta (o riscoperta) della varietà delle cose del mondo.

CARTHUSIA – Silent book contest

  • Katerina Illnerova, Avventura nel Regno di Porcellana, € 20.90

Ritengo che Katerina Illnerova abbia ben meritato quest’anno il “Premio Silent Book Contest – Gianni De Conno”: il suo silent book Katerina Illnerova rappresenta per me il meglio di quanto il genere possa offrire perché a partire dalla trama siamo davanti a una linearità che pur non sacrificando nulla alla chiarezza espositiva fa “viaggiare” in piena libertà la fantasia. Parto anzitutto dalla constatazione che costruire una storia su oggetti di uso quotidiano (in questo vasi e tazze di porcellana) rendendoli “vivi” rientra nella dimensione di quel fiabesco che non fa distinzioni fra uomini, animali parlanti, tavoli che si apparecchiano; in secondo luogo apprezzo l’invenzione di dare vita non all’oggetto intero ma ad una raffigurazione impressa sulla sua superficie, protagonista dell’avventura è infatti il piccolo pescatore raffigurato sul vaso cui il vento fa volare lontano il cappello… e qui trovo stupendo il fiabesco dell’illustratrice che fa nascere folate di vento nell’immobilità dei disegni su porcellana (un poeta ceramista, Angelo Barile, scriveva al proposito “non tocche mai da una brezza”)…l’avventura continua a svilupparsi di vaso in vaso, di tazza in tazza con il pescatore che insegue il cappello e alla fine lo ritrova (non dirò come) rientrando così nell’ordine della pacifica immobilità degli oggetti.

CARTHUSIA – che avventura!

  • Sabina Colloredo – Daniela Iride Murgia, Il Circo dei desideri, € 17.90.

Bravissima l’illustratrice a giocare fra fantasmagoria e realismo dando luce e colore, a un racconto (quasi una fiaba) già bellissimo e intenso: quella bambina funambola che sposta sempre più in alto il filo fino a far “parte del cielo” è messaggio di speranza anche per i lettori più refrattari ai sogni.

Carthusia per l’Ucraina
CARTHUSIA – Magnifici versi

  • Lesja Ukraïnka – Sonia Maria Luce Possentini (trad. Stefano Garzonio, a cura di Teresa Porcella), Comunque spero, € 19.90.

CARTHUSIA – Storie sconfinate

  • Graziella Favaro – Emanuela Bussolati, Il gatto, il gallo e la volpe – Кіт, півень і лисиця (edizione bilingue, italiano-ucraino), € 12.90.

A un editore da sempre impegnato sul piano civile dell’inclusione, della tolleranza, del pacifismo non poteva mancare nella drammaticità del momento un riferimento all’Ucraina ed ecco quindi due opere significative: nella collana di poesia diretta da Teresa Porcella un grande albo ospita versi di speranza della poetessa ucraina primonovecentesca Lesja Ukraïnka illustrati con abbondanza coloristica e floreale da Maria Luce Possentini. Nella storica collana bilingue, poi, Carthusia pubblica una fiaba popolare ucraina che (mi sembra non a caso) racconta di un gatto e di un gallo che vivono insieme nella stessa capanna e devono difendersi dalle insidie della volpe…. Affascinante sempre il formato a fisarmonica che da un lato ci consente di leggere la storia e dall’altro ci consegna un’unica grande immagine, una sorta di piccola scenografia capace di suscitare altra voglia di raccontare…

 

Giralangolo

  • Anselmo Roveda – Marco Paci, Atlante delle dimore inconsuete e fantastiche. Case, castelli e palazzi delle grandi storie, € 20.00

Sontuose e affascinanti le immagini di questo nuovo atlante della serie inventata dal “duo” Roveda-Paci (Atlante dei viaggi straordinari, Atlante delle avventure e dei viaggi per terra e per mare con brani scelti dal Cap. Cav. Emilio Salgari, Atlante dei luoghi immaginati. Città, isole e paesi delle grandi storie) che oggi porta i lettori nell’intimità  di quelle dimore che abbiamo, leggendo, sempre immaginato; sembra quasi che i due autori (Paci soprattutto per le intense illustrazioni) siano diventati interior designer di un immaginario senza confini che viaggia dall’Inghilterra (ovviamente la più rappresentata visto che ha dato dimora, fra altri, ad Alice e a Sherlock Holmes) alla Toscana della casa borghese di Gianburrasca, dalla caverna, in “terre d’Oriente”, del tesoro di Alì Babà all’India delle pagode salgariane… Ogni volta l’esplorazione degli interni rivela sorprese e soprattutto le pagine doppie aprono nuovi spazi all’esplorazione e al divertimento… a chi non verrebbe voglia, ad esempio, di rimettere in ordine la stanza di Villa Villacolle di Pippi Calzelunghe dove Paci ha  affastellato (immagino con puro piacere) gli oggetti più impensabili? Buon viaggio, dunque, e buona lettura!

 Lapis – i Lapislazzuli

  • Gek Tessaro, L’albero dei Cento Cavalli, € 15.00
  • Chiara Carminati – Alessandro Sanna, Rosso di cielo, € 14.90

Il più grande castagno d’Italia è probabilmente l’albero dei Cento Cavalli sulle pendici dell’Etna; solo un poeta creatore di immagini e parole come Gek Tessaro poteva dargli la parola e fargli raccontare la sua storia secolare fra guerre, bambini fra i rami, incendi… Tessaro “legge” in profondità la “psicologia” del suo albero, lo fa con le parole ma soprattutto con immagini che, nella loro diversità e pur riconoscibili come stile, coinvolgono il lettore, lo rendono complice e gli offrono nuove opportunità interpretative.  Il tocco leggero delle parole di Carminati e i colori di Sanna: un gioco virtuoso  e produttivo di suggestioni, rimandi, sfumature…

orecchio acerbo – Amnesty international

  • Yoko Heiligers, Animali Uomini, € 16.50
  • Bertolt Brecht – Carme Solé Vendrell, La crociata dei bambini, € 16.90
  • Marta Pantaleo, I New Yorkers. Un libro gioco, € 22.50
  • Isabella Labate, Il bambino del tram, € 16.00

Da un’importante artista olandese un albo denso di rinvii e suggestioni dove i venticinque animali rappresentati (da ape a topo) diventano motore per tanti punti di vista diversi ma legati dal comune denominatore della nostra “umanità” e del nostro immaginario. Un gioco complesso e avvincente dove le figure che mescolano insieme le varie tecniche dell’artista, dal collage all’incisione su linoleum, acquistano un fascino particolare. Bertolt Brecht (1898 – 1956), intellettuale comunista, poeta, drammaturgo, regista teatrale, ha goduto particolare fortuna alcuni decenni fa: oggi si parla meno di lui, ma il breve testo del 1942 che racconta di un esodo di bambini soli nella Polonia del 1939  ha valenza universale e non può che riportarci alla situazione contemporanea con i tanti bambini soli che attraversano mare e frontiere alla ricerca di uno spazio di pace. L’essenzialità del tratto bianco e nero di Carme Solé Vendrell nella rappresentazione delle figure, quasi schizzi di un’umanità confusa e dolente, consegna all’albo un messaggio di denuncia e speranza.  Ben diversa è l’impostazione del terzo albo, davvero “libro gioco”, che se nella prima parte ci trasporta nelle strade e nella case di New York mostrandoci le diversità di ambienti e persone, nella seconda offre la possibilità di ritagliare e costruire la propria città in miniatura. Le tavole di Marta Pantaleo ricche e coloratissime invitano davvero ad andare oltre, a ripensare spazi e persona, a trovare anche quelle “città invisibili” che sedimentano nel nostro immaginario.  Il quarto albo, infine, a quasi ottant’anni dall’avvenimento, mette al centro il tragico rastrellamento dei nazisti nel ghetto di Roma il 16 ottobre 1943 e lo fa ( “distillando” le parole dell’allora protagonista Emanuele Di Porto) attraverso la figura del bambino salvato, grazie ad un provvidenziale calcio della madre, alla deportazione e aiutato dai tranvieri romani che per tre giorni lo “ospitarono” su un tram fino al  ricongiungimento con il padre e con i fratelli scampati alla deportazione. Isabella Labate ci consegna immagini straordinarie per intensità, sembra scavare nei personaggi e la precisione dei tratti e dei contesti non va a inficiare il fascino di una narrazione figurata che da sola sarebbe in grado di parlarci.

orecchio acerbo

  • Levi Pinfold (nella versione di Damiano Abeni), Sabbie del Paradiso, € 16.50
  • David Wiesner, 7 sector 7, € 16.00

Due albi ugualmente ragguardevoli: la storia del primo richiama il tema fiabesco delle tante Prezzemoline che vittime di un’infrazione della madre sono condannate, una volta cresciute, a tornare da chi ha subito il danno.; ovviamente qui il tema è declinato in modo assolutamente originale: il viaggio dell’auto nel deserto con i quattro fratelli che si fermano a raccogliere fiori per la madre, il grande palazzo tempio-fortezza, il Tesoriere sotto specie di leone ieratico… Un universo che solo un grande imaginifico come Levi Pinfold poteva creare. Il secondo albo, “silent book”, è, dal punto di vista fantastico, ancora più “rischioso” del precedente perché per il bravo ragazzo protagonista salire con la scuola in cima all’Empire State Building diventa un’esperienza straordinaria in compagnia di… una nuvola diventata amica e guida in un mondo sospeso fra natura e tecnologia. Non parlerò di finali, dirò solo che l’avventura del ragazzo è la nostra avventura nell’impossibile oppure… nel possibile perché – come scriveva Rodari – a proposito del fantastico contenuto nelle utopie:  “Un bel Pianeta davvero/ anche se qualcuno insiste / a dire che non esiste… / Ebbene, se non esiste, esisterà: / che differenza fa?”.

uovonero

  • Britta Teckentrup (trad. Sante Bandirali), Il mondo è ROSSO, € 18.00

Trovo straordinario l’andamento da ballata che la traduzione di Sante Bandirali ha dato a questo albo dove  è la rabbia a “sospingere” la protagonista verso l’eliminazione delle paura, la pacificazione delle scoperte. Particolarmente curata l’impaginazione che sembra scandire con rara efficacia i tempi del racconto.

  • Letizia Anelli – Simone Perazzone – Adriana von Eckartsberg, La nostra Terra, € 16.00

Albo dalle belle e coinvolgenti illustrazioni ma soprattutto originale nell’impostazione perché, all’insegna di un viaggio in treno, i brevi testi (quasi frammenti poetici)  rimandano, nella etimologia delle parole, ai nomi dei paesi del mondo: di capitolo in capitolo ci muoviamo fra città e continenti, fra uomini e donne dalla pelle e dai costumi diversi… un viaggio affascinante che davvero ci permette di “abbracciare l’immensa varietà della nostra Terra”.

***Altri albi, cartonati, giochi, testi per i più piccoli

Ho scritto più volte che gli albi presentati in questo spazio non appartengono alla categoria della ricerca e dell’innovazione grafica, non sono costruiti per piacere anche al pubblico adulto degli “addetti ai lavori” ma sono legati specificatamente alla sfera infantile, vogliono piacere ai bambini senza però scadere nella banalità tematica e nella bassa qualità figurativa; per questo meritano attenzione e rispetto.

Biancoenero

  • Chris Raschka, Tutti possono imparare ad andare in bicicletta, € 16,50

Nonostante il titolo il secondo albo non è un manuale ma un simpatico e sorridente (anche per le immagini) “itinerario formativo” dove al centro più che il personaggio sta la bicicletta sottoposta… alle incognite dell’apprendimento…

Bohem press

  • Britta Teckentrup (trad. Francesca Romanini), Grande Riccio e Piccolo Riccio Aspetta un attimo!, € 16.20
  • Guia Risari – Laura Orsolini, In quel baule, € 16.20

La storia del primo albo, affidata a due simpatici protagonisti, valorizza con delicatezza  il piacere della scoperta della natura intorno a sé: colori, odori, rumori… una magia da non perdere… Intelligente e profonda nella sua essenzialità la trama del secondo albo (meno mi convincono le illustrazioni): Risari punta ancora una volta sulla capacità dell’infanzia di volare lontano magari esplorando il contenuto di un vecchio baule in soffitta… un baule che ha tanto viaggiato non può che riservare sorprese… Ottima l’idea di non valorizzare un protagonista ma di mettere in campo un gruppo di bambini perché è importante giocare insieme…

Ecogeses

  • Valerio Fasani – Maria Elena Zigliano, Chiedilo alla sera, un’adozione due desideri tre felicità, € 18.00

Albo nato dall’esperienza di adozione fatta da un padre; dalla semplicità della storia emergono i valori della famiglia, dell’affettività, dell’importanza di superare schematismi e pregiudizi. La casa editrice è una Cooperativa promossa dall’Associazione Italiana Maestri Cattolici che, oltre ai percorsi formativi, sta avviando pubblicazioni destinate all’infanzia.

edizionicorsare

  • Barbara Ferraro – Silvia Molteni, Alla mia altezza, € 16.00

Piccolo albo dedicato alle scoperte che un bimbo può fare all’interno dello spazio domestico.

G R I B A U D O – amico lupo

  • Orianne Lallemand – Éléonore Thuillier – Sess (illustrazioni), Le vacanze; Ballo mascherato a Venezia; Inseguimento a Parigi; Misteri in Scozia (ogni albo € 6.90)
  • Orianne Lallemand – Éléonore. Thuillier, Il lupo che voleva fare il capo, € 10.90
  • Orianne Lallemand – Éléonore Thuillier, Lupetto ama la natura, € 9.90
  • Orianne Lallemand – Éléonore Thuillier, Imparo con Lupetto: i colori, € 12.90
  • Orianne Lallemand – Éléonore Thuillier, Lupetto cerca e trova: Viva la scuola!, € 14.90

Ripeto ogni volta che il personaggio, anche se ormai “declinato” in molte situazioni e “opportunità” educative, colpisca per simpatia i più piccoli.

il castoro

  • Tom Lichtenheld – illustrato da Julie Rowan-Zoch, BOBO, € 13.50
  • Suzanne Lang (ill. Max Lang, trad. Giusy Scarfone), Gastone musone. Oh, no! È Natale!, € 14.00
  • Sara Piazza – Maki Hasegawa, Cinque minuti, € 13.50
  • Briony May Smith, Margherita e l’unicorno, € 15,50
  • Nikola Kucharska (trad. Aura Bartoluzzi), Tutto ma proprio tutto sui draghi, € 19.00

In ognuno di questi cinque albi troviamo elementi significativi in grado di piacere ai piccoli lettori: Bobo guarda (le grandi figure lo rendono adatto anche ai piccolissimi) al rapporto bambino – orsacchiotto e lo fa con originalità dal punto di vista del secondo; Gastone musone sempre destinato ai più piccoli tocca un altro grande tema dell’infanzia, quello di non essere soli ma di appartenere ad una comunità. Cinque minuti, delicatissimo nelle figure, riprende il tema della curiosità e delle scoperte infantili;  Margherita e l’unicorno con figure simpatiche ed efficaci gioca fra realtà e fantasia e ci dice quanto le fiabe siano “vere”. Ultimo, ma non ultimo per simpatia, il grande cartonato Tutto ma proprio tutto sui draghi, una divertente “enciclopedia” “draghesca” costruita con il gusto della sorpresa e dell’imprevedibilità.

Kalandraka

  • María José Floriano – Federico Delicado, La terra di nessuno, € 15.00

Illustrazioni molto efficaci in cui il realismo dei volti e delle figure non ostacola la rappresentazione del contesto di marginalità (siamo nella periferia di Madrid) in cui vivono i protagonisti. Un albo “civile” che denuncia senza gridare e proprio per questo apre alla speranza, al sogno di un “posto” migliore in cui vivere.

Kalandraka – libri per sognare

  • Maria Pascual de la Torre (trad. Letizia Ricci Maccarini), così o così?, € 12.00
  • Carme Solé Vendrell (trad. Teresa Porcella), FAB Il mostro giallo, € 16.00

così o così? è un cartonato costruito sui possibili comportamenti dei bambini: potrà essere utile ai genitori per interloquire con i piccolissimi cui è destinato. Il secondo albo, storia di un mostro giallo con il mal di testa, è un po’ moralistico nella sostanza (impegnarsi in buone azioni fa dimenticare le preoccupazioni) ma piacerà ai bambini attirati dal buffo personaggio.

Lapis

  • Daniela Marchitto – Erica Borgato, Non sono stato io, € 14.50
  • Nicola Cinquetti – Matteo Spadoni, Non ti mangia mica!, € 13.90
  • Chiara Carminati – Lucia Scuderi, Immagina un posto, € 12,50

Tre albi felici nei temi e nella realizzazione editoriale: il primo di formato inusuale lungo, stretto e graficamente accattivante  gioca con la ricerca da parte degli animali della giungla del colpevole che ha mangiato le foglie del bruco: un’indagine scanzonata e divertente scandita dal “non sono stato io”; il secondo più tradizionale è la storia di Paolino e delle sue paure per aver rotto con una pallonata un vetro del vicino. Nel terzo un papà che accompagna la figlia a scuola nel suo primo giorno fa crescere durante il percorso il disegno di una scuola capace di accoglienza, amicizia, piacere… Albo consigliato al neoministro del Merito e dell’Umiliazione (l’Istruzione in secondo piano)…

MIMebù – Leggi. Crea. Gioca

  • Fulvia Degl’Innocenti – Michele Bosco, La neve sul mare, € 15.50

Simpatico e delicato anche nelle immagini questo albo che mette al centro il paesaggio di una rara nevicata sul mare. L’appendice di “Giochi e attività” è stimolante e capace di mettere in moto la curiosità e di favorire piccole esperienze scientifiche.

Risfoglia – scuola digitale Curcio

  • Giancarla Dapporto (ill. Alessia Coppola), L’ape ballerina, € 18.90

Una “favola” di trasformazione(da ape in farfalla)ricca di significati che superano la piacevolezza del racconto: nell’ape protagonista che decide di “affrontare da sola il mondo a lei ignoto” sta il senso dell’età evolutiva che è, ad un tempo, trasformazione e ricerca di libertà. L’opportuna “aggiunta” della scrittrice riguarda la possibilità di accettare le trasformazioni senza però rinunciare ad essere utile agli altri. Piacevoli le illustrazioni.

Telos

  • Teresa Porcella – Santo Pappalardo, Come CANE e GATTO (con musica!), € 15.00

Grandi, vivaci illustrazioni, poche parole e suoni onomatopeici per i piccolissimi in un albo non grande di formato ma ricco di soprese e di azioni  compiute dai due simpatici protagonisti.

*** Da 6 a 7 anni

Biancoenero

  • Fabrizio Casa, Antipodi, € 10,00

Breve storia dell’amicizia nata in una classe napoletana fra Bianca e uno studente neozelandese arrivato attraverso un programma di scambio interculturale: fra le tante differenze un elemento unisce i due ragazzi: la cura e difesa dell’ambiente…

cameloZampa – i pelucchi

  • Crockett Johnson (trad. Sara Saorin), Il leone e Ellen, € 15.90

Anche qui siamo davanti a un recupero (in questo caso dagli anni Sessanta): umorismo, fantasia e tenerezza caratterizzano le otto brevi avventure della piccola Ellen e del leone di pezza compagno dei suoi giochi.

Feltrinelli Kids – i bruchi – primi lettori

  • Sergio Rossi – Arianna Bellucci, Ho trovato un dinosauro!, 6.90
  • Daniele Movarelli – Carlotta Notaro, Il giorno che mi sono svegliato piccolo, € 6.90
  • Susanna Mattiangeli – Giulia Tudori, Lì e Lù, € 6.90

Feltrinelli Kids – i bruchi – lettori + esperti

  • Johanna Lumme (trad. Irene Sorrentino), La banda della giungla, € 6.90

Apprezzo che questa piccola collana di Feltrinelli che parte dai “primi lettori” e arriva  ai “lettori più esperti” non abbia dato indicazione precise sulla fascia d’età. In questo sito io lo faccio a malincuore ma devo pur dare indicazioni di massima, è opportuno invece che chi scegli il singolo testo (genitore, insegnante, educatore di comunità) valuti personalmente il livello di competenza del bambino (o dei bambini) cui il testo è destinato.,, Fine del “predicozzo” per dire che i quattro libricini sono gradevoli sia come testi sia come illustrazioni, simpatiche e senza ridondanze.
Feltrinelli

  • José Saramago (ill. Yolanda Mosquera, trad. Rita Desti), Il silenzio dell’acqua, € 14.00

Bella confezione editoriale ed efficaci illustrazioni per un leggerissimo e incisivo ricordo d’infanzia (e di pesca) dello scrittore portoghese.

il castoro

  • John Yeoman – Quentin Blake, Le fiabe magiche, € 18.00

Fiabe popolari, racconti orali, tradizioni che riemergono dal passato in questo grande libro che le illustrazioni di Quentin Blake nobilitano con il sorriso e con l’ironia.

sinnos – I narrator a colori

  • Bart Moeyaert (ill. Sebastiaan Van Doninck, trad. Laura Pignatti), Morris, € 15.00

Dalla pesca di Saramago alla montagna di Bart Moeyaert, uno dei più rilevanti autori fiamminghi, in un breve testo altrettanto delicato e felice dove al centro è l’infanzia con le sue ansie e le sue scoperte.

*** Da 7 a 9 anni

Biancoenero – Maxi Zoom

  • Chris Priestley (trad. Giada Johanna de Veth), seven ghosts, € 14,50

Non amo particolarmente il genere horror anche perché mi pare che talvolta sia costruito badando più agli “effetti” che allo sviluppo della trama. Seven gost mi ha invece divertito perché pare scritto con ironica leggerezza, gli “ingredienti” del genere ci sono tutti ma soprattutto ci sono intelligenti colpi di scena che spiazzeranno il giovane lettore.

Feltrinelli – Fondazione Giancarlo Siani

  • AAVV, Favolette, € 16.00

Sono definite “favolette” ma sono otto belle storie moderne di altrettanti autori che hanno saputo mescolare la dimensione tradizionale con l’attenzione alla psicologia dei bambini di oggi. Il libro nasce dalla collaborazione dell’editore con la Fondazione Onlus Giancarlo Siani: per ogni copia acquistata sarà donata una copia del libro ai principali ospedali pediatrici italiani.

il Barbagianni

  • Beverly Cleary (ill. Jaqueline Rogers, trad. Susanna Mattiangeli), Ramona la peste, € 14.90
  • Beverly Cleary (ill. Jaqueline Rogers, trad. Susanna Mattiangeli), Beezus e Ramona – Questa sorellina, € 14.90

In generale non amo la serialità ma sono pronto a fare qualche eccezione quando – come in questo caso – siamo davanti al recupero di un personaggio (degli anni Cinquanta-Sessanta del secolo scorso) simpatico come la piccola Ramona che qui seguiamo (per ora) dai quattro anni fino alle soglie della scuola primaria: non c’è limite alla sua esuberanza ma anche alla sua fantasia, alla sua voglia di fare scoperte e di partecipare in modo attivo (spesso fin troppo) alla vita in famiglia e in comunità. Il personaggio ben si adatta all’inventiva altrettanto positiva ed esuberante di una scrittrice come Susanna Mattiangeli qui in veste di traduttrice.

Giunti

  • Andrea Barzini (ill. Zosia Dzierżawska), Carlotta contro il mondo, € 12.00

Primo libro per l’infanzia di un noto regista e sceneggiatore: anche qui la bambina Carlotta (otto-nove anni) è una piccola peste che vive con l’austera e severa nonna e con una zia artista stravagante; sarà una governante-maga a far cambiare le cose… Piccolo romanzo divertente, bella confezione editoriale.

il castoro – Fiabe andate a male

  • Joshep Coelho (ill. Freya Hartas, trad. Maria Laura Capobianco), Zombirentola, € 13.50

Mi è piaciuto questo “nero” e umoristico capovolgimento delle fiabe tradizionali: una Cenerentola morta e poi rinata come Zombirentola, le sue “non sorelle” e molte altre sorprese avvincono il lettore colpito anche, sicuramente, dall’abbondanza delle immagini grottesche in bianco e nero.

Kalandraka

  • Gonzalo Moure (ill. Maria Girón), Parole di caramello, € 16.00

Quasi una fiaba questo breve romanzo che mette al centro il bambino Kori che vive con la sua famiglia in un campo di rifugiati; Kori è sordo e crede che i dromedari che disegna in abbondanza parlino come gli uomini visto che anche loro muovono le labbra. Non racconterò oltre la sua storia, dirò solo che la realtà qui si intreccia benissimo con il fiabesco, il “detto” del mondo circostante si intreccia efficacemente con il “non detto” del personaggio. Una storia di disabilità dove non si calca la mano sul facile pietistico consenso ma piuttosto si guarda all’amicizia, all’amore, alla speranza.

sinnos – I narrator a colori

  • Maria Vago (disegni Federico Appel), Olaf baffi lunghi, € 13.00

Con le simpatiche illustrazioni di Federico Appel la storia di un gruppo di vichinghi che affronta l’oceano e arriva in America…  Il lettore non si aspetti un romanzo storico perché quello di Maria Vago è un testo divertente a partire dal punto di vista del narratore…il gatto Olaf-baffi-lunghi che con il suo padrone partecipa alla spedizione: un po’ di sano sorriso non guasta mai…

T/S edizioni – gli Aquiloni

  • Isabella Salmoirago (ill. Manuela Trimboli), Macchia vince la paura, €14.90

Simpatica l’invenzione di un protagonista che è antitesi dell’eroe tradizionale: Macchia è infatti un cucciolo di lupo particolare: pauroso, magro, piuttosto messo male, vittima delle prese in giro dei suoi compagni. Naturalmente le storie che Salmoirago racconta sono positive e a lieto fine non solo perché così vuole la tradizione letteraria per i più piccoli ma anche perché il messaggio è quello di avere sempre coscienza di sé, di non nascondere le emozioni e di affrontare con coraggio le sfide.

*** Da 9 a 11 anni

cameloZampa – i peli di gatto

  • Polly Horvath (ill. Veronica Truttero, trad. Alice Casarini), La casa di Pine Island, € 15.90

È un peccato che questo bel romanzo non abbia avuto ancora, forse, il rilievo che merita perché al di là della trama che racconterò colpisce lo stile dell’autrice – immagino ben reso dal traduttore: uno stile netto, alieno da compiacimenti formali, capace di raccontare con ritmo e asciuttezza gli avvenimenti senza però rinunciare all’ironia e al sorriso. La trama in breve vede quattro sorelle (14, 12, 10 e 8 anni) restare orfane dei genitori missionari nella giungla del Borneo; la ricerca di affidare le sorelle ai parenti diretti che vivono negli Stati Uniti è vana perché nessuno vuole impegnarsi a prendere insieme le quattro sorelle fino a quando una prozia, che vive a Pine Island in Canada e che è stata sentita per ultima perché ritenuta “stramba”, accetta l’impegno, ma anche qui le cose vanno storte, la zia muore prima dell’arrivo delle sorelle che si ritrovano sole nella vasta proprietà della zia e cominciano una personalissima lotta per evitare che qualcuno si accorga che stanno gestendosi la vita da sole. Non racconto oltre la trama, dirò solo che è molto articolata e ben condotta fino al finale (lieto) ma soprattutto  è capace di far emergere con leggerezza la profondità dei sentimenti dei diversi personaggi.

edizionicorsare – storie corsare

  • Marco Innocenti, Leopard boy, € 12.00

È l’ultimo lavoro di Marco Innocenti (1966 – 2022) scrittore e sceneggiatore di fumetti: siamo in India, a Mumba, metropoli dalle fortissime contraddizioni sociali e l’undicenne Johnny Kipling (cognome non casuale) è timidissimo e quindi viene costantemente bullizzato dai compagni; in più è ossessionato dai leopardi che di notte girano liberi per le strade della città… Tutto sembra andare male quando, dopo un’aggressione, si rende conto di avere acquisito poteri straordinari, di  essere diventato un ragazzo-leopardo. Anche in questo caso non voglio raccontare lo sviluppo della trama, voglio valorizzare invece la capacità dello scrittore di far transitare il lettore dal reale al fantastico, dall’avventura alla riflessione grazie sia all’agilità  stilistica sia (soprattutto) grazie a un’idea formativa che senza forzature riteneva la letteratura educativa a prescindere dall’intenzionalità dell’autore.

Einaudi Ragazzi

  • Mino Milani (ill. Nella Bosnia), La storia di Tristano e Isotta, € 12.90
  • Angelo Petrosino (ill. Sara Not), Un bambino, una gatta e un cane, € 13.9

A trent’anni di distanza dalla prima edizione ecco la ristampa in bella confezione cartonata di un classico di Mino Milani illustrato da Nella Bosnia; la storia narrata con competenza, passione, fluidità ci conferma ancora una volta la grandezza di un autore che non dimenticò mai il piacere del racconto. Per quanto riguarda il secondo romanzo noterò come Petrosino abbia consolidato negli anni uno stile affidato al dialogo, per nulla “letterario” e invece legato all’essenzialità di ciò che vuole trasmetterci attraverso la costruzione di trame che toccano anche argomenti “pesanti”: nel caso di Un bambino, una gatta e un cane  troviamo tre protagonisti diversi per “razza” ma ugualmente “emarginati”: un bambino orfano, un cane rapito, una gatta sottratta alla sua famiglia. La forza del racconto sta nel non drammatizzare le situazioni, nel mettere il sorriso davanti al pianto, la solidarietà davanti all’egoismo, la ricerca di soluzioni davanti al pessimismo. Non racconto nei dettagli la trama ma penso che la lettura di questo libro farebbe bene anche a tanti adulti che davanti alle difficoltà dei processi educativi preferiscono ritirarsi.

