Pino Boero
Un po' di me e letteratura per l'infanzia

Occasioni 2015-2016

Occasioni tematiche

Indovini, lupi, magie fantasy, storie dark

Non amo – già detto – le serialità e ancor meno amo lo zoo fantasy dove in trilogie, quadrilogie, pentalogie, lupi, draghi, indovini si contendono la scena a colpi di incantesimi e passioni; riconosco il mio limite e riconosco che il “genere” ha un pubblico di fedelissimi (adolescenti e non) che – diversamente da me – riesce a star dietro alle novità e ad apprezzarne tutti gli sviluppi narrativi. Per non far torto a questi lettori e agli editori comunque impegnati a pubblicare belle e curate edizioni mi limiterò a segnalare il “prodotto” e a fornire – se lo riterrò necessario – qualche chiarimento.

DeA

Laurence Yep – Joanne Ryder (trad. Alessandra Sogne), Storia di un Drago e della Bambina che gli cambiò la vita, € 12,90

Fabbri editori

Maura Nalini (testi di), DreamWorks – Dragons – Minaccia sotterranea, € 8,50

Feltrinelli

Megan Morrison (trad. Isabella Polli), Il fantastico viaggio di Rapunzel, € 15,00

Di questo romanzo mi sento di dire qualcosa di più perché, al di là della torre magica in cui vive la protagonista e delle sue fantastiche vicende, leggo un impegno di rivisitazione delle fiabe e una capacità di costruzione di un itinerario formativo di indubbio spessore.

il castoro

Shannon Hale (trad. Simona Brogli), Spirit animals – libro 4 – Fuoco e ghiaccio, € 12,00

Rizzoli

Sally Gardner (ill. David Roberts, trad. Giordano Aterini), Tinder, € 17,90

Maggie Stiefvater (trad. Cristina Proto), Sinner – Il ritorno de Lupi di Mercy Falls, € 16,90

Lauren Kate (trad. Maria Concetta Scotto di Santillo), Angels in the dark, € 12,00

Amelia Drake, the Academy – libro secondo, €15,00

Per Gruppo Editoriale Raffaello

Gruppo Editoriale Raffaello – avventurose scienze

Francesca Capelli, Il cacciatore di aria, € 7,50 è da 8 anni

Roberto Morgese, Il giardino del piccolo drago, € 7,50 è da 8 anni

Dino Ticli, La furia della dea Chàntico, € 7,50 è da 8 anni

Paola Valente, Il pozzo dei Dalit, € 7,50 è da 8 anni

Gruppo Editoriale Raffaello – i classici

Antoine de Saint-Exupery (ill. Cinzia Battistel), Il Piccolo Principe – con un racconto di Paola Valente, € 7,50

Gruppo Editoriale Raffaello – seria gialla è da 6 anni

Annamaria e Nice Piccione (ill. Elena Mellano), Nuvola Bianca e Nuvola Nera – insieme tutto è più facile, € 6,00

Gruppo Editoriale Raffaello – serie rossa è da 7 anni

Mario Gamba – Simone Fornara (ill. Giovanni Lombardi), Game Over – Un bambino, i videogiochi e i classici per ragazzi, € 7,00

Gruppo Editoriale Raffaello – serie blu è da 9 anni

Eleonora Laffranchini (ill. Mauro Marchesi), Il ribelle – Il 25 aprile, la Resistenza e la Liberazione,€ 7,0

Gruppo Editoriale Raffaello – I Grandi della Storia

Maurizio Giannini (ill. Mauro Marchesi), Vercingetorige – Il grande condottiero dei Galli, € 7,50

Raffaello Ragazzi – insieme

Fulvia Degl’Innocenti, Portami con te, € 9,00 è da 10 anni

Lorenza Farina, Sono erba, sono cielo. Servono radici salde per raggiungere le stelle, € 9,00 è da 10 anni

Confesso le mie pregiudiziali – già espresse in altre occasioni – nei confronti di testi narrativi accompagnati da note e commenti (anche se celati sotto le formule di rito tipo “per comprendere meglio”) e illustrati in modi che non evidenziano particolari originalità interpretative, allo stesso tempo mi rendo conto che le due pregiudiziali ostacolano in modo sostanziale anche la mia lettura dei testi, ne inficiano quasi il valore che pure alcuni possiedono: penso all’intelligente (e divertente)  Game Over – Un bambino, i videogiochi e i classici per ragazzi di Mario Gamba e Simone Fornara, a ben costruito Il ribelle di Eleonora Laffranchini, ma penso anche alle due belle storie (per fortuna senza note) per i più grandi Portami con te di Fulvia Degl’Innocenti e Sono erba, sono cielo di Lorenza Farina. Fra tutti i volumi meno convincente è l’interposizione del racconto di Paola Valente  un capolavoro come Il Piccolo Principe di Saint-Exupery: i “classici” valgono da soli una lettura completa senza l’intromissione di due bambini che intervengono nel racconto e quasi ci fanno da guida…

