Pino Boero
Un po' di me e letteratura per l'infanzia

Mostra degli Illustratori

Vetrina fondamentale per scoprire tendenze e artisti dell’illustrazione per ragazzi, la Mostra Illustratori venne ideata nel 1967, a pochi anni dall’apertura della fiera.

Il linguaggio delle illustrazioni non conosce confini. E sta acquisendo un rilievo sempre maggiore, rilievo che negli ultimi anni è confermato dal successo crescente dei cosiddetti silent books, i libri in cui a parlare non è la scrittura, ma l’immagine.

Dagli stili più pop a quelli più alternativi, la mostra che si tiene durante la Bologna Children’s Book Fair propone un’ampia scelta di artisti da diversi paesi, creando una vetrina unica delle ultime tendenze dell’illustrazione per ragazzi , sia di fiction che di non fiction.

Tutti gli artisti sono anche pubblicati nell’Annual, consultabile dagli editori tutto l’anno. La pubblicazione è edita in italiano e in inglese da Corraini Edizioni, che ne cura anche la distribuzione in bookshop internazionali specializzati; in giapponese da JBBY – Japanese Board on Books for Young People; negli Stati Uniti è pubblicata da Chronicle Books; inCina sarà presto edita e distribuita in tutto il  Paese.

Per l’edizione 2016  sono pervenuti lavori di 3191 illustratori da 61 Paesi, (nel complesso, 15955 tavole), numero record di partecipanti nella storia della Mostra.

E scegliere chi esporre è stato il compito di una giuria d’eccellenza, formata dagli illustratori Sergio Ruzzier (italiano, newyorkese d’adozione) e  Taro Miura (Giappone), gli editori Francine Bouchet di La joie de lire (Svizzera) e Klaus Humann della tedesca Aladin Verlag, Nathan Fox illustratore e direttore del corso Visual Narrative  presso la School of Visual Arts di New York.

Anche quest’anno i selezionati under 35 saranno candidati al Premio Internazionale di Illustrazione Bologna Children’s Book Fair – Fundación SM, il cui vincitore sarà annunciato durante la Fiera. Una opportunità im portante per i giovani talenti: al vincitore vanno un assegn o di 30.000 dollari e la pubblicazione di un libro da parte della Casa editrice spagnola SM.

Essere selezionati per la Mostra di Bologna offre agli illustratori davvero una grande visibilità, perché dopo la Fiera questa straordinaria collettiva intraprende un lunghissimo tour che la porta nei luoghi della cultura di diversi paesi: in Giappone la accolgono cinque musei d’arte, in Cina sei biblioteche nazionali (in primis quella di Pechino), negli Stati Uniti, a Chicago, una università (Columbia College).

Quest’anno, inoltre, la Mostra celebra il suo 50° compleanno con una iniziativa speciale: una raccolta di tavole dei 50 artisti più significativi sul piano internazionale tra le migliaia che sono stati selezionati nel mezzo secolo di storia dell’iniziativa. Da Altan a Munari, da Innocenti a Quentin Blake, da Luzzati a Shaun Tan, un ‘best of’ che porta nel cuore della Fiera l’eccellenza dell’illustrazione mondiale.

E ancora, spazio a Laura Carlin (autrice della copertina dell’Annual 2016) e a Maisie Shearring (vincitrice del Premio BCBF – Fundación SM 2015) con due mostre personali, e al Paese ospite di quest’anno, la Germania, con la mostra Look!

La Mostra Illustratori nel 2016 compie cinquant’anni e per festeggiarla Bologna Children’s Book Fair organizza “Artisti e capolavori dell’illustrazione – 50 Illustrators Exhibitions 1967 –2016”, una collettiva che presenta le tavole originali di 50 illustratori tra i più importanti al mondo che hanno esordito o comunque partecipato alla Mostra Illustratori, artisti che ancora oggi sono nella storia dell’illustrazione.

Cinquanta illustratori con i loro libri capolavoro,  grandi classici che hanno influenzato le giovani generazioni. Cinquanta grandi firme per cinquanta grandi storie, perché l’illustrazione nasce e vive nelle storie che racconta. La mostra è a cura di Paola Vassalli (esperta di illustrazione, ha progettato e diretto i Servizi educativi-Laboratorio d’arte del Palazzo delle Esposizioni e delle Scuderie del Quirinale di Roma) e dopo la Fiera verrà allestita in città, dove sarà visitabile per un mese.

Questo anniversario arriva dopo il cinquantesimo di BCBF, festeggiato nel 2013: grandi successi che testimonianol’esperienza di BolognaFiere nell’organizzazione di eventi culturali di livello internazionale.

Bologna Children’s Book Fair e Fundación SM, attiva nel campo educativo e della promozione del libro per ragazzi, hanno istituito nel 2009 il Premio Internazionale d’Illustrazione Fiera del Libro per Ragazzi – Fundación SM, un riconoscimento che ha  la finalità di scoprire, incoraggiare e sostenere nuovi talenti dell’illustrazione.

Rivolto agli artisti under 35 anni già selezionati per la Mostra Illustratori, il premio offre al vincitore un assegno di 30mila dollari, con l’intento di garantirgli la tranquillità per creare, in un anno, un albo illustrato che viene quindi pubblicato e lanciato sul mercato mondiale dalla casa editrice SM.
Gli originali delle illustrazioni del libro vengono poi presentate alla Fiera del Libro per Ragazzi in una mostra personale dedicata al vincitore.

Il VI premio Internazionale d’Illustrazione Fiera del Libro per Ragazzi – Fundación SM è stato assegnato all’illustratrice britannica Maisie Shearring: sarà quindi possibile conoscere le sue opere nella mostra personale a lei dedicata durante la prossima edizione della Fiera del Libro per Ragazzi.

Copertina Illustrators Annual 2016

Questa edizione di Bologna Children’s Book Fair presenterà ai suoi visitatori la mostra personale dell’illustratrice Laura Carlin, vincitrice del Grand Prix della Biennale di Illustrazione di Bratislava, il più importante premio internazionale nel settore artistico che riguarda i libri per l’infanzia assieme all’Hans Christian Andersen Award.

La giovanissima e pluri-premiata artista britannica – già menzionata nel 2014 nella sezione Fiction del BolognaRagazzi Award(per The Promise, edito Walker Books) – ha ricevuto il premio internazionale di Bratislava per il libro A world of Your Own (Phaidon Press): l’opera incoraggia i bambini a esplorare la propria creatività, ispirandosi al vissuto quotidiano, trasformandolo, e mostra ai piccoli lettori come sviluppare le proprie tecniche di disegno in funzione di ciò che vogliono esprimere. E ancora la Carlin è vincitrice del V&A Illustrations Award per The Iron Man, con un testo di Ted Hughes (Walker Books).

Le illustrazioni originali tratte da questi due libri saranno in mostra a BolognaFiere, insieme ad alcune opere che uniscono l’arte dell’illustrazione con la ceramica. La Carlin è infatti nota come ceramista oltre che come illustratrice.

Laura Carlin è anche autrice della copertina dell’attesissimo Illustrators Annual 2016, il catalogo che accompagna la Mostra Illustratori nell’anno della celebrazione del suo 50° anniversario.

Le Grand MeaulnesChekhov Short Stories per The Folio Society  sono tra i titoli pubblicati da questa artista, e tante sono le collaborazioni: «The Guardian», «The New York Times», «The New Yorker» ,«The Boston Globe», «The Financial Times», «Condé Nast Traveller», «American Vogue» e «World of Interiors».

Tags: , , , , , , ,