Einaudi Ragazzi – storie e rime

  • Marcello Fanfoni (ill. Chiara Baglioni), Il caso della vecchia spilorcia, € 12.00

“Giallo” simpatico e divertente costruito su un imbranatissimo investigatore privato per fortuna aiutato dalla giovane figlia; le illustrazioni colgono bene la leggerezza del testo.

Lapis

  • Raffaella Bolaffio, Paripparbuff strega a metà, € 12.50

Romanzo leggero e divertente (a partire dalle illustrazioni della stessa autrice), tutto giocato sulle traversie di un’aspirante strega che per superare l’esame dovrebbe imparare a cucinare i bambini ma non ha… materia prima a disposizione e quando cinque marmocchi capiteranno a casa sua le cose andranno diversamente…

sinnos – I narrator a colori

  • Edward van de Vendel & Mattias De Leeuw (trad. Laura Pignatti), La ragazza Bambù, € 16.50

Ho sempre apprezzato gli editori coraggiosi, quelli che affrontano scelte editoriali originali convinti più dalla qualità del prodotto che dal nome dell’autore o dell’agenzia che lo promuove; Sinnos appartiene a questo gruppo di editori, lo dimostra anche l’originalità di un testo come La ragazza Bambù in cui l’autore parte da un’antica fiaba giapponese per sviluppare un percorso narrativo (integrato dal molte e funzionali illustrazioni a colori) autonomo e “moderno” per quello che riguarda i valori di riferimento, dall’amore ai rapporti con gli altri.

***Da 12 a 14 anni

Biancoenero – Maxi Zoom (i classici di domani)

  • Chris Raschka (trad. Francesco Piperno), Sotto lo stesso tetto, € 16.00

Nella produzione per i “più grandi” scarseggiano i testi “sorridenti”, libri, cioè, non necessariamente umoristici ma capaci di non trasportarci in universi “chiusi” (casa, scuola, “clan”) dove vanno in scena genitori in crisi, figli drogati, malati o bullizzati ecc… Benvenuto dunque a questo libro che in dieci storie leggere, ironiche e garbate ci racconta personaggi, luoghi, momenti di vita di una casa newyorchese… c’è speranza se ancora riusciamo a proporre ai nostri ragazzi libri come questo lontani da quelli retoricamente drammatici di cui ho parlato.

cameloZampa – gli arcobaleni

  • Cilla Jackert (trad. Samanta K. Milton Knowles), A nessuno piace Jonna, € 11.90

Mi è piaciuto questo romanzo che si discosta un po’ dai moduli consueti dei romanzi famigliari: qui in gioco sono due sorelle, una Jonna non piace a nessuno, è disordinata, sciatta e ha qualche oggettivo problema comportamentale, l’altra, Miriam è la perfezione in persona, è il simbolo, soprattutto per gli adulti, da additare ad esempio. Tutto sembra “funzionare” fino a quando un gesto di Jonna (una notte taglia la bella treccia di capelli alla sorella) cambia in famiglia e all’esterno comportamenti e atteggiamenti delle sorelle, ma cambia soprattutto in tutti i membri della famiglia la visione delle cose. Non racconto le conclusioni ma rilevo come in A nessuno piace Jonna siano gli adulti a fare la figura peggiore: ancorati agli stereotipi, capaci solo di mettere etichette e di dare giudizi superficiali; un romanzo quindi che i ragazzi dovrebbero far leggere ai “grandi”.

Einaudi Ragazzi

  • Frediano Sessi, Sotto falso nome, € 12.00

Sono un “tifoso” di Frediano Sessi e conservo in uno scaffale particolare tutti i suoi libri, da Ultima fermata: Auschwitz (1996) ad Auschwitz Sonderkommando (2018), perché mi confermano nell’idea che si possa dare testimonianza civile di  fatti storici drammatici facendo ottima letteratura. Sotto falso nome, ambientato a Mantova nel 1943, racconta la storia di una giovane coppia che scambia le proprie identità con quelle di una coppia di amici ebrei fuggiti da Fiume e dal rischio di deportazione. L’operazione è rischiosa perché basterebbe la delazione di qualcuno per far scoprire l’inganno e condannare tutti a un tragico destino; per fortuna la catena di solidarietà funziona e la storia avrà un lieto fine e i coniugi che cedettero il loro nome sono oggi ricordati nella foresta dei Giusti dell’organizzazione no-profit Gariwo. Il breve romanzo rientra nella linea narrativa che caratterizza Sessi, quella cioè di partire dalle storie vere e documentate di chi ha vissuto le tragedie dei totalitarismi novecenteschi per offrire una possibilità di riflessione sul fatto che nulla, purtroppo, è acquisito e i valori di libertà e tolleranza vanno continuamente ricordati e rinnovati.

equilibri – Max storie selvagge

  • Paul Dowswell (trad. Aurelia Martelli ed Eugenia Beccalli), Quando il cielo cade a pezzi, € 16.00

Un romanzo bellico con tutto il sapore dell’avventura adolescenziale che si legge con piacere al di là dello stesso drammatico tema: il protagonista ha diciassette anni, volontario mitragliere nel 1943 su una “fortezza volante”  americana, viene abbattuto in territorio nemico e quindi per sottrarsi alla cattura inizia un viaggio pieno di insidie e pericoli…

sinnos – collana zonafranca

  • Francesca Bonafini, La strada ti chiama, € 14.00

Un romanzo di formazione di grande rilievo nonostante il numero di pagine piuttosto contenuto (quella dell’essenzialità è dote da apprezzare soprattutto davanti alle centinaia di pagine che a molti sembrano garantire qualità); già la struttura polifonica del testo mi ha convinto: nella Toronto dell’estate 1976 quattro voci di altrettanti tredicenni molto diversi fra loro si raccontano; emergono tratti comuni, ansie, desideri, delusioni, speranze ed emerge anche un quinto protagonista, la musica come denominatore comune. Anche se l’autrice dichiara che la storia di uno dei suoi personaggi è liberamente ispirata all’infanzia di Yves Abel, grande direttore d’orchestra canadese, trovo che lo sviluppo narrativo con il susseguirsi delle voci e delle prospettive costituisca la vera, apprezzabile novità del romanzo.

*** Oltre i 14 anni

Giralangolo

  • Nic Stone (trad. Anna Rusconi), Dear Martin, € 14.00
  • Dan Gemeinhart (trad. Auelia Martelli), L’imprevedibile viaggio di Coyote Sunrise, € 16.00

Ho inserito questi due romanzi nella fascia alta dei lettori non per segnalarne la difficoltà ma per valorizzarne appieno la portata che se da un lato con Dear Martin tocca in profondità il tema del razzismo dall’altro con L’imprevedibile viaggio di Coyote Sunrise insiste piuttosto sullo spazio di libertà che una dodicenne riesce a conquistare in una situazione di vita non facilissima (vive con il padre su un vecchio scuolabus). Il diciassettenne americano Justyce è un ragazzo “a posto”: bravissimo studente liceale, aperto verso gli altri e generoso; purtroppo però è “nero” e proprio il colore della sua pelle lo rende vittima di una brutta ingiustizia da parte della polizia. L’originalità del libro consiste non tanto nel raccontare le vicende che seguono il brutto episodio fino al college che il ragazzo frequenterà quanto di alternare questa parte alle lettere a Martin Luther King che  Justyce scrive del suo diario, una sorta di confessione-richiesta di aiuto che mescola indignazione ma anche pacatezza, volontà di ribellione ma anche non violenza. Un romanzo “diverso” anche nella struttura ma proprio per questo capace di lasciare aperte le porte alla speranza di un futuro migliore. Meno “teso” anche se “robusto” dal punto di vista delle pagine (378) L’imprevedibile viaggio di Coyote Sunrise mi è comunque piaciuto perché le mille avventure che attendono la protagonista decisa a salvare il parco giochi della città ormai lontana in cui è cresciuta assumono le tonalità di un fantasioso e piacevole percorso formativo.

Giunti

  • Linn Skåber (ill. Lisa Aisato, trad. Lucia Barni), ≠BeingYoung il mondo è nostro, € 22.00

Non aspettiamoci che questa bella ed elegante “confezione” editoriale contenga un romanzo o una raccolta di racconti nel senso più tradizionale del termine; in ≠BeingYoung, infatti, sono gli adolescenti stessi a parlare e le loro voci si condensano in trentuno monologhi quasi pronti per il palcoscenico (non dimentichiamo che  Linn Skåber è soprattutto cantante, attrice, sceneggiatrice) e capaci di dare un’idea completa sull’adolescenza di oggi.

il castoro

  • Gordon Korman (trad. Maria Laura Capobianco), Tutto può cambiare – perdi la memoria, trova la tua vita, € 16.00
  • Anne Fine, Tutte le sfumature di Scarlet, € 15.00

Tutto può cambiare è un bel romanzo che potrebbe partire dalla domanda rodariana “che cosa succederebbe se…”; il protagonista infatti è il tredicenne Chase, bullo della classe, futuro pessimo adulto, che dopo aver battuto la testa si risveglia in ospedale e non ricorda nulla del passato: una seconda occasione per cambiare il suo destino? O il passato lo condurrà a fare le stesse scelte di prima? La trama è originale e mi ha convinto anche se l’elemento più convincente sono le domande che affiorano dallo sviluppo del racconto senza peraltro pesare sul fluire narrativo: quanto condiziona nello sviluppo della personalità l’ambiente in cui si è cresciuti?  È possibile cambiare nonostante i condizionamenti?  A Chase l’ultima parola… Simpatico il personaggio di Scarlet preso in mezzo al complesso rapporto dei genitori divisi che sembrano più immaturi della loro giovane figlia; Scarlet non favorirà la riconciliazione ma garantirà a tutti l’equilibrio; un testo dove la capacità di penetrazione psicologica dei personaggi si coniuga bene con la leggerezza della scrittura. “Furbo” il titolo italiano che quel “tutte le sfumature di Scarlet” (l’originale è  “Shades of Scarlet”)  che richiama ben altri prodotti editoriali e filmici.

MIMebù

  • Thodoris Koukias (trad. Constantina Mavrou), Gli Accartocciati. Se la vita ti tratta come una cartaccia, è ora di scriverci sopra la tua storia, € 16.00

Uno scrittore-insegnante greco ci consegna un romanzo sulle “diversità”, “duro” e senza sconti per nessuno; nel contesto scolastico di una prima liceo tre personaggi “diversamente” “disabili” entrano in relazione: Jonas ha la sindrome di Asperger, è “strano”, intelligentissimo e sincero in modo disarmante; Adela sconta il fatto di essere albanese; Nefeli forse non appartiene neppure a se stessa. Insieme riusciranno a vincere le loro battaglie.

***Ambiente e difesa della natura

Lapis

  • Nicola Brunialti (ill. Giulia Dragone), Vacanze bestiali, € 12.90

notes – schegge

  • Marion Achard (trad. Enrico Martino), Il sentiero di Daboka, € 12.50

Edizioni EL

  • Minuit (trad. Costanza Piccoli), Le ragazze della foresta, € 13.50

Non amo i libri “formativi” costruiti su temi di attualità perché spesso fanno emergere le contraddizioni di chi – magari con buone intenzioni – gioca con la tradizionale retorica. Per fortuna i tre romanzi (consigliati dagli 11 anni) non hanno in tal senso caratteristiche negative perché  il loro messaggio nasce senza forzature dal contesto narrativo: Vacanze bestiali ci regala il tema fiabesco dell’uomo che capisce il linguaggio degli animali e lo accredita al dodicenne Tommy aspirante calciatore che per ragioni di famiglia si trova proiettato nell’odiata vita di campagna e grazie a quel magico potere diventa strenuo difensore della natura e dell’ambiente; il romanzo è divertente e scorre via veloce. Drammatico, invece, Il sentiero di Daboka, che, costruito su un fatto di cronaca, racconta, attraverso la finzione autobiografica di una giovane che vive con la sua tribù nella foresta amazzonica, la violenza e il genocidio dei nativi da parte delle compagnie petrolifere che, alla ricerca di giacimenti, procedono con la deforestazione. Daboka, sopravvissuta  con la sorellina al massacro della tribù, sarà portata in città ma riuscirà a fuggire e a riconquistare la  libertà nel profondo della sua foresta. Il testo anche se breve è ben sviluppato e ha ritmo veloce; sono le stesse caratteristiche formali che troviamo nell’altro romanzo, Le ragazze della foresta, che però ha trama ben diversa e meno drammatica visto che racconta dell’adolescente Chloé, figlia di genitori divorziati, che quando sua madre va a lavorare all’estero, si trova costretta a vivere in un paese sulle Alpi con un padre critico letterario sempre immerso nei suoi libri e poco comunicativo; per non annoiarsi  Chloé comincia ad esplorare la foresta e un giorno conosce Lupa ragazza selvaggia che vive fra i rami di un grande salice piangente; nasce un’amicizia allargata ad altre due ragazze e fatta di esplorazioni e scoperte in una natura ricca e rigogliosa che insieme promettono di proteggere. Il testo mette insieme tanti temi, dalla salvaguardia dell’ambiente all’importanza del lavoro collettivo, dal ruolo fondamentale dell’immaginazione alla voglia di libertà dell’adolescenza… forse sono un po’ troppi ma la notizia che il testo è stato scritto a 13 anni fa perdonare qualche ingenuità di troppo.

*** Divulgazione

cameloZampa

  • Meadeleine Finlay – Jisu Choi (trad. Alice Casarini), Coleotteri per colazione e altri fantastici modi per salvare il pianeta, € 24.00 + 12

Mi è piaciuto questo grande albo che nell’apparente e simpatica stravaganza delle informazioni trasmette soluzioni e possibilità per continuare a far vivere il nostro pianeta davanti a un cambiamento climatico dagli effetti disastrosi. Sicuramente, grazie anche ad un’illustrazione dinamica e vivace e a un’impaginazione accattivante, il lettore, divertendosi, imparerà moltissimo.

Feltrinelli Kids – saggistica narrata

  • Guido Tonelli con Serio Rossi (ill. Matteo Berton), Quando si accesero le stelle. Un grande scienziato ti racconta la nascita dell’universo, € 16.50 + 13

Talvolta gli scienziati sono pessimi “didatti” e non riescono a restituire in termini chiari la sintesi delle loro scoperte e della materia che meglio conoscono. Non è il caso di Guido Tonelli, professore di Fisica all’Università di Pisa e protagonista di rilevanti scoperte scientifiche, e di Sergio Rossi eminente divulgatore scientifico: il loro racconto, infatti, al pregio della chiarezza nell’esposizione di una materia difficile unisce la capacità di racconto e il lettore come in una fiaba ben condotta torna indietro nel tempo… fino a 13,8 miliardi di anni fa…

Feltrinelli

  • Franco Cardini – Marina Montesano (fumetti di Manuela Santoni), Tutta un’altra STORIA, 20 episodi che hanno cambiato il mondo, € 17.00 + 12

Un bel volume divulgativo ben illustrato anche da fumetti che mette al centro non gli “eroi” ma gli avvenimenti: non si tratta di escludere i personaggi ma solo di far passare il messaggio che anche i protagonisti degli episodi storici agivano in un contesto sociale e ogni avvenimento non nasceva all’improvviso.

Giralangolo

  • Sofia Gallo e Edoardo Guzzon (ill. Sandro Natalini), Vita, morte e maledizioni di un faraone, € 15.00 + 11

Sontuoso nelle figure e chiaro nell’esposizione dei contenuti questo albo piacerà ai giovani lettori affascinati da un’antica civiltà ma piacerà anche agli adulti capaci di distinguere la buona divulgazione come questa da altra più occasionale.

il castoro

  • Mike Barfield (ill. Jess Bradley, trad. Maria Laura Capobianco), Un giorno nella vita del mondo tra lo gnu e la pupù, ci sei anche tu!, € 18.00 + 10

Vuole essere un grande albo divertente, a vignette capaci di raccontarci tutto sulla vita del nostro mondo, dal corpo umano al regno animale, alle scienze della Terra… Lodo l’impegno alla leggerezza e al sorriso ma esco dalla lettura francamente un po’ frastornato dalla varietà di temi, personaggi, colori delle vignette…

  • Elisa Castiglioni (ill. Carolina Zùniga), La tua stella polare. Esercizi di MINFULNESS per RISPLENDERE, € 15.50 + 12

Con sorridenti e semplici illustrazioni un piccolo manuale di “istruzioni” per sentirsi bene con se stessi.

il castoro – come fa  + 2

  • Cristina Bellemo (ill. Gaia Bordicchia), Il bosco, € 9.90
  • Cristina Bellemo (ill. Gaia Bordicchia), Il corpo, € 9.90

Piccola serie di cartonati: semplicissimi testi, illustrazioni chiare, buona la progettazione ludico didattica.

Lapis

  • Barbara Conti (ill. Giancarlo Ascari e Pia Valentinis), 100 artisti che hanno lasciato il segno, € 19.00 + 11

Con testi efficaci e illustrazioni a tutta pagina di grande impatto ecco la presentazione di cento pittori e pittrici che hanno lasciato il segno nella storia dell’arte. Nulla di noiosamente divulgativo, ma molto da apprendere affidandosi ad una scrittura mai debordante.

MIMebù

  • Claudia Mendini, Ci vuole tempo. La storia dell’evoluzione raccontata da un sasso, € 15.50

Albo per i più piccoli con un narratore d’eccezione (il sasso che viene da tempi remoti) che, grazie a chiare illustrazioni, farà capire molto anche ai lettori giovanissimi.

*** Fantasy horror magia

Edizioni EL

  • Amelia Mellor (trad. Federica Merati), La Magica Libreria delle Meraviglie, € 13.90
  • Viola Marchesi (ill. Alessandro Barbucci), I Kirai e le cinque energie, € 14.50

Feltrinelli UP – Cattivi

  • Francesco Carofiglio (ill. Diletta Fachechi), Mister H., € 17.00

Giralangolo

  • Philip Le Roy, Gli otto, € 15,00

Giunti

  • J. Palacio (trad. Mario Sala Gallino), Pony, € 16.50
  • Luca Tarenzi, L’ora dei Dannati – La Guerra – Nove peccatori ribelli affrontano insieme l’ultima battaglia, € 16.00
  • Francesco Dimitri (trad. Roberto Serrai), il Bacio della Buonanotte, € 18.00
  • Cecilia Randall, Artia di Camelot, € 18.00

il castoro

  • Marta Palazzesi, Alkrem, € 16.00

il castoro – HOT SPOT

  • Adam Silvera (trad. Elisa Leonzio e Claudia Valentini), La prima ultima notte, € 18.00

Dieci volumi per un totale di 3800 pagine… un po’ troppo per chi come me non stravede per i generi sopra indicati; grande rispetto dunque per che si perde in centinaia di pagine fra programmi che avvisano  le persone della loro prossima morte, strani animali accompagnatori, dannati in fuga dall’Inferno, reincarnazioni, “forze antiche” alla conquista di troni… ma continuo a preferire un robusto realismo o un fantastico “cauto”, non “barocco” o debordante (trovo insopportabili frasi come “attratti da una forza magnetica irresistibile” che la dicono lunga sull’odierna sopravvivenza di una retorica appendicistica). Fra i dieci volumi salvo – anche perché più “modesti” quanto a pagine – La Magica Libreria delle Meraviglie dove gli elementi fantastici risultano ben legati alla concretezza di un’idea di letteratura come contenitore di meraviglie; Gli otto thriller intelligente e ben costruito e  Pony che mi ha colpito perché in una trama perfettamente articolata la dimensione magica si intreccia bene con lo sfondo storico.

***Graphic novel e fumetti

il castoro

  • Brian Freschi – Albhey Longo, Il gioco maledetto, € 15.50

il castoro – DC graphic novels for kids

  • Art Baltazar e Franco (trad. Giusy Scarfone), Superman di Smallville, € 14.50
  • Sophie Escabasse (trad. Laura Tenorini), Le streghe di Brooklyn, € 16.00
  • Andrea Fontana – Francesco D’Adamo – Ste Tirasso, Tempo da lupi, € 14.50

I testi qui presentati appartengono a un tipo di produzione  che non può essere giudicato con i consueti strumenti critici ma, al più, con un affinamento degli stessi in direzione visiva. Non entrerò nel dettaglio (non sono uno specialista di  graphic novel) dei quattro testi, dirò solo che il mio preferito è Tempo da lupi che, oltre alla trama originale (la “battaglia del giovane protagonista per vincere la paura) mette in gioco una significativa capacità di approfondimento psicologico

Lapis

  • Sandrine Mirza – Clotka, La mia prima Mitologia a fumetti, € 16.90

Storie della mitologia che certo non annoieranno i giovani lettori non solo perché raccontate a fumetti ma anche perché sono ironiche e in qualche tratto quasi caricaturali… un modo originale (e furbo) per tentare di superare il muro che divide tanti ragazzi dal mondo antico.

*** Poesia

R editrice – i libri di Mompracem

  • Barbara Pumhösel – Manuel Baglieri, bestie Lettrici. Alfabeto in poesia, € 12.00

Un’associazione culturale fiorentina e la piccola casa editrice sua emanazione entrano nel campo della poesia per bambini genere purtroppo poco praticato dall’editoria specializzata perché forse ritenuto poco remunerativo dal punto di vista delle vendite… Il primo plauso è quindi al coraggio dell’editore per una scommessa difficile che comunque considero importante perché far “giocare” con il linguaggio poetico fin dalla più tenera età non è esercizio vano se davvero vogliamo che la lingua che trasferiamo all’infanzia non sia solo quella sincopata dei “messaggini” telefonici, delle “iconine” simboliche e di altre comunicazioni linguisticamente povere. L’altro plauso va a Barbara Pumhösel che ci regala un simpatico bestiario di animali lettori: dall’alpaca che giustamente “scrive la sua prima sillaba / e poi la legge” alla zebra che dice “Leggiamo le strisce! / Perché senza / ogni senso svanisce” (non può mancare l’upupa “ilare uccello calunniato / dai poeti” di montaliana memoria che qui “atterra sulla veranda / e dice: È il libraio che mi manda”). Sono versi che rinviano a quella che ritengo la migliore tradizione italiana, dal “nonsenso” di Rodari alle poesie di Scialoja. Le illustrazioni di Manuel Baglieri aprono altre ironiche, intelligenti “finestre” che fanno immaginare nuovi spazi per parole ed immagini.   

Kalandraka

  • Antonio Rubio – Maria Girón, Filastrocca a braccia aperte, € 16.00

Definire il testo di questo albo “filastrocca” mi pare sbagliato perché il lettore potrebbe attendersi rime, giochi di parole, metafore ed invece trova una intelligente (“lirica” solo in certi passaggi legati alla natura) galleria di bambine e bambini di tutti i “colori” che dallo spazio di una classe multietnica inviano un messaggio di accoglienza, fratellanza, amicizia… l’infanzia davvero non conosce i confini delle nazioni… Ben legate al testo le illustrazioni di  Maria Girón.

*** Rodariana

Emme edizioni

  • Gianni Rodari (ill. Chiara Carrer), Perché la mia mamma \ deve andare e lavorare \ tutti i giorni. \\ invece di \ restare a casa \\ come piacerebbe \ a me e ai miei \ fratellini?, € 14,90

Uno dei tenti “perché” dei bambini cui Rodari dava risposte  giocate fra realismo e fantasia: delicatezza del breve contenuto e perfetta adeguatezza dell’illustrazione di Carrer felicemente “infantile”.

Einaudi Ragazzi

  • Gianni Rodari (introduzione Paolo Di Paolo, ill. Miguel Tanco), Il Pianeta degli alberi di Natale, € 14.90

Opportuna ed elegante nuova edizione del romanzo utopico di Rodari che si presta a molteplici, significative letture a partire da quella legata alla cultura popolare dei “paesi di Cuccagna”. Proprio non mi convincono invece le illustrazioni di Miguel Tanco che pure è uno degli illustratori più importanti sul mercato: sarà perché resto ancorato alle illustrazioni precisamente allusive di Munari o a quelle ironiche e leggere di Altan ma il Marco di Tanco è un “personaggino” privo di quella curiosità e disponibilità al dialogo che lo caratterizza nel testo rodariano: c’è serietà anche nel sorriso e nell’utopia e questa, purtroppo, non pare emergere dalle figure dell’illustratore iberico-milanese.

  • Gianni Rodari – Guido Scarabottolo, Promemoria, € 14.50

Il testo pacifista della filastrocca rodariana (“Ci sono cose da non fare mai / né di giorno né di notte / né per mare né per terra: / per esempio la guerra”) ha trovato in Guido Scarabottolo l’illustratore ideale: dietro c’è la lezione di Munari, ma davanti c’è Scarabottolo stesso la cui sapienza compositiva viene fuori in illustrazioni a piena pagina ricche di movimento e tutte da esplorare.

*** Fuori “categoria”

orecchio acerbo – pulci nell’orecchio

  • Dylan Thomas (ill. Fabian Negrin), Il Natale di un bambino nel Galles, € 9,50
  • Julio Cortázar (ill. Fabian Negrin), Fine del gioco, € 9.50

 Mi è difficile assegnare una categoria a queste “pulci nell’orecchio” curate da  Fabian Negrin che sono meritoriamente sfuggenti ad ogni possibile indicazione dell’età del lettore:  testi brevi di sicura tenuta (spesso piccoli capolavori), illustrazioni accurate (sempre del grandissimo Negrin), agile ed elegante “confezione”  editoriale.

*** Libri ricevuti

il castoro – le 15 domande + 11

  • Pierdomenico Baccalario, Federico Taddia con Maria Rita Parsi (ill. Claudia Petrazzi), Perché mi piaci? Il libro che ti spiega tulle emozioni, € 15.00
  • Pierdomenico Baccalario, Federico Taddia con Maria Rita Parsi (ill.Gud), Cosa ho sotto i piedi? il libro che ti spiega tutto sulla Terra, € 15.00
  • Edizioni EL
  • Rob Biddulph, Peanut Jones e la Città Illustrata, € 13.90 romanzo + 11
  • Einaudi Ragazzi di oggi
  • Giusi Parisi, Il fuoco dentro, € 11.00 + 12
  • Gilda Terranova, Maggio a Palermo. Una storia per Francesca Morvillo, € 11.00 + 11
  • Einaudi Ragazzi
  • Igor De Amicis – Paola Luciani, L’ultima verità, € 14,50 romanzo + 13
  • Feltrinelli UE Ragazzi
  • Emanuela Da Ros, SE, € 9.00 romanzo + 14
  • il castoro
  • Chiara Lorenzoni, Come un seme di MELA, € 13.50 romanzo + 10
  • Piemme – ll battello a vapore
  • Angelo Mozzillo (ill. Davide Panizza), Detective Linus incredibilmente risolve un altro caso, € 15.00 romanzo + 9
  • uovonero – i geodi sonori
  • Guido Quarzo – Anna Vivarelli, Gabbie, con audiolibro, € 16.00 romanzo + 11
  • uovonero
  • Anne Becker (trad. Claudia Valentini), La più bella NUOTATA della mia VITA, € 15.00 romanzo + 11

Novità dalla primavera all’estate

***Albi

Albero delle matite
Barbara Ferraro – Andrea Alemanno, ero goccia, € 20,00
L’ormai cinquantennale frequentazione di albi e libri per l’infanzia e l’adolescenza gioca oggi un doppio ruolo nelle mie riflessioni: da un lato sono più indulgente verso una produzione di routine che anche se non porta novità contenutistiche e formali costituisce pur sempre un terreno utile alla crescita dei giovani lettori, dall’altro lato cerco ancor di più di trovare, fra tanti, il “prodotto” capace di stupirmi (e magari di emozionarmi) per intelligenza di costruzione. Questa premessa mi è servita per dire che ero goccia mi ha particolarmente colpito per alcuni motivi che provo ad elencare: 1. Barbara Ferraro come nella miglior tradizione fiabesca dà voce a chi non la possiede e in questo caso fa parlare una goccia d’acqua in perenne trasformazione; 2. Ferraro, proprio perché l’impalpabile non ama la prosa, racconta attraverso frasi brevi, quasi versi, e le sue scelte linguistiche hanno la leggerezza della poesia; 3. Andrea Alemanno entra perfettamente in questo gioco e il suo apparato di illustrazioni, al di là degli stessi lucidi che sembrano aumentare la trasparenza dell’acqua in cui come lettori ci perdiamo,  dà colore a sensazioni diverse, illumina il nostro percorso di lettori fino a quelle radici che nell’ultima pagina la nostra goccia andrà a dissetare.