Per Ferdinando Albertazzi

Euno Edizioni

Ferdinando Albertazzi, Le Nove Renne di Babbo Natale, € 6,00

Piemme – Prime storie

Ferdinando Albertazzi, Una nuova amica per Camilla, € 10,00

Associazione Pratibianchi

Ferdinando Albertazzi – Paolo Garzella, I sette rimbalzi del destino. Giorgio Perlasca fra le stelle di David, € 9,00

ElectaYoung

Fedinando Albertazzi, Scomparso, € 14,90

Ho messo insieme questi ultimi lavori dell’amico Albertazzi per dimostrarne la straordinaria versatilità nella scrittura: Ferdinando transita da una semplice storia natalizia per i più piccoli alla ripresa (sempre destinata ai piccoli lettori) del simpatico personaggio di Camilla questa volta alle prese con una nuova compagna di classe, da un’intensa e magistrale narrazione della vita di Giorgio Perlasca che salvò dal lager 5218 ebrei ungheresi a un romanzo destinato agli adolescenti, Scomparso, in cui senza difficoltà si riconoscono sia la sua “metodologia d’autore” che è quella di tenere in sospeso il lettore fino ad esiti per nulla scontati (penso a testi originalissimi come Doppio sgarro, Il correttore i destini, Il bonificatore di cuori) sia una capacità di scrittura rara e coinvolgente; in Scomparso è il sedicenne Bobo a tenerci con il fiato sospeso: è davvero sparito? I messaggi che spedisce da luoghi diversi sono autentici? La polizia fa il possibile per rintracciarlo? E il suo compagno Diego è davvero all’oscuro di tutto? Non risponderò a questo domande lasciando al lettore il piacere di arrivare al fondo di una storia avvincente.

Per Sonia Maria Luce Possentini

Corsiero editore

Sonia Maria Luce Possentini (con una nota di Lella Costa), La bella nel bosco addormentato, € ?25

Il leone verde Piccoli

Sabrina Giarratana – Sonia Maria Luce Possentini, canti dell’attesa, € 16,00

Queste vogliono essere righe d’omaggio a Sonia Maria Luce Possentini che nei due albi riesce a confermarsi straordinaria interprete di atmosfere, felicissima creatrice di spazi di luce in pagine intense anche a livello di contenuti; nell’edizione a tiratura limitata di La bella nel bosco addormentato (consiglio i collezionisti di procurarsela) Possentini sembra capovolgere provocatoriamente  il senso della fiaba (da Basile a Perrault, a Grimm) ma la sua non è contestazione gratuita perché dal fondo delle immagini emerge un senso di libertà femminile ad un tempo forte e dolcissimo. Se passo al secondo albo non posso che confermare il forte valore delle figure che accompagna le parole di Sabrina Giarratana: sono anni che non leggevo un testo così intenso, delicato e privo di retorica dedicato alla maternità; Giarratana e Possentini: un binomio davvero fantastico!

Per Alfredo Stoppa

edicicloeditore – Driiin!

Alfredo Stoppa, Caterina Controvento, € 12,00

Non è la prima volta che dedico uno spazio particolare ad Alfredo Stoppa (anche in coppia con  Sonia Maria Luce Possentini), ho scritto della sua  capacità di dare valore evocativo ad ogni parola, di guardare all’infanzia con occhio non contaminato da adultistici pregiudizi o – ancor peggio – da ideologie pedagogiche, ma ho sostenuto anche che la misura breve degli albi con cui ha dato esemplari prove di scrittura avrebbe potuto far ritenere a qualche esigente critico “comoda” e facile la misura breve rispetto a prove narrative di più ampio respiro; non è così non solo perché l’essenzialità narrativa è pregio unico e raro ma anche perché quando Stoppa affronta il genere romanzesco dà prova di eguale finezza e bravura; l’ha fatto in I passi del padre – Quando l’allodola smise di cantare (euno edizioni, 2015) dove il racconto ruota intorno alla strage nazifascista di Torlano di Nimis (Friuli) ma non rinuncia (quasi memore del Pin di Il sentiero dei nidi di ragno) allo sguardo dell’adolescente che dilata particolari verso la dimensione dell’evocativo e del fiabesco e lo fa oggi con questa Caterina Controvento che è un singolarissimo racconto sospeso fra Storia e Infanzia: a fare da sfondo al primo elemento stanno la Grande Guerra, i soldati che passano, il rombo dei cannoni, gli sfollati, l’idiozia dei generali (bello il ripescaggio di un canto come “Il general Cadorna ha scritto alla Regina, se vuoi veder Trieste te la mando in cartolina” che a me ha suscitato il ricordo d’infanzia di una vecchia zia che la cantava con la variante “se vuoi veder Trieste guardala in cartolina”) ma a dare spazio e solidità al secondo stanno i desideri infantili di Caterina che sogna i passi del suo papà di ritorno dalla guerra ma soprattutto desidera una bicicletta azzurra abbandonata dietro il cancello di una villa evacuata dagli abitanti… con lei Caterina andrà “altrove, in posti che non ho mai visto, in luoghi al di là, oltre i confini, in città lontane. Città misteriose, infinite, brulicanti”… in quell’altrove, in quell’andare al di là sta l’essenza vera del libro che è dunque anche nuova, positiva scommessa sull’utopia e sull’infanzia.

Tags: , , ,