Pino Boero
Un po' di me e letteratura per l'infanzia

Parliamo un poco di me

20 marzo 2014

Cesare Zavattini pubblicò Parliamo tanto di me opera (almeno dal titolo) inequivocabile; per quello che mi riguarda muterei il titolo così: Parliamo un poco di me e mi limiterei a costruire una trama sul diario delle mie prossime giornate bolognesi, da lunedì 24 a mercoledì 26, partendo dalla bella sorpresa di ieri: l’uscita da Interlinea del mio volume di saggi Il cavallo a dondolo e l’infinito. Temi e autori di letteratura per l’infanzia. Si tratta di un volume (si tranquillizzi il lettore, sono solo 130 pagine) di saggi che mettono insieme un quindicennio di ricerca, di partecipazione a convegni e di collaborazioni a riviste; erano lavori “dispersi”, di difficile reperibilità e ora il paziente lettore può trovarli riuniti e riconoscere nell’impianto di ognuno quella trasversalità che continua ad essere per me la cifra più autentica della letteratura per l’infanzia. Per non rubare altro tempo trascrivo l’indice di Il cavallo a dondolo e l’infinito segnalandone la divisione in due parti, Temi e Autori.

TEMI: Un cavallo a dondolo per l’infinito, Piccoli corpi grandissime emozioni, In famiglia, Di topo in topo, Fiabe liguri di lingua francese; AUTORI: L’intento pedagogico nella produzione per l’infanzia della Marchesa Colombi, Pirandello e l’infanzia, Uno sguardo profondo: Angoletta e gli autori di letteratura per l’infanzia, Il cuore di Tonino, il fegato dell’oca (Fabio Tombari), Una strana compagnia: l’Orso Gregorio e il Magnifico Ortensio (Michele Vincieri), Mario Rigoni Stern fra i banchi di scuola, Albino Bernardini, la scrittura di un maestro.

Tags: , , , , , ,