Artebambini – un libro/gioco da piegare e ripiegare
Marco Moschini – Giuseppe Vitale, Giochiamo a nascondino, scopri tutti gli angoli che la casa offre per giocare con il tuo papà, € 17,50
Marco Moschini – Giuseppe Vitale, Che meraviglia il circo!, Dai entra! Lo spettacolo sta per cominciare, € 17,50
In un’antica segnalazione su questo sito avevo scritto che Moschini non era solo un maestro di scuola ma anche un “maestro di parole” nel senso che, senza perdersi nel semplice divertimento, riusciva a dare nuova vita anche alla parola più semplice: non ho dimenticato la finezza con cui faceva spiccare il volo al cane di pezza, al letto, alle erbacce né ho dimenticato la sua predilezione per le “animazioni” e le “confezioni” editoriali particolari siano esse rappresentate dai simboli della Comunicazione Aumentata Alternativa siano – come nel caso di oggi – pagine di albo che si possono piegare e ripiegare in un gioco che occupa sì la manualità ma non fa perdere il senso delle storie raccontate, dalle scoperte imprevedibili negli angoli di casa alla vita del circo. Giocare sull’integrazione di parole e manualità è stata una bella sfida che Moschini ha vinto con la consueta intelligenza.

cameloZampa
Chiara Ranieri, Piccola pantera, € 16,00
Matilda Ruta (trad. Samanta K. Milton Knowles), Il grande pericolo, € 16,00
Mara Dompè – Giulia Torelli, La scatola dei cerotti, € 16,00
Pauline Delabroy-Allard – Camille Jourdy, Una perdita d’acqua, € 16,90
Sven Nordquist (trad. Samanta K. Milton Knowles), Una torta per Findus, € 16,00
Crockett Johnson (trad. Sara Saorin), Il circo di Harold, € 15,90
Inutile ribadire che nel settore degli albi Camelozampa si pone ai primi posti per originalità delle scelte: Piccola pantera e Il grande pericolo, ad esempio, attraverso la delicatezza di protagonisti animali, toccano in profondità il mondo dell’infanzia fatto di curiosità e di paure, di voglia di scoperta e di bisogno di tenerezza; con un più rilevante carattere umoristico ma sulla stessa lunghezza d’onda La scatola dei cerotti dove i cerotti coprono, per la bambina protagonista, i graffi “segno” della sue “avventure”. In Una perdita d’acqua, poi, è tenerissima nelle sfumature del colore e nella stessa conclusione l’avventura fantastica del piccolo Nino in… lavatrice. All’insegna del recupero di albi classici ecco l’omino Pettson e il suo gatto Findus simpatici protagonisti di avventure strampalate, qui con  Una torta per Findus dello svedese Sven Nordquist siamo a metà degli anni Ottanta del secolo scorso (le avventure continueranno in altri albi per oltre un decennio) ma la simpatia dei personaggi, la vivacità dei colori, la cura dei dettagli rendono modernissima la storia. Infine, ultima (ma prima nella mia simpatia) un’altra avventura del fantastico Harold che qui con la sua magica matita disegna un circo: ogni pagina è una sorpresa e una scoperta e ancora una volta ci rendiamo conto che “classico” (l’albo è del 1959) vuol dire davvero profondità di intuizione e persistenza di emozioni.Con Il circo di Harold Camelozampaè arrivato al quinto albo di Crockett Johnson (1906-1975) dedicato al personaggio, aspettiamo gli ultimi due albi per continuare a sognare…

edizionicorsare
Alice Keller – Youngin Kim, Semini, € 18,00
Nell’ambito del progetto curato dall’editore per Ars in fabula, il prestigioso Master in illustrazione per l’editoria, questo albotocca uno degli aspetti più “intriganti” del mondo dell’infanzia, quello del bisogno di sentirsi piccini per farsi accudire e rassicurare dalla mamma: nell’inventario degli oggetti e delle azioni del protagonista sta dunque un mondo che Keller ben rappresenta in versi leggeri come un soffio, intimamente legati alla delicatezza del colore e delle figure della giovane illustratrice coreana.

kira kira
Giusi Quarenghi – Mori, Estate giapponese, € 16,00
Ho avuto modo in un’occasione bolognese di apprezzare la finezza del piccolo catalogo delle Edizioni Kira Kira attente a proporre al mercato italiano albi di autori ed illustratori giapponesi. L’Estate giapponese dell’illustratore Mori racconta per immagini la fine della scuola e l’inizio delle vacanze estive di una deliziosa scolara e del suo inseparabile gatto nero, ma più che i personaggi colpiscono i “contesti” dell’estate, dalla piscina alla granita, dal prato fiorito ai fuochi artificiali. La bravura di Giusi Quarenghi accompagna ogni immagine con i tre versi tipici dell’haiku giapponese e l’essenzialità delle parole fa emergere in tutta la sua delicatezza quell’amore autentico per il respiro della natura che non è mai ridondante e retorico.

Lapis
Guia Risari – Ceylan Aran, Voglio il mio mostro, € 14,90
Guia Risari – l’abbiamo scritto più volte – non gioca inutilmente con la fantasia ma sa trasmettere al lettore (piccolo o grande) il senso di domande (e risposte) che affondano nell’intimità psicologica di ognuno. In questo albo la protagonista che ha perso il suo mostro (per fortuna lo ritroverà) è specchio di un’infanzia che guarda al mondo con autonomia, coraggio e voglia di scoperta.

orecchio acerbo
Debora Vogrig – Pia Valentinis, il Bianco e il Nero, € 14,50
Carola Susani – Alessandra Lazzarin, Esplorazione, € 16,50
Sara Stridsberg – Sara Lundberg (trad. Maria Valeria D’Avino), L’estate dei tuffi, € 16,50
Sebastiano Mescenmoser, Cik, € 15,50
Madalena Moniz, ABBICCÌ delle emozioni, € 16,00
Luca Tortolini Alice Barberini, Ernest e Biancaneve, € 16,00
Sgaldramuni – Irene Volpiano, Mio zio Guido fa il muratore, € 17,00
Le novità di Orecchio acerbo mi incuriosiscono sempre e ogni volta che apro il pacco dei libri della casa editrice romana mi domando: “Che sorpresa di grafica o di testo troverò oggi?”. Ovviamente anche in questa tornata le buone sorprese non mancano: l’albo di Debora Vogrig e Pia Valentinis si caratterizza per originalità perché dà vita e mette in movimento come protagonista la coppia Bianco/Nero, ne nasce una storia dove le poche, essenziali parole “accendono” tavole piene di ritmo, capaci di giocare “a rimpiattino” con le diverse situazioni e di condurre il lettore verso un’idea di condivisione e convivenza.
In Esplorazione mi ha colpito la capacità dell’autrice e dell’illustratrice di trasformare il tema tradizionale (e fiabesco) dei bambini sperduti nel bosco in un racconto moderno con genitori un po’ distratti dalla festa per i cinquant’anni di uno di loro, bambini preoccupati per la scomparsa di un’amichetta, natura minacciosa, personaggi (in realtà “aiutanti magici”) ingigantiti dalle paure dei piccoli protagonisti… Un rilievo particolare merita Alessandra Lazzarin che ha saputo dar figure, colore, movimento alla storia rendendo benissimo l’atmosfera sospesa di una fiaba di oggi. L’estate dei tuffi è albo molto forte sul piano delle emozioni perché il racconto della bimba che va a trovare il padre ricoverato in un ospedale psichiatrico e stringe amicizia con un’altra paziente è reso straordinariamente efficace dalla pastosità dei colori e dalla caratterizzazione dei personaggi della bravissima Sara Lundberg. Divertente il capovolgimento operato in Cik  da Sebastiano Mescenmoser: all’interno di un pollaio  il pulcino Cik si sente subito gallo, capace da “grande” di importanti imprese, purtroppo durante la crescita il suo sogno si infrange perché non sarà gallo ma gallina… la conclusione abbastanza prevedibile (anche una gallina può compiere gesti eroici) non toglie il piacere di un’illustrazione ricca, varia e “pulita”.
Consiglierò l’ABBICCÌ delle emozioni a chi si occupa di filosofia per l’infanzia perché, lettera dopo lettera, nome dopo nome, pagina dopo pagina questo albo ci porta “dentro” il bambino non solo dal punto di vista psicologico ma anche da quello filosofico visto che ogni termine racchiude in sé preziosi e profondi significati.
Su Ernest e Biancaneve ci sarebbe molto da osservare ma mi limiterò ad alcuni elementi essenziali, anzitutto la trama inusuale: la piccola Biancaneve gatta a sei dita, nata a bordo di un peschereccio, viene staccata dal resto della famiglia e regalata ad Ernest, scrittore e viaggiatore, che la considererà amica al punto da inviarle, quando è lontano delle lettere, che la governante dovrà leggerle; il punto di vista: è Biancaneve che racconta e il suo punto di vista “gattesco” entra nella psicologia “umana” del personaggio dell’amico Ernest…  Hemingway… perché l’ambiente è proprio quello dello scrittore che risiedeva a Key West isola della Florida, frequentava il Slopyy Joe’s Bar  e adorava  “Snow White” la sua gatta con le  zampe polidattili avuta in dono da un capitano di nave; infine le illustrazioni di eccezionale intensità e precisa ambientazione di Alice Barberini che già avevo avuto modi di apprezzare nell’albo In the tube… Infine segnalo Mio zio Guido fa il muratore esordio in volume di Irene Volpiano, giovane e bravissima  illustratrice: l’albo nella trama fantastica del sogno di muratore che nella sua vita ha costruito e costruisce tante case per gli altri mi ricorda il tema del vecchio muratore di Gianni Rodari (“Ho lavorato per tutti: / perché nessuno ha lavorato per me?”) e quindi fra i gatti dell’albo precedente amati da Hemingway e da Rodari e il muratore protagonista dell’ultimo albo mi pare opportuno concludere con il nome dello scrittore italiano che non aggiungeva morali alle sue storie perché faceva vincere – come nel caso negli albi appena presentati – il piacere del racconto e delle figure.
Appendice
Aggiungo due albi che mi sono pervenuti nelle ultime settimane:
Rudolf Čechura & Jiří Šalamoun, Flip il maxicane, € 15,90
Franca Cavagnoli – Giovanni Emilio Cingolani, La Bocca dell’Adda,  € 16,00
Se il primo albo, giocato fra fumetto e albo,  mi ha solo divertito con l’invenzione di questo “maxicane che riempie le pagine con le sue poco “canine” imprese straordinarie, con La Bocca dell’Adda ho respirato (in un momento di secca dei nostri fiumi) l’odore dell’acqua, ho sentito il suo rumore del momento di piena quando Beatrice, la bambina protagonista, in bicicletta con il nonno e avvolta nel suo tabarro, “viaggia” fra i campi allagati verso la confluenza dell’Adda nel Po. Il suo “viaggio” mescola il sapore del mito (non a caso le torna in mente il mito di Euridice) alla paura dell’ignoto, il tremore dell’avventura alla rassicurazione affettiva. In questo albo le parole (essenziali) dicono molto ma più di tutto suggeriscono le  immagini magistrali, i colori di ogni tavola, le emozioni di figure, ad un tempo, vaghe e reali. Un albo, dunque, che entrerà ben visibile in uno scaffale “privilegiato” della mia biblioteca.

Sinnos
Luca Tortolini – Maria Gabriella Gasparri, Tutta colpa del barattolo, € 13,00
Un calcio della protagonista annoiata fa partire un barattolo che colpisce un lampione… da lì parte una serie di divertenti (e fantasiosi) eventi: un giorno di noia può diventare una magnifica avventura anche sulle pagine di un albo.

 

uovonero
Arianna Papini, Ad abbracciar nessuno, € 16,00
Fabrizio Silei, Il libro bugiardo, € 16,00
Piero Schiavo – Angela Marchetti, Anna e Anna, € 16,00
Albo quello di Arianna Papini di forte carattere evocativo dove le parole sfumate giocano con l’evanescenza delle immagini: la storia è quella dell’incontro e del “dialogo” di due bambini (in età da scuola dell’infanzia) “diversi”,  Maddalena e Damiano, lei autistica, lui alle prese con un lutto da elaborare. Le parole e le figure di Arianna Papini ci accompagnano in punta di piedi quasi a non voler disturbare un’intimità anche di fantasie che appartiene solo ai due protagonisti, ancora una volta grazie Arianna per saper trasmettere attraverso un semplice albo una filosofia di vita fatta non solo di facili ottimisti ma anche di acuti dolori. Meno mi ha convinto l’albo provocatorio di Silei che gioca su capovolgimenti di luoghi comuni, paradossi, ironie; testo e immagini caricaturali e grottesche sicuramente si integrano ma a conclusione dell’albo si resta solo con il senso di uno scherzo e non so quanto questo possa essere inteso dai giovani lettori. Anna e Anna, infine, è albo breve e delicato, frutto della trasformazione intelligente del tema “amico/a immaginario/a”: è la storia di una bambina che non riesce a stare con gli altri ma la sua ombra provvederà…

***Altri albi, cartonati, giochi, testi per i più piccoli
Gribaudo
Andy Lee (ill. Heath McKenzie), Non aprire questo libro da colorare, € 5,90
Andy Lee (ill. Heath McKenzie), Non aprire questo libro mai!, € 10,90
Due albi che alla simpatica “provocazione” di grotteschi e assurdi personaggi uniscono una dimensione “operativa”: il primo “gioca”  a capovolgere il senso di tanti banalissimi albi da colorare tipo “roselline”, il secondo si affida più al capovolgimento del senso delle parole… insomma mi sono divertito…
Tiziana Martini – Roberto Greco, La straordinaria avventura di Ondina e Oceano, € 10,90.
Realizzato in collaborazione con Rio Mare e WWF questo albo affronta fra racconto e informazione il tema della pesca sostenibile; i testi sono chiari e convincono, meno convincenti le illustrazioni.
G R I B A U D O – amico lupo
Orianne Lallemand – Éléonore Tuillier, Lupetto ha un cucciolo, € 6,90
Orianne Lallemand – Éléonore Tuillier, Lupetto cerca e trova Viva a natura!, € 14,90
Altre due avventure del piccolo lupo; ormai l’edizione italiana della serie è consolidata e spero che tanti piccoli lettori possano divertirsi all’insegna della simpatia del personaggio anche se questo e i suoi autori non rinunciano a ricordare che anche durante le vacanze occorre fare qualche compito:
Orianne Lallemand – Éléonore Thuillier (con la consulenza di un team di insegnanti), Il mio quaderno delle vacanze con LUPO, € 6,90 è dai 4 anni
Orianne Lallemand – Éléonore Thuillier (con la consulenza di un team di insegnanti), Il mio quaderno delle vacanze con LUPO, € 6,90 è dai 5 anni
Orianne Lallemand – Éléonore Thuillier (con la consulenza di un team di insegnanti), Il mio quaderno delle vacanze con LUPO, € 6,90 è dai 6 anni

edizionicorsare
Elisa Sabatinelli – Anna Aparicio Català, La mia casa piccola, € 18,00
Le ansie e le scoperte del trasferimento in una nuova casa del piccolo protagonista e della sua famiglia: contenuto semplice ma rassicurante anche nelle illustrazioni di Anna Aparicio Català.

Giunti
AAVV (ill. Freya, trad. Francesca Pellegrino), Piano Piano… intorno a te, € 9,90 Hartas
AAVV (ill. Freya Hartas, trad. Francesca Pellegrino), Piano Piano… al parco, € 9,90
Cartonati chiarissimi nel percorso e nelle illustrazioni; ottimo approccio alla natura per i più piccoli (dai 2 anni).
Biagio Biagini (ill. Fabio Santomauro), Mai io lo voglio ora! Piccole storie di pazienza, € 12,00
Vorrebbe essere un albo che insegna ai più piccoli ad avere pazienza ma per fortuna è un testo con racconti divertenti che pur trattando il tema non fanno vincere moralismo e didattica.

il castoro
Kerstin Schoene (trad. Alice Pascutti), Una montagna di amici… fortissimi!, € 13,50
Deborah Diesen – Dan Hanna, Pesce Pescione, € 12,50
La simpatica “umanità” degli animali protagonisti e la loro “forte” rappresentazione grafica piacerà sicuramente ai più piccoli.
Oleksij Cherepanov, Il custode del bosco, € 10,00
Un albo bilingue italiano-ucraino che ci avvicina alla produzione di questo paese martoriato; autore-illustratore è  Oleksij Cherepanov  attivo a Kharkiv seconda città dell’Ucraina dopo Kiev. Il testo racconta il “viaggio” di un bambino nella foresta, il suo amore per la natura e la sua voglia di “raccontarla” per immagini legate non solo alla realtà ma anche alla fantasia. Un “albo-ponte” che vuole ricordarci che la cultura e l’infanzia non conoscono confini. Il ricavato del libro sarà devoluto a “Refugees Welcome Italia”.

il Ciliegio
Teresa Capezzuto (ill. Albertina Neri), I fiababbracci, € 13,00
Una simpatica avventura interattiva per i più piccoli che favorisce un giocoso contatto con gli animali. Rime semplici e brevissime, inviti alla scoperta e all’amicizia.

Kalandraka
Fernández & González, Verme, € 16,00
Divertente questo leporello che ci fa viaggiare con una macchina straordinaria e buffi personaggi verso il centro della Terra.

Kalandraka – Chi sono? Cuccioli di animali
Tandem Seceda – Ester García (trad. Elena Rolla), AUSTRALIA Chi sono?, € 15,00
Tandem Seceda – Ester García (trad. Elena Rolla), AMERICA Chi sono?, € 15,00
Brevi testi e immagini ben definite di cuccioli di mammiferi e uccelli divisi per continente; accessibile anche ai bambini più piccoli, meno convincenti forse le domande che alla fine di ogni pagina dovrebbero stimolare la curiosità.

Lapis
Rita Luppi – Martina Motzo, da GRANDE voglio fare la GIRAFFA, € 12,50
Albo divertente che gioca con intelligenza sull’antico “adagio-tormentone” che caratterizzava l’incontro fra adulti e bambini: “Cosa vuoi fare da grande?”… La piccola Aurora di 4 anni  darebbe ai curiosi una risposta spiazzante: “Voglio fare la giraffa”… ma sarebbe davvero così?

Notes
Carme Lemniscates, Robin Case aperte, cuori aperti, € 15,00
Storia di un giovane pettirosso e dei suoi amici in un albo delicato particolarmente riuscito anche nelle illustrazioni.

*** Da 7 a 8 anni

Feltrinelli kids – i bruchi – primi lettori
Valentina Rizzi – Cecilia Fallongo, In volo con mamma, € 6,90
Jack Dickson – Guridi (trad.Daria Restani), Pigiama party con i mostri, € 6,90
Stefania Graziosi – Valeria Valenza, Mozartino, € 6,90
Maria Luisa Di Gravio, Tutta colpa della coda, € 6,90
Feltrinelli kids – i bruchi – lettori + esperti
Cristina Marsi – Francesca Carabelli, Magica Milla, € 6,90
Anna Sarfatti – Kalina Muhova (postfazione Maria Falcone), Non ci sto! I bambini contro l’illegalità, € 6,90
Osservo non da ora i tentativi degli editori di mettere sul mercato collane che possano piacere sia ai bambini “apprendisti lettori” sia agli adulti impegnati nei processi educativi e quindi al piacere del testo uniscano (anche se in piccola parte) il dovere della didattica. La piccola collana “i bruchi” cerca di ottemperare alle due esigenze e lo fa con intelligenza visto che i testi anche per i più piccoli (come in questo caso) sono di buona qualità e solo la pagina finale ha l’indicazione delle “parole nuove” presenti nel libro, poca cosa davvero rispetto ai tristi apparati di altre collane per i più piccoli.

Le rane interlinea
Sebastiano Ruiz Mignone (ill. Daniela Costa), Il bosco dei respiri, € 10,00
Racconto breve e delicato costruito sull’idea originale di una nipotina che vuole recuperare il respiro nel nonno: realtà di un nonno malato e magia di un sogno verso il Bosco dei Respiri…

Sinnos
Angela Cascio – Asia Carbone, Siamo uguali!, € 8,00
Qualche pagina  di commento e qualche invito operativo concludono questo leggerissimo racconto   che mette insieme nel buio improvviso della soffitta due cuccioli “diversi”.

*** Da 9 a 11 anni

cameloZampa – gli arcobaleni
Hélène Vignal (trad. Mirella Piacentini), Diario di un ragazzo invisibile, € 9,90
Vivien ha una grande famiglia e forse proprio per questo passa inosservato: che abbia il dono dell’invisibilità? Il romanzo che gioca sulla finzione autobiografica delle notazioni “scientifiche” del giovane protagonista risulta ben costruito, ricco di sorprese e di verve.

cameloZampa – i pelucchi
John Yeoman & Quentin Blake (trad. Luigi Berio), Piume in libertà, € 15,90
La pazienza da rabdomanti dei libri delle responsabili di Camelozampa le ha portate a presentare al pubblico italiano un piccolo capolavoro di scrittura e “figura”; cosa importa che abbia quasi trent’anni  se storia e illustrazioni “funzionano” meglio delle troppe serialità dei nuovi “funzionari-scrittori”? La mia non è sterile polemica contro chi scrive (magari “bene”) e fa altre “cose” nel mondo editoriale per l’infanzia, ma è solo onesto timore che la serialità, la massime semplificazioni davanti a scelte linguistiche ridotte al minimo, il comodo adagiarsi degli editori verso il prêt-àporter inventato da altri alla fine aiutino solo le vendite (e non è certo un peccato) ma non favoriscano la crescita culturale (e linguistica) del giovane lettore.

Einaudi Ragazzi
Angelo Petrosino (ill. Sara Not), Le avventure del delfino Beniamino, € 13,90
Trama semplice ma profonda legata alla salvaguardia dell’ambiente ma anche alla necessità di capirsi (e volersi bene) fra “diversi”, dalla nipotina al nonno, al delfino. Al valore positivo della storia aggiungo il pregio dello stile di Petrosino, sempre diretto, senza “compiacimenti d’autore” o inutili “peregrinazioni” formali.

 

Giunti
Helen Rutter (trad. Lorenza Gentile), Il mio nome è Billy Plimpton, € 14,00
Primo romanzo di un’autrice inglese che ha maturato esperienza come sceneggiatrice, attrice e comica; quest’ultima professione che impegna anche il marito ha inciso sicuramente sulla trama e sullo sviluppo del romanzo perché l’undicenne Billy, nonostante la sua balbuzie e i quasi obbligati silenzi con gli altri, vuole proprio calcare le scene… Ci riuscirà?  Il mio nome è Billy Plimpton è romanzo di formazione senza pretendere di esserlo, è percorso di crescita senza sentimentalismi perché gioca essenzialmente sulla dimensione narrativa, su ciò che capita al giovane personaggio e non su ciò che l’adulto pensa di dover trasmettere a livello educativo.
Flavio Pagano, Il lupo nell’uovo, € 9,90
Bella l’idea di questo breve e simpatico romanzo dove un lupo un po’ “anomalo” cerca il proprio posto nel mondo: un invito – neppure tanto nascosto – a guardare a ciò che unisce e non a ciò che divide ma soprattutto a rispettare gli animali senza pretendere di imporre loro la nostra “umana” visione del mondo.

PIEMME – Il battello a vapore
Edoardo Maturo, Papà, sono un Gamer!, € 16,00
Di questo romanzo, da estraneo quale sono al mondo dei videogiochi e al “giro” di professionalità, successi e guadagni che lo permea, ho apprezzato soprattutto l’idea di fondo dello sdoppiamento di identità del protagonista tredicenne Casper: quella reale di adolescente piuttosto insignificante e quella virtuale di idolo di migliaia di  follower… Il libro scorre via leggero e magari ai pochi lettori adulti non sfuggirà che la  doppia identità di Casper costituisce in chiave adolescenziale l’aggiornamento contemporaneo  del tema  novecentesco “uno, nessuno e centomila”…

***Da 12 a 14 anni

Giunti
Vanessa Walder (ill. Barbara Korthues, trad. Manuela Carozzi), Insopportabile, io e altri guai, € 14,00
Siamo davanti a un romanzo che nella finzione autobiografica della protagonista undicenne mette in evidenza i problemi di una bambina “terribile” spedita in collegio dai genitori adottivi; gli avvenimenti sono raccontati con uno stile fin troppo adolescenziale, tutto teso ad eliminare drammaticità  e a “leggere” gli avvenimenti con sorriso e ironia.

Lapis
Aquilino, Intorno al fuoco nel buio, € 12,00
Un bel romanzo di impianto tradizionale (il quindicenne in crisi, l’esperienza di un periodo di volontariato, diversi nuovi amici, qualche complicazione positivamente risolta) capace di rispondere alla vera domanda che ogni adolescente si pone: “Chi sono io?”.

Salani
Sofia Gallo, Un’estate in rifugio, € 13,90
Sotto l’egida del Club Alpino Italiano questo romanzo nasce sicuramente con l’intento di avvicinare il lettore al mondo alpino e alle emozioni che questo suscita; in realtà – com’è giusto – l’autrice non costruisce il suo testo facendo vincere lo scopo educativo sulla narrazione perché, anzi, nel romanzo prevalgono l’attenzione alle inquietudini del protagonista tredicenne obbligato dalle contingenze famigliari a passare i mesi estivi in un rifugio in Valle d’Aosta, la curiosità per nuove conoscenze, l’emozione per esperienze diverse… Insomma un bel romanzo in cui ben si integrano paesaggio esteriore e interiorità del protagonista.

San Paolo
Chiara Lossani, Gandhi, € 16,00
Un romanzo che per mettere in evidenza (e far conoscere ai ragazzi) la figura del Mahatma fa intrecciare con sapienza la vita di sette ragazzi con la storia di Gandhi stesso: espediente letterario? No, intelligente prova di come si possa parlare di “cose serie” e di figure importanti senza ricorrere all’agiografia o – ancor peggio – alla narrazione didattica.

*** Oltre i 14 anni

UP Feltrinelli
Roberto Morgese, Estate di sale, € 14,00
Sicuramente il tema delle estati “educative” presso il nonno di ragazzi in piena crisi adolescenziale è piuttosto frequentato; in questa stessa rubrica parlo di La rosa della giustizia di Cinzia Capitanio dove il tema viene utilizzato per parlare del giudice Rocco Chinnici assassinato dalla mafia; nel bel romanzo di Feltrinelli l’indesiderata estate del quattordicenne Philippe presso il nonno in Camargue serve al ragazzo per capire che la storia dell’emigrazione è stata lunga e dolorosa anche per gli italiani e che occorre oggi non essere schiavi dei pregiudizi e lavorare per l’integrazione di chi per miseria o conflitti è fuggito dal proprio paese. La trama che ho riassunto non rende giustizia comunque alla bella prova narrativa di Morgese che non scade mai nel moralismo e fa vincere il piacere del racconto.

Giunti
Sharon G. Flake (trad. Marco Astolfi), The life I’m in. Io non mi arrendo, € 14,00
Denso e bellissimo questo romanzo di formazione che non si affida solo alle criticità della protagonista (una sedicenne espulsa da più scuole) e all’intreccio (l’incontro “sulla strada” di altri “diversi”) ma scava nel profondo di una personalità in un momento di doloroso passaggio dall’adolescenza all’età adulta.

*** Divulgazione

Feltrinelli kids
Donatella Bisutti (ill. Allegra Agliardi), Parole per la testa! Da dove arrivano i modi di dire?, € 13,00
Di Donatella Bisutti ricordo soprattutto il grande lavoro sulla poesia iniziato nel 1979 con L’albero delle parole e proseguito con testi sempre intelligenti e preziosi perché legati anche a quella dimensione linguistica che troppo spesso viene soffocata dall’invadenza dei temi. L’odierno Parole per la testa! Costituisce per me una fondamentale integrazione delle riflessioni sul linguaggio portate avanti da Bisutti: che cos’è, infatti, il “modo di dire” se non una metafora, una combinazione, un gioco linguistico capace di farci vedere al di là dell’immediato significato? Il lavoro di Bisutti si raccomanda poi per un’altra caratteristica: la leggerezza della scrittura che accompagna sorriso ed ironia… ed è l’approccio stilistico che ci vuole con i giovani lettori per non “fare un buco nell’acqua” (modo di dire esplorato da Bisutti)…

Il battello a vapore – Piemme
Massimo Polidoro (ill. Riccardo Rullo), Tutti i segreti del Colosseo. Un giorno nell’Antica Roma, € 16,00
Da un giornalista, docente e divulgatore di grande esperienza l’adattamento di un volume (L’avventura del Colosseo edito sempre da Piemme nel 2016) arriva in forma narrativa questo simpatico e documentatissimo viaggio nel tempo alla scoperta dei segreti (ma anche dei misteri) di uno dei monumenti più famosi del mondo.

Uovonero
Britta Teckentrup (trad. Sante Bandirali), La penna, € 19,50
Dopo migliaia di libri incontrati sul mio (ormai lungo) cammino non pensavo ancora di stupirmi per l’originalità di un titolo e di un argomento, invece è successo con questo elegante e prezioso volume dell’importante autrice e illustratrice tedesca: mai avrei infatti pensato che una “penna” fosse stata protagonista di tanta storia; il lettore non pensi infatti  alle penne d’uccello (già diverse per specie) o alla penna d’oca per scrivere perché ogni pagina riserva una sorpresa, una funzione diversa… Un libro tutto da scoprire, insomma, dove a ogni pagina di testo s’accompagnano illustrazioni che hanno la delicatezza e l’evanescenza, appunto, di una “piuma”…

***Poesia

Lapis
Carlo Marconi – Serena Viola, Poesie del camminare, € 15,00
Trovare testi di poesia per l’infanzia è sempre più  raro, un po’ perché gli editori non lo considerano genere troppo commerciabile un po’ perché troppo spesso le antologie scolastiche finiscono col riprodurre testi dei soliti noti senza troppo preoccuparsi né della qualità del materiale né del fatto che spesso la poesia non ha bisogno di commenti scolastici ma di ascolto ed emozione. Sono rimasto dunque positivamente colpito da questo bel volume di Lapis dove i versi delicati e profondi di Carlo Marconi sono dedicati tutti al tema del “cammino” come viaggio di scoperta e – torno a dire – di emozioni. Aggiungo che le illustrazioni di Serena Viola con il loro movimento e la loro leggerezza costituiscono un accompagnamento ideale e scandiscono il ritmo delle parole.

Salani
Gianluca Caporaso, Tempo al tempo. Rime sulla vita che viene e che va (ill. Francesca Cosanti), € 12,00
Una rapida campionatura della poesia italiana del Novecento ci dice quanto il tema del tempo sia stato fondamentale a diversi livelli: non solo per l’implicita idea dello suo scorrere ma anche per tutto quello che a livello esistenziale da questa consegue: dalla patina del tempo delle gozzaniane “buone cose di pessimo gusto” all’intenso viso dell’Esterina montaliana “proteso a un’avventura più lontana” e guardato dalla “razza di chi rimane a terra”. La premessa mi serve per dire che con questa raccolta di filastrocche  Caporaso ha fatto la scelta coraggiosa di portare ad usum pueritiae un tema fondamentale che affonda le radici nel tempo: in “rime e ritmi” (faccio il carducciano di complemento) tanto semplici quanto profondi ci restituisce una filosofia di vita che, lontana da ogni banale ottimismo consumistico verso improbabili “mulini bianchi”, è invito a vivere ogni attimo come scoperta, a guardare con stupore ciò che ci circonda, ad ascoltare con emozione ogni voce. Nei versi di Caporaso (dovrebbero essere letti anche dagli adulti) ho trovato ciò che troppo spesso manca a chi scrive per l’infanzia: la capacità di spogliarsi di ogni sovrastruttura adultistica, di rinunciare alla banalità delle “opportunità” editoriali, di far emergere la sincerità di un “vissuto” che sa guardare al futuro.

*** “Diversità”  ⇒ da 11 anni

Salani
Matteo Bussola, Viola e il blu. La libertà di essere i colori che vuoi, € 14,90
uovonero
Elle McNicoll (trad. Sante Bandirali), Mostraci chi sei, € 16,00
Il frequentatore di questo sito si sarà già accorto che davanti ai temi più frequentati dalla produzione per la fascia dell’adolescenza (le crisi del protagonista, i contrasti in famiglia, la “diversità”, la droga, l’anoressia, la bulimia, il bullismo, l’incidente, la morte…) cerco sempre di trovare l’autore non tanto per un vezzo da vecchio accademico quanto perché in mezzo a tanta produzione seriale, a tante collane e “collanine” prefabbricate, a tanti agenti che diventano quasi coautori, è bello ogni tanto ritrovare un respiro personale, un’idea originale, un ritmo capace di seguire l’idea di chi scrive e non le “convenienze” commerciali. Nell’ambito delle “diversità” voglio dunque segnalare questi due romanzi che mi paiono condensare quanto ho cercato di dire: in Viola e il blu Matteo Bussola riesce a darci il ritratto di una ragazzina che non ama (a partire dal coloro rosa) le “cose da femmine” e per questo non risulta ben integrata in un sistema costruito sulle “differenze”; l’originalità del romanzo sta anche nella soluzione che non è data da qualche “effetto speciale” ma dal confronto dialogico con la figura del padre, un artista, che non mette al centro se stesso adulto “saggio” e paternalistico ma è capace di mettersi in gioco con razionalità e amore (elementi spesso travisati o estranei al rapporto genitori-figli). La semplicità del percorso narrativo, una scrittura lineare senza “strizzate d’occhio” al lettore contribuiscono dunque a fare di Viola e il blu uno dei romanzi più interessanti di questa mia lunga puntata di “Libri ricevuti”. Per quanto riguarda il secondo titolo dirò subito che d’ora in poi quando parlerò di “genuinità” autoriale non potrò fare a meno di pensare a Mostrami chi sei, che, scritto dalla neurodivergente McNicoll, mette sulla pagina, attraverso il personaggio della ragazza Cora che parla in prima persona, sentimenti, pensieri e azioni che appartengono alla “diversità” dell’autrice: Cora è consapevole dei limiti e delle possibilità che le derivano dalla sua condizione ma non per questo rinuncia ai legami (quello con Adrien altro “diverso” è particolare), alle riflessioni e alle azioni; Mostrami chi sei poteva  diventare un libro “impegnato” ma noioso, documentato ma arido ed invece McNicoll è riuscita a far agire i personaggi all’interno di una vera, avvincente trama con tanto di modernissima azienda che vuole riprodurre gli umani in versione digitale… Insomma siamo davanti a un romanzo che pur non rinunciando ad essere portatore di idee, sa “giocare” vivacità di  invenzione e agilità di scrittura.

*** Guerre e violenza
Mi sembra opportuno inserire in uno spazio specifico una serie di libri che affrontano i temi della violenza, del razzismo, della guerra. Non voglio azzardare interpretazioni ma sicuramente il clima “bellico” e le spinte antidemocratiche che da anni si respirano in tutto il mondo con  conflitti che chiamiamo “locali” solo perché lontani da noi (la tragedia dell’Ucraina ci colpisce anche perché geograficamente  tocca “casa nostra”) contribuiscono non poco a scelte editoriali che in questo caso mi paiono positive perché sono legate a spazi narrativi originali non pretestuosi o viziati da moralismo. Comincio Diario di guerra. Una matita e un taccuino per testimoniare otto giorni nei sotterranei e la successiva fuga per la vita dell’ucraina Olga Grebennik (Caissa, € 16,50 ⇒ da 10 anni) che mi ha colpito per la sua immediatezza nel raccontare con brevi  tratti di diario ed efficaci sintetici schizzi a matita (Grebennik è soprattutto illustratrice di libri per bambini) i primi giorni dell’attacco russo all’Ucraina e alla sua città di Charkov trascorsi con la sua famiglia nei sotterranei di casa; un testo che è qualcosa di più di una testimonianza di prima mano sulla violenza bellica perché dalle annotazione emergono ansia, paura, emozioni, domande, speranze e soprattutto un radicale NO ALLA GUERRA che deve far riflettere… Altro titolo di rilievo L’aquilone di Noah di Rafael Salmerón (trad. Daria Podestà, revisione traduzione Sante Bandirali, uovonero – i geodi, € 15,00 ⇒ da 12 anni) dove lo scrittore spagnolo mette al centro di una storia drammatica, ambientata  nel 1939 durante l’invasione tedesca della Polonia, un bambino “diverso”, un autistico interessato solo a far volare il suo aquilone: Noah (questo il suo nome) è ebreo, vive a Cracovia in una famiglia sostanzialmente “fredda” e amorfa (padre pavido orologiaio, madre e sorella poco toccate dalla tragedia incombente) con l’unica eccezione del fratello maggiore Joel che si prende cura di lui e lo protegge. La storia di Noah, del fratello e di tanti altri personaggi che compaiono e spariscono nella tragedia dell’Olocausto, si trasforma in testimonianza della Storia; il romanzo diventa così polifonico e le voci di vittime, carnefici, degli indifferenti e dei  cinici diventano coro che si alza al cielo come l’aquilone di Noah: speranza in un futuro che sappia conservare la memoria. Ambientato durante il fascismo è invece il romanzo di  Guido Quarzo, Un piccolo gioco crudele (San Paolo, € 14,50 ⇒ da 11 anni) che mi ha colpito per la delicatezza psicologica, l’intelligenza costruttiva e la finezza stilistica con cui l’autore ha dato vita a trama e personaggi non comuni (gli stessi modi in mano ad altri scrittori avrebbero potuto diventare noiosamente “esemplari”): nel settembre 1928 a regime fascista ormai consolidato Gaetano Serra, vecchio fotografo testimone dell’inutile strage (Benedetto XV) della guerra 1915 – 1918, si trova a gestire una situazione inaspettata perché la giovane Teresa, amica di famiglia, arriva in compagnia della bimba Margherita figlia di un giornalista minacciato dai fascisti; la bambina deve essere nascosta e protetta  e Gaetano che vive isolato è la persona giusta. Inutile dire che con una certa riluttanza Gaetano accetta e da lì partono per lui e per Margherita sei giorni di convivenza: pericoli, giochi, bugie a fin di bene costituiscono per entrambi il corollario di una straordinaria esperienza formativa che si conclude con la definitiva sottrazione della bambina ai rischi degli scherani fascisti: i capitoli conclusivi ci dicono che Serra morì di polmonite, ottantaduenne, nel 1940 e Margherita diventata maestra nel 1944, ventiquattrenne, salì in montagna con i partigiani…  Romanzo “civile” ed “educativo” nel senso alto del termine che conferma Quarzo narratore di raro, originale spessore.
Dedico, infine, l’ultima parte di questo intervento alla Collana Rimbalzi dell’editore Notes (⇒ da 12 anni) perché mi pare vada nella giusta direzione di romanzi ben strutturati che mettono al centro momenti drammatici della storia del secolo scorso senza perdere di vista quell’idea di racconto che è soprattutto correttezza e sincerità davanti al lettore. Voglio dire che dietro Luba voleva gli occhi neri di Loredana Frescura e Marco Tomatis (€ 13,00), I ribelli del Mussa Dagh di Fulvia Degl’Innocenti (con una nota di Antonia Arslan, € 13,00), Ali nere di Alberto Melis (€ 12,00) stanno storie di Resistenza (Luba in realtà Adriana Locatelli, detta Lalla, partigiana realmente vissuta), di genocidio (quello del 1915 degli armeni da parte dei turchi), di stragi (il bombardamento nel 1937 da parte dell’aviazione di Mussolini di un villaggio spagnolo) ma l’impegno civile a tener viva la memoria non vince mai sulle trame narrative, sulla psicologia dei singoli personaggi adolescenti:  Luba a quindici anni si unisce alla Resistenza e l’autoritratto (il romanzo è in prima persona) che emerge dalla narrazione gioca su tanti registri possibili, dalla sete di giustizia alla pietà, dalla volontà di combattere al rifiuto della violenza, dall’odio alla tenerezza. Anche quella del quattordicenne Narek è storia di resistenza perché davanti alla violenza del genocidio dei turchi a danno degli armeni non rinuncia a resistere e, insieme a qualche migliaio di connazionali, dall’alto del monte Mussa Dagh  respinge gli assalitori; lui e molti altri si salveranno da esuli in terra straniera. Anche qui non manca lo scavo psicologico del personaggio né manca ritmo al racconto. Nel terzo romanzo della collana, Alberto Melis inserisce nella guerra civile spagnola (siamo nel 1937) la storia del dodicenne Tommaso, figlio di antifascisti italiani rifugiati proprio in Spagna: è una storia personale fatta di eventi drammatici (il padre ferito in battaglia, la madre tornata in Francia per cercare aiuto per il marito) ma anche di scoperte, di incontri, di amicizie (in particolare con Susa ragazzina quasi magica che lo introduce ai misteri della natura); purtroppo la guerra incalza e Durango, paese di novemila abitanti dove Tommaso risiede, “guadagnerà” un triste primato: quello di essere stato il primo paese (Guernica resa famosa da Picasso arriverà tre settimane dopo) a subire un bombardamento aereo contro la popolazione civile; Tommaso e Susa si salveranno nella loro capanna nel bosco dove si addormenteranno sfiniti; la conclusione del romanzo è segnata dal gesto di delicatezza del ragazzo che lascia “la finestra un po’ aperta” in modo che Susa “se si fosse risvegliata, potesse vedere un pezzettino di cielo”… Un segno di speranza fra gli orrori della guerra… Al di là, dunque, di una trama riuscita e della bravura di Melis come narratore, dal romanzo emerge con forza un argomento centrale di cui non ho ancora parlato: i bombardieri e i caccia che seminarono morte fra la popolazione e conquistarono il primato del massacro di civili erano italiani ed erano stati inviati da Mussolini in aiuto a Franco e ai falangisti spagnoli… un fatto che aggiunto ad altri (nei primi anni Trenta in Cirenaica le deportazioni e i massacri della popolazione civile, l’uso dei gas in Etiopia…) ci deve far riflettere sui militari “italiani brava gente”…

*** Mafia

PIEMME
Giancarlo Caselli – Guido Lo Forte – Sara Loffredi (a cura di), Le Parole contro la mafia, € 14,00
UP Feltrinelli
Pietro Grasso con Alessio Pasquini (prefazione di Roberto Saviano), Il mio amico Giovanni, € 13,00
Il battello a vapore – PIEMME
Cinzia Capitanio, La rosa della giustizia, € 15,00
Giunti
S. Calleri – R. Scalia – L. Albanese – G. Gualtieri – M. Nucci (introduzione Fiore Manni), RESISTERE – quattro storie di lotta alla mafia, € 18,00
Come è già successo  in qualche altra occasione riunisco in gruppo libri sullo stesso tema: oggi si parla di mafia e i tre testi tutti scritti con le migliori intenzioni educative appaiono diversi nello svolgimento quasi a dimostrare che l’ampiezza del fenomeno può essere declinata in modi diversi (e con buoni esiti) da chi voglia combatterlo anche con le parole e con la cultura: Giancarlo Caselli e Guido Lo Forte sono stati magistrati di punta nella lotta alla mafia e il volume che porta le loro firme (curato ottimamente da Sara Loffredi) tocca a livello alfabetico (da Antimafia sociale o dei diritti  aZero mafia) le voci più significative sul fenomeno mafioso. In Il mio amico Giovanni è un altro magistrato antimafia, Pietro Grasso, a raccontare nel trentennale della strage di Capaci la storia e l’impegno dell’amico Giovanni Falcone. I due libri sono esempio di una (buona) letteratura educativa che, rispetto al patto narrativo, privilegia lo spazio della memoria, la testimonianza in presa diretta. Legato invece alla struttura tipica del romanzo è  La rosa della giustizia dove Cinzia Capitanio arriva a parlare del giudice Rocco Chinnici assassinato dalla mafia nel 1983 attraverso la storia di un tredicenne “difficile”, Marco, che viene mandato a trascorrere l’estate in Sicilia dal nonno proprio nel paese di San Ciro dove trascorreva le sue estati il giudice assassinato: un modo intelligente per portarci attraverso al figura del nonno (e svariati racconti) nel cuore di un tema che andrà affrontato – come nei nostri casi – senza indulgenze e senza retorica. Infine, ultime arrivate, quattro storie a fumetti che portano all’interno della vita quotidiana della mafia (e di chi vi si oppone); anche questo può essere un modo intelligente per avvicinare al tema i giovani lettori.

***Fumetti e graphic novel

Edizioni EL
Aoife Dooley (trad. Lucia Feoli), Il mondo di Frankie. Un po’ coraggiosa. A volte sfacciata. Sempre me stessa, € 15,50
Einaudi Ragazzi
Marta Breen – Jenny Jordhal (trad. Alice Tonzig), La caduta del patriarcato. La storia del sessismo, la lotta e la resistenza delle donne, € 13,90
il castoro
AAVV, Fai rumore. Nove storie per osare, € 16,50
Kevin Panetta – Savanna Ganucheau (trad. Laura Tenorini), Primo amore, € 18,00
Quattro graphic novel che utilizzano stili diversi ma hanno in comune l’impegno verso temi civili di attualità: Il mondo di Frankie è quello di una bambina autistica ma il volume non gioca retoricamente sul problema perché anzi è costruito su situazioni vivaci e figure  divertenti; un modo intelligente per parlare di “cose serie” con il sorriso. Altrettanto impegno compare in La caduta del patriarcato che, affidandosi alle coloratissime vignette della giovane fumettista Jenny Jordh, racconta la storia del femminismo e delle femministe; anche qui c’è il pregio della leggerezza. Infine i due robusti volumi di “Il Castoro” affrontano rispettivamente la violenza di genere e l’omosessualità ma lo fanno all’insegna di storie disegnate che hanno il pregio di nascere su trame precise costruite senza sbavature retoriche (Fai rumore ha poi un altro pregio, quello di  mettere insieme storie diverse di importanti firme del fumetto italiano assolvendo, fra l’altro, al compito di dimostrarci quanto anche in questo particolare settore contino creatività e stili individuali).

***Adulti – Saggistica e varia

MIMebù – la bussola
Irene Greco, Leggimi prima. L’arte di comunicare con i bambini attraverso i libri e le storie, € 15,90
L’esperienza di libraia e formatrice nel campo nella lettura dell’autrice conferma che spesso è proprio la “vita in diretta” a contatto con bambini e libri a fornirci un quadro attendibile delle infinite possibilità che offre la nostra editoria specializzata: dietro i suggerimenti operativi, i puntuali resoconti di esperienze, le riflessioni sui “bisogni dei bambini nel mondo dei libri”, l’attenzione alle “figure” sta una dimensione culturale capace anche di farci capire quanto valga, anche dal punto di vista storico critico, lavorare sulla contemporaneità . Complimenti all’autrice e all’editore che ha valorizzato il suo prezioso lavoro.

Fondazione Tancredi di Barolo
Pompeo Vagliani – Luciana Pasino (a cura di), La Piccina Commedia. Dante e i ragazzi tra educazione e ricreazione(1850-1950)
Da diversi decenni mi onora l’amicizia di Pompeo Vagliani (e di Luciana Pasino che lavora con lui da altrettanto tempo): è un’amicizia nata sulla comune passione verso testi e autori di letteratura per l’infanzia perduti fra gli scaffali polverosi delle biblioteche e invece degni di studio e recupero, ma è un’amicizia validata anche dalla personalità di Pompeo, studioso tenace e modesto, sempre teso ad andare “più in là” nelle scoperte e nei progetti ma lontano da quelle “trame” editoriali e mediatiche che trasformano banali “raccoglitori” di dati e date” in “autorità” critiche. Tutto questo per dire che il ponderoso catalogo della Mostra bibliografica e di disegni originali dedicata alla vita e all’opera di Dante risulta straordinariamente importante sia per la mole di materiale presentato sia – ed è quello che maggiormente ho apprezzato – per la capacità di far “parlare” il materiale incrociando storia, letteratura, arte figurativa… Può sembrare affermazione banale ma i saggi che aprono i diversi capitoli del catalogo, dall’Ottocento all’Inferno di Topolino degli anni Cinquanta del secolo scorso, sono, dal punto di vista interpretativo, quanto di meglio, uno studioso di letteratura per l’infanzia possa attendersi… Una lezione anche per la nostra Accademia talvolta troppo intenta a guardarsi l’ombelico e a parlare a se stessa.

Hamelin
Il prezioso lavoro di ricerca di Hamelin ci porta spesso a casa ottime soprese editoriali; nel nostro caso le soprese sono due: un “monografico” di “Hamelin. Storie Figure Pedagogia” dedicato al Libro-gioco. Infanzia, scoperta e lettura che a mio parere costituisce il lavoro più aggiornato e “profondo” sul tema. Il numero 6 di “Oblò” si apre invece alla letteratura internazionale e dedica l’intero numero a David Almond: anche in questo caso, a partire dall’intervista per arrivare alle schede bibliografiche, siamo davanti a un’operazione di alto livello.

*** Due amici – Marino Cassini e Alfredo Stoppa
Erga Edizioni – Gli Harvey tascabili
Casimiro Sanni, Barzerime. 52 settimane tutte da leggere e da ridere, € 9,90
Casimiro Sanni, Opere Liriche. 52 settimane di brani e romanze, € 9,90
Casimiro Sanni, Fantascienza filatelica. 52 settimane tutte da leggere, € 9,90
Campanotto
Marino Cassini, Itaca. La mia antologia, €18,00
Euno Edizioni
Luigina Battistuta – Alfredo Stoppa, Dio creò il mondo il diavolo il tempo, € 15,00
Rischierei di perdermi nei decenni se andassi indietro a cercare nella memoria le occasioni di incontro con le opere di Cassini e Stoppa; questo sito, attivo ormai da moltissimi anni, ne è valida testimonianza; non perderò dunque tempo per presentare due autori così diversi nella produzione ma così vicini per originalità delle scelte e passerò subito a presentare le loro novità: Marino Cassini  autorevole primo direttore della Biblioteca Internazionale per Ragazzi “De Amicis” di Genova, parallelamente alla sua attività di scrittore per ragazzi sviluppata soprattutto fino agli anni Novanta del secolo scorso, ha coltivato due passioni, la filatelia e l’enigmistica, che l’hanno portato via via, soprattutto per quanto concerne l’enigmistica, a sviluppare testi-gioco sulle parole (a partire dall’anagramma del suo nome come autore: Casimiro Sanna = Marino Cassini), sfide bizzarre su rebus e anagrammi, “libri polisensoriali” ed è fatto straordinario vedere oggi l’ultranovantenne Marino ancora attivo a progettare nuovi testi come i tre “tascabili” che utilizzano il collezionismo filatelico, l’opera lirica e le barzellette come spunti tematici per proposte diverse. Ben diverso il denso volume Itaca. La mia antologia che Cassini considera nella pagina iniziale un “commiato” da editori e lettori: io che penso a Marino come a un eterno ragazzo preferisco  leggere l’antologia come atto d’amore dell’autore per il suo paese, Isolabona, nell’entroterra del Ponente ligure perché, accanto a racconti già editi (stupendi e commoventi i ricordi di Cirò… una capra) o ripescati dai cassetti, l’ambiente di Isolabona torna nella descrizione di quelle tradizioni perdute che storicamente sono state linfa per i narratori partiti dalla nostra regione, da Italo Calvino a Beatrice Solinas Donghi… Grazie, dunque, Marino anche per questa testimonianza!
Nel volume di Battistuta e Stoppa si intrecciano due storie: la prima ambientata nel Seicento in un piccolo paese fra le montagne, la seconda nello stesso paese ai giorni nostri; la prima voce (contrassegnata dai capitoli in numeri romani) racconta in terza persona la storia di un orologiaio così bravo a costruire pendole in grado, secondo le dicerie, di fermare il tempo e quindi per l’Inquisizione in odore di eretica stregoneria; la seconda voce (contrassegnata da capitoli in numeri cardinali) in prima persona è quella di una giornalista inviata in quel paese per fare un servizio sull’arte orologiaia. Non mi soffermo sugli sviluppi del romanzo né su come le due storie arrivino ad intrecciarsi, osservo solo che Alfredo Stoppa non è nuovo a lavori a quattro mani ed anzi un suo precedente testo scritto con il figlio Alessandro (Brutti come la pioggia, Siké 2021) costituisce un’anticipazione di quello odierno non solo per il doppio registro linguistico ma anche per la riflessione da conte philosophique sull’idea di tempo e sulle sue implicazioni: coerenza di un autore che non segue le mode ed è saldamente convinto del potere della parola raccontata.

*** Libri ricevuti
Questo spazio dedicato ai “Libri ricevuti” si allarga e davanti alle decine di volumi che ricevo e che finiscono per non essere segnalati, ingloberà, d’ora in poi, tutto quanto ricevo: libri che per ragioni di tempo non riesco a segnalare più diffusamente nelle altre parti della rassegna; testi legati alla serialità (che non amo) o a “generi” (come il fantasy) che “frequento” poco e che mi obbligherebbero a giudizi generici; ristampe. Non si tratta quindi di giudizi di valore quanto della mia impossibilità di arrivare a dar conto di tutto.

Einaudi Ragazzi
Carlo Barbieri (ill. Giuseppe Ferrario), Pino Tanuso e l’incredibile SuperBike Ali-N, € 13,90
Giunti 
Håkon Øvreås (ill. Øyvind Torseter, trad. Eva Valvo), Bluisa, il mio alter ego è un super eroe!, € 12,00
il castoro
Vivian French (ill. Marta Kissi, trad. Alice Pascutti), Tom e Tabitha e il circolo delle streghe, € 12,50
uovonero – Hankzipzer il superdisastro
Henry Winkler e Lin Oliver (ill. Giulia Orecchia), Hank Zipzer, Un viaggio da vomito, € 12,00
I quattro romanzi (9 – 11 anni) non appartengono al genere dei capolavori o della letteratura “alta” ma sono divertenti e sicuramente faranno trascorrere ai giovani lettori qualche ora piacevole.

Einaudi Ragazzi
Gianni Rodari I CLASSICI (ill. Emanuele Luzzati – quarta di copertina Pino Boero), Il libro dei perché, € 13,90
Trattandosi di un libro che mi vede coinvolto mi limito a segnalare la bella novità di questo libro che riprende anche nella sistemazione editoriale delle illustrazioni di Luzzati la prima edizione del 1984 (Editori Riuniti) di una scelta delle rubriche “Il libro dei perché” e “La posta dei perché”  che Rodari tenne dal 1955 al 1958 su “l’Unità” di Milano e Roma. Il libro lascia emergere tutta la poetica rodariana, il suo impegno a dare risposte attendibili senza cadere del didascalico ma puntando piuttosto sull’imprevedibilità e sulla fantasia.

Einaudi Ragazzi
Antonio Ferrara, Respiro, € 12,00
Buona trama di romanzo d’amore (ragazzo, ragazza, poesia) dove la “paratassi” garantisce leggibilità.

Emons Edizioni
Susanne Schmidt,  i Pitik e la libellula nera (ill. Alice Coppini), € 15,00
Secondo volume di una fortunata trilogia. All’interno il libro contiene QR Code per ascoltare il racconto e altre notizie sulla trilogia.

il castoro – Star Stable
Helena Dahlgren (trad. Francesca Sophie Giona e Samanta K. Milton Knowles), Soul Riders. l’isola dei cavalli, € 14,00
Storia di ragazze e cavalli in un contesto di magia che entrerà  a pieno regime  nei prossimi volumi della serie

Il battello a vapore
Edizione speciale per i 30 anni di “Il battello a vapore”
Simone Frasca, Bruno lo zozzo, € 12,00 ⇒ dai 6 anni
Ursel Scheffler (trad. Maria Bastanzetti, ill. Erhard Dietl), Inkiostrik, Il mostro dell’inchiostro, € 13,00 ⇒ dai 7 anni
Lia Levi (ill. Barbara Bongini), La banda della III C, € 13,00 ⇒ dagli 8 anni
Luigi Garlando (ill. Iacopo Bruno), Da grande farò il calciatore, € 13,00 ⇒ dai 9 anni
Pinin Carpi (ill. Iris De Paoli), Cion Cion Blu, € 14,00 ⇒ dai 10 anni
Mino Milani (ill. Chiara Fedele), L’ultimo lupo, € 13,00 ⇒  dagli 11 anni
Ottima idea quella di ristampare in rinnovata veste grafica titoli del catalogo storico della casa editrice e nulla c’è da aggiungere all’indiscutibile, alta, qualità dei testi (né, peraltro, aggiungono molto le frasette sulle fascette di copertina affidate a “nomi” noti).

Il battello a vapore
Prof Annalisa Strada (ill. Tommaso Ronda), Giulio Cesare era un figo, € 10,90
Prof Annalisa Strada (ill. Tommaso Ronda), Galileo era un figo, € 10,90
Prof Annalisa Strada (ill. Tommaso Ronda), Garibaldi era un figo, € 10,90
Prof Annalisa Strada (ill. Tommaso Ronda), Leonardo era un figo, € 10,90
Il “figo” del titolo contribuisce certo alla fortuna della serie… ma io sono un po’ all’antica

Il battello a vapore
Paola Egonu con Emanuele Giulianelli, 18 segreti per diventare Stelle, € 15,50 ⇒ da 10 anni
La notissima pallavolista insegna  a diventare… “stelle”…
Il battello a vapore – Giallo e nero
Alessandro Perissinotto, Complotto al nido del falco, € 10,90 ⇒ da  11 anni
Idee “attuali” (clima) e “mestiere” in un romanzo che sicuramente piacerà.

Altri arrivi

CameloZampa
Davide Morosinotto, Temporali (2 volumi: Intreccio e Fabula), cad. 16,90 ⇒ da 14 anni
Einaudi Ragazzi
Silvia Roncaglia, Adalgisa Volantis e i destini segnati, € 17,50 ⇒ da 13 anni
Giunti
Irene Spini, Niente è come sembra, €  9,90 ⇒ da 11 anni

Dopo la Fiera di Bologna

Dopo due anni di edizioni virtuali (encomiabile lo sforzo dello staff della Fiera per trasformare le difficoltà in opportunità, ripensando modalità e strumenti di dialogo a distanza) il 24 marzo si è conclusa a Bologna la 59a edizione di Bologna Children’s Book Fair. Ho lasciato sedimentare per oltre un mese le ottime impressioni delle giornate trascorse fra gli stand e fra amici cui non stringevo la mano da qualche anno e ora cerco di mettere ordine fra le novità di questi ultimi mesi che mi hanno colpito sia per varietà di scelte e di stili sia per la capacità degli editori di “coprire” tutte le fasce dell’età evolutiva, dagli albi destinati alla prima infanzia (e agli adulti appassionati di illustrazione) ai romanzi per l’adolescenza mettendo al centro anche quella fascia 8 – 11 anni che finiva per essere sempre un po’ trascurata. Per favorire la lettura del sito metto qui in evidenza una sorta di indice che parte dalla consueta (anche se non pienamente convincente) ripartizione per fasce d’età (Albi; Altri albi, cartonati, giochi, testi per i più piccoli; Da 7 a 8 anni;  Da 9 a 11 anni con all’interno lo spazio dedicato a Due testi “fatti in casa”; Da 12 a 14 anni; Oltre i 14 anni) e arriva all’analisi specifica di libri che contengono temi particolari: Distopie, Divulgazione, Graphic novel, Mafia e impegno, Resistenza; ho aggiunto poi tre nuove parti: autore, editore, illustratore che di volta in volta (se capiterà l’occasione) metteranno al centro altrettante figure significative; chiudono questa lunga puntata i testi per Adulti e i Libri ricevuti.

***Albi
Colgo l’occasione per segnalare che Bologna Children’s Book Fair ha pubblicato lo stupendo catalogo della Mostra degli Illustratori 2022 Illustrator annuals 2022 (€ 40,00) che dà conto di quali importanti novità esistano a  livello mondiale nel campo dell’illustrazione per l’infanzia.  Bologna Children’s Book Fair – Foundación SM ha poi pubblicato in sontuose edizioni in cofanetto due albi premiati (2019 e 2021) Lucilla di Sarah Mazzetti (s.i.p.) e  El Pescador y su alma di Oscar Wilde e  Pei-Hsin Cho (€ 15,95).

cameloZampa
Fred Paronuzzi – Martina Tonello, La piuma viaggiatrice, € 15,00
Daan Remmerts de Vries – Marÿe Tolman (trad. Anna Patrucco Becchi e Livia Rocchi), Mio papà, € 18,00
Paronuzzi e Tonello raccontano l’originale avventura di alcuni simpatici animali che cercano di catturare una piuma: illustrazioni vivaci, testo breve ed efficace… albo divertente e leggero come una piuma…  In Mio papà l’idea (una bimba immagina che il babbo durante la sua giornata fuori casa compia grandi imprese) e le coloratissime tavole “parlano” più dei quattro versi (spesso un po’ “zoppicanti”) che accompagnano ogni pagina.

Gribaudo
Anna Llenas, il gioiello dentro me, € 22,90
Nel corso degli ultimi anni ho particolarmente apprezzato l’attenzione di Gribaudo verso i sapienti e originali lavori di Anna Llenas, da I colori delle emozioni (con gli annessi inviti a colorare le stesse) a Il mostro dei colori va a scuola (sempre con le “applicazioni” annesse), a Il buco; la ragione è presto detta: Llenas ha “trasferito” in albi stimolanti l’esigenza (non solo infantile) di conoscere in profondità le proprie emozioni e di non aver paura ad evidenziarle magari attraverso il disegno e i colori. Oggi Llenas va ancora più a fondo  e parla di quella interiorità che possediamo e che troppo spesso dimentichiamo spinti da urgenze quotidiane o da ritegni sociali: l’albo è esemplare per chiarezza e profondità… una riflessione filosofica su ciascuno di noi offerta con poche parole e grandi, colorati disegni.

Kalandraka
Pilar Serrano Burgos – Daniel Montero Galán, Il bigliettino, €  15,00
Nelle favole anderseniane prendono vita gli oggetti più disparati e lo fanno nella forma del leporello: aprite la copertina e allargate il foglio grande che contiene, conoscerete un quartiere e i suoi abitanti grazie a un ignoto bigliettino che passa di mano  in mano fino ad arrivare al disvelamento finale del contenuto (bello e gentile)… Un “prodotto” sapientemente costruito e ben articolato che divertirà il lettore.

orecchio acerbo
Ylla (postfazione di Alessandro Mauro), Due piccoli orsi, € 15,00
Un albo fotografico del 1954 dove Camilla Koffler, in arte Ylla (1911 – 1955), fotografa giramondo bravissima nel riprendere gli animali, ci racconta in un gioco di immagini e parole la vita di due cuccioli di orso smarriti nel bosco… una fiaba antica e moderna al tempo stesso.
David Wiesner, Flutti, € 15,50
Flutti è un racconto che affida alle sole immagini un viaggio indietro nel tempo: sono infatti gli scatti di un’antica macchina fotografica ripescata nel mare dal giovane protagonista a far riemergere volti di passato che hanno usato l’apparecchio ritraendosi…  è una sorta di passaggio di “consegne visive” che il ragazzo continuerà affidando nuovamente al mare la macchina fotografica…. Dietro le originalissime immagini molta “filosofia”, moltissime emozioni.

Paoline Editoriale Libri
Lorenza Farina – Lucia Ricciardi, Un pugno di semi, € 14,00
Lorenza Farina – Valentina Malgarise, Sam e Pen, € 14,00
Due albi che pur nella differenza dei nomi degli illustratori mantengono un’identica cifra stilistica giocata su primi piani e dilatazione di particolari: una cifra di grande spessore morale che mette appunto al centro protagonisti infantili capaci con le loro storie di incidersi nella memoria: Nabil, otto anni, arriva da un paese lontano, ha attraversato il mare e fatica ad inserirsi in un contesto scolastico dove si sente diverso, Penelope (Pen) di sei anni, Sam il fratello ne ha otto ed è per la sorella un modello purtroppo presto sottratto a casa per curare una terribile malattia. Nei due albi ci sarà un lieto fine ma questo non sarà chiuso ed edulcorato come nelle vecchie storie, sarà piuttosto aperto al futuro, ci lascerà domande ma anche certezze sul valore degli affetti, dell’amicizia, della solidarietà… ottime prove dunque di Lorenza Farina bibliotecaria con il gusto di raccontare.

Sinnos
Charline Collette (trad. Federico Appel), Nel bosco, € 20,00
Trovo molto bella e intensa questa “passeggiata” grafico-narrativa nel bosco all’insegna di dieci storie nel corso delle quattro stagioni: non c’è nulla di didascalico eppure il grande albo ci trasferisce molte informazioni, non c’è un’inutile avventura ma c’è l’emozione della scoperta e il piacere di perdersi nei dettagli e nei vivacissimi colori… insomma una bella occasione “ecologica” per piccoli e “grandi”.

***Altri albi, cartonati, giochi, testi per i più piccoli

Caissa Italia Editore
Haider Bucar – Francesco Gallo, Se dei bambini fosse il mondo, € 13,90
Aaron Blabey (trad. Elena Montemaggi), Oreste la peste, € 15,90
Pavel Kvartalnov – Olga Ptashnik (trad. Tatiana Pepe), Diario di una rondine. Viaggio intorno al mondo, € 17,50
Tre albi decisamente diversi: il primo riprende in modo originale il gioco dei “se”, lo “coniuga” all’insegna della dimensione infantile e ci comunica non solo il ruolo positivo dell’infanzia ma anche – come diceva Rodari – l’importanza di mantenere un “orecchio acerbo”, uno sguardo bambino… Il secondo è la ristampa di un grande albo della fortunata serie Pig the Pug che racconta le imprese di un carlino (da noi Oreste) simpatico ma un po’ avido ed egoista. Il terzo fa raccontare in prima persona a una rondine il suo lungo viaggio nel mondo: una sorta di processo formativo compiuto in volo che a me, mutate epoca e caratteristiche, ricorda il romanzo (1910 – 1911) di Paola Lombroso Un reporter nel mondo degli uccelli.

Emme edizioni
Miguel Tanco, Il mio migliore amico, € 14,50
Albo affidato in gran parte ad illustrazioni allegre e ben articolate: piccole storie di amicizia fra cani ed umani.
Edizioni EL
Giuditta Campello (ill. Arianna Cicciò), è Primavera, Scoiattolo, € 13,50
Piccola storia dal sapore un po’ retro fra rime un po’ forzate, fiorellini, animaletti, tenuità di colori…

Giralangolo
Emma Carlson Berne – Ilaria Urbinati, Le avventure di Edith bibliotecaria a cavallo, €  15,00
L’albo con belle illustrazioni di Ilaria Urbinati ci racconta efficacemente la storia vera delle bibliotecarie del Kentucky che negli anni Trenta del secolo scorso percorrevano strade impervie per consegnare libri anche alle case più lontane e isolate… una lotta in nome della lettura che ancora oggi deve far riflettere…

GRIBAUDO – amico lupo
Orianne Lallemand – Éléonore Thuiilier, Le mie storie di LUPO (vol. 3), € 19,90
Orianne Lallemand – Éléonore Thuiilier, Il LUPO che amava gli alberi, € 9,90
Orianne Lallemand – Éléonore Thuiilier, LUPETTO ama la sua sorellina, € 6,90
Orianne Lallemand – Éléonore Thuiilier, LUPETTO si lava i denti, € 6,90
Come ho più volte dichiarato mio nipote di quasi sei anni ha una vera passione per le avventure di Lupetto e ogni nuovo arrivo è per lui un piacere… gusti solo infantili costruiti sulla serialità? Può anche essere ma dietro il musone simpatico del personaggio io trovo azioni e domande dell’età infantile che forniscono, divertendo, possibilità di rispecchiamento. Aggiungo che il “prodotto” è editorialmente ben costruito quindi buon viaggio di crescita, Lupetto!

il castoro
Emelie Andrén – Lisa Moroni, Nora e Nanni e la festa di compleanno, € 9,90
Emelie Andrén – Lisa Moroni, Nora e Nanni e la gita alla fattoria, € 9,90
Suzanne Lang (ill. di Max Lang), Gastone Musone, € 12,50
Nei primi due albi figure e testi molto semplici all’insegna di due piccoli, vivaci personaggi. Nel terzo la simpatica storia di un piccolo scimpanzè sempre arrabbiato che reclama il suo spazio.
il castoro
Dan Yaccarino (trad. Pico Floridi), Dopo la tempesta, € 14,00
Di questo albo all’estero sono state date molte positive definizioni: “significativo e rassicurante”, capace di alludere a una catastrofe in corso (pandemia, guerre) facendo solo riferimento a una grossa perturbazione atmosferica che investe la casa, ottimistico perché dopo i contrasti all’interno dello spazio domestico si supera insieme la paura… un fatto mi pare non sia stato rilevato adeguatamente e cioè che la famiglia è composta da padre, tre figli e un cane… la madre non c’è ed è forse questo l’elemento che fa riflettere di più sulla crisi (poi risolta) della famiglia chiusa in casa… forse l’autore voleva dirci anche altro…

il Ciliegio
Teresa Capezzuto (ill. Albertina Neri), Mi piace tanto, € 14,00
Semplici e divertenti rime all’insegna  della bellezza del gioco infantile fatto di invenzione e fantasia; un bel modo per mettere alla prova anche la voglia dei piccoli lettori di trasformare la quotidianità in “evasione” fantastica.

Lapis
Chiara Carminati – Massimiliano Tappari, Quattro passi, € 11,00
Jarvis (Alessandra Valtieri), Il bambino con i fiori nei capelli, € 15,90
Jean Reidy – Lucy Ruth Cummins (trad. Sara Marconi), Truman, € 15,00
Anna Curti – Sara Marconi, Il viaggio di Madi, € 16,00
Il primo è un lucido cartonato all’insegna di rime e fotografie ad altezza di bambino: uno sguardo d’infanzia con intelligenza e originalità. Nel secondo l’idea originale di un bambino “diverso” perché ha i fiori nei capelli apre la strada a una delicata riflessione sull’amicizia. Il terzo a me è piaciuto molto perché dalla delicata storia della tartarughina preoccupata per l’assenza della bimba che l’accudisce emerge la capacità di autore e illustratore di dar voce a chi non l’ha, a far parlare lo stesso linguaggio ad animali e bambini. Il quarto è un delicatissimo albo con la storia di Madi passero gentile che coltiva fiori e un giorno, grazie alla sua disponibilità, incontra altri amici e, oltre ai fiori, scopre la bellezza del mare. Poche parole, belle illustrazioni per dirci che il piacere della scoperta nasce anche dalla disponibilità a dialogare con gli altri.

*** Da 7 a 8 anni

Edizioni del Poggio
Maria Francesca Tommasini (ill. Simone Caliò), Copriti bene, € 9,90
Ambienta in Sicilia e raccontata dal cane di casa la storia di Graziella Campagna uccisa dalla mafia a diciassette anni: scritta con grandi caratteri e dedicata ai più piccoli è una “storia semplice” (riprendo un titolo di Sciascia) che commuove e fa riflettere.

il castoro
Sally Gardner – Lydia Corry, I Tindirlini e l’isola di plastica, € 12,50
All’insegna del riciclo la storia divertente di personaggi senz’altro originali: dalla loro frenetica attività emerge l’impegno verso l’ambiente ma anche il piacere di un racconto dove la fantasia prende le strade meno prevedibili.

Piemme – Il battello a vapore
Dav Pilkey (trad. Clementina Coppini), Filatelia. Il cane che alitava troppo, € 15,00
Faccio lo schizzinoso: non mi aveva convinto Capitan Mutanda protagonista di una serie di grandissimo successo e non mi convince ora questo albo in cui il cane Fiatella inavvicinabile per l’alito puzzolente trasforma l’handicap in risorsa bloccando i ladri… umorismo generato a buon mercato giocando su parole e situazioni che, magari con un po’ di ipocrisia, il mondo adulto non ripete ai bambini…

Sinnos – i narratori a colori
Kristien In-‘t-Ven (disegni di Mattias De Leeuw, trad. Laura Pignatti), Il Cavaliere Saponetta, € 13,00
Schizzi e disegni divertenti accompagnano le avventure di questo singolare personaggio che ovviamente “odora di pulito”: un’avventura all’insegna del sapone capace di stupire il piccolo lettore per le trovate paradossali, fantasiose, spiazzanti.

Telos – 147 mostro che parla (a cura di Teresa Porcella)
Stefania Di Mella – Laura Fanelli, Uomo Cervo, fate, folletti e altri essere fantastici del MOLISE, € 14,00
Elisa Rocchi – Marianna Balducci, Spettri, streghe, Mazapègul e altri essere fantastici dell’EMILIA ROMAGNA, € 14,00
Ho già rilevato in altra occasione l’originalità della collana: raccontare 7 esseri fantastici per ognuna delle 21 regioni italiane e oggi con questi due agili e godibilissimi libri si aggiungono altre tessere a un mosaico che quando sarà completato darà idea della ricchezza dell’immaginario popolare italiano. A tutto questo aggiungo l’ennesimo plauso alla versatilità di Teresa Porcella che transita con intelligenza dalla scrittura al teatro, dalla gestione di progetti di aggiornamento alla cura di collane.

*** Da 9 a 11 anni
Sono contento che questa fascia d’età sia occupata da un consistente numero di libri di “pura” narrativa… più allontaniamo i bambini degli ultimi anni della scuola primaria da tanti insulsi libri di lettura costruiti per la scuola meglio riusciremo a conquistare giovani lettori capaci di apprezzare la dimensione del racconto senza le forche caudine delle note, dei commenti, dei tanti “inviti alla comprensione” dei testi…

Einaudi Ragazzi
Angelo Petrosino (ill. Sara Not), Bambini si diventa, € 14,50
Grazie alla cortesia e all’amicizia dell’autore avevo avuto modo di leggere in anteprima questo bellissimo Bambini si diventa in cui  Angelo Petrosino racconta sotto forma di romanzo la sua infanzia nella Puglia degli anni ’50: è la storia di un Sud con le sue magie popolari, con la sua religiosità arcaica, con i padri emigrati e le madri lasciate sole nella cura dei figli, con il lavoro minorile… Chi è stato bambino negli stessi anni di Petrosino non farà fatica a trovare tratti comuni anche ad altre realtà (anche la mia infanzia in una città industriale non mi ha negato i calendarietti profumati del barbiere; il rito per togliere il malocchio, i bambini “del patronato” messi in un banco in fondo all’aula perché “sporchi”, i cubetti di marmellata…) ma ciò che importa non sono tanto le consonanze individuali quanto il fatto che lo scrittore sappia parlare ai giovani lettori di oggi, trasmetta emozioni attraverso una scrittura apparentemente distaccata (usa la terza persona) ma capace di rendere complici, faccia emergere l’umanità della gente, la dignità dei più poveri magari destinati come lui ad una precoce emigrazione da quella comunque solida realtà di paese. Un grande romanzo pedagogico, dunque, all’insegna di quella dignità della scrittura che molti autori seriali di oggi sembrano ignorare e che invece Petrosino ci consegna intatta e felicemente produttiva.

Giunti – Colibri
Luisa Mattia, Il mistero del piede di marmo, € 8,90
Anna Vivarelli, La luna e il soldato, € 8,90
Giuliana Facchini, Il brigantino sommerso, 8,90
Elementi significativi della collana: autori tutti italiani quindi opportuna valorizzazione dei nostri scrittori davanti all’esuberanza degli autori stranieri; divisione dei testi in collana per competenze di lettura (lettori in erba, in gamba, instancabili) e non per fasce d’età; testi mediamente buoni anche nella loro semplicità strutturale; copertine e illustrazioni tendenti alla semplificazione quindi non proprio straordinarie. Nel caso dei tre testi pervenuti mi convincono il sorriso di Luisa Mattia in Il mistero del piede di marmo e l’intreccio narrativo di Il brigantino sommerso,  mi convince meno La luna e il soldato dove le due che raccontano la guerra dal punto di vista dei bambini mi sembrano un po’ troppo editorialmente “programmate”.

Giunti – raccontami un classico
Pino Pace, Il viaggio dei Diecimila. L’Anabasi di Senofonte, € 10,00
Sfida coraggiosa e vinta quella di Pino Pace di raccontare attraverso l’Anabasi di Senofonte storia, imprese e peripezie dei diecimila mercenari al servizio di Ciro il giovane… ancora una volta il segreto sta nell’aver messo al primo posto le ragioni del racconto e non quelle della lezione scolastica, il piacere del testo e non il compiacimento per la nozione trasmessa.

il barbagianni
Beverly Cleary (trad. Susanna Mattiangeli), Caro Mr. Henshaw, € 13,90
Beverly Cleary, mancata nel 2021 all’età di 104 anni, notissima negli Stati Uniti, è stata una scrittrice che nella sua lunga carriera ha saputo guardare nell’intimità psicologica dei suoi giovani protagonisti; un esempio ci viene ora dalla traduzione che la bravissima Susanna Mattiangeli ha fatto di questo Dear Mr. Henshaw romanzo che ha quasi quarant’anni (è del 1983) e non li dimostra: un ragazzino, Leigh Botts, vive con la madre divorziata, vede e sente pochissimo il padre camionista, non è ben inserito nel contesto scolastico e ha una forte vocazione alla lettura e alla scrittura; la situazione si sblocca attraverso la finzione epistolare creata dalla scrittrice: Leigh è fan di un autore famoso, gli scrive e questo gli pone questioni, lo incoraggia ad esprimersi  (in realtà apprendiamo la sostanza delle domande dalle parole delle risposte del ragazzino e ciò costituisce un altro fine espediente narrativo). Non racconterò le varie fasi della “crescita” psicologica di Leigh, il geniale antifurto per merende che lo rende famoso fra i compagni, il suo piccolo successo letterario, l’incontro con il papà, dirò solo che ogni momento risulta profondo ma leggero, ampio ma essenziale… Benissimo ha fatto l’editore a farci scoprire un piccolo gioiello narrativo.

Lapis
Nicola Cinquetti (ill. Francesco Fagnani), L’incredibile notte di Billy Bologna, € 11,00.
Perché quando sulla copertina di un libro leggo il nome di Nicola Cinquetti sorrido?  Credo sia facile rispondere per chi – come me – fra le doti di uno scrittore apprezza il “garbo” tematico e stilistico; voglio dire che come pochi altri autori Cinquetti sa volare “leggero” – ma non meno incisivo – in versi e in prosa, su temi “impegnati” e su pagine umoristiche come nel caso del recente L’incredibile notte di Billy Bologna la cui trama conquista subito un primato di originalità: in una grande palestra un maestro giapponese ha costruito con milioni di tessere un enorme domino, ma in attesa dell’inaugurazione il giovane  Billy Bologna introdottosi clandestinamente nel locale lo fa involontariamente crollare… a questo punto la vicenda già impostata sul sorriso  assume anche un carattere di fiaba con un personaggio straordinario, uno strumento magico e un esercito di granchi “riparatori”… Con simpatiche illustrazioni una bella prova narrativa che dimostra ancora una volta che la bravura di un autore non si misura sul numero delle “serie” che riesce a vendere e delle “operette” che riesce a produrre ma sulla capacità di costruire su temi apparentemente “strani”.

Paoline
Daniela Cologgi (ill. Simona Fabrizio), codice OSLOG, € 10,90
Con illustrazioni molto legate al fumetto un romanzo proiettato nel futuro (2040… abbastanza prossimo, dunque) con ragazze e ragazzi impegnati a risolvere il mistero di strane parole e scritte…Avventura che piacerà anche agli adulti per la capacità di lasciar spazio anche alla riflessione sul valore del linguaggio.

)]} settenove
Fausto Boccati e Amalia Mora, L’uomo delle antenne, € 15,00
Davvero strano questo breve racconto dove le parole perdono quasi efficacia davanti ad immagini che fra bianco e nero e colore indicano come la memoria dell’infanzia nelle sue articolazioni spesso confuse sia “gioco” privato difficile da comunicare ad altri. Un piccolo libro che piacerà a chi si occupa di Philosophy for Children.

  *** Due testi “fatti in casa”
All’interno di questa fascia voglio evidenziare due opere di insegnanti di scuola primaria quasi coetanei (sono nati fra il 1970 e il 1975) che non si sono affidati a grandi editori ma hanno prodotto due testi narrativi che brillano per intelligenza e (finalmente) ironia.

All around
Stefano Ratto, La guerra della mensa, € 11,00
Ratto, il cui libro può vantare una bella copertina di Cinzia Ghigliano è insegnante genovese e del nostro carattere ha mantenuto in questo divertente romanzo il gusto di un’ironia apparentemente sorniona ma capace invece di toccare punti significativi di quel momento scolastico – la mensa – che tanti spesso esagerati problemi hanno dato agli amministratori, agli insegnanti, alle famiglie. Qui tutto nasce – rodarianamente vorrei dire – da un errore di pronuncia (una B al posto di una T) che una delle protagoniste (in tutto sono quattro, due ragazzine e due ragazzini, uniti da solida amicizia) fa dicendo che la pizza “sa di carBone” invece che di “carTone”: il piccolo errore linguistico si ingigantisce con scuola e genitori ai ferri corti, menu cambiati di corsa, scelta di piatti preferiti dai bambini… una sarabanda di ricette strambe e fantasiose e di situazioni paradossali che finisce in dolcezza… “con la ricetta dei baci”. Ho trovato il romanzo divertente ma – come dicevo all’inizio – anche pieno di quell’amore per una scuola che sia davvero una comunità capace di guardare alle conflittualità – vere o presunte – con leggerezza e sorriso.

Bookabook ragazzi
Giuseppe Giacalone (ill. Marco Santagostini), Le avventure di Delio e Giumatto, € 15,00
Giacalone fa il maestro in Toscana e, anche se milanese d’origine, porta all’interno di questo solido e divertente romanzo un po’ di quel gusto collodiano del capovolgimento paradossale e dell’ironia a cominciare proprio dalla storia di Pinocchio capovolta perché se Geppetto vuole fabbricarsi “un bel burattino di legno” adottandolo come “figliolo”, nel romanzo di Giacalone è l’undicenne Delio orfano (discolo e ospite di una Casa Famiglia) non ancora scelto per l’adozione che decide di fabbricarsi un “babbo”… con stracci, abiti usati e ingegno dà vita a Giumatto “un nome – osserva Delio rovesciando la collodiana famiglia di Pinocchi dove il più ricco…chiedeva l’elemosina  – che ti porterà fortuna”. Non parlerò del seguito dell’avventura, del percorso formativo-picaresco di Giumatto intento a scoprire il mondo e Delio in attesa del suo ritorno, non dirò neppure della conclusione costruita – com’è giusto – all’insegna della libertà e di quel cielo stellato  che per i due personaggi varrà più di un “tetto” in muratura… dal punto di vista critico osserverò solo che sia il riferimento al tema del figlio che adotta il padre presente nel romanzo Ciao, Andrea (1971) di Marcello Argilli ma trattato in termini “politici” sia le innumerevoli “variazioni” sul tema “pinocchiesco” hanno costituito la base per la costruzione di un riuscitissimo romanzo capace, al di là dell’immediato significato, di far sorridere e pensare perché – capovolgendo rodarianamente il vecchio proverbio risus abundat in ore stultorum – ritengo sarebbe l’ora di scriverne un altro a grandi lettere: Risus abundat in ore sapientium.

***Da 12 a 14 anni
Anche per questo spazio d’età non mancano fortunatamente le buone sorprese; si tratta di narrativa opportunamente sottratta alle antologie scolastiche e all’anatomia delle edizioni scolastica, narrativa capace, cioè, di affrontare temi significativi ma anche di privilegiare il piacere del racconto. Proprio per questa ragione e per ribadire la mia convinzione sul ruolo dell’autorialità rispetto al lavoro sui testi di qualche agenzia o di qualche collettivo di storie escluderò dalla presentazione alcuni libri che inserirò in libri ricevuti con la sola indicazione della fascia d’età consigliabile.

Coccolebooks
Andrea Giliberto, I ragazzi di Strennikov, postfazione di Guido Quarzo, € 10,00
Al di là del gruppo dei giovani amici c’è in questa prima bella prova narrativa di Andrea Giliberto un protagonista amato ma quasi segreto: il calcio a cinque cui è affidato il compito di tenere ben unita la storia, di far emergere situazioni, caratteri, emozioni degli altri protagonisti… Abbiamo bisogno di storie semplici ma capaci di pescare nelle profondità dei sentimenti… il romanzo di Giliberto ha queste caratteristiche e bene ha fatto Guido Quarzo a notare  che siamo davanti a “una bellissima storia, scritta con un linguaggio mai banale e sempre attento alla sensibilità dei ragazzi”.

Edizioni EL
Deborah Epifani, Le voci segrete degli alberi, € 14,90
Siamo davanti a un romanzo polifonico capace di coniugare al meglio le voci dei tanti protagonisti (alberi, ragazzi, adulti), le cui vite si intrecciano in quella fine ottobre 2018 quando le stupende foreste del Trentino furono distrutte dall’uragano Vaia. I ragazzi, amici fra loro, si ritrovano per una festa in una baita e lì restano isolati: ognuno ha qualche problema ma sa di poter contare sugli altri e con questo spirito tutti affrontano anche l’isolamento; all’appello manca Lorenzo ferito e disperso che troverà in un personaggio anomalo, l’Uomo dei Boschi, guardato spesso con diffidenza, un aiuto fondamentale. Del romanzo mi hanno colpito la “sobrietà” (non c’è retorica della natura né esagerazione sentimentale) e la capacità di far parlare gli elementi naturali mettendoli al centro della trama: “Ascolto quel che dicono gli alberi, gli uccelli, / le nuvole che passano, i sassi, i ruscelli” scriveva Rodari nella poesia dell’orecchio acerbo: Epifani, omegnese di adozione, ha ben interpretato l’affermazione di Rodari e il suo romanzo è la dimostrazione di quanto, al meglio, la letteratura possa fare per consentirci di apprezzare l’unione fra tanti valori diversi… l’amicizia, la solidarietà, l’amore per la natura,

Giunti
Salvatore Vitellino, Un anno da nababbo. Credi in ciò che sei e difendilo a ogni costo, € 14,00
Romanzo d’esordio sul territorio della letteratura per ragazzi e romanzo riuscito questo di Salvatore Vitellino perché nonostante gli “ingredienti” siano quelli tipici della narrativa di formazione, dal protagonista decenne orfano di padre e socialmente isolato alle difficoltà in famiglia, v’è nel romanzo una “genuinità” di fondo: finalmente il personaggio “è raccontato” e non si finge quella prima persona che ormai trasforma in retorica anche la più attenta finzione autobiografica; poi il percorso di crescita non è così scontato perché prosegue fra le storie di pugili importanti e volitivi raccontate dalla nonna e le storie di persone normali (l’eroismo è anche normalità) narrate dalla mamma. Infine il finale con l’aggiunta di un finale dopo la fine pare quasi richiamarci non solo al Rodari del “mai lasciarsi spaventare dalla parola FINE” ma anche a quello che (come Salvatore Vitellino) sapeva mettere in evidenza l’importanza dei ricordi dell’infanzia.

il castoro
Guido Sgardoli, Funeral Party, € 16,50
I cento anni della vita di Sfortunato Forte (un secolo “pieno” dal 1900 al 2000) si concludono nella sua magnifica villa dove i parenti un po’ strani arrivati per il suo funerale restano bloccati da una nevicata e nell’attesa del ritorno alla normalità rivivono momenti anche stravaganti della vita del defunto: la storia del Novecento transita dunque davanti agli occhi del lettore e si interseca con la sarabanda degli avvenimenti che coinvolgono i parenti. Un romanzo “movimentato”, vivacissimo e divertente anche nel raccontare la “serietà” della storia.

Paoline
Riccardo C. Mauri, Non fate arrabbiare Petra, € 14,00
Storia al femminile con una protagonista, la sedicenne Petra, cui il mondo sembra aver voltato le spalle: un difficile rapporto con il padre (da tempo la madre ha lasciato entrambi), una scuola che favorisce l’emarginazione, una socialità affidata ai telefonini… il riscatto sarà in una pratica sportiva, la boxe, che potrà far storcere il naso a qualche lettore benpensante e che invece a Petra farà conquistare maggior consapevolezza di sé e maggior autocontrollo. Un romanzo di formazione originale e non debordante.

Giunti – i cactus
Fabrizio Silei, Nemmeno con un fiore, € 10,00
Nel 2015 all’uscita di Nemmeno con un fiore avevo scritto che il racconto (doppia storia: in prima persona quella dell’undicenne Nicola che prende gradualmente coscienza della violenza che il padre da lui tanto ammirato esercita in famiglia, in “differita” attraverso antiche pagine di diario quello di una vecchia barbona ebrea ungherese sopravvissuta alla Shoah) era condotto con straordinaria finezza, non aveva sbavature né indulgeva a facili moralismi: lo ribadisco ora lieto di una ristampa più che mai opportuna.

*** Oltre i 14 anni

Giralangolo
Kevin Brooks (trad. Benedetta Reale), La bestia dentro – thriller, € 14,00
Jean-François Sénéchal (trad. Claudine Turla), Semplicemente due, € 14,00
Come non amo l’ostentata esterofilia che odora di provincialismo altrettanto non apprezzo chi versa lacrime sul destino “cinico e baro” che penalizza gli autori italiani (come se questi non fossero penalizzati da chi determina le scelte editoriali attraverso agenzie, collane, lavori collettivi). Mi piace, dunque, questa ricerca di romanzi stranieri portata avanti da Giralangolo perché occupa uno spazio importante nella letteratura per l’adolescenza offrendoci testi di sicuro rilievo come  La bestia dentro che è un thriller capace di mettere al centro non solo la vicenda criminale ma anche lo scavo psicologico del giovane protagonista che soffre di crisi d’ansia. Altrettanto intenso è il seguito di Semplice la felicità uscito (sempre da Giralangolo) nel 2020: se nel primo troviamo, attraverso la finzione autobiografica, il diciottenne Chris “ragazzo in ritardo” (per autodefinizione) che, lasciato dalla madre, organizza in autonomia la propria vita contando anche sui molti amici del quartiere, in Semplicemente due Chris trova l’amore in Chloé, anche lei disabile, che resta presto incinta: mille preoccupazioni agitano la loro mente anche se sanno di poter contare sull’amicizia di tanti. Non parlerò del ritrovato rapporto di Chris con il padre né di altri sviluppi della trama ben articolata, dirò solo che Sénéchal ha avuto la bravura di farci sentire tutti un po’ “diversi” o almeno di coinvolgerci in percorsi di crescita e di formazione che troppo spesso teniamo lontani.
 
il castoro – HOT SPOT
Daniela Palumbo, Gli sbagliati del Dubai, € 15,50
Romanzo duro e severo: la fragilità e la voglia di evasione di otto giovani (ragazze e ragazzi fra i sedici e i diciotto anni) la cui “vita marginale” conosce solo le luci del  Dubai, centro commerciale di periferia e si concretizza con la fuga di un giorno verso il mare; il fratello di Diego, uno di loro, è morto per overdose un anno prima e tutti decidono di non lasciare solo l’amico proprio quel giorno. Il viaggio è per tutti momento di formazione: ricordi, emozioni, paure, speranze vengono interpretati da Daniela Palumbo con straordinaria sensibilità capace di trasformare silenzi e solitudini in parole, l’oscurità in luce. Nella produzione letteraria che fa perno sui giovani non è sempre facile parlare senza retorica degli “ultimi”, di quei Neet (in Italia circa due milioni) fuori da ogni percorso di studio o lavorativo, ma Palumbo ci è riuscita perché ha saputo “volare alto”, guardare all’eternità di cui l’adolescenza ha bisogno piuttosto che dipingere la precarietà e il relativismo dominanti. Un romanzo, dunque, che fa sentire e pensare…

Feltrinelli UP
Sharon M. Draper, Melody. Un passo fuori dal cuore, € 15,00
Su questo sito negli anni scorsi avevo segnalato (sempre editi da Feltrinelli)  Divisa in due romanzo che nella finzione della prima persona racconta la crisi di identità della ragazzina Izzy, promettente pianista, che vive in modo problematico il divorzio dei genitori e Melody primo appuntamento con questo personaggio che nella dolorosa prigione di una grave paralisi cerebrale soffre a non veder capito il ricco mondo interiore che ha dentro. Oggi con Un passo fuori dal cuore siamo al secondo appuntamento con lei ormai dodicenne, capace di comunicare attraverso il computer e decisa a diventare come ogni adolescente più autonoma. La settimana lontana da casa in un campo estivo le offrirà la possibilità di fare nuove esperienze e di prendere maggior consapevolezza di sé… Un particolare romanzo di formazione, dunque, dove l’autrice privilegia gli aspetti positivi della vita di Melody e ci lascia un messaggio di speranza.

*** Distopie

il castoro
Luigi Ballerini, Alla seconda umanità, € 15,50
Sinnos – libro per tutti
Giuliana Facchini, Borders, € 16,00
Mi sentirei poco onesto se prima di parlare di due bei romanzi distopici pubblicati attraverso i normali canali editoriali non tornassi ad accennare a Lotus Blues. Non credere ai tuoi occhi (€ 9,99) di mia figlia Sara che, stanca di attendere notizie da qualche agente letterario troppo presa in altre faccende, ha deciso di pubblicare il suo sesto romanzo, prima sua “incursione nella fantascienza distopica”, in autoproduzione attraverso il canale di Amazon. Il romanzo, scritto qualche anno fa, anticipa temi e motivi che oggi ritroviamo nell’abbondante filone narrativo diventato di moda; in Lotus Blues Sara mette in gioco a livello di scrittura un’altra sua grande passione, quella dei tarocchi e costruisce una storia in cui la realtà aumentata del colosso tecnologico Lotus è un potente mezzo di controllo sociale capace di modificare la percezione della realtà dando anche in tema di invecchiamento e di morte l’illusione collettiva di un benessere inesistente. Saranno alcuni giovani aiutati da uno sconosciuto ad uscire fuori da quella sfera illusoria e a smascherare, hackerando gli impianti, l’inganno. Un romanzo di crescita e di formazione, dunque, ma anche di pentimenti, espiazioni, di voglia di cambiamento.
Dopo questa premessa non voglio sottrarmi alla valorizzazione delle storie di Luigi Ballerini e di Giuliana Facchini: nel primo protagonista è sempre un gruppo di ragazzi e il tema è quello dell’Intelligenza Artificiale che si impadronisce dei corpi; nel secondo sempre alcuni (quattro) ragazzi che hanno i nomi di scrittori del passato intraprendono un viaggio fuori dalla loro perfetta megalopoli dove tutto è programmato ed è proibita ogni attività individuale… sarà anche in questo caso un viaggio pericoloso ma di crescita, un percorso rischioso che però porterà a conoscere realtà diverse da quella artificiale e oppressiva cui erano abituati.

*** Divulgazione

cameloZampa
Neil Packer (trad. Sara Saorin), Unico nel suo genere. Una storia sul raggruppare e classificare, € 25,00
Questo grande albo ha vinto lo scorso anno il “Bologna Ragazzi Award 2021 Non-fiction”: l’esplorazione e classificazione di ciò che il ragazzino Arvo in compagnia del padre incontra nel suo percorso quotidiano: la famiglia, il gatto (e il regno animale), gli strumenti musicali, l’auto e i mezzi di trasporto fino ad arrivare ai libri, ai quadri, ai cibi… tutto può essere classificato anche se – come emerge dalle conclusioni – ognuno è diverso… Al di là dello stesso significato e del fatto che io abbia voluto inserire Unico nel suo genere fra i testi divulgativi  colpisce  la straordinaria vitalità delle illustrazioni nelle quali il lettore si perde volentieri. Nulla di didascalico, dunque, ma molto legato all’immaginario e al piacere dell’autore (e dei lettori) di essere come protagonisti ben dentro una storia…

Feltrinelli kids
Paola Cereda – Nicola Nurra (ill. Alice Piaggio), Salva la Terra! Il tardigrado, piccolo supereroe per il pianeta, € 13,00
Sotto la guida di un divertente personaggio un agile percorso di conoscenza dei fenomeni naturali per far capire ai giovani lettori (da 8 anni) l’importanza di rispettare il nostro pianeta.

MIMebù
Elisa Vincenzi – Chiara Bolometti, C’era una volta un gioco, € 16,00
Questo albo inizia come un racconto “antico”: una mattina una bambina arriva con un vecchio libro… nessuna paura, però, non ci sono misteri da svelare ma solo vecchi giochi, quelli che facevano i nonni, da scoprire e sperimentare. L’avventura, dunque, c’è ed è bellissima per i bimbi protagonisti che per una volta mettono al bando telefonini e videogiochi ma è bella anche per i lettori che avranno a disposizione due giochi da tavolo, dieci passatempi creativi e dieci video-tutorial attraverso un QR Code… La tecnologia al servizio di uno spazio ludico del passato… quanto di meglio ci si possa attendere… buon gioco a tutti!

Sinnos – Leggimi
Valeria Cigliola – Elisabetta Morosini (ill. Irene Penazzi) , La costituzione degli alberi, € 9,50
Un bel racconto per bambini dagli 8 anni: le piccole storie anche individuali dei giovani (e meno giovani) protagonisti sono tutte tese a difendere dall’abbattimento (con armi legali e “costituzionali”) un albero che abbellisce il loro quartiere. Nulla di didascalico però una bella prova narrativa di due magistrate impegnate anche nell’educazione alla legalità delle nuove generazioni.

***Graphic novel

il castoro
Ilaria Ferramosca – Chiara Abastandotti, Lucille degli Acholi, € 16,50
Confesso che prima della lettura di questo ben costruito racconto biografico a fumetti non conoscevo la figura della canadese Lucille Teasdale (1929-1996) che diventò chirurga contro i molti pregiudizi di chi riteneva la specialità solo declinabile al maschile; la sfida di Lucille non si fermò qui perché col marito, il pediatra italiano Piero Corti,  si trasferì in Uganda e trasformò un piccolo ospedale in un centro sanitario no profit ancora oggi attivo e quotatissimo. L’odierna biografia a fumetti realizzata in collaborazione con la Fondazione Corti di Milano (presieduta da Dominique Atim Corti figlio di Lucille e Piero) impegnata a sostenere economicamente e tecnicamente l’ospedale rende dunque opportuna giustizia nella forma accattivante del fumetto a una personalità poco nota eppure importante..

*** Mafia e impegno

Einaudi Ragazzi – edizioni EL
Rosario Esposito La Rossa, Siamo Tutti Capaci – Falcone e Borsellino 30 anni dopo, € 11,90
Giunti
Alex Corlazzoli (ill. Giacomo Agnello Modica), Paolo sono {il taccuino di viaggio di Paolo Borsellino}, € 10,00
Due libri diversi per costruzione ma identici nel tema visto che a trent’anni dalla scomparsa di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino assassinati dalla mafia due editori dedicano loro un ricordo che vuole testimoniare che il senso del loro sacrificio non appartiene solo alla storia di ieri ma deve appartenere anche alle nuove generazioni come richiamo alla coerenza, alla giustizia, all’impegno civile contro un male non ancora estirpato. Rosario Esposito La Rossa è il famoso libraio di Scampia quello che ha costruito per gli “scugnizzi” del quartiere napoletano una “Piazza di Spaccio di libri” capace di trasformare la cultura dell’illegalità in cultura dell’incontro e della partecipazione; nel libro, attraverso la pluralità delle giovani voci  che partecipano a una “gita” scolastica nei luoghi che hanno visto il sacrificio dei due magistrati, prendono vita i momenti  salienti di storie personali che sono diventate patrimonio morale del nostro Paese. Diversa è l’impostazione del testo di Alex Corlazzoli, maestro, giornalista, scrittore che porta sempre nelle sue pagine il segno di un impegno educativo capace di transitare – come sarebbe giusto – dalla scuola alla società: Paolo sono  è costruito come un taccuino di appunti scritto in prima persona da Borsellino; si inizia dall’infanzia e si arriva alle tragiche giornate in cui il magistrato, dopo la morte dell’amico Giovanni Falcone, prefigurava la sua prossima fine. Lo stile di Corlazzoni è fluido come si conviene a chi scriva rapidamente appunti per fissare nella memoria particolari importanti, è un ottimo espediente narrativo che consente all’autore di andare alla sostanza delle idee, di evitare ogni rischio di retorica, di ricordare implicitamente, infine, che proprio un’agenda rossa che il magistrato portava sempre con sé  sparì misteriosamente dal luogo del massacro… In conclusione: vorrei che libri come questi entrassero nelle scuole italiane…

*** Resistenza

Giunti – i cactus
Daniele Nicastro, Clementina partigiana, € 10,00
Giunti
Francesco D’Adamo, Giuditta e l’orecchio del diavolo, € 16,00
Einaudi Ragazzi
Eliselle, il collegio, € 12,00
Feltrinelli Kids
Enrico Racca, L’estate dei ribelli. Una storia della Resistenza, € 14,00
Il tema della Resistenza occupa giustamente uno spazio nella produzione narrativa per ragazzi ed è – ritengo – “cosa buona e giusta” far emergere dai tragici fatti di quegli anni quei valori di democrazia, partecipazione, impegno civile che sono transitati nella nostra Costituzione. Ma anche in questo caso la “bontà” del tema non deve renderci “indulgenti” davanti al fatto che si tratta di romanzi, cioè di opere di invenzione letteraria che sulla storia costruiscono storie e che al valore del tema deve corrispondere un valore dello stile. Quindi i miei “venticinque lettori” (o forse meno) non si stupiranno se all’interno dei quattro romanzi proverò a fare qualche distinzione fra il “grano” di una buona letteratura e il “loglio” di una letteratura più occasionale. Parto subito dal dire che i due romanzi che mi hanno convinto per originalità e scrittura sono quelli editi da Giunti perché mi paiono più articolati e completi: Nicastro con Clementina partigiana costruisce una tela narrativa convincente perché sposta in avanti le lancette dell’orologio: siamo nel 1953, nella Torino postbellica dove – come nel resto d’Italia – le ferite sono ancora aperte; l’undicenne Alessandro è l’unico maschio di una famiglia dove punto di riferimento è nonna Clementina, che alla curiosità del nipote sul padre e sul nonno non tornati dalla guerra preferisce non rispondere. I problemi di Alessandro sono comunque anche altri perché nel quartiere imperversa una banda di bulli che rende difficile la vita a molti ragazzi. Fra curiosità per il passato della sua famiglia su cui Alessandro comincia ad indagare da solo e paura per il presente la storia si snoda coinvolgendo il lettore nelle emozioni del protagonista che scopre l’antifascismo della famiglia, l’esilio volontario del nonno, la morte da partigiano di suo padre, l’impegno di nonna Clementina; il loro esempio gli servirà per dire basta ai soprusi e alle prepotenze della banda di bulli: una sorta di “proprietà transitiva” del coraggio, un filo di continuità nel nome dell’opposizione ad ogni forma di prevaricazione e violenza. Clementina partigiana racconta un momento importante del processo formativo del protagonista e lo fa rispettando regole e ritmi di un autentico romanzo. La stessa autenticità ritrovo in Giuditta e l’orecchio del diavolo dove  il bravissimo Francesco D’Adamo entra nella storia attraverso l’antefatto di un suo incontro quasi fiabesco con Tonino, un “vecchietto dall’aria fragile”: siamo in un paese di montagna, “un pugno di case – di pietra – una piccola piazza, la chiesa col campanile, qualche fattoria abbarbicata sul pendio dei monti” e il vecchio, dopo aver confessato allo scrittore  la sua giovanile passione per i romanzi salgariani, gli propone una visita a “un posto maledetto”, “l’Orecchio del Diavolo”, “una strana costruzione [in mezzo alla radura], alta contro il cielo, rovinata dal tempo e dalle intemperie. Sembrava un muro ma non capivo cosa ci facesse un muro lassù. C’era poca luce e sembrava cupo e nero. All’improvviso faceva freddo”.  È a questo punto che con un salto temporale a ritroso il vecchio comincia a raccontare e parte dall’autunno 1944, da quando lui  bimbo di sette anni e il fratello Giulio di undici, figli di Sandokan capo partigiano della zona, videro arrivare a casa accolta da mamma Caterina una bambina cieca, Giuditta, ebrea scampata alla deportazione della sua famiglia: “capelli neri lunghi e selvaggi, aggrovigliati come un nido di vipere”,  “un viso che sembrava tagliato nella pietra, duro e storto e cattivo, con le labbra serrate, sottili e pallide [… occhi] grandi e come vuoti e più freddi del ghiacciaio del Monte Alto”. A una descrizione da “stria” delle fiabe non possono che corrispondere poteri quasi magici: Giuditta sa muoversi bene negli interni e all’esterno, conosce le erbe e i loro poteri, comunica con gli animali e soprattutto, dal sedile al centro del muro dell’Orecchio del Diavolo, ha il potere di ascoltare rumori e voci di fondovalle e di avvertire i partigiani dei movimenti dei tedeschi. Tutto precipitata la notte di Natale quando qualcuno tradisce, i tedeschi bloccano sul sagrato della chiesa i partigiani tornati in famiglia e la festa natalizia si conclude in tragedia con l’esecuzione di Sandokan e dei suoi compagni… non proseguo oltre nella trama né racconto le conclusioni del romanzo notando solo che queste sono coerenti con quella sorta di atmosfera magica sospesa fra storia e fiaba che rende unico dal punto di vista della “sapienza” letteraria Giuditta e l’orecchio del diavolo, d’altra parte anche l’espediente delle prime pagine appartiene alla tradizione narrativa dei manoscritti ritrovati (da Manzoni ad Eco) e la “trascrizione” del racconto del vecchio se da un lato “garantisce” il lettore sulla verosimiglianza dai fatti, dall’altro consente il mantenimento, all’interno della storia resistenziale, di una dimensione fantastica e fa apparire possibile anche l’irrealtà di un muro che trattiene le voci del passato… Quando si testimoniano scelte civili c’è bisogno di racconto e con Giuditta e l’orecchio del diavolo D’Adamo riesce benissimo a parlarci di cose serie e importanti non rinunciando al piacere del racconto
In tale contesto di riflessioni trovo che anche il collegio di Eliselle (Elisa Guidelli) abbia dal punto di vista narrativo diversi aspetti positivi che in questo caso non nascono dal casuale incontro dello scrittore con un vecchio partigiano ma dai racconti della nonna della scrittrice e soprattutto dalla presenza – quasi come personaggio amorevolmente curato – di quella Villa del Collegio dei Nobili di San Carlo di Modena che a Braida di Sassuolo ospita nel romanzo l’undicenne, vivacissima Anna lì sfollata dopo i bombardamenti sulla città: nel vecchio collegio Anna stringe amicizia con Gabriella ed entra in un antagonismo tutto giovanile con Carlo “faccia da prepotente” e la sua banda di ragazzini, ma il fulcro della storia sta nella scoperta che nella soffitta della villa si nasconde una famiglia ebrea sfuggita alle persecuzioni e nel successivo coraggioso impegno di salvarla dai tedeschi. Di Eliselle avevo apprezzato un altro romanzo, Girlz vs Boyz (Einaudi Ragazzi), che metteva in gioco l’antagonismo fra fratello e sorella nella pratica del calcio e lo faceva attraverso un linguaggio “spigliato” più attento ai social che alla tradizione letteraria; in il collegio, invece, Elisella , da storica di formazione, sembra far prevalere la dimensione documentale rispetto all’invenzione narrativa: un limite? Forse sì (un minor numero di pagine non avrebbe rovinato l’insieme della storia) ma anche il pregio di rifarsi a quella linea di romanzi storici (in questo caso medievali) che ha avuto in Teresa Buongiorno (da Il ragazzo che fu Carlo Magno a Camelot. L’invenzione della Tavola rotonda, a Il vento soffia nella foresta. Il marchio dei Merovingi)  la più valida esponente e magari rifarsi anche al tema degli ebrei nascosti in soffitta che ha segnato le stupende pagine di Il fantasma del villino (1992) di Beatrice Solinas Donghi.
Infine fra i quattro romanzi quello che mi ha convinto meno in nome di una mancata autenticità letteraria è L’estate dei ribelli che può vantare ben “sistemati” tutti gli “ingredienti” di un’avventura che si svolge nel 1944 in ambito partigiano ma potrebbe essere “giocata” in altro contesto storico: quattro bande di ragazzi di paese si fronteggiano, una sfida-prova di coraggio che un comandante partigiano utilizza per una pericolosa missione bellica, scontri armati abbastanza generici (“Adrien preparò il fucile, tolse la sicura e si sporse dal nascondiglio dietro il tiglio. Vedeva, senza essere visto, la finestra con la mitragliatrice sopra di lui…”), sentimenti amorosi al  sapore di “rosa” (“Michele sentiva i polmoni bruciare, non poteva andare più veloce e temeva di morire. Ma non poteva morire proprio ora, con il gusto del suo primo bacio sulle labbra”…). Insomma il romanzo d’esordio di Enrico Racca sembra quasi nato in qualche collaudato laboratorio d’agenzia capace di costruire racconti su “funzioni” e “stili comuni”… sono certo ci saranno da parte dell’autore prove migliori soprattutto su un tema serio e impegnativo come quello della Resistenza…

*** Autore Guia Risari
)]} settenove
Guia Risari – Alicia Baladan, Non siamo angeli, € 18,00
Gribaudo
Guia Risari – Paolo D’Altan, Alza la testa. La Resistenza narrata ai bambini, € 12,90
Ho sempre dedicato spazio ai lavori di Guia Risari che nella sua ormai vasta produzione non mi ha mai deluso anche perché ha sempre saputo portare nei suoi lavori quel “qualcosa in più” fatto di intelligente, provocatoria riflessione; anche nella misura breve di un albo come Non siamo angeli Guia non si smentisce e basta una trita osservazione di un signore davanti al fratellino (“È proprio un angioletto!”) per far scattare in lei e nel personaggio della sorellina più grande una serie di ironiche riflessioni su quanto i bambini magari dispettosi non siano “angioletti” ma fantastiche “creature straordinarie”… un’infanzia vera sottratta con delicatezza e sorriso alla retorica adulta… Nel secondo albo la stupenda narrativa per immagini di Paolo D’Altan prende forza dal racconto di Guia che parla di una vita femminile sotto il fascismo, dalla nascita nel 1922 alla Liberazione del 1945: Luce, la bambina poi cresciuta e diventata staffetta partigiana, è nata proprio nell’anno della Marcia su Roma da una famiglia antifascista, cresce vedendo intorno a sé ingiustizie, opportunismi, connivenze, dal confino di un amico di famiglia alle leggi razziali, dal crollo del regime fascista alla Resistenza cui parteciperà come giovane staffetta partigiana. La storia di Luce è la storia della formazione di una cittadina democratica anche se vedendola nel corteo “chiassoso ed esultante” del 25 aprile ci sarà qualcuno che storcerà il naso ritenendola più adatta alla casa… un’indicazione finale che ci dice quanta storia ci fosse (e ci sia) ancora da percorrere per combattere i pregiudizi. Il testo narrativo è efficacissimo nella sua essenzialità e ancora di più mi conferma nell’idea che bastano anche poche parole scritte con sapienza narrativa per raccontare storie di crescita, di emancipazione, di democrazia.

*** Editore C٠A٠R٠T٠H٠U٠S٠I٠A
Sabina Colloredo – Marta Pantaleo, Senza rete, € 19,90
Tino Lanci – Giulia Orecchia, Lillo e Billo, il bullo, € 16,90
Irene Guglielmi, Io sono BLU, € 20,90
Sabina Colloredo – Sonia Maria Luce Possentini, Tutta la bellezza che c’è (con il QRCode per ascoltare la ballata), € 21,00
Carthusia –  tracce musicali
Elisabetta Garilli – Emanuela Bussolati, ZHUAN CHI nella foresta di bambù, € 18,90
In Fiera Carthusia ha festeggiato il suo trentacinquesimo compleanno; al centro dei festeggiamenti naturalmente  Patrizia Zerbi che, giovanissima, prima di fondare Carthusia, aveva già fatto nascere con altri amici la fiorentina Fatatrac. Al di là della festa l’occasione è servita per evidenziare il coraggio di una casa editrice indipendente che, all’insegna della progettualità e del rinnovamento dei linguaggi, ha mantenuto salda quella vocazione civile che oggi manca a tanta produzione seriale.  Modernità e coerenza morale,  liberissima creatività e qualità… mi fermo qui perché basta rileggere mie pagine “antiche” per notare l’attenzione e la simpatia con cui ho guardato negli anni le novità proposte e anche davanti a quelle odierne non posso che ribadire il mio giudizio positivo che non entrerà nei dettagli visto che nella festosa occasione bolognese sono stato uno dei presentatori, dirò solo che Senza rete costituisce un bel percorso di crescita all’insegna di un’originalità tematica e grafica; Lillo e Billo, il bullo e  Io sono BLU  fanno emergere problematiche del mondo infantile (e non solo), dal bullismo alla diversità, attraverso la leggerezza dei racconti; Tutta la bellezza che c’è è un inno alle bellezze del nostro paese costruito senza retorica, per il solo piacere di un viaggio attraverso parole e immagini densamente evocative; ZHUAN CHI nella foresta di bambù vede la pianista e compositrice Elisabetta Garilli mescolare ancora con rara sapienza e sensibilità parole, immagini, musica: anche questo è un viaggio dove lo stupore per la leggenda antica si mescola con il fascino molteplice dei suoni e dei colori.

*** Illustratore Alessandro Sanna
il castoro
Melania Longo – Alessandro Sanna, Tana, € 14,00

 

 

 

 

Lapis
Melania Longo – Alessandro Sanna, Paesaggi a caso, € 16,50
Su questo sito ho segnalato più volte i lavori di Alessandro Sanna e, pur non volendo arrogarmi il diritto di intervenire (non sono uno studioso dell’illustrazione internazionale), trovo doveroso dedicare qualche parola in più alla sua straordinaria bravura ricordando ciò che negli anni mi ha particolarmente colpito, dall’eccezionale impianto visivo-emozionale di opere personalissime come  Fiume lento. Un viaggio lungo il Po a grandi prove di illustrazione come quelle di Se di Kipling e di Pinocchio prima di Pinocchio, da tavole per testi di autori moderni (fra gli altri Come un sogno di  Alfredo Stoppa e La terra respira di Guia Risari) al felice tocco nelle “figure” e nei segni dedicati alle parole di Rodari primo fra tutti quel Codice Rodari che se da un lato evidenzia il felice sodalizio con Melania Longo nella scelta di parole e testi dall’altro lo pone accanto a Bruno Munari nella capacità di “leggere dentro” i significati, di fornire una chiave interpretativa dell’autore attraverso segni e colori. Questa premessa mi serve per perdermi nella delicatezza di Tana dove solo quell’ascoltare il silenzio vale tutto il percorso narrativo e figurativo che ci dicono quanto il gioco infantile sia cosa seria da far evidenziare ai bambini stessi e ai bravi autori-illustratori che sanno interpretarlo…  Più densamente “filosofico” è l’elegante albo Paesaggi a caso nati in epoca di pandemia senza alcuna programmazione” con l’impegno di trovare montalianamente quel “varco”  (“Il varco è qui?”)  che consentisse di andare “più in là” e devo osservare che Longo e Sanna sono andati più in là.

*** Rodariana
Emme edizioni
Gianni Rodari (ill. Chiara Carrer), Perché la mia mamma \ deve andare e lavorare \ tutti i giorni. \\ invece di \ restare a casa \\ come piacerebbe \ a me e ai miei \ fratellini?, € 14,90
Uno dei tanti “perché” dei bambini cui Rodari dava risposte  giocate fra realismo e fantasia: delicatezza del breve contenuto e perfetta adeguatezza dell’illustrazione di Carrer felicemente “infantile”.

***Adulti 

bordeaux biblioteca
Marcello Argilli, L’altare nero, € 18,00
Mi ha commosso ricevere questo romanzo postumo di Marcello Argilli (1926 – 2014) cui mi ha legato un’amicizia profonda iniziata negli anni Settanta del secolo scorso; sapevo della sua vicenda di diciottenne paracadutista volontario della Repubblica Sociale Italiana perché me ne aveva parlato nelle tante occasioni anche private di incontro, non sapevo però del romanzo che mi hacolpito in modo particolare anzitutto per l’onesta con cui Marcello parla di tanti giovani della sua generazione che avendo conosciuto solo l’educazione del regime si schierarono dalla parte sbagliata pronti al sacrificio; un altro elemento è poi significativo: la lucidità e la precisione nel descrivere gli atteggiamenti e gli stati d’animo suoi e di chi lo circondava… Qualcuno a questo punto osserverà che il romanzo è in terza persona e il personaggio si chiama Alberto Luini e non Marcello Argilli ma è proprio questo apparente “distacco” che rende la narrazione più intima e profonda. Credo che, al di là della piena coscienza democratica e dell’impegno politico a sinistra, maturato dopo la guerra e mantenuto intatto tutta la vita, quella tragica esperienza sia servita a rendere Marcello lo scrittore che abbiamo conosciuto e apprezzato, capace di scavare nelle psicologie adolescenziali e giovanili e di restituircele in romanzi come Ciao, Andrea, Marta quasi donna, Vacanze col padre e tanti altri che, autentici gioielli narrativi, solo il frettoloso “consumo” editoriale degli anni più recenti ha fatto in parte dimenticare. Grazie sempre, Marcello!

Armando editore – Poesia
Carla Barbara Coppi, Granelli di sabbia – Grains of sand, illustrazioni di Annamaria Galaverni, € 10,00
Di Carla Barbara Coppi mi sono occupato qualche anno fa segnalando il romanzo Il Giardino dei Sogni che metteva in gioco con intelligenza i temi del viaggio, dell’avventura, del fantasy. Oggi segnalo – non dedicata all’infanzia – questa breve raccolta di poesie bilingue (italiano e testo a fronte inglese) nata dai ricordi, dalle emozioni, dai paesaggi (esterni ed interiori) dei sette anni trascorsi a Dubai.

 Mimesis
Propositi di filosofia 1. Pratiche di filosofia, philosophy for children/community a cura di Silvia Bevilacqua e Pierpaolo Casarin, € 25,00
Non voglio tornare alla complice simpatia con cui ormai da tempo guardo all’impegno di Silvia Bevilacqua e Pierpaolo Casarin nel campo della philosophy for children, voglio solo affermare quanto con questo volume il loro discorso si faccia ancora più articolato e capace di gettare qualche sasso anche nello stagno di quella “filosofia dell’educazione” che insegnata nei nostri Atenei soddisfa magari l’egotismo dei docenti e meno i bisogni culturali e professionali degli studenti. Voglio dire che Bevilacqua, Casarin e i collaboratori del volume non danno nulla per scontato, pensano a una filosofia capace di ridisegnarsi  in una molteplicità di occasioni che non rifiutano la “pratica”, una filosofia aperta anche alla precarietà di contenuti apparentemente consolidati, una filosofia, infine, che dia non solo ai bambini il senso profondo della democrazia, della partecipazione, della libertà.

*** Libri ricevuti

Einaudi Ragazzi
Otto Gabos, Ridi, Romeo!, € 13,50  da 10 anni
Divertente avventura fra racconto e fumetto.
Einaudi Ragazzi
Linda Traversi, La panchina delle cose difficili, € 15,50  da 13 anni

Edizioni EL
Carlotta Cubeddu – Caterina Guagni, Buoni Cattivi propositi, € 13,50 da 13 anni

il castoro da 9 – 10 anni
Pierdomenico Baccalario – Federico Taddia – Roberto Villa, Siamo macchine perfette? – le 15 domande, il libro che ti spiega tutto sul CORPO, € 15,00 
Pierdomenico Baccalario – Federico Taddia – Massimo Temporelli, Saremo tutti robot perfetti? – le 15 domande, il libro che ti spiega tutto sulla TECNOLOGIA, € 15,00
Un’agile e nuova forma di enciclopedia per ragazzi
Pierdomenico Baccalario – Federica Tadda (ill. Antongionata Ferrari), Il manuale delle50 missioni per andare su Marte, € 16,50

Piemme – il battello a vapore  da 9 anni
Angelo Mozzillo, Detective Linus, un giallo tutto da ridere, € 15,00
Paolo Valentino, Nicola e la società segreta dei gentilcani, € 15,00
Piemme
Geronimo Stilton, Cacciatori di misteri. Le sfere del tempo, € 19,50
Geronimo Silton, Benvenuto tra i VIP!, € 9,80
Nuova avventura di un topo di successo
Piemme – Il battello a vapore – I libri del cuore delle Tea Sisters
Tea Stilton, Piccole donne crescono di Louisa May Alcott, € 15,50
All’interno del “mondo Stilton” un libero adattamento di un capolavoro della letteratura… ai surrogati continuo a preferire l’originale…
Piemme – Le avventure nel tempo delle Tea Sisters
Tea Stilton, Il diario di Sissi, € 15,50
Piemme – Il battello a vapore – Graphic novel
Maria Scrivan (trad. Elena Orlandi), Nat innamorata, € 16,50
Una graphic novel senza particolari pretese può essere simpatica per le situazioni in cui la giovane protagonista viene a trovarsi.
Il battello a vapore – giallo e nero da 12 anni
Pierdomenico Baccalario – Alessandro Gatti – Andrea Dalla Fontana, Dieci piccoli inquilini, 11,90

Libri nuovi (dicembre 2021 – febbraio 2022)

In attesa della Fiera internazionale di Bologna (21 – 24 marzo) riunisco qui le schede dei volumi pervenuti fra dicembre 2021 e oggi; per comodità di lettura indico le parti in cui questa rubrica è divisa:
***Albi
***Altri albi, cartonati, giochi, testi per i più piccoli
                   Due albi sui libri
*** Da 7 a 8 anni
*** Da 9 a 11 anni
***Da 12 a 13 anni
*** Oltre i 13 anni
*** Fantasy e “gotico”
*** Divulgazione
*** Dopo un Natale ne arriva un altro
*** Versi e nonsense
*** Shoah e seconda guerra mondiale
*** Marino Cassini
***Adulti – Saggistica e varia

***Albi

cameloZampa
• Livia Rocchi – Elisa Macellari, Cavalieri di fiori, € 16,90
• Crockett Johnson (trad. Sara Saorin), Harold al Polo Nord, € 15,90
• Tomi Ungerer, Zloty, € 16,00
Albo decisamente originale quello di Rocchi e Macellari perché ad un tempo mette in gioco i fiori come protagonisti della stessa vita degli uomini e la dimensione narrativa, cioè la capacità nostra di elaborare racconti senza confini di stato e di etnie; originali anche le “figure” e la composizione grafica.
Come ho già scritto sono un tifoso di Harold che con la sua matita blu disegna il mondo e  quindi (anche questo ho già scritto) benissimo ha fatto cameloZampa a ripescarne dagli anni Cinquanta del secolo scorso le sette storie e  ripubblicarle gradualmente nel loro formato tradizionale (22 x 28). Non voglio ancora ripetermi nell’apprezzamento della “rivoluzione” portata dall’americano Crockett Johnson (1906-1975) nella comunicazione per l’infanzia, voglio solo aggiungere che anche  Harold al Polo Nord è all’altezza delle avventure di questo personaggio che rende viva la pagina bianca, ci fa viaggiare per il mondo (qui disegna e salva per tutti noi Babbo Natale) e ci rende più “leggeri” e disponibili alle avventure della fantasia.
Non posso parlare del terzo albo senza ricordare la visita al Museo Tomi Ungerer di Strasburgo città natale dell’autore dove al piacere di un percorso conoscitivo attraverso le sue opere, da quelle per l’infanzia a quelle erotiche, a quelle pubblicitarie,  si aggiunge quello della conferma di una genialità capace di ribaltare l’ordine costituito delle situazioni e delle figure. Così questo Zloty opportunamente edito da cameloZampa ci presenta una “cappuccetto rosso” in scooter (e casco al posto del cappuccio) che attraversa il bosco per portare le provviste alla nonna… naturalmente gli avvenimenti prendono una piega diversa, la genialità di Ungerer ci conduce in un universo di personaggi fantastici e paradossali e ogni tavola sembra dimostrare le enormi possibilità che si aprono ad un autore se sa deviare con intelligenza dalla “retta via” tradizionale. Devo aggiungere che il “lieto fine” in nome dell’amicizia che può unire i diversi non è per me l’elemento essenziale dato invece dall’umorismo delle tavole e delle situazioni… Insomma ancora una volta un grandissimo Ungerer…

Lapis
• Attilio (a cura di Alessandra Cassinelli), Filarello, € 11,90
Domani Noah, il minore dei miei tre nipoti, avrà un altro albo ad arricchire la sua piccola biblioteca: il sapore delle semplici rime si adatta bene al suo orecchio (e anche al mio) e le “geometrie” dello stile di Attilio, i suoi personaggi netti sulla pagina colpiscono gli occhi e arricchiscono la fantasia.

• Gek Tessaro, Però, € 14,50
Non posso fare a meno di “leggere” gli albi di Gek partendo dalle parole e immaginandolo sulla scorta delle stesse a disegnare sulla sua lavagna luminosa in “diretta teatrale” universi di immagini che si compongono e scompongono per il piacere di chi ascolta e guarda il “miracolo” di una creatività unica e originalissima. Qui il percorso ci porta nella preistoria, i protagonisti sono una famiglia di mammut le cui riflessioni mettono in gioco la nostra stessa “umanità”: siamo davanti a un percorso formativo che intreccia antico e moderno, dinamicità e fissità delle antiche incisioni delle caverne. Gek è un “pedagogista” sui generis ma (non se ne adontino gli accademici) un grande pedagogista.

orecchio acerbo
• Dieter Böge – Bernd Mölck-Tassel, noi umani, € 19,50
In formato libro ecco il “nostro” catalogo: noi umani siamo tantissime cose diverse, possiamo variare nei sentimenti, assumere atteggiamenti, decidere del nostro destino; più che le parole qui contano le figure da cogliere nella loro essenzialità ma anche nel dettaglio; le illustrazioni di Bernd Mölck-Tassel, docente di illustrazione ad Amburgo (nel 2018 è stato membro della giuria internazionale della Mostra degli illustratori della Fiera di Bologna), sono affettuose e profonde, fanno sorridere e pensare.
• Katerina Gorelik, Un lupo alla finestra?, € 19,00
La struttura di questo albo dell’illustratrice russa richiama alla mia memoria Sembra questo, sembra quello di Enrica Agostinelli dove un’immagine sembra quello che non è: qui il gioco è dato fin dalla copertina da una finestra che si apre al centro di ogni pagina e il particolare che si vede non corrisponde mai alla realtà della figura completa. I coloratissimi e simpatici animali di Gorelik, una sua vera passione, danno a tutto l’albo un tocco di simpatia e leggerezza.
• Ylla (postfazione Alessandra Mauro), Due piccoli orsi, € 15,00
Si tratta del repêchage di un libro del 1954 di Camilla Koffler in arte Ylla (1911 – 1955), eccezionale fotografa di animali, capace di far emergere le loro vite attraverso un semplice scatto. Qui le immagini di una famiglia di orsi (mamma e piccoli, fratello e sorella) potrebbero raccontare anche da sole la storia dell’allontanamento dei piccoli (curiosità infantile), dello smarrimento e del ritrovamento da parte della mamma ma Ylla ha accompagnato gli scatti con un semplice racconto che ha tutto il sapore di una fiaba. Altra bella prova della casa editrice romana.
• Cinzia Ghigliano, Il cane giallo, € 16,00
La mia scarsa conoscenza dell’autore americano (O. Henry, pseudonimo di William Sydney Porter, 1862 – 1910) da un cui racconto (Memorie di un cane giallo) è tratto questo albo non mi consente di definirlo come è stato scritto “la risposta americana a Guy de Maupassant”, so solo però che l’atteggiamento ad un tempo ironico e profondo che emerge anche dalle pagine e soprattutto dalle stupende illustrazioni di questo albo lo legano agli autori americani suoi contemporanei che amo, da Mark Twain (1835 – 1910) a Ambrose Bierce (1842 – 1914), a Jack London (1876 – 1916). Dare la voce a un animale (“purtroppo gli umani non intendono il linguaggio degli animali”), fargli scegliere il “padrone” meno apparentemente propenso alle effusioni, fuggire con lui sulle Montagne Rocciose a guardare l’infinito già questo dà idea dell’ironica profondità di cui dicevo all’inizio. Nelle sue tavole, poi, Cinzia Ghigliano ha dato vita a una “commedia umana” di grande spessore dove la stessa impaginazione pare scandire il ritmo degli avvenimenti. Prova grande per un albo che mi ha toccato profondamente.
• Mario Brassard – Gérard Dubois, A chi appartengono le nuvole?, € 18,00
Trovo questo albo suggestivo e difficile ad un tempo perché per rappresentare temi quali la violenza della guerra, la cupa disperazione di chi fugge, le tragedie di un’infanzia negata si affida al meccanismo dei ricordi infantili di una giovane donna e – come si sa – i ricordi sono sprazzi personalissimi che salgono dalle profondità dell’io quindi l’albo più che alle parole si affida alle immagini impresse nella memoria quasi fossero momenti isolati emersi senza una completa logica narrativa: nuvole di fumo, esplosioni, silhouette di figure in marcia che sembrano avvicinarsi a noi sulla pagine, neri e grigi con tocchi di rosso, un raro azzurro di speranza… Non so l’impatto che l’albo avrà sui lettori giovani (e non più giovani) meno abituati a narrazioni di questo tipo, apprezzo comunque la qualità delle immagini e la loro impaginazione oltre, naturalmente, l’editore che non si lascia spaventare dalle “cose difficili”.
• Jo Weaver, Bibi, € 16,00
Appena arrivato: il tema dei giovani che si prendono cura degli anziani qui è declinato nella storia di uno stormo di fenicotteri dove Bibi, la più vecchia, dopo una vita passata ad aiutare i piccoli, viene a sua volta aiutata. Al di là della delicatezza del racconto devo dire che le grandi illustrazioni non mi hanno colpito in modo particolare.

*** Altri albi, cartonati, giochi, testi per i più piccoli

Aracne
• Carla Barbara Coppi – Sabrina Arcangeli, L’ombra della maschera, € 15,00
Si parla spesso in questo periodo di emozioni e questo albo racconta quelle di un bambino che attende il fratellino: sono domande, dubbi, inquietudini essenziali colte con intelligenza e sensibilità dall’autrice.

Il castoro
• Maria Girón, Arturo e l’elefante, € 13,50
Albo semplice e sorridente: la breve storia di un bambino che aiuta un elefante a ritrovare la memoria. Ovviamente l’invito implicito è rivolto all’infanzia e alle possibilità di aiutare gli anziani (l’elefante è un nonno…).

Due albi sui libri
È accaduto in passato che a momenti di crisi valoriali si rispondesse con la codifica di regole e comportamenti (penso al Cortegiano di Baldassar Castiglione, al Galateo di Monsignor Della Casa ma anche ai tanti manuali di comportamento dell’Ottocento), oggi all’evidente disaffezione alla lettura si risponde (per fortuna) senza manualistica ma con opere che mettono al centro il tema del libro e della lettura così Feltrinelli ristampa La bambina che parlava ai libri di Stefano Benni (ill. Gianluca Folì, € 14,00) “favola” sulla vitalità dei libri dedicata a Inge Feltrinelli e Lapis con La Signora dei Libri di Kathy Stinson – Marie Lafrance (€ 14,50) costruisce un albo ispirato alla storia di Jella Lepman (1891 – 1970) sfuggita alle persecuzioni naziste, fondatrice nel secondo dopoguerra  della Internationale Jugendbibliothek di Monaco di Baviera e dell’IBBY (International Board on Books for Young People). Non si tratta dunque di valorizzazione agiografica di storie personali quanto di valorizzazione del libro come  elemento capace di unire al di là delle differenze di lingua, cultura, stato.

*** Da 7 a 8 anni

cameloZampa – I Peli di gatto
• Crockett Johnson (trad. Sara Saorin), Ellen e il leone, €15,90
Ritengo che Sara Saorin traduttrice dei testi dell’americano Crockett Johnson (1906 – 1975)  sia la prima a divertirsi con personaggi come Harold ed Ellen capaci di affermare con pochi segni o poche parole il potere straordinario dell’immaginazione. Dopo averci messo a disposizione le fantastiche imprese del piccolo Harold che con la sua matita viola disegna l’universo, qui è la simpatica Ellen a farci conoscere in dodici brevi racconti il suo mondo e i suoi pensieri attraverso l’interlocuzione con il leone di pezza compagno di giochi… Nei personaggi di Johnson vincono freschezza, ingenuità e disponibilità infantile alle avventure della fantasia, le sole che facciano crescere davvero; il fatto, poi, che Harold ed Ellen siano ormai anagraficamente “anziani” (sono “nati” a metà degli Cinquanta del secolo scorso) ci conferma che la buona letteratura ha davanti “storie infinite”…

La Ruota Edizioni
• Eleonora Bellini (ill. Giuseppe Guida), Adalgiso e il mistero dell’Ape Car, € 10,00
Secondo appuntamento con il simpatico Adalgiso 357 e con il suo gatto Nobilius alle prese con un nuovo caso da risolvere; fa da comprimario un giovane commissario Bertrando Occhiacuto. Nessuna paura di incappare in misteri irrisolvibili perché la breve storia si dipana con semplicità e leggerezza fino a un finale che punisce i colpevoli di un incendio doloso ma dà loro la possibilità anche in carcere di frequentare la scuola… Un sorriso e un segno di speranza…

*** Da 9 a 11 anni

cameloZampa
• Alice Keller, Tariq, € 10,90
S’è detto più volte che troppo spesso nell’analisi dei libri per l’infanzia e l’adolescenza ci si ferma alla superficie tematica e si abbandona ogni considerazione stilistica. Nello spazio del mio “orticello” critico cerco di mantenere vivo anche il secondo aspetto perché contenuto e stile costituiscono di fatto un’unità. Questa premessa per dire che a livello tematico il breve romanzo di Keller colpisce  per l’attenzione alla dimensione sociale e lo scavo psicologico del personaggio; il ritratto dell’adolescente Tariq che vive in un palazzone periferico fra mille disagi famigliari (padre sempre assente per lavoro, fratello ubriacone violento) e sociali (ha problemi a scuola e in generale nei rapporti interpersonali) è decisamente riuscito: ansie, azioni, riflessioni emergono con chiarezza e la stessa finzione autobiografica della prima persona va in questa direzione anche se ogni tanto nasce in me una domanda estensibile a molti autori: siamo certi che la finzione autobiografica che obbliga a una mimesi del parlato e a una semplificazione del pensiero sia la strada giusta per “arricchire” il lettore?

Editoriale Scienza
• Teresa Porcella (ill. Marta Pantaleo), Aiutiamoli a fare da soli. Maria Montessori si racconta, € 12,90
Teresa Porcella è molte cose insieme: lettrice, editor, “inventrice” di collane, formatrice, teatrante, libraia, bibliotecaria… e qualcosa manca a questo elenco ed è la passione per la lettura e per la scrittura; sostengo, cioè, che se l’autrice non fosse dotata di una robusta spinta narrativa non sarebbe riuscita (e non riuscirebbe) a tenere unite tante competenze diverse; in questo nuovo testo ci racconta, ad esempio, la vita controcorrente di Maria Montessori (1870 – 1951), dagli studi tecnici a quelli di medicina preclusi  allora alle donne, dalle riflessioni pedagogiche alla fondazione nel 1907 di quella prima “casa dei bambini” che rappresenta l’applicazione delle sue teorie educative. Porcella ci consegna date e documentazioni precise ma non rinuncia al piacere e alla vivacità del narrato e non è un caso neppure che fermi il racconto proprio al 1907, all’esito pratico, cioè, degli studi e delle teorie montessoriane… un bel modo di segnalare ai giovani (e meno giovani) lettori l’importanza degli anni giovanili e della formazione iniziale.

il castoro
• Lodovica Cima (ill. Giulia Dragone), Via del sorriso, € 13,50
Mi piace l’idea che il custode del palazzo in cui si intrecciano queste storie solari e sorridenti si chiami Angelo e faccia, appunto, il “custode” non passivo della casa dove i cinque protagonisti (quattro bimbi e un cane) nel giro di dodici mesi scoprono un’infinità di cose ma soprattutto capiscono il valore dell’amicizia e della solidarietà. Aver scritto un libro sereno come questo nell’epoca triste dell’isolamento per la pandemia è stata, anche al di là del pur significativo valore letterario, “opera buona e giusta”.
• Zeno Alexander (trad. Simona Brogli), La biblioteca infinita, € 13,50
Fra realtà (poca) e fantasia (moltissima), un viaggio in una biblioteca che ha il sapore della scoperta e il fascino dell’avventura. Un romanzo capace di divertire conquistandoci al mondo dei libri.

*** Da 12 a 13 anni

cameloZampa
• Enne Koens (ill. Maartje Kuiper), Sono Vincent e non ho paura, € 15,90
Bullismo, coraggio, sogni e libertà sono presenti in questo romanzo che vede l’undicenne Vincent vittima dei compagni e delle sue solitarie angosce; francamente da un’autrice vincitrice di prestigiosi premi letterari mi sarei aspettato qualcosa di più anche se la vitalità del mondo immaginario del protagonista e la figura della ragazzina sua amica risultano originali.

Edizioni EL
• Nadine Debertolis (trad. Costanza Piccoli), La casa dalle 36 chiavi, € 12,90
Francamente ho poca dimestichezza con forme di gioco all’interno dei libri quindi non so dire se – a livello di escape game – La casa dalle 36 chiavi possa “funzionare”, so però che come romanzo “funziona” perché, senza troppe pretese di mandare messaggi, l’avventura estiva del giovane Dimitri (e di sua sorella) nella villa di campagna di un vecchio zio defunto, è divertente e densa di misteri e scoperte.

Lapis
• Malusa Kosgran, 14, € 12,00
Romanzo con tutti gli “ingredienti” tipici della “modernità”: flirt estivi con bella cornice greca fra quattordici-quindicenni diversi per carattere, problemi di famiglia, messaggi con “faccine”, smartphone, tablet… Si vede il mestiere dell’autrice, sceneggiatrice e creatrice di contenuti per il web… Dai romanzi vorrei qualcosa di più ma probabilmente piacerà a lettrici-lettori adolescenti.

MIMebù
• Fabiana Sarcuno (ill. Giulia Iori), Il club degli insolenti, € 14,50
Romanzo che dal sorriso sa far emergere i valori dell’amicizia, della solidarietà, della libertà; romanzo “polifonico” – direi – perché oltre a Giò che racconta in prima persona le sue esperienze di ragazzina di terza media (pardon: secondaria di primo grado…) facciamo conoscenza con una serie di “comprimari” interessanti e “diversi”, legati a Giò dall’invenzione di un “Club degli Insolenti” nato sull’impegno della sincerità fino alla sfrontatezza e con lo scopo di difendersi dai soprusi e dalle prevaricazioni dei bulli. Il romanzo scorre via veloce anche per quello stile “giovanilistico” che l’autrice consapevolmente gli imprime e che forse per me (ma sono vecchio) è un po’ sovrabbondante e ostentato fra moltissime parole di moda (quasi un dizionario… influencer, trendy, shiftare, new entry, spoilerare ecc.) e “parlato” (“non sono mai stata una lecchina”, “quell’Orazio [il poeta latino] ci ha preso alla grande”). Trovo troppo fumettistiche e caricate le illustrazioni di Giulia Iori (ma anche qui gioca la mia vecchiaia).

*** Oltre i 13 anni

Giunti
• Liz Hyder, Boccadorso, € 14,00
Romanzo del buio  anche nell’elegante  copertina nera questo di Liz Hyder: buio come nei corridoi e nelle profondità della miniera in cui è ambientato, buio come nelle anime di coloro che per sopravvivere obbediscono e vivono in basso e di quelli che in nome di credenze e di antiche espiazioni li tengono schiavi.  In Boccadorso la finzione autobiografica (prima molto sgrammaticata poi via via più rispettosa delle regole) è affidata al giovane Newt (in realtà si tratta di una ragazza) che appena arrivato in miniera viene preso sotto tutela da Thomas che non solo lo protegge ma quel che più importa gli impara la scrittura. 

Il romanzo si snoda fra episodi che dimostrano quanto il potere sia cieco e crudele, taciti ogni dissenso e continui a manipolare le coscienze; finalmente arriva Devlin capace di portare il seme della rivoluzione che non è solo distruzione del “sistema” ma anche presa di coscienza dei diritti. In conclusione Newt e Devlin dalle profondità risaliranno in superficie, scopriranno il cielo e la natura, cammineranno mano nella mano “verso l’inizio di un nuovo mondo”. Il buio che impregna tutta la narrazione può anche trasferirci l’idea della profondità filosofica e civile che – almeno nelle intenzioni dell’autrice – sta alla base del romanzo (ognuno può tentare di cambiare il mondo e magari liberare – cito Rodari – “gli schiavi che si credono liberi”), c’è qualcosa però che rende il tutto incompleto, il mancato chiarimento, ad esempio, di come siano nati i rapporti di forza, di come si sia generato quell’universo oppressivo e non basta lo sforzo di presa di coscienza di Newt attraverso le sgrammaticature del linguaggio (che fatica per il bravo traduttore!) a dirci le ragioni vere di una rivoluzione. Insomma anche se mi sento di segnalare positivamente Boccadorso resto con qualche perplessità sulla mancata definizione dei contorni fra realismo e irrealtà.

*** Fantasy e “gotico”
Non voglio inaugurare un “sottosettore” all’interno del mio sito ma, vista la mia scarsa adesione a generi narrativi che invece suscitano nei giovani interesse e partecipazione, lascerò quantomeno un segnale di avvenuta ricezione magari completato da un breve  giudizio.

Einaudi Ragazzi
• Viola Marchesi, Il segreto di Artica, € 15,50
Tutti gli “ingredienti” del fantastico contemporaneo sono qui presenti: l’ambientazione (da  Nordica città-stato dispotica ad Artica isola libera), l’omologazione costruita sull’ipertecnologia, la libertà che si nutre delle diversità, la “divinità” che vive solo in rete, le esistenze reali che combattono per uscirne. Ho parlato di fantastico contemporaneo ma potrei agganciare a questo tutti gli elementi del fantastico che meglio conosciamo perché le autrici (sono due sotto pseudonimo) sono state bravissime a mettere insieme una sceneggiatura (è il loro mestiere) che potrebbe ben diventare film. Un romanzo che piacerà anche se ribadisco la mia difficoltà ad entrare in sintonia con il genere.

uovonero
• Pam Smy (trad. Sante Bandirali), Il nascondiglio, € 19,50
Qui non siamo nel fantasy puro anche se atmosfere misteriose e dimensione soprannaturale prendono rilievo grazie all’inusuale ambientazione del romanzo nello spazio di un cimitero (anzi della sua parte abbandonata all’incuria). Protagonista dell’insolita avventura è il giovane Billy che per sfuggire alle violenze in famiglia il 30 ottobre fugge di casa e si rifugia in un vecchio bunker vicino appunto al cimitero: la vera storia comincia dunque in questi spazi con l’incontro con un vecchio che deve pulire le tombe entro il 2 novembre; Billy lo aiuta e in questa sua fuga cominciano ad entrare altri personaggi reali capitati lì per caso: una carrellata di esperienze e sentimenti che troverà conclusione nella notte del 2 novembre quando Billy e il vecchio assisteranno all’uscita dalle lapidi degli scomparsi che per quella notte avranno modo di incontrarsi con la persona amata in vita. Al romanzo non manca il lieto fine dell’abbraccio fra Billy e la mamma che non cancella però la straordinaria esperienza oltre i confini della realtà. Il senso di mistero che aleggia su tutto il romanzo è affidato non solo alle parole ma anche alle suggestive illustrazioni dell’autrice dove il grigio delle figure che si staglia sul nero delle tavole accentua ad un tempo l’evanescenza e la profondità dell’esperienza del protagonista.

*** Divulgazione

 Editoriale Scienza
• Jess Wade – Melissa Castrillón, Nano. La spettacolare scienza del molto (molto) piccolo, € 14,90
Questo albo, godibile dai 9 anni, affronta un argomento scientifico ostico anche per molti adulti (me compreso), lo fa con chiarezza espositiva (non è mai “sovrabbondante” nel linguaggio) e bella disposizione sulla pagina delle immagini: c’è una bimba sempre sorridente a farci da guida e questo espediente rende ancora più leggero il nostro percorso di comprensione.

Uovonero – 30 giorni per capire
• Mélanie Babe – Marine Baroukh – Charline Dunan (trad. Lorenza Pozzi), 30 giorni per capire l’Autismo – un mese di sfide, scoperte e giochi*, € 16,00
• Mélanie Babe – Marine Baroukh – • • Charline Dunan (trad. Lorenza Pozzi), 30 giorni per capire i disturbi visivi – un mese di sfide, scoperte e giochi*, € 16,00
Una bella serie decisamente originale perché affronta tematiche importanti dalla parte dei giovani lettori: i due volumi non danno lezioni ma invitano a capire le diversità attraverso scoperte, giochi e azioni. Una serie non dalla parte degli altri  ma dalla parte di tutti perché solo insieme si vince.

*** Dopo un Natale ne arriva un altro
Potrei trovare mille ragioni per giustificare il mio ritardo nel segnalare testi natalizi ma mi limito a dire che anche i libri “d’occasione”, se buoni, vivono a prescindere dalla data per la quale sono stati confezionati. Ecco dunque:

 Einaudi Ragazzi
• Elisa Puricelli Guerra (ill. Angelo Ruta), il Segreto del Bosco, € 12,00
Una breve magica e originalissima storia di Natale che proietta la giovane protagonista Priscilla con i genitori in una casa antica ormai non più abitata: sarebbe un modo un po’ noioso e forse triste di passare il Natale se non ci fosse la magia di una fiaba che proietta la bambina in mondi incantati e le fa vivere una straordinaria avventura. Storia delicatissima che le illustrazioni di Angelo Ruta rendono ancora più coinvolgente.

 Interlinea
• Ferdinando Albertazzi, Il regalo di Natale, illustrazioni di Angelo Ruta, € 8.00
Libro piccolo di formato ma con storia originalissima in cui si incontrano un Babbo Natale indaffarato a preparare doni e una Befana in crisi per il carbone difficile da reperire…  fra tradizione e moderni droni è bello nel finale vedere Babbo Natale prendere sotto braccio la Befana avviandosi con lei verso il magazzino dei giocattoli… Molto riuscite anche le illustrazioni di Angelo Ruta.

 Lapis
• Mariella Panzeri – Silvia Colombo, Gesù Bambino venuto dal mare, € 14,90
Dal Natale della tradizione che tutti conosciamo allo sbarco dei migranti di oggi che accolti in una piccola comunità marinara assumono i contorni di un presepe diverso dove la disperazione e la povertà possono tramutarsi in un messaggio di solidarietà ed amicizia. Una storia decisamente “natalizia” che fa riflettere e invita a riempiere il Natale di fatti reali non solo di parole.

*** Versi e nonsense
Inserisco in questa larga categoria un certo numero di testi e lo faccio rinunciando consapevolmente alla denominazione “poesia”; non voglio qui tentare definizioni di “poesia per bambini” mi accontento solo (con Rodari) della consapevolezza che “ci sono poesie che possono essere capite, sentite, diciamo pure vissute dai bambini, indipendentemente dal fatto che siano state create per loro oppure no. E ce ne sono altre, troppo lontane dal loro campo di esperienza, troppo dissonanti con le loro strutture mentali o con il loro mondo sentimentale, troppo discordi con il loro vocabolario perché essi possano in qualche modo goderne. Ma non esiste quella cosa che possa essere poesia per i bambini e non-poesia per gli adulti” (I bambini e la poesia in “Giornale dei genitori”, n. 6 – 7, giugno – luglio 1972). Aggiungo che anch’io mi sento di valorizzare per l’infanzia quegli autori che non pretendono di essere montalianamente “poeti laureati” ma hanno la consapevolezza dell’importanza di trasferire all’infanzia il ritmo, il piacere del gioco di parole, il gusto per l’invenzione bizzarra; dalla filastrocca popolare al più raffinato nonsense, dunque, è quanto cerco anche nei libri che presento:

 Edizioni Didattica Attiva
• Eleonora Bellini (illustrazioni di Erika Visconti), Piano piano lento lento, € 13,00
Una semplice filastrocca che accompagnata da vivaci illustrazioni comunica ai piccoli lettori (e agli adulti che la leggeranno ai bambini) il piacere della scoperta della lentezza; in un mondo frenetico come quello contemporaneo dire in rime affettuose che solo andando piano si possono fare bellissime scoperte risulta un’ottima lezione…

Lapis
• Silvia Roncaglia – Gek Tessaro, Filastrocche per un anno, una al giorno, € 17,50•
• Chiara Carminati – Annalaura Cantone, ABC il mio primo alfabetiere, € 14,00
• Chiara Carminati – Massimiliano Tappari, Quattro passi, € 11,00
Trovo la prima conferma di quanto dicevo nella premessa in questi due libri che vantano la presenza di due autrici  davvero capaci di giocare con le parole: la prima mette insieme tante filastrocche quanti sono i giorni dell’anno (29 febbraio compreso) e, non abbandonandosi solo al divertimento della rima e della combinazione imprevedibile, dà un senso anche ai contenuti magari con domande giocate sulle emozioni: “Mentre assorbono l’acqua le radici /fan risucchi o sospirano felici? /E l’erba quando cresce si può udire? / Ha un suono lo sbocciare delle rose? /Vorrei avere orecchie per sentire / anche il suono segreto delle cose”. Naturalmente le immagini di Gek Tessaro accompagnano il ritmo delle parole e pare quasi di vedere una felicissima messa in scena con Gek che le recita e disegna per un pubblico  – come sempre – incantato. Anche Annalaura Cantone non si fa sfuggire la buona occasione offerta dal fantasioso alfabetiere di Chiara Carminati dove straordinari animali compiono imprevedibili e divertenti azioni come, ad esempio, le “SORELLE SALAMANDRA” che “sulle rive dello stagno, sotto un sasso /… (sai che spasso!) / straripanti di SUSINE  a più non posso / si sfidavano a sputare in alto l’osso”… Sempre di Carminati questa volta a commentare le fotografie di Tappari altri versi essenziali ed “intriganti” in un cartonato denso di suggestioni verbali e figurative.

 MIMebù
• Michal Rusinek (ill. Joanna Rusinek, trad. Linda Del Sarto, postfazione e consulenza poetica Chiara Carminati), Piccole poesie di famiglia, € 15,50
Questo è per molti aspetti un libro prezioso: per l’autore il polacco Michal Rusinek che oltre ad insegnate Traduzione e Scrittura Creativa all’Università, è scrittore per bambini e adulti e soprattutto ha respirato aria di poesia come segretario personale della poetessa Wislawa Szymborska premio Nobel per la letteratura (1996); per Joanna Rusinek sorella dell’autore ed efficacissima illustratrice; per la traduttrice che, non ancora trentenne, ha avuto significativi riconoscimenti per i suoi lavori; infine per la “consulente poetica” Chiara Carminati che nella postfazione-intervista all’autore trasmette le emozioni di chi sa avvicinarsi alla poesia con rispettosa cordialità. E che dire di queste rime fantasiose che costituiscono una sorta di albero genealogico dell’autore? Che sono una bella sorpresa non solo per l’ironia e il sorriso che le caratterizzano ma anche per la struttura che spesso si avvicina al “nonsenso” ma sa anche distaccarsene con un tocco di realismo come  nel parente negoziante ebreo che “Aveva un gran cappello / e barba a non finire, / e un cuore molto grande / e un animo gentile. / Sua moglie – ossuta e fine, / lui pure magrolino. / Aveva un negozio / piccino in un paesino. / Ma un dì vennero alcuni / a dirgli, tutto a un tratto: / «Vai via, che la tua barba / a noi non piace affatto»”… Insomma Piccole poesie di famiglia è quanto di meglio si possa desiderare in poesia per la nostra infanzia (e non solo…).

 orecchio acerbo
• Kornej Cukovskij – Lucie Müllerová (trad. Daniela Almansi), Crocodilo, € 14,50
Qualche tempo fa su questo sito avevo segnalato Daniela Almansi per l’efficacissima traduzione-interpretazione di The Hunting of the Snark uno dei testi più discussi di Lewis Carroll; oggi Almansi aggiunge al suo vasto curriculum di traduttrice un altro poema per bambini Crocodilo del russo Kornej Ivanovič Čukovskij (1882 – 1969) traduttore e scrittore per l’infanzia molto vicino a Carroll per l’utilizzazione del nonsense e di altre straordinarie “bizzarrie” tematiche e formali. Dietro la trama di Crocodilo scritto nel 1916 (un coccodrillo visita lo zoo di Leningrado, scopre che gli umani tengono prigionieri gli animali per il loro piacere e decide con altri animali di lottare per liberare i prigionieri; è una lotta senza quartiere fra  Crocodilo e un bambino che si mette alla testa degli uomini, per fortuna alla fine il buonsenso prevarrà e umani e animali a Natale andranno “dal lupo ad aprire i regali”) stanno  molti temi, da quello del conflitto fra “specie” diverse al rispetto degli altri, ma il dato più interessante è quello del linguaggio giocato su parole imprevedibili, su scarti della fantasia capaci di produrre un’irriverente conflittualità fra le parole. Non è un caso che il “realismo” del regime sovietico abbia ritenuto la dimensione satirica di Čukovskij anticomunista e abbia tenuto lontano il testo dalla commercializzazione fino al 1981, ma non è un caso neppure che oggi, finalmente liberi dai troppi “bamboleggiamenti” della letteratura di consumo per l’infanzia,  il poemetto abbia trovato in Daniela Almansi la sua fantasiosa traduttrice, nella giovane Lucie Müllerová  una vivacissima e ironica illustratrice e  in orecchio acerbo l’editore ideale.

Raffaello ragazzi – i palloncini
• Isabella Christina Felline – Sonia Maria Luce Possentini, TUTTO D’UN FIATO Emozioni in rime sonanti, € 12,50
In un’altra “puntata” di “Libri ricevuti” avevo dedicato uno spazio speciale a diversi testi sulle emozioni (tema evidentemente “gettonato” da autori ed editori); oggi le emozioni dei bambini (dalla rabbia alla gelosia, dalla curiosità alla fiducia per un totale di quindici) sono messe in rima (con accanto una breve nota) da Isabella Christina Felline che gioca felicemente con le parole e le rende leggere come si conviene appunto alle emozioni. Un po’ diverse dall’abituale stile le illustrazioni di Sonia Maria Luce Possentini che appaiono troppo caricate nei tratti e nei colori, d’altra parte – ed è una questione di gusti – Possentini ci ha abituati al tratto soffuso, alla leggerezza, alle profonde suggestioni dell’evanescenza.

*** Shoah e seconda guerra mondiale
In un mondo abituato a correre fra frammenti di parole e di immagini e quindi a smarrire ogni riferimento anche al tragico passato della seconda guerra mondiale e dell’olocausto, trovo che l’unico modo per andare controcorrente sia quello di restituirci senza enfasi ma con assoluta determinazione testi narrativi o “pezzi” di memoria capaci almeno di risvegliarci dal torpore… Tutti i testi qui presentati sono adatti a lettori dai dodici anni in poi.

Einaudi Ragazzi
• Uri Shulevitz (trad. Lucia Feoli), Dopo la notte. In fuga dall’Olocausto, € 15,90
• Michael Skibiński – Ala Bankroft (trad. Silvia Mercurio), Ho visto un bellissimo picchio – anno 1939, € 13,90
Nella generale (e strumentale) confusione in cui la follia di tanti no-vax si paragona agli ebrei e alle vittime della barbarie nazi-fascista, Einaudi Ragazzi continua la sua linea di testimonianza, di conoscenza e di educazione; lo fa con sobrietà ed eleganza e proprio per questo i testi che vedono la luce appaiono efficaci, capaci, senza ridondanze e retorica, di “testimoniare” e far riflettere. Così è per il sontuoso volume di Uri Shulevitz, autore e illustratore per ragazzi, che racconta con parole ed immagini in bianco e nero di rara efficacia  (figure grottesche, sequenze a fumetto, paesaggi sfumati, fotografie, disegni infantili) la sua storia di bambino ebreo di quattro anni (è nato nel 1935) in fuga con la famiglia  dalla Polonia occupata dai nazisti e destinata negli anni della guerra a soffrire fame e stenti nell’Unione Sovietica. Il ritorno verso Varsavia e Parigi non sarà meno drammatico e sofferto anche perché il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, alla maturità sarà segnato dalle vicissitudini di quegli anni bui. Un libro denso e affascinante grazie all’autore che ha saputo rendere una parte della sua vita storia di tutti. Altrettanto emozionante è il “quaderno” di un altro polacco, Michał Skibiński che, a otto anni, nel 1939, aveva avuto come compito delle vacanze quello di annotare ogni giorno un avvenimento significativo; il “quaderno”, conservato fino ad oggi (le pagine originali sono riprodotte in fondo al volume), ci restituisce quindi la storia di quell’estate drammatica per la Polonia e le brevissime annotazioni del bambino che all’inizio si concentravano sulla felice osservazione della natura e diventano via via parole di paura, di guerra e di morte. Una tragedia, dunque, “letta” ieri con gli occhi straordinari del bambino ed efficacemente restituitaci oggi grazie  anche all’efficacia dell’impaginazione e alle pregnanti e calde  illustrazioni  di Ala Bankroft.

Lapis
• Michael Grunenbaum – Ted Hasak-Lowy (trad. Matteo Corradini), Il sole splende ancora. Un ragazzo a Terezín, € 14,50
Michael  (Misha) Grunenbaum è nato nel 1930 a Praga ed è un altro testimone di quella che è stata la barbarie nazista: dai nove ai quindici anni transita dalle speranze infantili  e dagli agi di una famiglia borghese  all’inferno dei divieti, dall’esclusione scolastica alla coatta dimora nel ghetto, dalla morte del padre arrestato dalle SS alla deportazione con madre e sorella nel ghetto di Terezín, via di transito per i campi di sterminio,  che nell’atroce finzione nazista voleva essere un “ghetto modello” in cui la vita di duro lavoro e di sofferenze, apparentemente gestita da un Consiglio Ebraico, doveva sembrare un soggiorno pacifico aperto addirittura alle arti e al teatro. A Terezín, fra l’altro, furono ospitati bambini e ragazzi a migliaia, tutti destinati a fine prematura. Fra i sopravvissuti Misha, sua sorella e sua madre che dopo la guerra riuscirono a trasferirsi negli Stati Uniti cominciando una nuova vita. Le memorie di Misha, strutturate come racconto dallo scrittore  Ted Hasak-Lowy e tradotte in italiano con la cura e la passione consueta da Matteo Corradini, si concentrano soprattutto sull’idea che è solo grazie ad una sorta di mutuo aiuto (una specie di associazione giovanile organizzata fra i ragazzi all’interno del campo) che alcuni sono riusciti a sopravvivere e a veder splendere ancora il sole. Un libro commovente ma mai retorico, una testimonianza preziosa per chi oggi “non sa” o finge di aver dimenticato.

MIMebù
• Cezary Harasimowicz (ill. Marta Kurczewska, trad. Laura Rescio), La storia raccontata da un albero, € 15,50
Credo che una delle magie del fiabesco stia nelle possibilità di dar voce a tutto, dagli animali, alla flora, agli oggetti più disparati fino alle parti anatomiche in fuga (Il naso che scappa di Rodari). In Mirabella  il polacco Cezary Harasimowicz, sceneggiatore e drammaturgo, dà voce a un albero di susine che sotto le sue fronde ha visto passare uomini, donne e bambini ma soprattutto ha visto passare la guerra, la segregazione del ghetto, la tragedia dell’olocausto; Mirabella non è la sola voce narrante perché intorno a lei si coagulano altre voci in un coro di ansie, sofferenze speranze. L’albero sopravvive alla guerra ma non all’epoca postbellica che al suo posto vedrà sorgere un condominio ma i suoi semi e il ricordo di chi l’ha conosciuta sopravvivranno in un messaggio di bellezza e speranza. Il romanzo è originale, delicato e ben costruito, sono certo che potrà piacere ai giovani lettori lasciando loro anche il senso delle infinite possibilità della letteratura.

UP Feltrinelli
• Paul Dowswella, Desini incrociati. 1944. Giovani, eroi, ribelli (trad. Olivia Crosio), € 15,00
Qui lo scenario è soprattutto bellico (non mancano comunque riferimenti all’antisemitismo) ma le storie e le voci sono quelle di tre giovani diversi per vita e residenza  (Marijke vive nei Paesi Bassi occupati dai nazisti, Yvie a Londra subisce i bombardamenti tedeschi, Tomasz è obbligato a lavorare in una fabbrica che produce le terribili bombe V2) cui nel corso della storia si aggiunge quella del soldato tedesco Rolf (la sua generosità salverà la vita di Marijke ma lo condannerà a morte)…Una polifonia dunque che resterebbe tale se i quattro non sentissero il bisogno di ribellarsi al Male, di sopravvivere alla guerra, di guardare con speranza al futuro. Un intreccio di vite non fa necessariamente un romanzo ma qui Dowswella con bravura conduce a conclusione la trama  e il romanzo “tiene”.

*** Marino Cassini
 Erga
“Gli Harvey tascabili”
Bizzarri dentellati. 52 settimane tutte da scrivere, leggere e giocare!, € 9,90
Mille e una notte di giochi. 52 settimane tutte da scrivere, leggere e giocare!, € 9,90
La disfida delle parole. Giochi, Enigmi, quiz per tutte le stagioni, € 11,90

Più volte in questo mio sito ho dedicato spazio all’amico Marino Cassini primo direttore della Biblioteca Internazionale per Ragazzi “De Amicis” di Genova e infaticabile scrittore capace di “giocare” con le parole su piani diversi: nella sua ricca bibliografia abbiamo  romanzi d’avventura, di fantascienza, di impegno civile, racconti scritti utilizzando  generi letterari e stili diversi e negli ultimi anni abbiamo soprattutto testi dove la sua passione per l’enigmistica è diventata momento letterario efficace anche dal punto di vista educativo:  da Un libro da risolvere. Enigmi e rebus con Gianni Rodari  (ill. Francesca Rizzato, Einaudi Ragazzi) a A scuola di enigmistica. Un anno di giochi tra i banchi della 5^ A (in collaborazione con Angelo Petrosino, Piemme). Oggi Marino festeggia il novantunesimo compleanno offrendoci all’insegna della creatività (anche il nome dell’autore Casimiro Sanni è anagramma del suo nome)  due divertenti “agende – notes”: nella prima protagonisti delle 52 “curiosità” (una per settimana dell’anno) sono i francobolli altra sua passione, nell’altra sono direttamente i giochi con le parole (anagrammi, rebus, crittogrammi…); il bello di questi lavori, al di là dell’intelligenza nell’elaborazione, deriva anche dalla possibilità offerta al lettore di interagire attraverso una App scaricabile… un modo elegante per dirci che una parola “tira” l’altra parola e un gioco “tira” l’altro…   Anche il secondo  denso “libro polisensoriale” capace cioè di mettere in movimento intelligenza e creatività , al di là dell’idea di manuale “per leggere, giocare, guardare video tutorial”,  è quanto di meglio si possa trovare all’interno di quella idea di “educazione” di cui ho parlato: imparare divertendosi non è, infatti, solo uno slogan ma è uno dei modi di far crescere il lettore mettendosi dalla sua parte, riconoscendogli, cioè, autonomia di invenzione e capacità di parola.

***Adulti – Saggistica e varia

 Castelvecchi
• Gian Piero Maragoni (pref. Paola Cosentino), Le muse bambine. Avvio di un discorso su Kunstprosa e le letteratura per la gioventù, € 14,00
La passione letteraria di Maragoni fa sì che la sua stessa opera critica diventi letteratura e coinvolga non solo sul piano razionale dello studio ma anche su quello emozionale della scrittura. In questo piccolo volume si addensano concetti importanti primo fra tutti quello della specificità letteraria che accompagna ogni opera indipendentemente dal destinatario; parlare di letteratura per l’infanzia con “occhio pedagogico” come  capitava nel passato (e in parte ancora succede) è tradire la dimensione della scrittura, è appannare il senso (o il nonsenso) del testo in nome di un qualche giudizio legato alla moralità. Ha fatto bene Marangoni a ricordarcelo con intelligenza e sapienza di onnivoro lettore.

Edizioni Junior – Contar le stelle
• Maurice Sendak, Caldecott & – Note su libri e immagini, € 26,00
Maurice Sendak (1928 – 2012), grande protagonista dell’illustrazione per l’infanzia non ha mancato di riflettere a livello critico (saggi e recensioni) sia sulla sua opera che sull’esperienza di altri artisti del passato o contemporanei: il nucleo centrale resta comunque quello dell’illustrazione a dimostrazione di quanto questa, troppo spesso “ancella” dei testi, costituisca anche criticamente uno spazio autonomo carico di riferimenti storici e metodologici. A fondo volume un’utilissima Bibliografia delle opere di Maurice Sendak pubblicate in Italia curata da Martino Negri e soprattutto un prezioso Indice dei nomi del quale spesso anche nei testi critici si sente la mancanza.

Interlinea
• Walter Fochesato, Emanuele Luzzati. Natali a colori. Antologia del centenario, € 10,00.
Non ho inserito questo prezioso volumetto di Walter nel tardivo elenco di testi natalizi perché voglio sottrarlo all’occasionalità della festività e restituirlo alla pienezza di una ricerca che Walter da studioso e collezionista ha condotto con intelligenza e (perché  no?) partecipazione sentimentale. Nella sua lunga produzione Luzzati (1921 –  2007) “di famiglia ebraica, decisamente laico” ha dedicato particolare attenzione al Natale e l’ha fatto non trascurando neppure quei temi più legati alla tradizione cattolica. In fondo – come nota Walter – il Natale era soprattutto per lui il finale della filastrocca rodariana del Pellerossa nel presepe  “pace in terra agli uomini di buona volontà” e quindi tutte le “declinazioni” erano possibili: biglietti augurali, calendari, ceramiche, illustrazioni di libri, presepi, locandine… una colorata pluralità di linguaggi che ci parla della sua grandezza di artista e di  “homo civilis“…

• Clara Allasia, Balocchi di carta. Percorsi di letteratura per ragazzi, € 20,00
Non ho a disposizione che lo spazio di questo mio sito  per segnalare il volume di saggi che aspettavo da tempo, un volume che “legge” con sapienza e robusto impianto metodologico la storia della letteratura per l’infanzia non dal punto di vista pedagogico ma da quello storico letterario stabilendo connessioni, intrecciando trame e autori, restituendo in pratica uno spaccato “alto” della produzione per l’infanzia nell’altra letteratura. Motivo di fondo dei capitoli (Appunti sulla fiaba barocca e Sarnelli, Verso il Novecento: De Amicis, Pistelli, Salgari, “La domenica dei fanciulli” e la grande guerra, Qualche esempio dal secondo dopoguerra, “Burattini” e “gusci vuoti”: diventare grandi da Pinocchio a Harry Potter) che compongono il volume è l’analisi della rappresentazione di “traumi” (fisici o psichici) in momenti storici (e con autori) diversi ma in realtà è la documentata dimostrazione su quanto i libri per l’infanzia abbiano ancora da dirci se sottoposti a quella capillare indagine tematica e stilistica che troppo spesso manca a chi, credendo di fare “storia”, si accontenta, in indigeribili “centoni”, di raccontare la superficie delle trame, dei nomi, delle date…

Laterza
• Mario Lodi, C’è speranza se questo accade al Vho, € 19,00
Nei primi mesi del 1972, ancora studente universitario, recensii sulle pagine del quotidiano genovese “Il Secolo XIX” l’edizione einaudiana di questo importante volume che ora in occasione del centenario della nascita dell’autore Laterza ripropone in un’elegante, preziosa edizione. Con una sorta di autocompiacimento per il mio precoce giudizio (a un vecchio professore sia consentito) il lettore di questa rubrica mi consentirà di riprodurre il testo di allora:

La scuola viva
MARIO LODI – «C’è speranza se questo accade al Vho» – Einaudi, Torino – 312 pagine, 1.500 lire.
Anche i rotocalchi, anche quelli più noti per occupar­si più di scandali che di scuola, si interessano del maestro Lodi. Mario Lodi, insegnante elementare, oggi cinquantenne, nato vicino a Cremona, a Vho di Piàdena, dove insegna, rispondeva la scorsa setti­mana con esemplare chiarezza e semplicità alle do­mande dell’intervistatore d’uno di questi settimanali. È senza dubbio un personaggio. Ma che cosa gli ha conciliato il successo? Meno facile rispondere a que­sta domanda. Sta il fatto che il suo diario didattico ’63-’69, pubblicato nel ’70 da Einaudi sotto il titolo Il paese sbagliato, vendette nei primi quattro mesi 40 mila copie e suscitò dibattiti e interventi a non finire. Mario Lodi, tuttavia, continua a rifiutare coerentemente in ogni occasione il ruolo di mattatore, ripete che esistono moltissimi altri maestri come lui nei quadri dei Movimento di Cooperazione Educativa, che propone in Italia le “tecniche” pedagogiche – il testo libero, la stampa, la corrispondenza scolastica – del francese Freinet.
Autore fra l’altro di libri per ragazzi scritti in parte in collaborazione con gli allievi – l’editore Einaudi ha annunciato la ripubblicazione di un libretto, «Cipì», del ’61; tra i Remainders trovate un altro libriccino, «II soldatino del pim pum pà» del ’62 – Mario Lodi ri­propone oggi al pubblico il volume che precedette e preparò Il paese sbagliato. Si tratta della relazione delle esperienze educative comprese tra il ’51 e il ’62, raccolte sotto il titolo C’è speranza se questo ac­cade al Vho. Pubblicato nel ’63 dalle edizioni Avanti e passato allora quasi inosservato, è forse il suo li­bro migliore.
Cosa c’è di nuovo e di importante nelle esperienze di Mario Lodi? C’è, prima di tutto, una forte tensione politica. Lodi, progressista per vocazione, è ben de­ciso ad eliminare dalla mente dei suoi ragazzi i tabù della scuola tradizionale. Così, nelle prime pagine di C’è speranza…, dove la professione politica è meno presente che altrove, dichiara il suo sgomento nel vedere che, «oltrepassata la soglia della scuola, per i ragazzi è un libero volo, le bocche mute parlano e gridano: sono felici».
Qualcuno potrebbe sostenere che, poiché, la scuola è una cosa terribilmente seria, sarebbe giusto che i ragazzi restassero muti. Ma questo, ovviamente, è contrario non solo agli ideali del maestro Lodi, ma anche, dal ’55, ai programmi ministeriali che racco­mandavano l’attività del bambino.
Lodi cominciò col disegno e la pittura: i bambini im­pararono a mescolare e preparare i colori, a descri­vere e criticare i risultati, ad affinare la sensibilità. E continuò sulla stessa strada: dopo il disegno la poe­sia, il racconto libero. Dice Lodi: in quegli anni nac­que nei ragazzi un nuovo atteggiamento fondato sul­la riflessione critica, la ricerca.
A questo punto cosa poteva volere Lodi? Non c’è dubbio eliminare la barriere del voto. Arrivò all'”au­tovalutazione”, alle pagelle compilate insieme ai ra­gazzi. Infine, venne dichiarata una specie di guerra al libro di testo. Lodi annota: «II giornalino non raccoglierà i testi liberi, ma sarà il primo volumetto di uno studio sul paese: i ragazzi hanno già stabilito che avrà 19 pagine». L’arco delle motivazioni educative si allargava. C’era stata la scoperta della economia attra­verso la vendita delle pubblicazioni; quella dell’orga­nizzazione statale attraverso il contrasto con un daziere; ora c’erano i papà disoccupati, i padroni del campo che stavano in città, l’acqua del vicino Oglio. E la serie sarebbe ancora lunga.

 

Autunno 2021 – Novità editoriali

Un bel numero di libri e di novità con qualche ripartizione in più; per comodità di lettura le indichiamo di seguito:
Albi
Altri albi, cartonati, giochi, testi per i più piccoli
Silent Book
Graphic novel e fumetto
Da 6 a 7 anni
Da 8 a 9 anni
Da 9 a 11 anni
Da 12 a 14 anni
Oltre i 14 anni
Classici
Divulgazione
Favole
Poesia
Dantesca
Rodariana
Amici
Buona lettura

Albi

beisler editore
RAP – Chiara Rapaccini, Piccoli amori sfigati, € 16,00
L’ironia e il segno sicuro di Chiara Rapaccini piaceranno ai teenagers cui questo piccolo libro è dedicato; l’adolescenza – si sa – è l’età della sfiga, quella che ingigantisce i contrasti e fa sembrare che il mondo intero congiuri contro di noi. Al fondo dei piccoli quadri e delle storie di Rapaccini c’è un sorriso che abbassa le tensioni, provoca domande ed invita a guardare oltre.

Caissa Italia editore
Marius Marcinkevičius – Inga Dagilé (trad. Elena Montemaggi), Sassolino, € 15,90
Non conosco altra produzione della casa editrice quindi il mio giudizio è limitato a questo albo tradotto dal lituano (la traduzione in italiano è stata sostenuta dall’Istituto di Cultura Lituana) che mi ha colpito per la delicatezza e la profondità con cui racconta la tragedia dell’olocausto: siamo a Vilnius in Lituania nell’estate del 1943 (ma potrebbe altro luogo d’Europa occupato dalla ferocia nazista), Eitan e la sua amica Rivka, bambini ebrei con la stella gialla sui vestiti, giocano con l’aquilone che, per un colpo forte di vento, viene portato via, simbolo di una libertà che loro non conoscono; la nostra storia si snoda attraverso le parole di Eitan in una sorta di breve diario che potrebbe concludersi, a seguito di una retata, nella drammatica  notazione “Avrei  voluto aprire gli occhi ma le mie palpebre erano molto pesanti” e invece continua in una trasformazione, in un sassolino che conserva la forza della memoria e con essa la speranza. L’albo è sapientemente costruito anche dal punto di vista grafico: frasi in corpo diverso a segnare osservazioni e stati d’animo, pagine in colore diverso a seconda dei momenti, figure che nella loro semplicità si incidono nella memoria… un albo capace di guardare al futuro…

cameloZampa
Janet & Allan Ahlberg (trad. Chiara Carminati), Ossaspasso, € 16,00
Raymond Briggs (trad. Sara Saorin), L’orso, € 16,90
Sven Nordqvist (trad. Samanta K. Milton Knowles), Dov’è mia sorella?, € 20,00
Bimba Landmann, Enciclopedia dei miei amici immaginari, € 22,00
In qualche altra occasione avevo già dichiarato di apprezzare la capacità della casa editrice di “guardarsi attorno”, di non inseguire, cioè, le novità a tutti i costi ma di saper alternare titoli nuovi e originali a “ripescaggi” di albi del passato capaci di comunicare ancora ai lettori di oggi su piani diversi legati all’età. Voglio dire che l’aver ripescato in occasione del quarantennale della prima edizione inglese i simpaticissimi Funnybones di Janet e Allan Ahlberg non costituisce un’operazione nostalgia ma piuttosto rappresenta la volontà di arricchire il patrimonio di albi per l’infanzia con testi ironicamente dissacranti legati alle stesse profondità della tradizione popolare (anche nelle fiabe regionali italiane compaiono scheletri che si ricompongono e di muovono in grottesche sarabande); analogamente viene riproposto L’orso uno dei capolavoro di Brigss uscito nel 1994 e subito tradotto in Italia da Giulio Lughi per EL: i tenui colori di Briggs accentuano, come in Il pupazzo di neve, la dimensione del sogno di Tilly, la piccola protagonista che nel grande orso trova un affettuoso compagno di giochi: la bambini non cura l’orso ma si prende cura di lui in un tenerissimo rapporto che colpirà i lettori di oggi come quelli di ieri… Più vicino a noi nel tempo è Dov’è mia sorella? di Sven Nordqvist uscito nel 2007 e frutto dell’interesse che la cameloZampa ha per l’illustratore svedese già in catalogo con la deliziosa Passeggiata col cane dove le immagini senza parole raccontano gli incontri e le scoperte del piccolo protagonista a passeggio con il suo cane: qui la ricerca di una sorella in un composito universo straordinariamente animalesco assume i toni di un paesaggio colorato e grottesco dove i particolari contano più del quadro generale: è un minuzioso viaggio nell’immaginario che conduce alle fine i due topolini, sorellina e fratellino, a ritrovarsi e a raccontarsi le reciproche storie… Una felicissima novità è l’Enciclopedia dei miei amici immaginari di Bimba Landmann ultimo albo arrivato sulla mia scrivania  che conferma l’intelligenza della scelte della casa editrice:  Landmann, allieva di  Zavřel, ha accompagnato anche il mio percorso critico sull’illustrazione (per quel poco che può valere) a partire da quelle indimenticabili edizioni Arka che ricordo con affetto e riconoscenza per averci aperto orizzonti nuovi sull’albo artistico per l’infanzia… tanti anni sono passati e oggi mi fa piacere ritrovare i segni intriganti e fantasiosi nell’illustratrice in un’enciclopedia che rappresenta il compendio di tante infanzie diverse e ci consegna una speranza, quella che fino a quando esisteranno amici immaginari ci sarà ancora possibilità di un futuro meno alienante e migliore.
cameloZampa (ultimo arrivo)
Chiara Valentina Segré – Paolo Domeniconi, L’albero, la nuvola e la bambina, € 16,00
Il rapporto fra una bambina e un albero vecchio che sarà tagliato può far emergere le gioie, le osservazioni, le preoccupazioni della piccola protagonista, sensazioni, dunque, che si fanno parola anche grazie alla densità emotiva delle illustrazioni di Domeniconi.

Carthusia
Francesco Niccolini – Sonia Maria Luce Possentini, Storia d’amore e vapore, € 20,00
Può nascere un amore fra un cubetto di ghiaccio e una fiammella? Francesco Nicolini in quest’albo ci dimostra che, grazie ad un’immaginazione che si fa parola, non esistono amori impossibili e Sonia Maria Luce Possentini dà vita e colore alla “meraviglia dell’invisibile”.

Einaudi Ragazzi
Giulio Parisi (introduzione di) – Paolo Domeniconi (illustrazioni di), Il Canto degli Italiani – L’inno di Mameli illustrato, € 15,00